facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 8 aprile 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

FONSECA: "Nessun confronto con la squadra, è facile inventare storie ora. A Roma c'é negatività..."

UEFA EUROPA LEAGUE, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Questa settimana abbiamo avuto segnali di una squadra che sta meglio. La pressione che si sente a Roma è la stessa che si avverte altrove. A Roma c'è una negatività che non capisco"
Mercoledì 19 febbraio 2020
Paulo Fonseca, tecnico della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Gent. Queste le sue parole:

La preoccupa di più il Gent o il momento della Roma?
"Penso solo a cosa dobbiamo fare per vincere la partita. Abbiamo lavorato bene in settimana, affrontiamo una squadra molto forte, ma abbiamo ricevuto dei segnali che la squadra sta meglio ed è pronta."

Oggi si parla di confronti tra lei e la squadra. Come descriverebbe il suo rapporto con i giocatori?
"Una buona relazione come sempre. Adesso è più facile inventare cose di spogliatoio, di problemi di giocatori, squadra e società. Non è giusto. Siamo qui a lavorare in maniera onesta, senza alcuna intenzione di nascondere qualcosa. Siamo qui a lavorare in maniera aperta e parlando di ogni problema. Non è giusto quando si inventano cose, è troppo facile dire queste cose della Roma in questo momento."

Qual è il momento di Lorenzo Pellegrini? Ha qualche residuo dell'infortunio al piede?
"Non abbiamo bisogno di scuse. E' vero che avuto quell'infortunio e delle volte sente fastidio, ma ne ho parlato con lui e non gli dà problemi. Il problema è il momento della squadra e Lorenzo ha accusato la responsabilità di questo momento. Deve cercare di essere equilibrato e giocare senza precipitazione e la voglia di dimostrare il cambiamento velocemente. Dobbiamo essere equilibrati, anche Lorenzo, che è un grandissimo giocatore ed un grande uomo. Trovando questo equilibrio tornerà ad essere lo stesso giocatore."

Come sta Diawara? E' d'accordo nel farlo rientrare nonostante una forma non perfetta?
"Noi siamo molto ottimisti con Diawara. Ha iniziato due giorni fa ad allenarsi con noi ed i segnali sono molto positivi. Speriamo che continuerà a migliorare giorno per giorno. Ho parlato con lui dopo l'allenamento: mi ha detto che stava bene, molto meglio e senza dolore. E' importante in questo momento. Vediamo nei prossimi giorni, ma siamo molto ottimisti visti i due giorni di lavoro con la squadra."

Lei ha fatto un percorso da vincente. Come gestisce la pressione che si avverte a Roma quando le cose non vanno bene? In passato allenatori non hanno gestito il momento...
"Io ne ho parlato con il mio assistente di questo. E' una domanda per cui potrei parlare molto tempo. Si crea qui a Roma una negatività che non capisco. La prima cosa che ho sentito appena arrivato qui a Roma mi hanno detto che è difficile e c'è una grande pressione, tutto difficile. Se un allenatore non vuole avere pressioni non può allenare squadre grandi come la Roma. Esiste in tutte le squadre, non è un problema. In Ucraina non c'è pressione allo Shakhtar perché non è a Donetsk. Provate a Kiev, lì se perdi una partita ti aspettano i tifosi a fine gara. E' una situazione semplice per me: se non voglio pressione non devo essere qui. Se non voglio pressione non posso allenare squadre che vogliono vincere. Io sono qui e sono pronto per questo tipo di pressione. Io non sono diverso degli altri: quando vinco c'è meno critica, quando perdo è più forte. E' così ovunque, io voglio accettare la pressione. Qui è una scusa però. "A Roma c'è tanta pressione e così via", non è una scusa. E' esattamente come le altre squadre quando non vinci."

E' arrivato il momento per far esordire Carles Perez? Giocherà Santon a destra?
"Bruno Peres non potrà giocare domani, vediamo se giocherà Santon o un altro. Carles Perez domani giocherà."

La difesa a tre è un buon modo per ritrovare equilibrio?
"Io penso che possiamo giocare con tre difensori, ma dipende dalla partita. Non è un problema: a volte è meglio giocare con tre difensori. Non voglio dire se lo farò domani, ma non è un problema giocare con i tre difensori. Se penso sia più sicuro lo faccio. E' più importante in questo momento è la forma di difendere, non il sistema di gioco. Questo dobbiamo migliorare."

La Roma è meno efficace quando c'è da difendere e quando c'è da attaccare da palla inattiva. Va trovato un nuovo sistema o i giocatori non hanno capito?
"Non è normale. E' un problema di concentrazione, la squadra è meno fiduciosa, è meno tranquilla. Sentono che qualsiasi dettaglio sbagliato può farti prendere gol. Non è normale per la nostra squadra prendere gol da palla inattiva. Oggi ci abbiamo lavorato, così come per ogni partita."

Dal 2021 ci sarà l'Europa Conference League. E' spaventato dalla novità visto il calendario?
"Non posso dire molto perché non conosco profondamente la situazione. In questo momento per me l'Europa League è quasi una Champions League. E' una competizione molto forte, se l'Uefa vuole cambiarlo vedremo quando lo farà."

Tatticamente ci ha sempre raccontato l'idea di una squadra coraggiosa. Le ultime prestazioni della squadra sono in linea col suo credo tattico?
"Non è facile giocare contro l'Atalanta. Tatticamente la squadra non ha sbagliato, lo abbiamo fatto nelle palle ferme, in dettagli. La strategia tattica della partita l'abbiamo fatta bene. Non mi ricordo di nessuna squadra che ha giocato contro l'Atalanta e gli ha permesso poco. Abbiamo fatto una buona partita difensivamente, offensivamente è diversa dalle altre. Un allenatore che pensa di poter fare un tipo di calcio contro l'Atalanta sbaglia. Contro il Bologna, ne abbiamo già parlato, non era un momento di tranquillità della squadra. Non tattico."

*** *** ***


FONSECA A SKY SPORT

Europa League manifestazione più importante in questo momento?
"Io continuo a credere che in campionato possiamo rimontare, è possibile. L'Europa League è una competizione importante per noi, in questo momento è importante pensare solo alla prossima partita, non è importante pensare troppo al futuro ma pensare al presente. Il Gent è una squadra molto forte ma noi dobbiamo vincere".

Che tipo di partita sarà?
"Normalmente le partite europee sono più aperte, penso che domani non sarà facile, mi aspetto una squadra in condizione che è molto forte in contropiede ma che è forte anche in difesa, è una squadra che non ha mai perso in Europa League, non ha mai perso in casa e sarà difficile, ma noi l'abbiamo preparata per vincere".

Confronto con il gruppo?
"Questi rumors sono falsi, non ho nessun problema con il gruppo, ora è facile inventare queste cose. Noi dobbiamo essere equilibrati in questo momento senza sentire queste falsità".

Troppa negatività?
"È normale, se non vinci le ultime partite è normale essere criticati da tutti, questo che sta accadendo succede in tutte le parti dove non si vince, noi dobbiamo essere equilibrati, capire il momento e lavorare per cambiare le cose".

Come uscire da questo momento?
"Io sono molto fiducioso perché questa squadra in passato ha fatto moltissimo, ha fatto grandissime partite. Questo è solo un momento negativo che succede a molte squadre, dobbiamo lavorare sempre con forza per cambiare".

*** *** ***


FONSECA A ROMA TV

Sensazioni sul match di domani?
"Questa squadra ha dimostrato che può giocare a calcio bene, può essere molto forte. In passato lo abbiamo dimostrato, possiamo farlo ancora. Dobbiamo lavorare".

Il match di domani può costituire una svolta?
"Dobbiamo pensare al presente ora, a vincere col Gent. Tornare a fare risultato, a giocare bene, e poi si penserà al futuro".

Il Gent?
"È forte, non ha mai perso in Europa League e non ha mai perso in casa. Giocano in modo offensivo, vorranno vincere, ma vogliamo farlo anche noi".





COMMENTI
Area Utente
Login

Conferenza Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 07 apr 2020 
Coronavirus in Italia, 880 positivi in più (ieri 1.941), 604 morti (ieri 636)
Covid-19, i casi in Italia alle ore 18 del 7 aprile
 Lun. 06 apr 2020 
CONTE: "Una potenza di fuoco da 400 miliardi. Pasqua in casa, irresponsabile uscire"
Coronavirus, Conte: "Diamo liquidità immediata per 400 miliardi alle imprese, è una potenza di fuoco"
Coronavirus in Italia, 1.941 positivi in più (ieri 2.972), 636 morti (ieri 525)
Covid-19, i casi in Italia alle ore 18 del 6 aprile
 Dom. 05 apr 2020 
Coronavirus in Italia, positivi 2.972 (ieri 2.886), 525 morti (ieri 681)
Covid-19, i casi in Italia alle ore 18 del 5 aprile; diminuisce il numero dei morti
Coronavirus, scontro sui buoni spesa tra Comune e Regione "Troppi cavilli"
E' ancora polemica sui 7 milioni di euro stanziati dalla Regione Lazio per aiutare, pagando la spesa alimentare, le persone in difficoltà economica
 Sab. 04 apr 2020 
Coronavirus in Italia, 2.886 positivi (ieri 2.339), 681 morti (ieri 766)
Covid-19, i casi in Italia alle ore 18 del 4 aprile. Diminuiscono i pazienti in terapia intensiva
 Ven. 03 apr 2020 
Coronavirus in Italia, 2.339 positivi (ieri 2.477), 766 morti (ieri 760)
BORRELLI: "ESISTE UNA SOLA DATA CERTA: IL 13 APRILE"
 Gio. 02 apr 2020 
Coronavirus in Italia, 2.477 positivi (ieri 2.937), 760 morti (ieri 727)
Protezione civile: 2.477 nuovi positivi (ieri 2.937), 760 i morti (ieri 727), 1.431 guariti (ieri 1.109). Fatti molti tamponi in più
 Mer. 01 apr 2020 
CONTE: "Misure prorogate fino al 13 aprile. Vietati tutti gli allenamenti delle squadre"
Le parole del premier in conferenza stampa: "Invito tutti a rimanere ancora a casa...
CONTE: "Misure prorogate al 13 aprile. Presto per parlare di blocchi fino al 3 maggio"
"Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive", ha spiegato il premier ricordando che ci saranno due fasi: "una di convivenza con il virus e lʼaltra di ritorno alla normalità"
 Mar. 31 mar 2020 
Si cambia: ok a passeggiata genitore-figli. De Luca e Gallera: a rischio sforzi fatti
Equivale a "esercitare il diritto al sole e alla primavera", ha commentato Roberto Bernabei del Comitato tecnico scientifico (Cts)
 Lun. 30 mar 2020 
Coronavirus, lo studio: "Il 16 maggio possibile azzeramento casi Italia". Date Regione per Regione
Coronavirus, lo studio: "Il 16 maggio possibile azzeramento casi Italia". Il Css: "Ritorno alla normalità sarà graduale". Il Css: "Ritorno alla normalità sarà graduale"
 Dom. 29 mar 2020 
Roma, trattative in stand by: i dirigenti verso la conferma
Dovevano essere i giorni del cambiamento. Si stanno trasformando in quelli della...
 Sab. 28 mar 2020 
CONTE: "Subito 4,3 miliardi ai Comuni e fondi per aiutare persone in difficoltà"
Lʼannuncio del premier: "Vogliamo dare un segnale concreto della presenza dello Stato". Gualtieri: "Vogliamo dare ossigeno ai bilanci e aiutare le persone in difficoltà". Decaro: "Risposta veloce"
Coronavirus, in Italia, 3.651 positivi (ieri 4.401), 889 morti (ieri 969), superati i 10.000 morti
In Italia 70.065 positivi (+3.651), da ieri 889 nuovi decessi e 1.434 guariti
 Mer. 25 mar 2020 
COVID-19 - Febbre per Borrelli, sospesa la conferenza stampa: bollettino medico sempre alle 18
Come riportato dal sito ufficiale della Protezione Civile, il capo Angelo Borrelli...
 Mar. 24 mar 2020 
Coronavirus, in Italia oggi 743 morti e 5.249 contagiati in più
8.326 guariti, 894 più di ieri Sono 8.326 le persone guarite in Italia dopo...
 Lun. 23 mar 2020 
Coronavirus Mondo, Oms: pandemia sta accelerando. Onu chiede un cessate il fuoco mondiale
Morto impiegato italiano del Parlamento Ue. L'uomo, 40 anni, è la prima vittima all'interno delle istituzioni europee. Nel mondo un miliardo in isolamento. In Spagna ricoverata la vice premier Carmen Calvo. Dieci anni da Obamacare, l'ex presidente Usa: "Oggi ne avremmo bisogno". Merkel negativa al test. Membro Cio: "Ipotesi rinvio Olimpiadi al 2021". Zuckerberg: "Sistemi a rischio"
Coronavirus, in Italia superate 6mila vittime, 601 in più di ieri
Calo dei contagi a Bergamo, deciso peggioramento a Brescia. Dimesso il Paziente 1, il suo appello: "State a casa"
 Dom. 22 mar 2020 
Coronavirus, in Italia oggi meno morti rispetto a ieri: 651 e 3.957 malati in più
In tutto le persone positive nel nostro Paese sono 46.638. Frena la crescita dei positivi (ieri è stata di 4.821). Aumenta il numero dei guariti, salito a 952 (7.024 in tutto). Borrelli: "Speriamo nel calo"
 Sab. 21 mar 2020 
 Ven. 20 mar 2020 
Coronavirus, in Italia picco dei decessi, sono 627. Superate le 4.000 vittime
Bilancio: 37.860 contagi (+4.670), 4.032 decessi (+627)
 Gio. 19 mar 2020 
Coronavirus, l'Italia prima al mondo, supera la Cina: 3.405 vittime, solo ieri 427
Il virus ha ucciso più in Italia che in Cina
 Mer. 18 mar 2020 
Coronavirus, in Italia 1.084 guariti, 2.648 positivi, 475 morti
Coronavirus: 2.978 le vittime, 475 in un giorno Sono 2.978 le vittime del coronavirus...
 Mer. 11 mar 2020 
Il Premier Conte: "Chiudono tutte le attività commerciali tranne alimentari e farmacie"
Coronavirus, il premier Conte agli italiani: "Chiusi tutti i negozi commerciali, bar e ristoranti ad eccezione di alimentari e farmacie, almeno per due settimane. Restrizioni in tutta Italia. Commissario 'Ad Acta' Dottor Domenico Arcuri"
 Lun. 09 mar 2020 
Coronavirus, Figc: domani consiglio straordinario in conference call, niente conferenza stampa
Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha convocato per le ore 14 di domani,...
 Ven. 06 mar 2020 
Coronavirus, termoscanner e niente bambini in campo: così riparte la serie A
Niente interviste flash in campo, non ci saranno nemmeno le riprese negli spogliatoi
ISS: "Tutta la Lombardia zona rossa? Valutiamo"
L'intera Lombardia potrebbe diventare una zona rossa. L'ipotesi non è stata esclusa...
 Gio. 05 mar 2020 
EUROPA LEAGUE, Siviglia-Roma, il programma della vigilia
Giovedì 12 marzo la Roma andrà a giocarsi l'andata degli ottavi di finale di Europa...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>