facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 22 ottobre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

PEDRO: "Mi trovo bene a giocare dietro la punta. L'obiettivo è creare una mentalità vincente"

"Ci sono Dzeko e Mkhitaryan, motivi per cui ho scelto di venire alla Roma"
Venerdì 25 settembre 2020
Arrivato a parametro zero dal Chelsea, Pedro si è già presentato ai tifosi giallorossi sul campo con un'ottima prestazione a Verona. Ora è tempo però di presentarsi anche a parole e tra poco lo spagnolo lo farà in conferenza stampa a Trigoria.

Hai vinto molti trofei e ricoperto molti ruoli. Nel sistema di gioco di Fonseca, qual è il ruolo dove puoi rendere di più?
"Buongiorno a tutti e grazie a Guido per le parole. In questo sistema di gioco il mio ruolo migliore può essere alle spalle della punta, che possono occupare anche in tanti altri. Anche io mi trovo bene lì, posso fare inserimenti in area e creare spazi. Mi adatterò e giocherò dove il mister riterrà opportuno. Voglio aiutare la squadra e farò così nella mia carriera alla Roma."

Cosa manca alla Roma per arrivare a livello della squadra che è arrivata in semifinale di Champions League?
"Siamo una squadra buona, con giovani e con un progetto a medio e lungo termine. Ci sono Edin e Miki, motivi per cui ho scelto di venire a Roma: per aiutare a creare una mentalità vincente. Tornare a fare la Champions è uno degli obiettivi e poi costruire una squadra più forte. Ho affrontato la Roma all'Olimpico con il Chelsea ed era molto forte. Ora c'è un giusto mix di esperienza e gioventù, l'obiettivo è di creare una squadra vincente per raggiungere gli obiettivi dei tifosi, ma anche i nostri."

Senti di avere una responsabilità maggiore contro una big come la Juventus?
"Quando si affronta una squadra forte la responsabilità è alta, ma anche l'esigenza personale. Dobbiamo scendere per vincere ogni singola gara di campionato e di Europa League. Andare avanti e giocarsela con tutte. E' un avversario difficile da battere, ma tutti vogliono vincere e gli stimoli sono particolari. Ora si tratta di tradurle e di metterle in campo domenica sera."

Che ricordi hai della Champions League vinta qui a Roma?
"Non posso che conservare bei ricordi. E' stata la mia prima Champions League vinta, ho avuto la fortuna di giocare all'ultimo minuto, era il mio primo anno al Barcellona. Far parte di una finale di Champions è stata la realizzazione di un sogno. Ora sono qui alla Roma e tornerò in questo stadio bello. Non posso che usare belle parole e bei ricordi per quella data."

Quale motivazione spinge un calciatore che ha vinto tutto a venire alla Roma?
La motivazione è la stessa. Di avere una forte voglia interiore di vincere e raggiungere gli obiettivi. Sarà difficile ma lavoriamo per questo, partita dopo partita. Serve una mentalità forte e vincente, per tornare a giocare la Champions League. Abbiamo una rosa idonea per questo, anche se sembra prematuro. A mio avviso è questo l'obiettivo minimo.

Dzeko ti ha parlato? E' felice di rimanere alla Roma?
Lo vedo felice. Edin è il nostro capitano ed è di un livello straordinario, ha fatto tantissimi gol. Ha un peso specifico importante nello spogliatoio e siamo contenti che lui resti con noi. Fa gol, fa la differenza e ti fa vincere le partite. Sono contento che resti con noi, la sua presenza e di altri calciatori importanti ci fa raggiungere i nostri obiettivi. E' concentrato e spero che domenica possa giocare per farci fare una bella partita.

Hai la mentalità vincente, qui a Roma si parla già di Fonseca in bilico. Che consigli dai ai tuoi compagni per la partita?
"Sappiamo di affrontare un avversario complicato, sarà difficile. Bisogna essere compatti, solidi e uniti. Non dobbiamo guardare quello che succede fuori o ascoltare voci che ci distraggono. Servirà una grande partita e commettere meno errori possibile."

Quanto è stata determinante nella tua scelta la presenza di Dzeko e Mkhitaryan?
"E' molto importante perché hanno esperienza e sono di livello. E' una squadra giovane, ma con elementi d'esperienza. E' importante quando scegli la squadra, questi calciatori rendono la squadra più forte. Colgo l'occasione per ringraziare i compagni per come mi hanno accolto dal primo giorno. Anche per i tifosi, per come hanno manifestato simpatia nei miei confronti. Spero di poter ripagare tutto questo sul campo."

Qual è l'obiettivo della Roma? Può tornare in Champions League la Roma?
"L'obiettivo è questo, vincere. Io quando scendo in campo lo faccio per vincere. Quando pareggio o esco sconfitto, anche in allenamento, sono arrabbiato. Dobbiamo ambire sempre al massimo: vincere campionato, Europa League e tutte le altre competizioni. Questo è l'obiettivo mio e di tutti. Non è semplice, ma l'asticella deve essere a questo livello. Se si inizia la stagione dicendo che l'obiettivo è il quarto posto, poi si finisce per arrivare al settimo o all'ottavo. Vincere per arrivare più in alto possibile, i conti poi si faranno alla fine. La Roma, per club, tradizione e rosa, può ambire tranquillamente alla prossima Champions League."

Hai visto contro il Verona la fase difensiva in Italia. La conoscevi? Quanto è importante l'intelligenza tattica tua e di Mkhitaryan?
"Già conoscevo il calcio italiano, anche se non avevo avuto modo fino ad ora. E' difficile trovare spazi tra le linee e creare occasioni da gol. E' molto tattico e con calciatori dietro la palla. Servirà intelligenza e mobilità per trovare spazi. Io vengo da un campionato che è l'opposto in questo senso. Sto lavorando in allenamento e guardando molte partite per capirlo il più rapidamente possibile, è difficile per gli attaccanti avere occasioni, ma cercherò di aiutare la squadra il più possibile."

Che ti ha colpito di più della città e dei tifosi della Roma?
"Roma è una città bellissima. Ho passeggiato un po' per il centro ed ho visto la città. Sono contentissimo anche del rapporto con i tifosi, ho ricevuto un'accoglienza affettuosa e sono contento del mio arrivo qui. Adesso tocca a me fare il meglio per poter ricambiare l'affetto ricevuto."

Come farai crescere la Roma?
"Non dovrò farlo io, ma la squadra deve essere convinta di poter vincere le partite e di essere difficile da battere. Io cercherò di dare il mio contributo per l'esperienza e in termini di gioco. Dobbiamo essere uniti e compatti per raggiungere un livello collettivo. Un calciatore da solo non può vincere dei titoli, sarà questa la chiave."


COMMENTI
Area Utente
Login

Dzeko - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 21 ott 2020 
Villar: "Mi sento meglio della scorsa stagione"
Il centrocampista spagnolo Gonzalo Villar ha parlato in conferenza stampa in vista...
Young Boys-Roma - I Convocati
EUROPA LEAGUE - Fase a Gironi: 1ª Giornata
Roma, gli spagnoli al ballo di coppa
Da Villar a Mayoral, la Roma spagnola al ballo di Coppa con lo Young Boys
 Mar. 20 ott 2020 
Roma, cancellare il Siviglia dalla mente per ritrovare il sorriso anche in Europa
Brucia ancora il k.o. con gli spagnoli in agosto, ma poi 9 vittorie e 3 pari (se si esclude lo 0-3 a tavolino col Verona). Giovedì a Berna contro lo Young Boys Fonseca cerca fiducia e continuità
Dzeko guarda avanti
Vederlo segnare non è una notizia. Esultare di rabbia un po' di più. Domenica sera...
 Lun. 19 ott 2020 
Calciomercato Roma, Mirante show: il portiere "agguanta" il rinnovo
Il portiere giallorosso è tra i migliori di questo inizio stagionale. Ieri, ha confezionato anche un prezioso passaggio per il gol di Dzeko
Roma, i problemi restano fuori dal campo: in A è a 12 risultati utili di fila!
Ad eccezione dello 0-3 a tavolino con il Verona, i giallorossi non perdono in campionato da 5 luglio con il Napoli. Nove vittorie e 3 pareggi con una media di 2.5 gol a partita. Il tecnico: “A me questo calcio offensivo piace molto”
Da Pedro a Carles Perez, è una Roma alla spagnola
Personalità, gol ed esperienza: i due iberici, insieme a Borja Mayoral e Villar, hanno lasciato il segno nella sfida con il Benevento. Una storia di grandi nomi, da Peirò a Del Sole a Guardiola
Vittoria che rappresenta un freccia importante per Fonseca nella battaglia a viso aperto con Fienga
La Roma va sotto, si rialza e asfalta il Benevento
La rivincita degli over 30. Dzeko, Mkhitaryan e Pedro: classe al servizio della Roma
Due gol per il bosniaco, altrettanti assist per l'armeno e una rete per lo spagnolo: la vittoria contro il Benevento arriva dagli over 30
Roma-Benevento 5-2, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-BENEVENTO 5-2 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI...
 Dom. 18 ott 2020 
FONSECA: "Abbiamo fatto una bella partita. Lotteremo per la Champions, non parliamo di Scudettto"
ROMA-BENEVENTO 5-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "La squadra è in fiducia, il campionato è lungo. Abbiamo sempre controllato la partita. Possiamo giocare sia a 3 che a 4 dietro"
PEDRO: "Tutta la squadra ha giocato bene. Mi trovo a mio agio con Dzeko e Mkhitaryan"
ROMA-BENEVENTO 5-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA PEDRO A ROMA TV Partita bellissima...
Roma-Benevento 5-2, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Pedro il migliore, l'asse Dzeko-Mkhitaryan regala spettacolo
Si sblocca Dzeko, Pedro e Michi incantano: manita Roma al Benevento
Caprari segna subito, poi il tridente di Fonseca dà spettacolo e il bosniaco fa doppietta. A segno anche Lapadula e Veretout su rigore e Carles Perez
Roma-Benevento, i convocati
4ªGiornata di Serie A
Roma con l'ombra del virus
Ingranare subito la marcia giusta nel primo match del ciclo di partite in arrivo...
Roma-Benevento, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
Di seguito riportiamo le probabili formazioni di Roma-Benevento secondo le principali...
 Sab. 17 ott 2020 
Da disoccupato alla Roma: Simone Farelli, il nuovo portiere dei giallorossi
Ha esordito in A nel 2012, e negli ultimi anni tra Pescara, Novara e Arezzo non è mai sceso in campo. Adesso, dopo un'estate da svincolato, farà parte della rosa di Fonseca
FONSECA: "Pellegrini può giocare in più ruoli. Volevo tenere Florenzi. Con Dzeko ottimo rapporto"
ROMA-BENEVENTO, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Domani gioca Mirante. Pellegrini può fare sia il mediano che il trequartista. Avrei tenuto Florenzi, ma è voluto andare via"
Acquisti, cessioni, rinnovi ed esuberi: Friedkin accelera
Il presidente cerca all'estero la nuova figura dirigenziale. Il casting alla svolta
Calciomercato Roma: 4 nodi per il nuovo ds. Per la fascia piace Omeragic
Sono diversi i nomi che circolano riguardo il possibile nuovo ds della Roma: Boban,...
Roma, ecco Dzeko: con il Benevento per il rilancio. E il contratto
Edin, tocca a te. Ma stavolta sul serio. Senza musi lunghi, senza brocio, con meno...
 Gio. 15 ott 2020 
Roma, sospiro di sollievo: tutti negativi i tamponi dei nazionali
Mkhitaryan, Dzeko, Kumbulla e gli azzurri sono rientrati oggi nella Capitale e sono stati sottoposti al test anti Covid
 Mer. 14 ott 2020 
BORJA MAYORAL: "Avevo moltissima voglia di venire alla Roma. Posso giocare insieme a Dzeko"
"Mi sento più della Roma che del Real. L’interesse dei giallorossi mi ha subito convinto”
SMALLING: "La squadra è più forte rispetto allo scorso anno. Io capitano? C'è Dzeko"
"Al mio arrivo ho provato pure felicità"
Roma, la storia di Mayoral e della sua doppia sfida
Ha iniziato a dribblare sin da piccolo. Prima degli avversari, la paura. Quella...
 Lun. 12 ott 2020 
Fonseca studia il tour de force
Dopo un primo assaggio di campionato entra nel vivo la stagione della Roma, chiamata...
 Dom. 11 ott 2020 
La Roma si rinnova
Dzeko: allungare per spalmare lo stipendio. Zaniolo: 2025 e aumento. Pellegrini: scadenza vicina
 Sab. 10 ott 2020 
Dzeko e la Roma, ora si tratta per il rinnovo di contratto
Bosnia eliminata: un altro smacco per Edin. E adesso gli serve una scossa giallorossa
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>