facebook twitter Feed RSS
Martedì - 20 ottobre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Ronaldo salva una brutta Juve: con la Roma finisce 2-2

Doppiette di Veretout e CR7 con un rigore a testa. I giallorossi sprecano e non sfruttano la superiorità numerica (rosso a Rabiot)
Domenica 27 settembre 2020
Doveva essere la partita di Edin Dzeko, l'uomo più atteso di tutti per i mille intrecci di mercato che l'hanno coinvolto nell'ultimo mese. Ed invece alla fine è diventata soprattutto la partita di Jordan Veretout e Cristiano Ronaldo, che con una doppietta a testa hanno marchiato a fuoco questo Roma-Juventus. Il 2-2 finale, a conti fatti, rende giustizia al campo, anche se alla Roma resta il rammarico di non aver gestito il vantaggio in superiorità numerica (davanti a Dan e Ryan Friedkin). E, soprattutto, di non aver chiuso i conti ad inizio ripresa proprio con Dzeko, con il bosniaco che di fatto ha sprecato sul palo la palla del possibile 3-1. Per la Juve, invece, tantissime difficoltà in mediana, nella fase di costruzione. Lì c'è da lavorare ancora molto, anche se poi la bilancia tende in positivo per orgoglio e capacità di reazione. Quando tutto sembrava infatti terribilmente difficile, la squadra di Pirlo ha reagito all'espulsione (ingenua) di Rabiot e portato a casa un punto prezioso.

JORDAN SHOW — Come annunciato, Fonseca vara una Roma formato fantasia, con l'arretramento di Pellegrini in mediana per migliorare la qualità nel palleggio e nella costruzione dal basso. Ma molto offensiva è anche la Juventus, con Pirlo che si gioca la carta-Morata dal via, con il conseguente arretramento di Kulusevski a fare il tornante a destra e lo spostamento di Cuadrado dalla parte opposta (a galleggiare tra esterno di centrocampo e quarto di difesa). La mossa però non paga, perché Kulusevski è una gemma in fase offensiva, ma fatica un po' quando c'è da coprire. Così la Roma spinge spesso a sinistra con Spinazzola, il lato destro è quello debole dello schieramento juventino, anche se le difficoltà maggiori sono in mediana: la coppia Rabiot-McKennie soffre troppo nella costruzione e nell'inventiva (con Bentancur in panchina). Dall'altra parte, invece, Dzeko è il punto di riferimento, Pedro e Mkhitaryan attaccano bene gli spazi e Veretout è il solito giocatore da box to box: corre, recupera e riparte. Ne viene fuori una partita dove all'inizia si fatica a giocare, anche perché le due squadre sono molto corte e pressano forte sui primi portatori. Mkhitaryan, all'improvviso, al 13' potrebbe anche rompere gli equilibri, ma dopo aver fatto quasi 50 metri di campo palla al piede spreca su Szczesny in uscita. Poi è Dzeko a protestare per un presunto fallo di Chiellini a campo aperto, con il bosniaco (che però trattiene per primo la maglia dell'avversario) lanciato da solo verso la porta avversaria. Così a sbloccare il risultato arrivano due rigori, uno per parte, entrambi per fallo di mano: Veretout realizza quello concesso per fallo di Rabiot, Ronaldo risponde con quello concesso per il mani di Pellegrini. Sembra tutto finito, in attesa dell'intervallo. Ed invece su una punizione a proprio favore la Juventus si fa trovare scoperta: Dzeko lancia Mkhitaryan in contropiede, l'armeno trova al centro Veretout che non fallisce e fa 2-1. Ma lo sbilanciamento bianconero è di quelli clamorosi e sottolinea come i meccanismi in casa bianconera vadano ancora molto oliati.

JET CRISTIANO — Nella ripresa ci si aspetta qualcosa di diverso da parte dei bianconeri, con Pirlo che dopo 13 minuti prova a cambiare le carte in tavola buttando dentro Douglas Costa e Arthur per Morata (evanescente) e McKennie. Cambia poco, però, la Juve non trova mai né profondità né la qualità che cerca nella manovra. Anzi, poco prima dei due cambi è Dzeko a sfiorare il 3-1 (palo esterno con la porta spalancata), in una partita in cui il bosniaco si trova mille volte a duellare corpo a corpo con Chiellini. L'espulsione (doppio giallo) di Rabiot complica ancora di più i piani dei bianconeri, che passano così ad un 4-3-2 (che poi diventerà 4-4-1, con Kulusevski a pendolare alle spalle di Ronaldo). Con l'uomo in più, la Roma si dedica al possesso palla, cercando di sfruttare l'ampiezza del campo e lavorando soprattutto sulle corsie esterne. Pirlo allora a metà ripresa butta dentro anche Bentancur e al 24' viene premiato, con Ronaldo che sale fino in cielo e di testa fa 2-2 su un cross pennellato alla perfezione da Danilo. Nel finale la superiorità territoriale dei giallorossi non produce poi nulla di particolare, con le squadre che si dividono la posta in palio. Per Fonseca un esame in positivo, per Pirlo un punto prezioso.
di Andrea Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 19 ott 2020 
Fienga traccia la via e chiede aiuto ai tifosi: "Favorite il delisting, ci rafforziamo"
Il ceo del club giallorosso: "Con l'aiuto del nostro azionista di maggioranza stabilizzeremo la situazione finanziaria al fine di avere sempre una squadra competitiva sia in Italia sia in Europa"
Calciomercato Roma, Mirante show: il portiere "agguanta" il rinnovo
Il portiere giallorosso è tra i migliori di questo inizio stagionale. Ieri, ha confezionato anche un prezioso passaggio per il gol di Dzeko
MASCHERA DI PROTEZIONE BRANDIZZATA ROMAFOREVER
Mascherina filtrante tessuto 100% Cotone brandizzata RomaForever, lavabile a mano quante volte vuoi. (Made in Italy)
Dahlin "pentito": "Invece di andare alla Juve, ho voluto la Roma. È stato un errore!"
Il rimpianto dell’attaccante svedese: “Nella capitale ho trovato tanta concorrenza. Tre mesi prima avevo un contratto con i bianconeri, dove sarei partito sin da subito titolare: mi volevano fortemente”
Roma, i problemi restano fuori dal campo: in A è a 12 risultati utili di fila!
Ad eccezione dello 0-3 a tavolino con il Verona, i giallorossi non perdono in campionato da 5 luglio con il Napoli. Nove vittorie e 3 pareggi con una media di 2.5 gol a partita. Il tecnico: “A me questo calcio offensivo piace molto”
Da Pedro a Carles Perez, è una Roma alla spagnola
Personalità, gol ed esperienza: i due iberici, insieme a Borja Mayoral e Villar, hanno lasciato il segno nella sfida con il Benevento. Una storia di grandi nomi, da Peirò a Del Sole a Guardiola
Young Boys-Roma - Le Probabili Formazioni
Fase a Gironi - 1ª Giornata
La Roma si chiude a Trigoria: isolamento fiduciario fino alla gara col Milan
Il club ha deciso di far restare i calciatori nel centro sportivo dopo la positività di Calafiori
La Spagna esalta Pedro e Carles Perez: "Con loro la Roma brilla!"
I media iberici lodano la prestazione dei due giocatori contro il Benevento
Vittoria che rappresenta un freccia importante per Fonseca nella battaglia a viso aperto con Fienga
La Roma va sotto, si rialza e asfalta il Benevento
La rivincita degli over 30. Dzeko, Mkhitaryan e Pedro: classe al servizio della Roma
Due gol per il bosniaco, altrettanti assist per l'armeno e una rete per lo spagnolo: la vittoria contro il Benevento arriva dagli over 30
Roma-Benevento 5-2, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-BENEVENTO 5-2 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI...
 Dom. 18 ott 2020 
La dedica dell'Olimpico per il papà di Totti: "Ciao sceriffo, tifoso dal cuore d'oro"
In tribuna Tevere viene esposto il manifesto in ricordo del papà di Francesco, scomparso lunedì a causa del Covid-19
PEREZ: "Sono molto felice e possiamo dire che qualcosa ho imparato da Messi"
ROMA-BENEVENTO 5-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA PEREZ A ROMA TV Complimenti per il...
FONSECA: "Abbiamo fatto una bella partita. Lotteremo per la Champions, non parliamo di Scudettto"
ROMA-BENEVENTO 5-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "La squadra è in fiducia, il campionato è lungo. Abbiamo sempre controllato la partita. Possiamo giocare sia a 3 che a 4 dietro"
PEDRO: "Tutta la squadra ha giocato bene. Mi trovo a mio agio con Dzeko e Mkhitaryan"
ROMA-BENEVENTO 5-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA PEDRO A ROMA TV Partita bellissima...
Roma-Benevento 5-2, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Pedro il migliore, l'asse Dzeko-Mkhitaryan regala spettacolo
Si sblocca Dzeko, Pedro e Michi incantano: manita Roma al Benevento
Caprari segna subito, poi il tridente di Fonseca dà spettacolo e il bosniaco fa doppietta. A segno anche Lapadula e Veretout su rigore e Carles Perez
Dpcm anti-Covid, Conte: "Palestre e piscine, 7 giorni sotto esame". Stretta sulla movida
I sindaci possono disporre coprifuoco alle 21. Tra le altre misure: scuola in presenza ma con ingressi flessibili e turni pomeridiani alle superiori; nei bar e ristoranti consumazioni solo al tavolo dalle 18 alle 24; stop agli sport di squadra dilettantistici
MIRANTE: "Ho visto Mkhitaryan libero e l'ho servito. Loro sono stati bravi a concretizzare"
FINE PRIMO TEMPO: ROMA-BENEVENTO 2-1 MIRANTE A SKY SPORT Quella tua apertura su...
PELLEGRINI: "Abbiamo tante cose da migliorare, dobbiamo pensare solo a noi stessi"
ROMA-BENEVENTO, LE INTERVISTE PRE-PARTITA PELLEGRINI A SKY SPORT Come sta la Roma?...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>