facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 3 giugno 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

FONSECA: "La salute delle persone è più importante del calcio. Bisogna coinvolgere l'Uefa"

Martedì 10 marzo 2020
All'agenzia di stampa spagnola ha rilasciato un'intervista l'allenatore giallorosso Paulo Fonseca in vista della sfida di Europa League contro il Siviglia, match in programma giovedì in Spagna a rischio a causa dell'emergenza Coronavirus. Le sue dichiarazioni:

Come giocherà la Roma a Siviglia?
"(ride, ndr) Non posso rivelare i segreti. Ci saranno due squadre con idee di gioco molto offensive. Conosco molto bene Lopetegui, è stato il mio successore al Porto, è una persona e un allenatore che ammiro molto. Roma e Siviglia sono due squadra che vogliono dominare il gioco e creare situazioni offensive. Il Siviglia è in un buon momento, è motivato. Non abbiamo paura, anche se abbiamo molto rispetto per il Siviglia, che è una squadra molto forte".

La Roma inizia il gioco dal portiere spagnolo Pau Lopez.
"È un grande portiere. Per chi ama giocare come me è uno dei migliori portieri del mondo con i piedi, non c'è quasi nessuno che lo fa come lui. È un portiere molto tranquillo, molto sicuro di sé e che dà molta stabilità alla squadra. È uno dei migliori portieri d'Europa ed è in un buon momento".

A gennaio sono arrivati due rinforzi: Carles Perez dal Barcellona e Gonzalo Villar dall'Elche.
"Gonzalo Villar è un giovane che abbiamo scoperto nell'Elche. È un calciatore forte, coraggioso, gioca con la Spagna Under 21 e sarà una grande sorpresa tra qualche anno. E Carles Perez si sta adattando bene, perché il calcio italiano è molto più tattico. È un giovane di grande qualità di cui ci fidiamo molto e, se continua così, a lavorare così, sarà un grande giocatore".

Come si trova ad allenare il figlio di Patrick Kluivert?
"E' molto facile (sorridere). E' come un qualsiasi giocatore. Per me, Justin Kluivert è un giocatore normale, di squadra, un giovane con un grande talento".

In campionato siete quinti, a 3 punti dall'Atalanta quarta.
"Non è facile. L'Atalanta è una squadra molto forte in questo momento. Ma, sinceramente, credo che sia possibile, il campionato è ancora lungo. Qui in Italia, l'ultimo può battere il primo e se stiamo bene fino alla fine del campionato possiamo farcela".

In Italia ha incontrato Cristiano Ronaldo?
"Ho già giocato contro di lui, gli ho parlato. Non posso dire molto più su di lui di quanto non sia già stato detto. È un grandissimo giocatore, un grandissimo professionista. Se gli parli, al contrario di quello che alcuni pensano, è una persona molto simpatica, amichevole e aperta. Un eccellente professionista, anche se non ho mai lavorato con lui. E qui in Italia non è facile segnare gol".

Quali sono i suoi sogni da allenatore? Per la Champions League chi è la sua preferita?
"Ho sempre sognato di allenare in Italia, Spagna o Inghilterra, che per me sono i tre campionati migliori al mondo. La squadra che mi piace, perché ammiro Guardiola, è il Manchester City".

Ammiri anche Jorge Jesús, che l'ha allenato ai tempi dell'Estrela Amadora giusto?
"In quegli anni (2001-2002, ndr) Jorge Jesús era già un allenatore molto diverso, con un grande rigore tattico. Ho ancora un buon rapporto con lui."

Il grande salto in avanti della sua carriera è stato quando ha allenato il Paços de Ferreira nel 2011-2012, con il quale è arrivato terzo in campionato ed è riuscito a giocare in Europa per poi firmare un anno dopo con il Porto...
"Il Paços de Ferreira è un club fantastico, molto accogliente, come una grande famiglia ed è una squadra che offre opportunità ai giovani allenatori. Al Porto (2012-2013, ndr) ho allenato giocatori come Jackson Martínes o Danilo. Ho anche allenato, per coincidenza, il brasiliano Fernando, un giocatore che ora è a Siviglia e che al Porto con me è sempre stato un ragazzo delle giovanili. Ora però è infortunato."

Il coronavirus è già un grave problema per il calcio italiano, lo sarà per tutto il calcio europeo?
"C'è una cosa più importante del calcio, che è la salute delle persone. Penso che in questi giorni si prenderanno decisioni molto importanti e che non debbano essere prese solo dai rispettivi campionati, ma dovrebbero essere prese insieme all'UEFA. Non possiamo fermare la Serie A e poi giocare Valencia-Atalanta, per esempio. Il coinvolgimento dell'UEFA sarà molto importante per tutti i campionati".
Fonte: EFE
COMMENTI
Area Utente
Login

Amichevole - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 26 mag 2020 
La favola triste. Morto a 22 anni il calciatore migrante. Giocò con la Roma: giallo sul decesso
Il giocatore era tesserato da gennaio con il Gaz Metan Media, ma si trovava nella Capitale per via dello stop dei campionati
 Sab. 11 apr 2020 
Dzeko: "Penso ancora alla gara di Anfield contro il Liverpool. Qui grazie a Sabatini"
Edin Dzeko, attaccante della Roma, è stato protagonista di un lungo speciale in...
 Mar. 31 mar 2020 
Coronavirus, il giorno zero del calcio: nessuna partita sul pianeta nemmeno per scommessa
Oggi non si giocherà nessun incontro ufficiale. Gli appassionati potranno puntare solo su due gare amichevoli
 Lun. 30 mar 2020 
 Dom. 15 mar 2020 
Veleni tra Aic e club. Altri casi in serie A
Anche in assenza del campionato, i dirigenti del calcio italiano continuano a litigare...
Ritorno della serie A, contagio alla rovescia
È uno stillicidio. Oggi, domenica, non si conteranno gol e punti delle squadre,...
 Lun. 09 mar 2020 
Roma verso Siviglia con il buco in mezzo
Non resta che il Siviglia. Con il campionato pronto domani a fermarsi (convocato...
 Ven. 28 feb 2020 
Siviglia: Monchi prepara per la vendetta. Nessun precedente con la Roma
Il destino beffardo della Roma ha sancito che dall'urna di Nyon uscisse il Siviglia...
 Lun. 10 feb 2020 
Dentro o fuori. La Roma ci crede
Dentro o fuori, con pochissime chance di sperare ancora in caso di risultato negativo....
 Gio. 23 gen 2020 
Pescara, scontri fuori dallo stadio: condannati 7 ultrà della Roma
Scontri fuori dallo stadio e resistenza a pubblico ufficiale. Nel pomeriggio di...
Totti, incontro in Campidoglio con la sindaca Raggi
La prima cittadina e il capitano hanno avuto un incontro privato
 Gio. 09 gen 2020 
Italia under 19, amichevole con la Spagna: i convocati
Primo impegno del nuovo anno per la squadra di Alberto Bollini, che il 15 gennaio a Madrid affronterà la Spagna: sei giocatori alla prima chiamata con l’Under 19
 Mer. 18 dic 2019 
Primavera: la Roma non può sbagliare con il Napoli
Inizia oggi la Coppa Italia per l'As Roma Primavera. I giallorossi scendono in campo...
Castrovilli è l'obiettivo. Mancini "scarto" Viola
Era l'estate del 2013 quando Montella convocava in ritiro con la Fiorentina un giovane...
 Mar. 17 dic 2019 
Veretout torna per la prima volta a Firenze, la città a cui deve tutto
Appena arrivato dal Nantes nel 2017 era un semisconosciuto, ma i due anni con la Fiorentina lo hanno lanciato nel grande calcio. Venerdì in giallorosso sfiderà la sua amata ex squadra
 Mar. 03 dic 2019 
Dzeko, il bene è in comune
L'estate calda di Edin, cominciata con il muso lungo e la voglia di andare all'Inter...
 Gio. 21 nov 2019 
Kolarov senza riposo: già 22 partite. Troppo importante per Fonseca e per la Serbia
L'esterno difensivo, tra gol e assist, è entrato in 7 reti giallorosse: il tecnico vorrebbe farlo rifiatare, ma almeno fino a Natale non sarà possibile
 Sab. 16 nov 2019 
La grande occasione della Roma
Archiviata la sosta, è tempo di tornare a lottare per il vertice. Domani alle 14.30...
PAU LOPEZ: "Spagna un premio, bello esordire con la Roja in una gara ufficiale"
Quella di ieri è stata una serata indimenticabile per Pau Lopez, che ha esordito...
 Ven. 15 nov 2019 
Kolarov centrale, un'idea in più per Fonseca
Il terzino con la Serbia ha giocato di nuovo al centro. Nella Roma permetterebbe al tecnico di lasciare Mancini in mediana e di spostare Spinazzola nel suo ruolo a sinistra
 Gio. 14 nov 2019 
La prima di Pau Lopez
Pau Lopez si prende anche la Spagna dopo la Roma. Il portiere catalano, grazie alle...
 Mar. 12 nov 2019 
Da Smalling e Under fino a Kolarov: quando la sosta non è uguale per tutti
La sosta è uguale per tutti (nazionali e non), ma per alcuni è più (o meno) uguale....
 Sab. 09 nov 2019 
Riecco Cox in tribuna ad Anfield
"Il punto più basso della mia storia al Liverpool". Jurgen Klopp ha definito così...
 Gio. 07 nov 2019 
Roma Femminile super: poker al Venezuela
La Roma Femminile vince anche in amichevole. Le giallorosse, impegnate in un test...
 Lun. 04 nov 2019 
Pastore: "L'anno scorso non sono mai stato bene fisicamente. Fonseca ha fiducia in me"
Nel primo anno a Roma, Javier Pastore ha faticato ad entrare nelle rotazioni di...
 Mer. 23 ott 2019 
Al Tre Fontane giallorosse in un test di lusso col Napoli
In attesa del prossimo impegno di campionato (domenica 3 novembre) in casa con il...
 Dom. 20 ott 2019 
Per Zaniolo c'è di nuovo Maresca
Zaniolo ritrova Maresca dopo il pasticcio estivo dell'amichevole con l'Athletic...
 Ven. 18 ott 2019 
Schick, meno pressione ma altro ko: infortunio alla caviglia, nuovo stop
L'attaccante in prestito dalla Roma ha giocato solamente ventisette minuti con il Lipsia. Il tecnico infuriato per il suo utilizzo in nazionale
 Sab. 12 ott 2019 
Italia-Grecia 2-0: qualificazione ad Euro 2020, Mancini da record
Gli azzurri vincono davanti ad un Olimpico pienissimo grazie ai gol di Jorginho (rigore) e Bernardeschi e si prendono il primo posto aritmetico nel girone
 Gio. 10 ott 2019 
Aiuto, si è ristretta la Roma: soltanto in 9 al lavoro con Fonseca. Ma si rivede Perotti
Tra infortunati (9) e nazionali (8), a Trigoria sono rimasti pochi giocatori ad allenarsi con il tecnico. L’argentino è tornato parzialmente con il gruppo
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>