facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 febbraio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Zaniolo il bambino e Dzeko il campione: contro la Juve una sfida particolare

Sabato 11 gennaio 2020
Imputato, si alzi. Edin Dzeko deve reagire, ne ha sentite tante in questi giorni: critiche, e ci stanno. Ma per la condanna c'è tempo, non è il momento, non è corretto. La Roma ha bisogno di lui, perché quando gira Edin, va meglio. Questa sì, è una condanna per la Roma, che non trova alternative al bosniaco. Quella di domani è la partita con la maiuscola, qui a Roma, in quell'Olimpico dove Edin ha timbrato il suo primo gol giallorosso, proprio contro la Juventus, 30 agosto 2015, con un volo verso il cielo, staccando su Chiellini, regalando la vittoria alla Roma. Quando quella squadra pensava di poter competere per lo scudetto: era la seconda giornata, tre punti e il sogno si alimentava. Poi, come al solito, spezzato. Dzeko comincia alla grande, proprio con quella rete sotto la Sud, poi si appassisce, come se quell'amore sbocciato con i tifosi fosse un equivoco.

FALSA PARTENZA
La sua prima stagione non è andata alla grande: 8 gol in campionato e due in Champions League, una miseria. Per un bel po' (con Spalletti, Garcia era stato esonerato) se n'è stato in panchina. La sua storia nella Roma è cambiata dalla stagione successiva, con i 39 gol totali che certamente hanno aiutato e con quella dopo, fino alla semifinale di Champions, della quale è stato uno degli artefici. Ma al di là dei gol Edin si è calato totalmente nell'ambiente romano, si è sentito giallorosso. Qui ha trovato la sua felicità, è stato l'acquisto dei sogni, il bomber, adesso è un leader, al di sopra di ogni gol. Ma come sempre accade nel pallone, quando un attaccante non va in rete, si rimette tutto in discussione, vedi il post Torino. E poco importa se Dzeko fa un altro mestiere nella Roma: il mestiere di Dzeko, cioè essere campione, trascinatore, uomo gol e assist. Poi capita di andare incontro a una serata storta: contro il Torino male male, ma non solo lui. Dal Toro alla Juve e tornano i ricordi, le grandi sfide dello Stadium e quelle dell'Olimpico, l'ultima esaltante proprio quella del 2015, mentre nelle altre la Roma ha sempre affrontato i bianconeri a maggio, quando lo scudetto lo avevano già in tasca (o ottenuto da qualche settimana). Dzeko ha segnato il suo primo gol alla Juve e pure l'ultima rete ai bianconeri all'Olimpico porta la sua firma (2-0 reti di Florenzi e Edin). Quello dello scorso anno era quasi il gol d'addio, perché la storia con la Roma stava scrivendo la fine. Ma poi, altra svolta. Rieccolo, sempre lì, con la maglia della Roma addosso, con una fascia da capitano spesso sul suo braccio. Pronto a ricominciare, subito, per evitare altre critiche (e condanne), magari proprio davanti a quell'Higuain, candidato a sostituirlo la scorsa estate. Al fianco del campione, c'è il bambino, Nicolò Zaniolo, così piccolo ma già testato per le sfide con la Juve. A lui tocca la sfida con Dybala, che mesi fa doveva lasciare Torino proprio per far posto al numero 22 della Roma.

GIOVANE RAMPANTE
Quella di domani sarà la sua terza da titolare. Per lui la Juve non è la squadra dei ricordi, ma il diavolo tentatore. Paratici, ds bianconero, stravede per Nicolò, non ha perso le speranze. Zaniolo è figlio del destino, oggi è qui, domani chissà. Friedkin avrà un peso in questa decisione, al di là del piazzamento per la Champions. Nicolò ci tiene a fare bella figura, in ogni caso. Battere la Juve, segnare un gol, dà lustro e lui ne ha bisogno, perché è l'anno dell'Europeo e il processo di crescita va avanti solo con le prestazioni. E con i gol. Lo scorso anno, Ranieri lo ha fatto giocare titolare all'Olimpico, nonostante il rapporto con il ragazzo non fosse idilliaco e il rendimento non stava andando di pari passo con la fama che Nicolò stava accumulando. Ma la prima vittoria se l'è portata a casa. Si cerca il bis.
di Alessandro Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Florenzi - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 23 feb 2020 
Uno come Lorenzo non si fischia mai
Uno come Lorenzo Pellegrini non si fischia mai. Non si fischia a priori e meno che...
 Sab. 22 feb 2020 
Roma, Pellegrini e quei fischi che cambiano il vento
E all'improvviso, l'Olimpico - non tutto, bisogna essere precisi - fischiò. Come...
 Ven. 21 feb 2020 
Pellegrini, il caso resta aperto. L'ultimo romano verso l'addio?
Il momento nero continua. Ieri contro il Gent i tifosi lo hanno beccato. Se la contestazione continuerà, in estate il centrocampista potrebbe partire
 Gio. 20 feb 2020 
Roma, ecco la coppa per ritrovare il successo e sognare la Champions
«La pressione non c'è solo qui. E chi allena a questo livello deve conviverci»....
 Mer. 19 feb 2020 
Kolarov da leader all'addio. Miha lo vuole al Bologna
Dal fresco rinnovo all'anonimato fino alla possibilità di andare via. Il tragitto...
 Mar. 18 feb 2020 
Kolarov dalla lite alla multa
Sparito all'improvviso. Come la Roma. C'era una volta l'inamovibile Kolarov, leader...
 Lun. 17 feb 2020 
Dal ruolo alla personalità: Pellegrini involuto, il dibattito è aperto
Lorenzo, perché non sei più Magnifico? Se lo chiedono i tifosi, che non gli riportano...
 Dom. 16 feb 2020 
Dottor Jekyll e mister Pellegrini: da Magnifico a "sopravvalutato". E il futuro...
Dopo un inizio positivo, il centrocampista è in calo: l’unico romano della Roma con l'Atalanta è stato tra i peggiori, radio e web gli danno addosso e il rinnovo non pare più un must giallorosso
 Sab. 15 feb 2020 
FONSECA: "Mancano 14 partite, credo ancora alla Champions League. La partita decisa da dettagli"
ATALANTA-ROMA 2-1, LE INTERVSITE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: “Adesso è importante lavorare sulla testa dei giocatori. Non posso dire niente di negativo alla squadra”
Peres-Fazio, ecco i due ripescaggi per la svolta
Uno era finito in panchina, l'altro sembrava un esubero difficile anche da piazzare...
 Ven. 14 feb 2020 
VALENCIA, Florenzi sfortunato: si ferma per la varicella
VALENCIA (Spagna) - L'esperienza spagnola di Alessandro Florenzi fin qui non...
 Mer. 12 feb 2020 
Peres avanza la sua candidatura e insidia Santon sulla fascia destra
Dopo l'ottima prestazione contro il Bologna, Bruno Peres è pronto a rimettersi totalmente...
Roma, mezza rosa sott'osservazione: conferma in bilico
Fine febbraio, al massimo inizio marzo: Dan Friedkin non intende aspettare oltre...
 Mar. 11 feb 2020 
Roma, la Champions è appesa ai fedelissimi di Fonseca
Quel «tutti sotto esame», testo del ceo Fienga durante il confronto di sabato mattina...
 Dom. 09 feb 2020 
Florenzi, fine settimana a Roma dopo il rosso col Valencia
Il terzino ieri è stato espulso nella gara persa tre a zero contro il Getafe. Questa mattina è rientrato nella capitale
In difesa errori singoli e di reparto. Mancini sembra un "fuori ruolo"
Il crollo verticale della Roma nel 2020 (5 sconfitte in 8 gare, 1 punto su 12 a...
 Sab. 08 feb 2020 
Florenzi, entrataccia e rosso diretto: il Valencia crolla 3-0 a Getafe
Brutta partita dell’ex capitano della Roma: il fallo ai danni di Cucurella gli costa l’espulsione al 78’ e la prossima partita contro l'Atletico Madrid. Decidono Molina (doppietta) e Mata
Roma, il muro è crollato: 16 gol presi in 8 partite nel 2020. Adesso tutti in ritiro?
Era dal febbraio 2013 che i giallorossi non subivano tre reti per due gare di fila. Stamattina a Trigoria faccia a faccia tra squadra, tecnico e dirigenti
 Ven. 07 feb 2020 
Nostalgia Florenzi: guarda Roma-Bologna da Valencia
L’ex numero 24, direttamente dalla Spagna, sostiene da casa la squadra di Fonseca
Roma, l'Olimpico da riconquistare: ancora nessun successo casalingo nel 2020
Ancora all'Olimpico, stasera contro il Bologna (ore 20,45), con l'obiettivo di interrompere...
 Mer. 05 feb 2020 
Fonseca, terapia di gruppo. Petrachi affronta Dzeko
Tempi supplementari di Sassuolo-Roma. A Trigoria, però: Fonseca ha parlato con la...
Roma, quel mercato che costa ma non aiuta Fonseca
Si è investito molto, però su elementi di prospettiva Champions decisiva, ma il tecnico chiedeva altro
 Mar. 04 feb 2020 
Spalletti: "Tornare alla Roma? Non so cosa capiterà in futuro. Florenzi? Non so rispondere...."
"Difficile capire come sia andata con Florenzi"
Roma, un'unità di crisi per ricomporre la spaccatura interna
È il giorno del confronto. Non si sa quanto possa essere utile, ma deve comunque...
 Lun. 03 feb 2020 
Dzeko accusa i giovani, la "vecchia guardia" non ha capito Fonseca
Capitano a tempo pieno dopo la partenza di Florenzi. Edin Dzeko è stato costretto...
Pellegrini l'erede designato è appannato: la Roma soffre
Lorenzo, che succede? Non sembra lui: nervoso, impreciso. Quella voglia di primeggiare...
Fonseca ha la rosa appassita
Petrachi, già nel bel mezzo del crollo vergognoso di Reggio Emilia, ha alzato la...
 Dom. 02 feb 2020 
CoRomavirus
Atri undici casi di Coronavirus a Roma: tutti con la maglia giallorossa. E l'unica...
Fonseca disarmato e paralizzato davanti allo scempio del Mapei
La prima senza Florenzi, subito titolare a Valencia, oppure la prima con Dzeko capitano...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>