facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 3 marzo 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Strootman, Benatia e Nainggolan: ecco perché non sono tornati alla Roma

I tifosi si sarebbero aspettati di rivedere i tre, a buon mercato, ma i Friedkin non puntano su over 30, a meno di eccezioni
Lunedì 18 gennaio 2021
Nostalgia canaglia, cantava quell'Al Bano tanto caro a Mkhitaryan. Ora, lasciando da parte la musica, è chiaro come in questi tempi così complicati la nostalgia sia una fedele compagna di tante persone. Se poi ci si aggiunge la propria squadra del cuore che perde (male, malissimo) il derby ecco che il ricordo del tempo che fu torna a fare più male. E se a quel tempo sono associati giocatori che, nel caso della Roma, pur senza vincere hanno fatto molto bene in giallorosso, la nostalgia diventa amarezza da sfogare sui social e nelle radio. Perché in fondo Strootman, soprattutto, in prestito al Genoa, ma anche Benatia al Parma e Nainggolan a Cagliari hanno lasciato un po' di amaro in bocca ai tifosi: "Ma a noi, a queste cifre, non potevano far comodo?".

PERCHÉ SÌ — Certamente tutti e tre conoscono bene la piazza, sono andati via per scelta (soprattutto) del club (e non loro) e hanno lasciato un segno importante tra i romanisti. Benatia è rimasto una sola stagione, forse tra le migliori dell'era Pallotta, nel 2013, prima di andare al Bayern Monaco, Nainggolan con la Roma ha 203 presenze, Strootman 131 e tutti e tre sono stati dei leader importanti dello spogliatoio. La loro personalità avrebbe fatto sicuramente comodo a Trigoria, così come il loro attaccamento alla piazza e alla Roma, oltre agli ottimi rapporti mantenuti con tanti giocatori e dipendenti, a partire da Dzeko. In più la Roma avrebbe dovuto pagar loro solo l'ingaggio e tutti e 3 non avrebbero chiesto stipendi folli pur di tornare. "Avrebbero potuto insegnare a tanti cosa significa il rispetto per la maglia", uno dei tanti messaggi sui social delle ultime ore.

PERCHÉ NO — La società ha ritenuto però opportuno fare altre scelte, senza mai prendere davvero in considerazione questi cavalli di ritorno, nonostante su Strootman qualche discorso nei mesi scorsi sia stato fatto. La strategia dei Friedkin e Pinto è chiara: no a giocatori over 30 (Kevin li compirà tra un mese, Radja è classe 1988, un anno in meno di Benatia), tranne rare eccezioni, magari con una continuità fisica non così importante. Sì a giovani e a giocatori funzionali al progetto, con la sola eccezione (forse) di El Shaarawy, che di anni ne ha 28, ma solo a certe condizioni. Perché è vero che, citando sempre Al Bano e Romina, la nostalgia è un nodo che assale in gola, ma è vero pure che per la Roma è arrivato il momento di guardare avanti e non più indietro. E allora Strootman, Nainggolan e Benatia, come ha detto un tifoso in una radio questa mattina, "resteranno solo tre avversari da applaudire all'Olimpico quando torneremo allo stadio".
di Chiara Zucchelli
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 02 mar 2021 
Fiorentina-Roma, i convocati di Prandelli
I convocati viola per la sfida tra Fiorentina e Roma dal tecnico Cesare Prandelli:...
Zaniolo a Piazza di Spagna. Chiara Nasti si arrabbia con i paparazzi
La coppia questo pomeriggio ha fatto una passeggiata nel centro di Roma. Ma qualcosa è andato storto
Primo Dpcm dell'era Draghi: "In vigore dal 6 marzo al 6 aprile, Dad in zone rosse. Riaprono cinema"
Parrucchieri chiusi nelle zone rosse, restano le divisioni 'a colori' delle fasce a rischio dopo i segnali di forte ripresa della curva del contagio. Locatelli: "La variante inglese contagia i giovani ma non è più grave"
Lazio-Torino, è ufficiale: 3-0 a tavolino
Il match non si è giocato con i granata rimasti bloccati dalla Asl. Biancocelesti presenti all'Olimpico: dopo 45' tutti a casa
Stadio Roma, Friedkin incontra la Raggi in Campidoglio: le novità
Dan e Ryan Friedkin quest'oggi sono stati ricevuti dalla sindaca per parlare del progetto stadio
Calciomercato Roma, Vlahovic per il dopo Dzeko? Il corteggiamento continua, ma costa...
Ha carattere, è giovane e segna: 8 gol n 13 partite. L'identikit dell'attaccante della Fiorentina, che i giallorossi affrontano domani, è quello perfetto per le strategie dei Friedkin
Veretout (quasi) come Platini: dopo "Le Roi" nessuno come lui
Con il gol segnato domenica al Milan il tuttofare giallorosso è il secondo centrocampista della storia della Serie A ad andare in doppia cifra nel corso di un campionato
Dan Meis: "Ho incontrato i Friedkin per il nuovo stadio"
Parla l'architetto che creò il progetto Tor di Valle ora abbandonato dalla nuova proprietà
Fiorentina-Roma, i convocati
25ªGiornata di Serie A
FONSECA: "Pau Lopez e Kumbulla domani giocheranno, Smalling convocato. Non siamo in depressione"
FIORENTINA-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA PAULO FONSECA: "I problemi in difesa non sono di organizzazione. Ci creiamo i problemi da soli. Non siamo in depressione, le grandi squadre non cambiano identità in base ai risultati"
Villar: "Gioco in un grande club. Mi piace gestire il pallone"
Il centrocampista, classe '98, Gonzalo Villar dell'AS Roma ha rilasciato una lunga...
Roma, Friedkin delusi da Fonseca: la lista dei possibili sostituti
Da Sarri ad Allegri, ecco chi può sostituire il tecnico portoghese, sempre più al centro del mirino dopo il nuovo flop contro una big
Roma-Campidoglio, comincia una nuova partita per lo stadio
Si riparte da zero: il nodo di chi deve scegliere l’area. Intanto Parnasi sta preparando una causa milionaria a Friedkin
Roma. Tattica, cambi e carattere: Fonseca è tornato sotto accusa
Quinta e impaurita. Proprio come a marzo dello scorso anno quando esattamente alla...
Da Ibanez a Villar e Mayoral: se essere giovani è un difetto
Una Roma ricca di giovani talenti quella di Paulo Fonseca. Da Villar a Ibanez, fino...
Il paradosso dei piedi di Pau Lopez e il calcio moderno
Il paradosso più avvilente, per chi ha una Lupa tatuata sul cuore, è che Pau Lopez,...
Kumbulla, prove di difesa: il muro si sta rialzando
Marash Kumbulla è pronto a tornare a giocare dopo la strana lesione rimediata dieci...
Aspettando Dzeko, la Roma spera nell'Olimpico e in super Micky
Giornata pesante ieri per la Roma che ha visto sfumare anche il progetto Tor di...
Mkhitaryan, versione falso nove per avere più soluzioni in avanti
In una squadra capace di mandare già quattro calciatori in doppia cifra, tra campionato...
BRUNO PERES, super festa di compleanno senza mascherina (VIDEO)
La fidanzata di Bruno Peres ha pubblicato su Instagram le immagini della...
 Lun. 01 mar 2021 
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>