facebook twitter Feed RSS
Martedì - 28 gennaio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Milano vs Roma: la metropoli vicina all'Europa e la città eterna andata in crisi. Ma sugli stadi...

Progetti, mentalità, ambizioni: Cottarelli e Abodi leggono il confronto tra due centri così lontani e così vicine
Venerdì 06 dicembre 2019
Alta velocità, capitali contraddizioni. Non basta un treno per avvicinarle, la storia è infinita: cosa vuoi che sia un'Inter-Roma? Perché sì, forse ha ragione Andrea Abodi, presidente dell'Istituto per il Credito Sportivo, quando sottolinea che "ormai, parlando di Milano e Roma, descriviamo due Paesi diversi". Magari però conviene stare a sentire anche Carlo Cottarelli, interista doc, economista nato a Cremona che racconta: "Milano è l'efficienza, certo. Ma Roma è bellezza. Che prima o poi si renderà conto dei problemi da risolvere. Le basterà un'occasione, un momento come quello che Milano ha sfruttato con Expo".

LONTANE, MA VICINE — E per la verità l'occasione è passata sotto il naso. Poteva essere l'Olimpiade a cui il sindaco Virginia Raggi ha detto no. Beppe Sala e Milano invece si sono tuffati con successo sui Giochi Olimpici invernali del 2026. Al bivio c'è chi ha svoltato e chi è andato dritto. Ma il navigatore segna traffico intenso per tutti sulla strada per i due nuovi impianti calcistici. Così lontane, Milano e Roma, eppure impantanate in problemi tanto diversi quanto simili: "E non riesco a capire, da osservatore credo che sia necessario per i club italiani avere impianti moderni - ancora Cottarelli -. Non so quanto possa costare rinnovare San Siro, Milano rispetto a Roma ha anche un problema di affetto verso un simbolo della città. Di sicuro resterei nella stessa zona, non andrei altrove". Ipotesi che invece Milan e Inter stanno prendendo seriamente in considerazione. Eccola qui, la grande contraddizione. "In termini di decoro, di servizi pubblici, di qualità del manto stradale e di trasformazione urbana le due città sono distanti anni luce - ancora Abodi -. Milano è impegnata in una perenne trasformazione, è una città in movimento, che recentemente ha abbracciato anche una sostenibilità ambientale che Roma, invece, ha dimenticato. Però, quando si tratta di stabilire un'agenda infrastrutturale sportiva, tutte e due le città incontrano delle difficoltà. Non è un caso. Milano, rispetto a Roma, ha preso un ritmo internazionale, ha appena inaugurato il nuovo Palalido e la chance olimpica certamente le darà una scossa duratura. Ma la vicenda San Siro, in qualche modo, la avvicina alla capitale. Anzi, mi sembra che a Roma il discorso sia ripartito, seppure tra le difficoltà, mentre a Milano il progetto del nuovo San Siro si è già impantanato".

SERVE BUONA VOLONTÀ — Forse manca la volontà di fondo. "Eppure Torino e Udine hanno segnato la via - ricorda Cottarelli -. Un nuovo impianto aiuterebbe le società anche ad aumentare il tasso di vivibilità dell'evento sportivo. Si chiama educazione, in un contesto diverso, di fronte a famiglie, sarebbe più complicato anche rendersi protagonisti di insulti o razzismo". Ma c'è qualcosa di sbagliato all'origine, secondo Abodi: "A Milano l'approccio dell'iter per il nuovo impianto non è stato dei più felici. Si è pensato, erroneamente, che la progettazione potesse anticipare la concertazione, doverosa, con le altre parti coinvolte, innanzitutto l'amministrazione. Un progetto di quel tipo va calato nel territorio, ci si deve confrontare, si deve dialogare, altrimenti si ricade nell'errore tipicamente italiano di dividersi in fazioni, di andare avanti a contrapposizioni, e intanto il tempo passa e in cinque anni non si vede nemmeno una betoniera". A Roma, per intendersi, sono passati 2.866 giorni dall'avvio dell'iter. "Prendiamo il Meazza, sulla cui utilità futura è doveroso riflettere, si è pensato di cancellarlo con un tratto di penna - aggiunge Abodi -. Io auspico che Milano e Roma possano diventare le locomotive di una politica infrastrutturale che doti l'Italia di stadi finalmente all'altezza. Una traccia importante c'è, a Verona, Bologna, Cagliari, Firenze. Ma ci vuole preliminarmente un grande patto di sistema, un'alleanza tra club, istituzioni sportive, amministrazioni locali, Governo e banca pubblica. Altrimenti, continueremo a dipendere dagli eventi e non cresceremo mai come sistema". E sarebbe un'occasione persa per tutti. "Non ho mai creduto alle contrapposizioni genetiche - fa Cottarelli -, un progetto o una ripartenza è sempre e solo questione di buona volontà. Al netto dello stadio, Roma ha difficoltà oggettive che Milano non ha, anche per semplici questioni di superficie da gestire. Datele una chance. E ripartirà".
di Catapano - Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 27 gen 2020 
Roma-Barcellona, si cerca il compromesso per Perez
La Roma continua a lavorare per Carles Perez. L'accordo economico con il Barcellona...
Calciomercato Roma, il Valencia pensa a Florenzi: primi contatti con l'agente
Il Valencia guarda all'Italia in questo mercato di gennaio e punta Alessandro Florenzi....
CALCIOMERCATO Roma, contatti con il Chelsea per Pedro
Nonostante le buone prestazioni di Under, la Roma continua a sondare il terreno...
VILLAR, domani sera atterrerà a Fiumicino
Dopo aver ufficializzato Ibanez, la Roma si appresta ad accogliere un altro rinforzo...
Roma-Lazio, Zaniolo non si contiene: esulta e urla al gol di Dzeko (VIDEO)
Al gol di Dzeko, Zaniolo si alza e urla il nome dello bosniaco insieme allo speaker...
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Ibanez
UFFICIALE: LA ROMA PERFEZIONA L’INGAGGIO DI ROGER IBANEZ
Malagò: "Striscioni beceri? Servono le norme inglesi"
N.1 Coni,'quando manca cultura sportiva, intervengano sanzioni '
FRIEDKIN, terminata la due diligence, si va avanti senza alcun intoppo: in arrivo le firme
La Roma si avvicina sempre di più al passaggio di proprietà. Gli advisor incaricati...
CALCIOMERCATO Roma, ora la cessione di Juan Jesus
Dopo i tre colpi voluti da Fonseca, Petrachi è chiamato a cedere almeno un paio...
DIAWARA, niente operazione, si procede con la terapia conservativa
Nella gara contro la Juventus in Coppa Italia, Amadou Diawara ha rimediato la lesione...
CALCIOMERCATO Roma, Martín: "Villar ha perso due chili per lo stress del trasferimento"
La Roma è pronta a prelevare dall'Elche il centrocampista classe '98 Villar. L'allenatore...
Calciomercato Roma, Carles Perez domani sbarca a Fiumicino
Petrachi ha raggiunto l'accordo con il Barcellona: domani l'attaccante sarà nella Capitale
Calciomercato Roma, il mercato dei portieri: Fuzato verso l'addio, Rafael in arrivo
Pau Lopez, Mirante e... Fuzato, almeno per ora. Il terzo portiere in casa Roma potrebbe...
IBANEZ terminate le visite mediche
Il nuovo acquisto della Roma Roger Ibañez è arrivato poco dopo le 8:00 a Villa Stuart...
Calciomercato Roma, interesse per Piatek: prestito last-minute
L'operazione si può chiudere solo se il Milan non riesce a far cassa dalla sua cessione
Ibanez a Villa Stuart per le visite. E Petrachi accelera per Carles Perez e Villar
Il difensore brasiliano è già nella Capitale. Si attende il sì dell'attaccante del Barcellona, mentre il centrocampista dell'Elche dovrebbe arrivare nelle prossime 24 ore
CALCIOMERCATO Roma, Nzonzi molto vicino al Rennes
Nei scorsi giorni c'è stato un incontro tra il presidente del club francese, Olivier...
Tra Roma e Fiorentina è un pareggio show
La Roma Femminile non va oltre il pareggio per 2-2 contro la Fiorentina nella gara...
Il girone di ritorno sta mostrando uno Dzeko diverso. E il gol arriva
Dzeko aveva segnato alla Lazio soltanto nella sua prima stagione alla Roma, sia...
Pau Lopez: la gaffe costa caro alla Roma, quasi come lui
Un derby da N.G., non giudicabile, in pagella. Se, però, non ci fosse stato quell'errore...
La Roma ne compra 3
Tris di acquisti per la Roma. Dopo aver intavolato diverse trattative la dirigenza...
Pallotta: "Che peccato. Ma sono fiero"
Quello che molto probabilmente sarà il suo ultimo derby da presidente lo ha vissuto...
Più papere che veleni. A rimetterci è la Roma
Un punto al derby che tutto sommato va bene ad entrambi. Inzaghi con un sospiro...
Rimpianto Dzeko. Lo squillo atteso ma non il n° 100
A quasi quattro anni di distanza, dal 3 aprile 2016, Dzeko torna a segnare in un...
Il derby del tifo tra scenografie, striscioni e cori
Giornata burrascosa, quella che ha preceduto il derby romano. In un appuntamento...
Roma-Lazio 1-1, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-LAZIO 1-1 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
 Dom. 26 gen 2020 
Smalling e Acerbi dominano la gara. Immobile in giornata-no
I migliori e i peggiori in campo nel derby tra Roma e Lazio
TOTTI: "Onorato di averti conosciuto, Campione dentro e fuori dal campo! R.I.P."
Muore Kobe Bryant a 41 anni, il ricordo di Totti "Onorato di averti conosciuto,...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>