facebook twitter Feed RSS
Martedì - 7 aprile 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Roma, infortuni e passo da retrocessione: è il 2020 ma sembra il 1976

Lunedì 17 febbraio 2020
"Anno bisesto, anno funesto", una Roma così brutta non si vedeva da 44 anni. Anzi, non s'è mai vista. Un rendimento così scadente dei giallorossi ha messo in difficiltà anche gli statistici che, per trovare un inizio di anno solare con così poche gioie e così tanti problemi, sono dovuti tornare al 1976 bisestile come questo 2020. E' passata una vita che, per il calcio, equivale a un'era geologica. Impossibile paragonare il gioco di oggi con quello di ieri: all'epoca la vittoria valeva 2 punti; la serie A era a sedici squadre; in Champions (Coppa dei Campioni) ci andava solo chi vinceva lo scudetto mentre seconda, terza e quarta andavano in coppa Uefa (Europa League) e la vincente della Coppa Italia si qualificava per la Coppa delle Coppe (abolita nel 1999); le partite si giocavano soltanto di domenica e tutte nel pomeriggio (alle 14,30 d'inverno; alle 15 in autunno e alle 16 a primavera inoltrata); le maglie dei titolari andavano dalla 1 alla 11 ed erano anonime; gli scarpini erano tutti rigorosamente neri (al massimo con strisce biance della casa produttrice).

Quella era la Roma del presidente Gaetano Anzalone e dell'allenatore Nils Liedholm (che sette anni dopo, con Dino Viola al comando, conquistò lo storico secondo scudetto romanista), portati in trionfo la stagione precedente per il terzo posto che in qualche modo segnava la risposta dei giallorossi al titolo della Lazio del '74. Rocca, Cordova e soprattutto Pierino Prati erano riusciti a finire davanti a Chinaglia e compagni, quarti con il tricolore sul petto. Alla vigilia della stagione '75/'76 c'erano perciò tante aspettative in casa romanista. La squadra cominciò in maniera balbettante: 11 punti in altrettante giornate giocate fino a Natale, frutto di 3 vittorie, 5 pareggi e tre sconfitte. In Coppa Uefa due turni superati (i trentaduesimi contro il Dunav Rose e i sedicesimi contro l'Oster, fuori agli ottavi di finale per mano del Bruges). Ma fu dopo le Feste di fine anno che arrivò il crollo: 5 punti nelle prime 7 giornate, con una vittoria, tre pareggi e altrettanti ko. Quella Roma rasentò la zona retrocessione, ma ne uscì vincendo a casa di un Cagliari orfano di Gigi Riva per 5-1 (ed erano vent'anni che i giallorossi non facevano cinquina). Dopo l'exploit in Sardegna, dove Liedholm lanciò il baby Walter Casaroli "il bomber del Tufello", ci fu il 2-2 all'Olimpico nella partita di lunedì 16 febbraio (causa primo storico rinvio del giorno prima per campo impraticabile dell'impianto romano). Da lì cominciò una risalita che li portò a immaginare un ritorno in Europa. Ma la Roma chiuse con un anonimo decimo posto.

Oggi come allora, anzi peggio di allora visto che i punti sono solo 4 frutto di una vittoria e un pari e le sconfitte sono cinque. Ma sono tanti i punti di contatto. Quarantaquattro anni fa la crisi fu appesantita dal brutto infortunio al ginocchio che tolse di mezzo Valerio Spadoni, talento cristallino, nella partita del 25 gennaio all'Olimpico contro l'Inter (finita 1-1). Una sorte simile a quella di Zaniolo, finito con i legamenti ko il 12 gennaio contro la Juventus. Nicolò per sua fortuna vive in un'epoca dove questi guai si superano, mentre il povero Spadoni vide finire praticamente in quello scontro col nerazzurro Bini la sua carriera in serie A. Ma Liedholm dovette fronteggiare i ricorrenti guai fisici di Rocca, Morini, Cordova (come oggi Fonseca con Cristante, Mikhitaryan, Diawara, Pastore eccetera) e di Prati: unico attaccante con i gol nei piedi e nella testa. Un po' come l'Edin Dzeko attuale. Di diverso c'è che Fonseca sta ancora cercando la via d'uscita alla crisi nera e che la Lazio, che all'epoca consumava il suo lungo addio con Chinaglia e andava addirittura peggio della Roma, oggi è in lotta per vincere lo scudetto. Un dettaglio non da poco per il tifo Capitale.

LA SERIE NERA DEL 1976

4 gennaio - Bologna-Roma 2-1: 33' Spadoni (R), 38' Rampanti (B), 8' st Cresci (B)
11 gennaio - Roma-Juventus 0-1: 1' st Bettega
18 gennaio - Napoli-Roma 2-1: 15' Massa (N), 24' Savoldi (N), 40' st Negrisolo (R)
25 gennaio - Roma-Inter 1-1: 34' Cerilli (I), 15' st Prati (R)
1 febbraio - Ascoli-Roma 0-0
8 febbraio - Cagliari-Roma 1-5: 33' Casaroli (R), 37' Petrini (R), 45' Virdis (C, rig), 19' st Petrini (R), 25' Pellegrini (R), 41' st Negrisolo (R)
16 febbraio - Roma-Cesena 2-2: 24' Pellegrini (R), 9' st Casaroli (R), 15' st Frustalupi (C, rig.), 30' st Bertarelli (C)

Giocate: 7, Vinte 1, Pareggiate 3, Perse 3. Gol segnati 10. Gol subiti 9

LA SERIE NERA DEL 2020

5 gennaio - Roma-Torino 0-2: 46′ e 41' st (rig.) Belotti
12 gennaio - Roma-Juventus 1-2: 3' Demiral (J), 10′ Ronaldo (J, rig.), 23' st Perotti (R, rig)
19 gennaio - Genoa-Roma 1-3: 6' Under (R), 44' Biraschi (R, autogol), 44' Pandev (G), 29' st Dzeko (R)
26 gennaio - Roma-Lazio 1-1: 26′ Dzeko (R), 34′ Acerbi (L)
1 febbraio - Sassuolo-Roma 4-2: 7′, 16′ Caputo (S), 26′ Djuricic (S), 10' st Dzeko (R), 28' st Veretout (R, rig), 29' st Boga (S)
7 febbraio - Roma-Bologna 2-3: 16′ Orsolini (B), 22′ Denswil (R, autogol), 26′, 7' st Barrow (B), 28' st Mkhitaryan (R)
15 febbraio - Atalanta-Roma 2-1: 45' Dzeko (R), 5' st Palomino (A), 14' st Pasalic (A)

Giocate: 7, Vinte 1, Pareggiate 1, Perse 5. Gol segnati 10. Gol subiti 15
di Romolo Buffoni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Sassuolo-Roma - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 06 feb 2020 
Fonseca, quel no a Petrachi nello spogliatoio del Mapei ha cementato il gruppo
Le quattro sconfitte nelle sei gare disputate nel 2020 (contro Torino, due volte...
 Mer. 05 feb 2020 
Fonseca, terapia di gruppo. Petrachi affronta Dzeko
Tempi supplementari di Sassuolo-Roma. A Trigoria, però: Fonseca ha parlato con la...
 Mar. 04 feb 2020 
Sassuolo-Roma 4-2, Le Decisioni del Giudice Sportivo
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
La Roma dopo il ko con il Sassuolo. Lo scaricabarile non è la via d'uscita
Poca qualità dei giocatori? I giovani? Il mercato? Tutto e il contrario di tutto. Ma l’unico modo per uscire dal buco nero è che tutti si assumano le proprie responsabilità
Retroscena Dzeko, ecco cosa non gli piace della Roma
Le frasi dopo il Sassuolo ("Ci sono troppi giovani") hanno aperto il caso: il club ha preso tre ‘98 a gennaio...
 Lun. 03 feb 2020 
Roma, retroscena Petrachi: una furia nello spogliatoio
Il ds giallorosso furibondo alla fine del primo tempo con il Sassuolo. Nessuno riesce a spiegarsi ciò che è successo
Le parole di Dzeko e le scelte di Fonseca infiammano la Roma in crisi
I veri gol della Roma li hanno segnati Criscito e Sanabria. Il 2-2 del Genoa sull'Atalanta...
E ora Bruno Peres scala posizioni: è un opzione in più
Dal suo ritorno a gennaio, è sceso in campo 4 volte su 6. Bruno Peres, pian piano,...
Annus horribilis. Nel 2020 già 4 sconfitte in 6 partite: la Roma di Fonseca non fa più male
Il giorno della marmotta, secondo la tradizione americana, decide quanto sarà lungo...
Pairetto: i cartellini segnale di debolezza
Deludente tecnicamente e da rivedere caratterialmente. Questa la sintesi di Pairetto,...
 Dom. 02 feb 2020 
Roma, tutti da Dzeko per fare gruppo e uscire dal tunnel
Dopo due sconfitte e un pareggio, squadra riunita alla festa della figlia del bomber. Domattina alla ripresa Fonseca parlerà ai giocatori dopo il k.o. di Reggio Emilia Chiara Zucchelli
VILLAR: "Non dimenticherò mai questo giorno. Spero sia la prima di tante partite con questa maglia"
Nella disfatta della Roma contro il Sassuolo, una delle pochissime buone notizie...
KLUIVERT: "La mia fase difensiva era terribile, ma sto migliorando"
Una prestazione tutt'altro che indimenticabile quella di Justin Kluivert contro...
Sassuolo-Roma 4-2, Dzeko e Fonseca a colloquio a fine gara: ecco cosa si sono detti
Il tecnico giallorosso ha confessato in conferenza stampa cosa ha detto il capitano: “Non era un bel momento, mi ha consigliato di non parlare con l’arbitro. Abbiamo perso per causa nostra, ma vorrei sapere perché così tanti cartellini verso di noi”. Dzeko: “Il primo tempo? Non siamo stati degni della Serie A”
Allarme difesa: la Roma deve guardarsi le spalle
Là dietro la Roma ha un problema. Serio. Lo dicono i numeri che non mentono quasi...
CoRomavirus
Atri undici casi di Coronavirus a Roma: tutti con la maglia giallorossa. E l'unica...
Non basta Dzeko a 100 gol, Roma in bambola col Sassuolo
Tre gol in trenta minuti, non accadeva dal 2012, sono la sintesi di una sconfitta...
Edin e Paulo d'accordo: gruppo con poca qualità
Fonseca non se lo spiega, Dzeko parla di mancanza di qualità: Edin e Paulo convergono...
Inizio 2020 orribile: quarto ko in 7 partite e la difesa incassa gol da sette gare di fila
Peggio della sfida di Coppa Italia alla Juventus, quando la Roma arrivò all'intervallo...
Fonseca disarmato e paralizzato davanti allo scempio del Mapei
La prima senza Florenzi, subito titolare a Valencia, oppure la prima con Dzeko capitano...
Disastro Roma. Quaterna choc
Crollo inaspettato quello dei giallorossi a Reggio Emilia, alla prima sconfitta...
Sassuolo-Roma 4-2, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: SASSUOLO-ROMA 4-2 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI...
 Sab. 01 feb 2020 
TOP&FLOP Dzeko segna e lotta, ma in difesa Mancini è sempre in sofferenza. Che Caputo!
Il giovane difensore colpisce un palo ma entra in negativo in quasi tutti i gol del Sassuolo, centesimo gol in A per il bosniaco
Il bel derby ha fatto male alla Roma
REGGIO EMILIA Ma vuoi vedere che quel derby, così ben giocato, ha fatto più...
DZEKO: "Nel primo tempo nessuno di noi era al livello della Serie A. Speriamo non lasci strascichi"
SASSUOLO-ROMA 4-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA DZEKO A ROMA TV Partita molto diversa...
FONSECA: "Non abbiamo preparato mentalmente bene la gara"
SASSUOLO-ROMA 4-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "Primo tempo inamissibile, impossibile vincere se si difende così. E’ difficile spiegare la differenza tra il derby e questa partita”
Sassuolo-Roma 4-2, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Mancini e Cristante da incubo, si salva solo Dzeko
Il Sassuolo è uno spettacolo: poker alla Roma, brusca frenata per Fonseca
Show della squadra di De Zerbi, che chiude un primo tempo da urlo sul 3-0 (doppio Caputo e Djuricic). Poi la Roma segna due gol con Dzeko e Veretout, ma Boga chiude i conti. Espulso Pellegrini
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>