facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 febbraio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

CONTE: "Domani altissimo livello di difficoltà. La Roma è in forma, hanno un organico importante"

INTER-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI ANTONIO CONTE: "Roma forte e matura. Lautaro? Vorrei si parlasse di tutti. Nainggolan si chieda perché non è all'Inter"
Giovedì 05 dicembre 2019
Antonio Conte, tecnico dell'Inter, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Roma. Queste le sue parole:

Domani arriva la Roma, un avversario in salute. Lo è anche l'Inter, però.
"Sicuramente si affrontano due squadre che stanno facendo molto bene. La Roma è in forma, ha appena vinto 3-1 a Verona. Significa che hanno raggiunto una maturità e una forza per cui bisogna fare grande attenzione. Hanno un organico importante, avendo preso giocatori che hanno dato grandi risposte. Complimenti a loro".

Ritieni questa la partita più difficile tra le prossime, per come è collocata?
"Sicuramente c'è un altissimo livello di difficoltà. La Roma ha entusiasmo, forma, fiducia. Affrontiamo una squadra che sta bene. Dovremo cercare di pensare a noi e fare quel che stiamo facendo. La stiamo preparando nella giusta maniera. Sappiamo che ci sarà da soffrire e che bisognerà reggere botta e allo stesso tempo dovremo essere precisi in fase realizzativa".

Ti aspettavi questa esplosione di Lautaro?
"Quando si parla troppo di un singolo giocatore o di due giocatori a me non fa mai piacere. Deve essere sempre considerata la squadra. Sicuramente stiamo parlando di un ragazzo giovane che sta crescendo. Mi piacerebbe però si parlasse di tutta la squadra perché fossilizzarsi su uno solo è una mancanza di rispetto verso tutti gli altri".

Ci sono ancora margini di crescita in questa Inter?
"Noi dobbiamo continuare a lavorare e crescere nell'idea di calcio che abbiamo per la fase di possesso e non possesso. Ci sono margini di miglioramento. Da quando abbiamo iniziato alcune situazioni ci hanno portato a spingere la macchina forte per stare nella parte alta della classifica. Non possiamo pensare di tenere l'acceleratore a mezza via perché questo comporterebbe dei grossissimi rischi e non ce lo possiamo permettere".

Ti aspettavi che Fonseca si adattasse così al nostro campionato? Qual è il giocatore chiave della Roma?
"Fonseca si sta dimostrando un bravissimo allenatore. Ha fatto cose importanti con lo Shakthar, è inevitabile che il nostro campionato è molto tattico e ti devi ambientare perché trovi squadre che studiano gli avversari e preparano benissimo la partita. C'è uno step ancora maggiore arrivando qui, lui è stato molto bravo a portare la sua idea e modellarla, adattandosi al calcio italiano. Penso stia facendo molto bene. Complimenti a chi ha allestito l'organico perché è molto competitivo, folto, di giocatori forti e con grande futuro davanti. Dobbiamo guardare non al singolo ma alla squadra, che ha qualità e forza. Per me non è una sorpresa. Roma e Lazio stanno facendo molto bene e hanno allenatori e organici pronti per competere".

Può essere un punto di svolta della stagione?
"Noi dobbiamo cercare di arrivare alla sosta di Natale nel miglior modo possibile. E' inutile dire che è un momento in cui dobbiamo fare di necessità virtù. Non è questione di svolta, bisogna arrivarci al meglio. Dopo potremo un attimo rifiatare e recuperare un bel po' di giocatori. Cerchiamo di stare concentrati e andare di partita in partita. Sappiamo che mancano quattro partite importanti e dobbiamo veramente stringere i denti, incrociare anche le dita e arrivare a Natale nel miglior modo possibile".

Ci sono tante assenze a centrocampo: affrontare la Roma può essere uno stimolo ulteriore per superare queste difficoltà o resta un problema?
"E' una situazione che stiamo affrontando nella giusta maniera. Vediamo il bicchiere mezzo pieno, nel momento di difficoltà tanti calciatori si sono responsabilizzati ancora di più. Mancano ancora quattro partite alla fine di questo ciclo e dobbiamo affrontarle a petto in fuori, sapendo e conoscendo i nostri pregi ed eventualmente le difficoltà del periodo. Non c'è tempo per piangersi addosso o accampare scuse e nascondersi. Diamo il massimo e poi vediamo cosa succede e come reggeremo questo periodo".

Quanto è stato forte l'interessamento della Roma? E' vero che l'ha chiamata Totti?
"Con Francesco mi lega un'amicizia dai tempi dell'Europeo. Mi ha chiamato per illustrarmi la situazione e poi io ho fatto delle valutazioni in maniera molto serena. Non ho sentito fosse il momento giusto. Non c'era in quel momento l'Inter. E' stata una mia sensazione. Ho fatto alcune valutazioni e ho deciso di declinare in maniera molto rispettosa, sapendo che è una grandissima piazza e un giorno mi augurerei un'esperienza lì".

In questa situazione di emergenza a centrocampo si possono considerare Asamoah e Candreva per una posizione più interna?
"Io non ho parlato di emergenza a centrocampo, lo avete fatto voi. Sennò sembra sempre che mi lamento. Asamoah nasce centrocampista, l'ho adattato io come esterno quando arrivò alla Juve da Udine. Nell'eventualità può fare il centrocampista più di Candreva".

Politano resta un giocatore importante per l'Inter?
"E' un giocatore della rosa, l'infortunio traumatico alla caviglia lo ha tenuto lontano per tre settimane. E' un giocatore che ha caratteristiche diverse rispetto a tutti gli altri, bravo nell'uno contro uno. Se c'è una situazione in cui c'è bisogno di lui può fare benissimo la punta. E' un giocatore che tengo in considerazione, è inevitabile che ho un tot di giocatori e cerco sempre la soluzione migliore per la squadra".

Nainggolan l'ha ringraziata perché non si mai sentito così bene.
"Ho grande rispetto per Nainggolan, volevo portarlo al Chelsea e lui lo sa benissimo. Penso che la scelta migliore per lui sia stata quella di andare a Cagliari. In tante situazioni bisogna sempre fare una profonda analisi e capire dove si può fare meglio e se c'è qualcosa che eventualmente andrebbe rivista. Sono molto contento e non avevo dubbi sul fatto che facesse bene a Cagliari. E' giusto però si faccia delle domande sul perché non è all'Inter".



COMMENTI
Area Utente
Login

Nainggolan - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 19 feb 2020 
Roma-Gent, i gol non arrivano, ma certe notti le decide Dzeko
Se non segna lui, non segna nessuno. E se non si tira in porta, diventa ancora più...
 Dom. 16 feb 2020 
Dissociazione Sportiva Roma
La Roma di Fonseca ha due punti in meno rispetto a quella dell'ultimo Di Francesco,...
 Gio. 13 feb 2020 
Roma, adesso il tabù Atalanta. Ma anche Gasperini non sorride...
I giallorossi hanno battuto la Dea una sola volta negli ultimi cinque anni. Altrettanto negativi i numeri del tecnico dei bergamaschi
 Lun. 10 feb 2020 
Svalutation: la crisi della Roma vale almeno 100 milioni
Svalutata, o forse semplicemente sopravvalutata. Di sicuro facilmente migliorabile....
 Gio. 06 feb 2020 
Le incognite nel mezzo. Fonseca, rebus centrocampo: uomini contati e fuori forma
«È una questione di qualità», come cantavano i Cccp sul finire degli anni 80. Lo...
 Lun. 03 feb 2020 
Da Pjanic a Salah e Alisson: l'indebolimento è costante
Alla Roma manca qualità. È questo il messaggio lanciata da Dzeko, e in precedenza...
 Lun. 06 gen 2020 
NAINGGOLAN: "De Rossi farà l'allenatore, lo era già in campo"
Hanno condiviso lo spogliatoio per quattro anni. Ma oltre che compagni, Radja Nainggolan...
 Gio. 02 gen 2020 
I tifosi votano Totti miglior giallorosso dell'intero decennio
Mentre Totti festeggia l'anno nuovo con un tuffo in piscina con Pierfrancesco Favino...
 Lun. 30 dic 2019 
Roma, sette anni di Pallotta: il racconto della sua presidenza
Dal sogno scudetto, al fucking idiots fino alla lettera: la cronistoria di Pallotta alla guida del club giallorosso
 Gio. 26 dic 2019 
Roma, le facce del decennio: 9 tecnici, 200 giocatori, 5 d.s.
A Trigoria sono passati venti calciatori in più ogni anno dal 2010 ad oggi, con cinque diversi direttori sportivi e decine di dirigenti
 Mer. 18 dic 2019 
Nainggolan polemico sui social: "A Capodanno finisco di vedere Cagliari-Lazio"
Il centrocampista rossoblù ritorna sul recupero di 7 minuti deciso durante il match della Sardegna Arena
 Ven. 06 dic 2019 
"Ecco perché ho detto no alla Roma"
Mezze verità. A sei mesi di distanza Antonio Conte dà la sua versione sul dilemma...
La notte delle stelle crescenti
Una sfida tra vere big quella prevista per stasera a San Siro. Roma ed Inter hanno...
Quegli intrecci diventati groviglio
Quella di stasera è una prova che va oltre la semplice partita, almeno per Paulo...
Zaniolo un anno dopo: il giallo dello scambio fa arrabbiare Zhang
Un anno fa, dopo la partita, percorse i primi 10 chilometri di autostrada per tornare...
 Gio. 05 dic 2019 
Zaniolo vuole punire l'Inter
Continuare a mettere il dito in una piaga formatasi il 26 giugno del 2018. Domani...
Dzeko e Zaniolo stelle della nuova Roma. E l'Inter in un anno li ha persi entrambi
Quattro milioni e mezzo. Oggi, forse, non basterebbero nemmeno a pagare la commissione...
 Mer. 04 dic 2019 
Zaniolo con l'Inter cerca la rivincita. Avanza Friedkin
Il dubbio che si sia fatto ammonire apposta contro il Brescia per non saltare Milano...
 Mar. 03 dic 2019 
10 anni di Roma: i giocatori più utilizzati in Serie A
De Rossi il più utilizzato in Serie A, seguono Florenzi e Manolas
Dzeko e Immobile sfidano il "MiTo". Le romane a caccia del colpaccio
Una settimana da "ammazzagrandi". E' il regalo prenatalizio che vogliono farsi Roma...
 Lun. 02 dic 2019 
Difesa blindata e tutti a far gol. Così Fonseca vola
Otto punti in più dell'anno scorso. Il segreto giallorosso? Meno reti subite e ben 13 marcatori diversi
 Dom. 01 dic 2019 
Serie A, è ancora Inter-Roma: chi vincerà?
È sempre uno scontro tra grandi, quello tra Inter e Roma. La corsa alla conquista di punti fondamentali vede favoriti i nerazzurri, con i giallorossi che inseguono e ci credono
 Mar. 26 nov 2019 
Tutti pazzi per Totti: la moglie di Nainggolan alla Longarina per vederlo giocare
Sorpresa di Claudia all'ex capitano della Roma: dopo la partita tanti sorrisi e un grande abbraccio
 Mer. 20 nov 2019 
 Mar. 19 nov 2019 
Veretout motore giallorosso a centrocampo
La Roma ha finalmente ritrovato un motorino a centrocampo. Dopo le prime sedici...
 Dom. 17 nov 2019 
Alla fiera dei prestiti. Smalling, Sanchez e Kulusevski: è già l'ora delle grandi manovre
I giallorossi vogliono riscattare l'inglese, mentre i nerazzurri stanno valutando il futuro del cileno. Per il talento del Parma (in prestito dall'Atalanta) asta tra Inter e Juve
 Ven. 15 nov 2019 
Pallotta dove sei? A Roma manca da oltre 500 giorni e il vice Baldissoni a un passo dall'addio
Cinquecento (e passa) giorni senza te. La Roma e Pallotta non si incontrano nella...
 Gio. 14 nov 2019 
Sadiq, gol in Serbia e cuore a Roma: "Datemi fiducia e segno, ma il vero fenomeno ha smesso..."
L'attaccante del Partizan: "Qui sto da Dio, 10 gol e 9 assist. Mi bastava avere una chance, ma sogno l'Olimpico. Walter stravedeva per me, Rudi mi spronava sempre"
 Sab. 26 ott 2019 
Nainggolan: "Non mi aspettavo un tributo simile dai tifosi della Roma. Avversario sì, nemico mai"
"Una volta litigai con Manolas e la notizia uscì sui giornali"
 Mer. 09 ott 2019 
Under e Mkhitaryan abili per Marassi
Tornano a casa Edin Dzeko e Amadou Diawara operati rispettivamente al volto e al...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>