facebook twitter Feed RSS
Martedì - 19 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 
La Parola ai Tifosi
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
La montagna è incantata
Quando il tono del mio umore è basso salgo sempre -per meditazione e/o rigenerazione spirituàl- con Fra' Girolamo, amico meo, nell'eremo sul piano delle 38 miglia (6 in più di quello giusto, e ben 33 in più di quello che sta sopra Rocca Pia, dove negli inverni del 1528 e '29 300mercenari veneziani e 500 soldati del principe d'Orange avviati in aiuto di Roma saccheggiata dai Lanzi perirono nei suoi spietati geli, finendo, poi, divorati dai lupi. Per fortuna, l'eremo di Fra' Girolamo, è spesso di mura e solatìo, è riparato dai venti freddi d'inverno, e sta sotto una bella vetta calcarea luminosa, che offre tante belle grotte fresche d'estate. La più grande ospita al suo interno (come capita a tante grotte aperte al culto di S.Michele, quello del drago) un'antica chiesa rupestre affrescata, dedicata a S.Eusebio, protettore dell'anima loro. Grotta romita, ma calda, affacciata su boschi verdi di ogni speranza, dove il popolo dice s'aggirino più felici lupi di sentimenti veri ed autentici, con relative lupe amorose: insomma, un posto ottimo per le meditazioni nei momenti difficili. ...Perciò, vieni con me, oh, figlio.., m'ha detto Fra' Girolamo, ...vieni a meditare sul Dzeko e sul Nango, sul Monco e sul Ceco, sul Vecchio e sul Nuovo Mondo, e soprattutto sull'oceano, di soldi, tanti, che li divide e li unisce... ...Vabbè.., gli ho detto io, ...vengo, cioè andiamo. Ma come si mangia, nell'eremo?.. ...Si mangia bèn, non ti preoccùpe.., ha detto lui, tirando fuori dalla bisaccia un pane cafone tanto e un filo, lungo, di pezzentella fresca del maialo suo, pizzicosa giusta di peperoncìn... ...La pezzentella è buona.., ha detto fra' Girolamo, ...bisognerebbe imporla nella quotidiana dieta di certi tuoi fighetti... Così, siamo partiti, umili e oranti, fra una Sampa e un'altra Sampa, e se volete, amigi, vi terrò informati. Forza Roma.
 
 
Ultime Risposte
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
60
Caro Valerio, mi pare evidente che io giochi con certi nostri differenti pareri su pur legittimi, per me, "culti locali". Quello che riguarda Totti non l'ho mai discusso perché siccome guardo maggiormente il campo non avevo niente da criticargli come giocatore, essendo il massimo frutto del calcio nostro. Sull'uomo si sarebbe potuto, eventualmente, dire qualcosa, ma non è questo il luogo, eppoi ogni persona è libera di essere come gli pare. Su quello che riguarda De Rossi sono più duro, perchè reputo che sia diventato (per un sacco di ragioni fra cui "l'idolatria" a cui tu pure accennavi) un vero Equivoco Tattico su cui la Maggica s'è avvitata per anni. Un buon mediano ha bisogno di assi da servire, non ha bisogno di essere innalzato al Soglio di Capo, solo perché c'ha un po' di sale in zucca o gonfia la vena. E allora Furino, Bagni, Benetti, che erano? Poi, naturalmente, dietro DDr, qualcuno (Rosella, zio Pallo) c'ha pure potuto marciare, ma, secondo me, per uno come Pallotta il punto dev'essere stato: ...se questo me lo hanno fatto trovare strapagato per due, mi deve rendere per due, o no? Eqquindi non ne compro il doppione... Almeno, iO l'avrei pensata così. Ma io non sono lo zio d'America...
Su cosa potrò scrivere dopo l'uscita di scena di DDr non so dire ancora. Penso però che non mi sono illustrato come uno che nutre particolari sentimenti antiromani. Ho solo parlato in modo schietto di DDr. Ma sai quanti lo hanno fatto e lo fanno, a Roma, essendo, più di me, Romani e Romanisti? Ne conosco di quelli che -papale papale- mi dicono che DDr è il problema. Se avessi più spazio e tempo ti direi cosa penso dell'ultima sua magnifica partita (lo dico senza ironia) col Milan e quale complesso di responsabilità riguardanti gli altri, dal Coach a Schick, gli ha consentito di farla. Spero la ripeteranno per il restante tempo di torneo, ma mi è sembrato un gesto collettivo di espiazione che potrebbe restare isolato: infatti Paulo Sousa pare scalpiti ancòr. Il resto, caro Piedo, è letteratura. Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
59
Scusa Gerry,
ma io di quello che dicono i fraticelli capisco sempre meno, tranne che, se potessero, De Rossi lo avrebbero messo al rogo da molto tempo.
Forse l'inquisizione parla un proto-italiano per me incomprensibile.
Magari chiederò un interprete.
Volevo solo, molto umilmente ricordare ai frati, che stiamo parlando di uno dei più forti giocatori della storia della Roma, come testimoniano anche le presenze in nazionale (allenatori tutti scemi?).
Ma quando si ritirerà, non avendo più nemmeno Totti come bersaglio, che scriverete te ed i tuoi seguaci?
Aspetto con curiosità.
Io fino a che non vedrò costruita una Roma con raziocinio, sarò sempre critico, come lo ero del resto anche nei confronti di Rosella Sensi, che non seppe approfittare della presenza in squadra di campioni come, appunto, Totti e De Rossi, per completare la squadra.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
58
Nell’omelia del vespertino FràGGì a un certo punto ha detto: …Fratelli carissimi, deh, come ha ragione Papa Francesco quando dice che è più vicino a Dio e alla sua Verità l’ateo sincero che il cristiano ipocrita. L’ultimo post di Frà Piedo da Rieti (o giù di lì) lo pruova. Il suo anatema vs la “idolatria loci” è infatti vera pruova di purezza di fede. Ho chiesto a Pà Guardiano di riservargli fra noio una cella fra le più confortevoli, tutte le volte che vorrà scambiare con noio qualche certamen teologico. Epperò la sua allusione a un interesse “peloso” delle ultime Maggiche Potestati a tenersi stretti i vecchi idoli fino a sostenerne la clacque in aeterno “pro Cicci et/aut pro Danieli vetustate” mi lascia perplesso. Mi parve infatti che fossero proprio gli Idoli i più ostinati a voler jocare, jocare, jocare fin’oltre l’umana consunctione. Infatti, come maio sono 8(!)anni che a Roma non joca un altro al posto di Ddr? Certo, Frà Zonzo o Frà Cristante non sono playmakers titolati ma qualcuno più “tale” lo avemmo e NON jocò mai da Play al posto di un DDr vecio ma disponibile. Neanche il Bradley o il Pjanic lo fecero. La verità è che Frà Danielino c’ha marciato sul fatto che rispetto ad altri abbia più sale tattico in zucca, benché mai bastevole a farne un Rijkaard, un Ancelotti, un Modric, un Pirlo, un Cambiasso, e nemmeno, udite!, udite!, un Pizarro. E tuttavia, fratelli carissimi, la Verità su “DDr Regista” (per scelta sua o interesse altrui) è oscura come il Mistero che lega, per me, il Priore senza l’avambraccio a Santeusebio. Infatti, io NON concordo con chi li vede in sotterraneo duello tattico e crede che gli acquisti del Priore siano stati fatti foptendosene delle vocazioni quattrotretreistiche del Santo. Credo invece che gli acquisti li abbiano concordati e che la mancanza di un guardiano del pretorio, ossia di una diga pensante dedicata a difesa, distingua da tutti gli altri quel metodo di joco: nel 4.3.3 NON è necessaria. Dunquo il Priore NON lo compra un altro DDr finché quello è vivo e siede in mezzo a noio, né Santeusebio lo chiede perché nessun Santo abbruzzese pensa di poter andare (o restare) nel Paradiso Romano a dispetto dei Santi di lì. Emmo’ Orèmus, fratres e che quella col Milàn sia per noio la Porta Coeli… Ma così.., han detto i frati in coro, …per loro diventerà una vera Porta Inferni. Sai che infernali smapzsate li attendono... Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
57
Giusto Piedone! Per quello quando vedevo il quarantenne Totti arrancare per il campo o adesso vedo il trentaseienne De Rossi che per acciacchi muscolari gioca una partita su quattro, non provo nessuna esaltazione, non mi sbrodolo nei pantaloni pensando alla gloria passata di questi due giocatori, ma provo solo pena e tristezza per una società che non solo non li ha sostituiti degnamente quando era tempo, ma non ci ha proprio nemmeno pensato, perché fin dai tempi di Rossella e adesso con Palllotta è andata avanti con il ragionamento "investire un sacco di soldi per sostituire Totti o De Rossi? Ma quando mai, quelli li facciamo tirare a lungo finché schiattano, perché tanto i tifosi non dicono niente e, anzi, li vorrebbero in campo anche sulla sedia a rotelle".
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
56
Per essere ancora più chiaro ve la metto in un altro modo ancora, allacciandomi alla frase finale del post precedente.

Penso che più o meno tutti siamo d'accordo che manca "almeno" un interditore con un passo decente.

Mettiamo il caso che a gennaio ne avesse preso uno decente, anche in prestito....al posto di chi avrebbe giocato?
Vi do un indizio, inizia con la C e finisce con la E.

E col rientro di De Rossi, chi gli avrebbe fatto posto?
Inizia con la N e finisce con la I.

Praticamente i 3 acquisti principali dell'estate, per la modica cifra di un centinaio di milioni di euro scarso solo in cartellini, in panchina. Più esplicito di così!
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
55
"Concetto numero 1":
Il punto infatti è proprio questo. Perchè non sostituisce l'allenatore?
O meglio, perchè non l'ha mai sostitutito, anche in passato?

E qui subentra il "Concetto numero 2":
Una squadra senza interditori che tipo di calcio può fare?
Se ci pensate non sono molte le alternative, l'unica soluzione è fare possesso palla.

Possesso palla con i giocatori che ho elencato prima?
Gente che se fa due appoggi giusti consecutivi è grasso che cola?

Secondo me il fatto inconfutabile è che il somaro da noi sia il DS, che prende un allenatore che necessita di certi tipi di giocatori, fa acquisti e cessioni che sono l'esatto opposto e poi non ha il coraggio di cambiarlo.

E qui torniamo al concetto numero 1. Perchè non ne ha il coraggio?

Perchè sa di aver fatto un casino, cambiare l'allenatore non porterebbe a niente perchè la squadra non è ne carne ne pesce, chiunque farebbe fiasco ugualmente rendendo chiare e lampanti le sue responsabilità.
Quindi meglio tener duro, a fine stagione potrà sempre scaricare molti dei propri errori sul tecnico, migliorando così la propria situazione in vista di una riconferma o di un nuovo incarico.

Come disse in vista del mercato di gennaio? "E' difficile migliorare questa rosa, intervenire pesantemente vorrebbe dire che ho sbagliato in estate".
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
54
Sono stupito del vostro stupore.
I frati, giustamente rigorosi nel rispetto del loro Vangelo, ci ricordano che l’idolatria pallonara è un grave peccato.
Nel nostro forum c’è un forte movimento iconoclasta, di solito associato alla corrente aziendalista, che accusa la parte peccatrice dell’ambiente di “eccessiva adorazione” di immagini ormai sbiadite.

Vero. Concordo.

Infatti oltre alla esagerata esaltazione di UNA prestazione di De Rossi (dai media, in particolare Giancarlo Dotto), c’è chi sogna ancora i lanci di Totti e chi, tornando indietro nel tempo, la regia del DIVINO (ecco la prova inconfutabile di religiosità blasfema) Falcao.

A Torino, fronte Rube, queste cose non succedono.
Chiellini non gioca ? E chissenefrega
Così per Charles, Sivori, Platini, Del Piero, Pirlo… così sarà per Dybala ed anche CR7.
Quindi “morto un papa se ne fa un altro” non vale a Roma, pure se c’abbiamo il Vaticano, ma a Torino.
Meno a Napoli (vedi il culto di Maradona), o a Firenze (Antognoni & Batigoal), a Cagliari (Giggirriva)... vabbè, andateveli a cercare.

Io però ho un leggerissimo dubbio.
Non è che il tanto atteso rientro in squadra di DDR, vecchio e acciaccato, è dipeso dal fatto che non sia stato adeguatamente sostituito, come lo fu per Totti e ancor più indietro per Falcao?
Sono i tifosi che chiedono l’imperituro impegno dei vecchi campioni o le società che non hanno nessuna intenzione (soldi) per sostituirli, anche con giocatori di inferiore eccellenza, ma almeno "simili"?

Stesso dicasi per il coach.
E’ un somaro?
Allora scaccialo, te ne freghi di quello che pensano i tifosi, che come scrive giustamente Er Freddo, contano come il due de coppe quando regna denara.

Se arriva un Pastore a pascolare sé stesso, e magari non schioda per cinque anni, è colpa dei tifosi?
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
53
Ma infatti. La sequenza logica, quella che rispetta un minimo di buon senso, è che la società sceglie un allenatore adatto alla propria visione (e anche alla propria dimensione), nel senso che se sei una provinciale cerchi uno che sia bravo a difendere e a ripartire in contropiede, se sei una "grande" cerchi qualcuno che sviluppi un gioco più offensivo. Se sei la Juventus, e hai capito come gira il mondo, compri top player ma giochi come una provinciale e alla fine vinci sempre. Ma la Real Casa è un'eccezione.

Qualunque sia la visione che hai, devi scegliere un allenatore nel quale credi, come persona e come metodo di gioco, e mettergli a disposizione il più possibile i giocatori che fanno per quel tipo di gioco.

Ma quante società lo fanno? Pochissime. Perché se sbaglia il presidente, se sbaglia il DS, se la società non ha polso e fa fare ai giocatori quello che gli pare, non può pagare il presidente perché la squadra è la sua, non paga quasi mai il DS perché fa un lavoro oscuro che raramente solleva la rabbia delle curve, non pagano i giocatori perché sono il capitale della società, per quanto lazzaroni siano. E allora, alla fine chi paga? Quando i risultati non arrivano e i tifosi s'inkaz zano di brutto, chi paga per tutti? Esatto, paga l'allenatore.

Quando la girandola la ripeti svariate volte nell'arco di pochi anni, del sistema "logico" non rimane più traccia e alla fine la squadra la fa il presidente (o il DS nel caso della Roma, del Milan e dell'Inter) e la fa come gli pare a lui, fregandosene dell'allenatore perché tanto le panchine sono porti di mare, con le navi che vanno e che vengono.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
52
Allora non è l'allenatore che fa per te, punto.
Che me rappresenta che compri il contrario dei giocatori che gli servono?

Così hai sbagliato dal principio e hai continuato a farlo imperterrito ad ogni mossa, con l'aggravante di riconfermarlo diverse volte, praticamente da masochista o incapace.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
51
Si ma quelli di DiFra sono stati cambi di modulo obbligati, tardivi e fatti controvoglia.

Ci sono due tipi di squadre: quelle nel quale l'allenatore ha prestigio o addirittura è il team manager (Sir Alex Ferguson) dove è l'allenatore che decide non solo il modulo e la formazione ma influisce anche sul mercato. E poi ci sono le altre, la grande maggioranza, dove l'allenatore è come le mutande, cioè si cambia spesso e serve più che altro a coprire le vergogna (di altri).

In queste squadre il mercato, cioè la squadra, la fa il presidente (nelle società a proprietà straniera il DS) perché dice che tanto gli allenatori cambiano spesso e quindi è meglio che sia la società a comporre la squadra. Secondo me è una stronxata ma così è, quindi bisogna prenderne atto. Per questo gli allenatori devono essere flessibili. Se la società gli mette a disposizione Pastore, inutile provare per 3 mesi di seguito a fargli fare la mezzala quando non ha il fisico nemmeno per fare il raccattapalle. Fattene una ragione subito e fa giocare la squadra con il trequartista fin dall'inizio.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
50
Integralista fino ad un certo punto visti i cambi di modulo, ma rimane un figlioccio di Zeman, la filosofia è quella.

Lo sanno pure i sassi, possibile che l'unico a non accorgersene sia il DS che dicono l'abbia scelto? Tra l'altro dopo averci lavorato assieme un anno. Un fenomeno questo!

Uno che a un allenatore del genere gli compra portieri scarsi nelle uscite, difensori lenti, centrocampisti statici che non verticalizzano e trequartisti.....
....è chiaro gli stia facendo i dispetti.

Poi lasciamo stare gli attaccanti, gli voleva vendere pure Dzeko!
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
49
Sì, però Gerry non bisogna dimenticare che spesso, nel calcio, 2+2 fa 5 ma può fare anche 3. Cioè, la qualità della truppa sembrerebbe alta ma poi vai a vedere e ti accorgi che Atalanta e Lazie hanno gli stessi punti nostri pur con una rosa nettamente inferiore.

Porto un esempio in termini estremi, ma tanto per capirci: metti di avere in attacco Messi, Neymar, Mbappè, CR7 e Salah, mentre in difesa schieri le peggio pippe della serie A. Risultato: valore della rosa 1 miliardo e mezzo, classifica: un disastro!

La nostra rosa non è male. Ma ha deficienze e lacune in settori nevralgici del campo, ha doppioni e ruoli scoperti, ruoli senza ricambio (vedi terzino sinistro), giocatori inutili (Pastore) e via dicendo. Un po' come dire che siamo andati al mercato, abbiamo comprato il salmone affumicato della Norvegia, le aragoste dei Caraibi e le vongole veraci, per poi cucinare...l'amatriciana!

Io, poi, sono d'accordo sul fatto che pure il cuoco lascia a desiderare. Di Francesco è un integralista che vorrebbe piegare i giocatori al suo modulo anziché adattare il modulo ai giocatori che ha, e da lì nasce la sua principale debolezza. Alla quale si aggiunge il fatto che non è un gran motivatore e non legge bene le partite, visto i cambi assurdi che fa spesso.

Come ciliegina, ci mettiamo la stampa. Anche oggi: "Diga giallorossa" (riferita a Lui) e "De Rossi e la favola infinita di Capitan Presente". Sembra Kim Jong-Un e la stampa della Corea del Nord che inneggia al "Caro Leader". Che avrà fatto mai questo Padre della Patria? E' tornato dopo un infortunio e ha giocato una partita piuttosto bene. Fine. Pure a Torino hanno scoperto che senza Chiellini beccano un sacco di gol, ma nessuno gli dedica questi titoli di sbrodolante saliva. E vabbè...

Sulle colpe della società e del DS, abbiamo già dato.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
48
Cari amici, sulle complicità della stampa romana non ho da dire, pure perché dovunque si cela(?) il tartufo adulatore interessato. Eppoi non vorrei rialimentare vecchie “questioni ambientali” che si rivelano, chissà perché, sempre più divisive che coesive fra noi Tifosi maggici. Tant’è che è stato per me impossibile chiarire bèn che per Ambiente Negativo io intendo soprattutto quella specifica micro-culla di fighetti che è Trigoria: essendo soprattutto lì che da anni&anni si costruiscono certi flop e certi tradimenti di campo e si celebrano in tivì allenamenti che invece sono davvero imbarazzanti, e che sono la visibile spiegazione di tante brutte figure fatte con ragazzotti di minor pregio che però diversamente dai nostri eroi corrono spesso come treni e li arrotano. Naturalmente posso sbagliare le mie valutazioni, ma a me pare che la qualità intrinseca della truppa arruolata da Monchi sia ancora migliore di altre in circolazione (la partita col Milàn ne è l’ennesima indiretta prova) e che la differencja la faccia “l’applicazione”. In questo NON vedo colpe di zio Pallo, il Gran businessaro Delegatore, anzi: perché i mille suoi delegati a Trigoria, pagati fior di quattrini per “accudire e istruire” la truppa, si fanno troooppo i capzi loro, e bisogna vedergli fare e tollerare figurelle di vera puzpù (come a Firenze) per risvegliarne un qualche residuo orgoglio (che significherà mai, sta parola qua?). Anche per questo ho trovato illeggibile l’articolo di Dotto sul Corsport che invitava a dare la Roma “dei Grandi” in mano al “carismatico” Ddr figlio, avendo in mano, il papà di Ddr, quella dei Primavera. A questo punto se in famiglia ci fosse pure una sorella, cosa aspettano a darle in mano la Roma femminile? E poi dicono che sono gli scozzesi quelli dei clan, e zio Pallo è un caìno perché a gennaio non ha speso un cent per rinforzarli, i pupi e il loro coach, dicendo: …parlàtene con altri, please... Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
47
De Rossi ha giocato bene, mi fa piacere, anche se secondo il priore ciò è avvenuto perché finalmente due mezzali gli hanno permesso di fare il Pirlo.

Restano in me, però, sbigottimento e tristezza, mentre molti compari di tifo esultano. La stampa sportiva romana glorifica a edicole unificate. Un senso generale di appagamento si stende sulla città, il solito salvatore della patria, il solito uomo del destino, e avanti così.
Stessa storia di Totti. Quando vedo che una squadra deve attaccarsi a un trentaseienne (e prima ancora a un quarantunenne) per tirare avanti, non provo nessuna felicità o esaltazione per il Francesco o il Daniele di turno, ma solo una grande pena per una squadra che si è ridotta a un reparto geriatrico ed è costretta a scongelare le salme di lusso per ottenere prestazioni decenti, perché avendo una volta trovato nel suo vivaio due campioni d'eccezione, non è mai stata capace di sostituirli alla loro naturale data di scadenza. Continuiamo a mangiare yogurt avariati perché non abbiano né la testa né la tasca (ma soprattutto la testa) per comprare quelli freschi.

Questa estate, mentre avevamo un disperato bisogno di un De Rossi giovane, Di Francesco e Monchi andavano in giro per l'Europa a cercare chi? L'ala destra che calcia col sinistro! E per quella erano disposti a sborsare 41 milioni. Ma andate a scopare il mare, come avrebbe detto Gianni Brera!

In quanto alla stampa sportiva romana, appecoronata e dedita sempre al culto della personalità, 2-3 giorni fa proclamava commossa: "Florenzi: la Roma aspetta che torni top-player". Un pompare continuo, un illuminare d'immenso delle povere mezze figure.

Florenzi un top player non lo fu né lo sarà mai, una volta era un buon tappabuchi, adesso neanche quello. Ma lui e la nonna vanno insieme a chiedere 4-5 milioni netti all'anno alla AS Roma, forti della stampa che li spalleggia, e ne strappano comunque scandalosamente 3. Mentre con Zaniolo (lui sì un campione in pieno divenire), Monchi storce la bocca per dargliele 1,2 l'anno, col rischio che se lo rapisca la Madama come al solito. Lo vedete che a ungere le ruote del giornalismo locale alla fine ci si guadagna sempre?
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
46
E c'hai ragione Jerry!

Ora tralasciamo un attimo il contorno, l'analisi che fai alla fine è il fulcro della nostra stagione.

Mi puoi dire che non si fidavano di Nainggolan, nemmeno di Strootman....e vabbè;
ma Coric, Cristante, Nzonzi e Pastore cosa c'entrano? Vada per il francese, nell'ottica del rincalzo a De Rossi ci può anche stare (certo 30 milioni+ingaggio bello alto però), ma gli altri? In ruoli dove ci vuole intensità e solidità non dico che dovevi prendermi Allan e Kantè, ma nemmeno le antitesi!

Tra Davids-Seedorf e gente presa a caso c'era tanta roba in mezzo, per esempio la Roma ai tempi aveva Tommasi e Di Francesco (ma guarda un po') che nella Roma di oggi sarebbero mille volte più utili di quelli che ha preso a suon di milioni.

Forse voleva fare il tiki taka Monchi? Con Cristante? Con Manolas? Con Florenzi? Con Under? Con Di Francesco in panchina che non l'ha mai fatto? Follia pura secondo me.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
45
Poio che una tormenta orribile, ma prevedibile, venuta di Toscana devastò l’eremo coprendo sotto 7(!)mt di neve il chiostro grando dove si joca a palla seppellendovi vivi il Priore senza l’avambraccio, la statua di Santeusebio, Martire ma non-Vergine, lapidato a pallate, e pure Frà Checco che forse stava lì per caso, sull’eremo calò un silenzio che non si sentiva da almeno 8 anni. Persino le news-Forùm con i loro sempre fantastici boatos sparirono un po’ perché, evidentemente, certe oscenità impongono a tutti un po’ di decenza. Unica nell’eremo, la cella di FràGGì lumeggiava ancòr nella notte, ma solo perché il suo ruolo d’addetto ai piccioni viaggiatori gli assegna una cella del 2^ piano, in alto. Lo raggiunsi calandomi con l’elicottero grazie in un filo di sole sorto dall’1-1 col Milàn: era ancora stravolto. …Tu capisci?., mi gridò subito, …nella più oscena bufera mericana NON uno disse qualcosa di serio. Infatti, tacevano tutti, aspettando in conferentzja la statua di Santeusebio. In compenso vidi un’articolessa sul Corsport che meritava una visita del Nucleo dei Nas del Ministero d’Igiene&Sanità e/o del Nucleo Anti-trust del Ministero degl’Interni&Economia riuniti: …Date la Roma a Daniele De Rossi.., scrisse lì un dotto articolista, con toni che non capivo se ci era o ci faceva: ….Nessuno è +carismatico di Ddr!, nessuno è +di casa a Trigoria!, nessuno è +rispettato nel suo pollatoio.., aggiunse, poio. Allora io mi dissi: …la situazione dev’essere davvero, come diceva quello, disperata ma non seria, e corsi a “pastonare” i piccioni, se no non viaggiano bèn... …Ma poio venne il Milàn.., ho detto io, …e un raggio di sole ti colpì il ciglio... …Già.., ha risposto, …ma quella partita è ancor rara nella recente vicenda maggica. Una cosa che se la fanno per un campionato intero, vinciamo noio. Ma NON la fanno. NON la ponno fa’… …Epperché?.., …Perché per farla Ddr s’è dovuto allenare 4 mesi, Dzeko s’è dovuto far cacciare e fangulare col Kolarov e il Manolo, Santeusebio ha dovuto scoprire dopo SEI mesi il Flo’ a sn, e le due ali e mezzeali hanno dovuto smazzare come MAI prima per far fare per una volta al DDr il Pirlo. Una cosa mai vista, e che, io temo, mai più si vedrà facile. Una cosa zemaniana che ti può andar bèn e può andar mal: infatti Laxalt ce lo stava mettendo lì… Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
44
Comunicazione d'Emergenza.
Da stanotte FràGGì si è barricato in cella e non risponde ai richiami amorevoli dei fraticelli preoccupati. Anch'io sono accorso e l'ho chiamato amorevole, senza ricevere risposta.
Dalla porta sbarrata della sua cella esce solo il fruscio di una tivì disintonizzata ma ancora accesa e una specie di litania che dice: ....Gesù, Gesù, Gesù!!, Gesù, Gesù. Gesù!!, Gesù. Gesù. Gesù!!, Gesù, Gesù, Gesù!!!... e così via... C'è qualche amigo di Forùm disposto a salire fin qui? C'è uno che può aiutarci a tirarlo fuori, magari portandosi appresso un trapano, una leva, un piede di porxo? Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
43
uscito x un attimo dalla cella ancor preda del suo gelo, FraGgì ha detto:...la Talanta può dirci la verità sulla vera religione di Santeusebio, finora indeciso fra un fideistico 4.3.3 assurdo (con un Ddr vecio dietro e un Pastore zoppo davanti) e un 4.2.3.1 sempre eretico (xché o frenato dal Ddr immobile, o scassato da palese penuria di filtro). Poi venne Zaniolo e gli parve il Messia che, di fatto, lo ha riportato alla casa del 4.3.3. Orbene, se Frà Nicolò è davvero il Messia noio vedremo un po' di quel joco che sempre gli chiedemmo, trepideremo, ma vinceremo spesso e arriveremo in CL. Se non lo è, avremo un po' di quel joco ma trepideremo solo, e per vincere ci vorrà spesso Frà KULone, come con uno Sdengo qualunque. Ma ora è ora, la palla a chi lavora... E ha richiuso la porta. Forza ROMa
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
42
Se mettiamo 4 attaccanti l'Atalanta ci sderena.
Faccio notare che ha preso 27 gol, solo uno in più di noi, ma è in testa alla classifica per gol fatti (44, tre in più della Juventus) il che la dice tutta sulla devastante potenza di fuoco dei bergamaschi.

Bisogna giocare coperti e servirebbero pure quattro difensori bravi, quelli che i nostri DS non comprano mai perché il budget è destinato tutto a punte e mezze punte.
Invece schieriamo a dx: Santon, uno che ti commette l'errore fatale in qualsiasi momento, Karsdorp, più bravo ad attaccare che a difendere, Florenzi che non se lo ricorda nemmeno più lui in cos'era bravo.
Al centro: Juan Jesus, il "gemello" di Santon per prestazioni tutto sommato dignitose ma nelle quale non manca mai la ciliegina (per gli avversari), Marcano oggetto misterioso, Fazio ex-comandante, Manolas unico difensore veloce e grintoso sull'avversario ma ormai con la valigia pronta.
A sx: Kolarov ormai alla frutta, Luca Pellegrini rimasto ancora all'antipasto.

Siccome Gasperini il suo mestiere lo sa fare, l'Atalanta non gioca solo di sfuriate improvvise o colpi di Zapata o del Papu, ma macina gioco come una mietitrebbia, per cui se non opponiamo un centrocampo tosto, che sappia coprire la difesa, andiamo sotto anche lì. In altre parole, Lorenzo Pellegrini richiamato nelle retrovie a dare manforte a Cristante e Nzonzi.

L'unica zona in cui forse l'Atalanta non è un gran che è la difesa, che come detto sopra è equivalente alla nostra (che non è certo un complimento). Quindi non ci resta che stringere le chiappe e sperare nel solito numero di Zaniolo o del Faraone. Su Dzeko ho smesso da un pezzo di sperarci. Farei giocare volentieri Schick al suo posto, ma Di Francesco si toglierebbe la cistifellea piuttosto che togliere Dzeko dal campo, per cui inutile farsi illusioni. Oggi aprendo Roma Forever ho visto il titolo "Calciomercato: Dzeko, Roma-Everton, la decisione ufficiale" stavo esultando, dicendo fra me "è fatta, l'abbiamo rifilato a qualcun altro!" e invece poi leggendo mi sono reso conto che era la solita bufala con titolo a effetto. Perché da noi, mettiamocelo in testa, sono solo quelli bravi che se ne vanno, gli altri restano.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
41
Ciao Gerry! Come spesso detto, la nostra rosa non è malaccio, anzi... occorrerebbe, probabilmente, un centrocampista più dinamico o più "rubapalloni"; ciò, in virtù del fatto che i 2 giocatori a ciò deputati, DDR e N'zonzi, ossia i 2 giocatori che dovevano dare fosforo, copertura e sagacia tattica, sono fermi ai box e, mi riferisco al francese, ha iniziato con molto aplomb e, proprio quando stava iniziando ad ingranare, è arrivata la sosta e pure l'infortunio...
vediamo, adesso, cosa faremo contro l'Atalanta, squadra ostica, Gaspariniana, che però, spesso, quando deve arrivare al "dunque", si perde... in tal senso, ben venga il poker di Zapata, che potrebbe anche decidere di riposarsi un pò, contro di noi...
sulla formazione, io opterei x un 4-3-1-2, con Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov in difesa, Pellegrini, N'zonzi e Cristante a centrocampo, Zaniolo 3/4ista e Dzeko-El Shaarawi come punte.
Formazione forte fisicamente, modulabile anche a "rombo" a centrocampo, con N'zonzi vertice basso e con i 3 centrocampisti a smistarsi i ruoli di mezz'ali e 3/4isti... (insomma, centrocampisti "universali") e con i 4 che potrebbero giocare anche in "linea" con 4-4-2 e con Dzeko chiamato a dare un colpo (se non va, in campo Schick, all'inizio del 2° tempo) e il Faraone confermato grazie alla buona prova contro il Toro, visto che è in fiducia.
In difesa, non resta che affidarsi ai "soliti noti": Karsdorp contro el Papu potrebbe essere un azzardo, e dunque Florenzi, visto anche il "passo" quasi uguale.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
40
Sabato, vedendo una serie di nefandezze da parte di Dzeko (una volta almeno aiutava la squadra a salire, adesso neanche più quello) e vedendo che si scaldava Schick, ho pensato: "Oh... bene, adesso che Schick ha iniziato finalmente a sbloccarsi, è giusto che sostituisca uno Dzeko spento e spaesato". Invece che ti fa Di Francesco? Richiama Kluivert e lascia in campo Dzeko.

Il Torino stava pareggiando una partita ampiamente già persa e solo grazie allo stupendo passaggio smarcante di Pellegrini la Roma è riescita a riacciuffare il vantaggio con ElSha, poi difeso fino alla fine con le solite palpitazioni di cuore. Purtroppo DiFra lo ha già detto e ripetuto in tutte le salse: per lui Dzeko è l'alfa e l'omega, il non plus ultra, quello che deve giocare sempre, per diritto divino, pure quando sbaglia i gol da un metro di distanza e pascola sul prato dell'Olimpico.

Gran maghi della panchina in giro non ne vedo, ma dire che Di Francesco sia bravo mi pare un eccesso di ottimismo. Forse la dote più grande di DiFra è di lasciare fare ai giocatori tutto quello che gli pare e alla società pure. In poche parole non dà fastidio a nessuno, fa da parafulmine, dove lo metti sta e non sporca il pavimento. Alla fin fine, a Trigoria conviene a tutti tenerselo. Non sia mai che al posto suo venisse uno che si mette in testa di farli lavorare davvero, i signorini, o battere i pugni sulla scrivania di Monchi e bloccare la cessione di questo o di quello! Ma quando mai...

In quanto a Karsdorp, viene da un infortunio lunghissimo, deve ancora inserirsi nella squadra ecc ecc. Ma anche sabato ha ribadito quello che si sapeva o si intuiva di lui: abbastanza bravo in avanti, abbastanza scarso in difesa. Nei primi 3 minuti di partita è stato saltato due volte dall'avversario come un birillo. Se avesse avuto davanti CR7 sarebbe stato l'affondamento del Titanic. E' un laterale adatto al 3-5-2, dove non è costretto a fare l'ultimo difensore. Ma con lui in una difesa a 4 si balla. Mah... speriamo che giocando migliori e chi diventi più concreto anche in fase difensiva. Che i frati del convento preghino per lui e un po' anche per noi peccatori.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
39
Ciao gerry, bentornato anche da parte mia.

secondo me la rosa di quest'anno può essere più forte nella somma della forza dei singoli giocatori, ma è peggio assortita rispetto allo scorso anno (troppi palleggiatori e poca tigna) e ha richiesto 6 mesi di rodaggio per un sacco di interpreti, 6 mesi che han permesso ad alcuni di esprimere meglio il loro potenziale, ma pagando punti in campionato in cambio. Perso De Rossi abbiamo perso l'unico filtro di centrocampo che avevamo, e non è stato pensato un ricambio all'altezza che garantisse o una schermatura pari a quella di DDR o che la sostituisse con grandi doti in regia.

Saluti e Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
38
Ciao Gerry, bentornato.

Il manico però è lo stesso dell'anno scorso, qualcos'altro dev'essersi rotto nel frattempo. Correggimi se sbaglio, ma a parere mio rispetto alla stagione passata rubiamo pochi palloni a centrocampo, dopotutto quello che davano in particolare De Rossi e Strootman è andato perduto e anche i giovincelli sulle fasce fin qui non hanno aiutato molto la squadra.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
37
Un manipolo + intrepido di Alpini ha alfin aperto un filo di sentiero a certi peellegrini devoti a San Nicolò verso il gelo dell'eremo rompendo il cerchio agghiacciante di quest'orrenda stagione di circo-calcio postmoderno. Così, una zampata di S.Nicolò ha fatto tremare la porta dell'eremo rubando FraGGì alla sua ibernazione di veçhio cuore maggico incapace di godere x spettacoli da circo. ...Aprite a S.Nicolò!.., gridavano quelli, ...è santo vero che può salvare il vs Eusebio da un martirio orribbbile... Allora FraGGì ha aperto e vedendosi offrire per ringraziamento una rosa rossa ha detto: ...fra noio, solo Frà Lupone da Salierno e noio abbiamo sempre detto che la rosa di quest'anno era migliore del Manico. Scarso anco ieri, sul 2-0: sembrava il fratello gemello dis Sdengo, sembrava... Ma è stato un match divertente, ha detto Sky... ...Per loro,sì.., ha detto lui, con un brivido, pensando al significato della parola Gestione fra certi santoni del 4-3-3.FOrza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
36
Diceva gerry: sono 8anni che vince solo l’Agnello… Si vede che è lui l’unico competente fra noio, compa’…

Ed è proprio così. Il Milan è capitato in mano a un cinese fasullo (drone telecomandato da Arcore), l'Inter a un cinese vero, ma che capisce solo di elettrodomestici. La Roma è in mano a uno speculatore di borsa che ha fatto i soldi seduto da solo davanti a uno schermo pieno di numeretti. Il Napoli è di un cineasta, uno di quelli che lanciano le attricette dopo averle fatto il provino. La lanzie è in mano a un caciottaro come è giusto che sia.
Basta, fine della serie A, il resto è solo contorno per arrivare al totale di 20 squadre.

Quindi sì, dei patron del calcio ce n'è solo uno pratico di come si gestisce un'azienda, un impero che sta lì da 119 anni. Che sa come assumere e come licenziare, chi assumere e chi licenziare e come far funzionare l'intera catena di montaggio affinché sforni vittorie a getto continuo. Se poi capita qualche inceppo negli ingranaggi, sa anche come chiamare la manutenzione e farsi dare l'aiutino a far ripartire il tutto.
Tutti gli altri vanno a cicoria.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
35
Stamattina, nel bosco, colazione ai mirtilli con FràGGì che a un certo punto dice: …Fratelli, vedete che caso strano: nel momento culminante d’un finale (forse) travolgente, nell’occasione più topica di tutte, con la Tifoseria incassata, assente o maledicente, Santeusebio sforna una Roma nuova e diversa: toglie uno dietro, alza i terzini per aiuto di centrocampo, affida a uno solo la luogotenenza, mette due interni a moto alternato e due attaccanti giovani&veloci che incrociano. Risultato?: vediamo i sorci verdi per colpa d’un insospettabile (Olsen) ma vediamo pure un po’ di movimento di vita e qualche gol costruito SERIO (2^ e 3^). Allora si può? Allora non fanno tutti scxifo? Allora è possibile assortire una compagnia con un senso comune? Certo, se fossero tutti campeones ci divertiremmo di più, vinceremmo di più, ma questi sono, EQQUINDI bisogna almeno ingegnarsi a metterli bene insieme. Sono mesi che lo diciamo, qui, nel bosco. Forse il Santo, solo dopo aver capito che volevano farlo fuori ha potuto fare la mossa della disperazione... …Sì.., ho detto io, …ma cosa pensi di quel che ha detto DOPO?... …Beh, m’ha colpito l’accenno al piglio diverso di Zaniolo, boy di talento e d’orgoglio, che forse non a caso NON è stato “educato” a Trigoria, di cui il Santo ha detto: “…lo avevo messo a Madrid e tutti a fare buuu...”. Ma, dico io, se tu sei convinto che uno è buono e ti serve, te ne devi fottere di quelli che fanno buuu. Ma tu te ne puoi foxtere davvero delle gerarchie, o devi metterlo all’ala, e aspettare che ti portino sull’ultimo gradino del patibolo? Poi dice: … Ho messo un altro a centrocampo perché non tenevano le loro mezzeali. Perché, a Cagliari, a Plzen, a Canicattì, le tenevi, le loro mezzeali? Vabbè, non c’è niente da fare, bisogna aspettare: il Santo deve crescere ancòr… …Sì, ma zio Pallo, il Monco, la loro incompetenza?… …Già, l’incompetenza mericana è granda. Epperò, qui ce ne devono essere taaanti altri, d’incompetenti, più che di indigenti e fancaxsisti, a quel che vedo: sono 8anni che vince solo l’Agnello… Si vede che è lui l’unico competente fra noio, compa’… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
34
Sarà ma secondo me è più probabile il contrario.

-In fondo ha chiesto una fonte di gioco a destra, che mi sembra un ruolo fondamentale in una squadra e non è stato accontentato.

-Ha chiesto un centrale difensivo e gli ha portato Moreno/Marcano/Bianda impresentabili per il campionato italiano.

-Non ha messo da parte Dzeko nel momento in cui cercava di venderglielo.

-Ha schierato titolare Strootman qualche giorno prima della cessione.

-Poi non credo che uno con l'intenzione di fare pressing alto non cerchi di farsi prendere un interditore che sia uno e per di più si faccia infarcire l'attacco di ragazzini tatticamente indisciplinati come Kluivert/Schick/Under, con l'ulteriore aggravante di un paio di trequartisti da schierare a centrocampo.

-Infine, è vero si è fatto prendere Defrel, ma con l'intenzione di averlo come vice Dzeko, salvo poi dover cambiare tutto per l'acquisto di Schick.

Per me è più probabile che Monchi abbia voluto fare il fenomeno come sua consuetudine a Siviglia e se ci pensi bene non ha forse costruito una rosa più adatta al campionato spagnolo che quello italiano? Per me è sfacciata la cosa! Dopotutto se uno è abituato ad agire in un certo modo è difficile che cambi di punto in bianco.

Poi che DiFra non sia stato capace di adattarsi sono completamente d'accordo.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
33
Caro Nord se è vero che la “politica economica” che sottende il Mercato la fa il Capo, e “il Mercato concreto” lo fa il Ds, non può essere vero che il Manico non c’entri niente con la Rosa che allena. Perché se è possibile che zio Pallo sia un businessman arrapato di plus e Monchi un mercante in fiera non è possibile che Difra sia il bello addormentato nel bosco di trigoria: è impossibile proprio per la DISTANZA che il “metodo Pallotta” ha creato fra la sua presunta stanza dei bottoni e il fronte operativo di guerra (sportiva). Che è il Campo (di gioco e d’allenamento): il quale è a Trigoria, dove mooolti sono i cervelli pagati da zio Pallo per pensare cose di ballòn. Peraltro, Difra qualche suo “pupillo” è riuscito a portarlo fra noio, con magri risultati (Pellegrini Lo per tutto l’anno scorso e Defrel). Ora –per me- la vera “colonna infame” di zio Pallo non è la vendita di Strotto e Nango (che altrove non è che fanno sfracelli) ma quella di ALISSON. Lì è stato evidente pure a me che sono un fexxo che allo ziomericano non gliene fotte niente di fare lo squadrone (se prima non porta a casa altri affarucci). Vabbene, si capisce: in Italia il campo è chiuso da anni dalla Giube e meglio è mostrare al resto del mondo la bontà della merce in vetrina. Questo, però, lo fanno tutti i capi meticci, non solo il Mericano, eqquindi mi fa ridere chi se la prende con lui come se fosse l’unico appestato. Ma veniamo al punto. C’è davvero in giro chi crede che Strotto e Nango se li sia venduti solo il Capo mentre tutti i suoi emeriti consiglieri trigoriani gridavano NO? Io credo invece che ognuno abbia continuato a fare quello che nelle famiglie disastrate da tempo di solito si fa: tu levi il quadro e io levo il chiodo, tu torni tardi la sera e io esco con la comare, tu fai finta di allenarti e io faccio finta di sceglierti. Ma la maggior colpa di Santeusebio è stata quella di NON essere capace né d’imporre il suo gioco a gente inadatta, né di trovarle un gioco adatto. Ci sono cose di Difra che mi fanno uscire di senno. Per esempio: a Plzen ri-gioca con 2soli a centrocampo dietro Under (che NON sa coprire) e i 3fighetti3. Poi mette Flo’ dx basso e lascia quei 2 abbandonati lì in mezzo. E i cechi corrono e li tagliano a fette facendo 2gol2 che neanche Sdengo... Ma si può? A Cagliari e a Plzen ho avuto l’impressione che qualche eroe lo abbia capito e boicottato. Ma io sono complottista e non-romano, ma se stasera vincono sputando il sangue ho ragione… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
32
Gerry, che Di Francesco abbia le sue colpe è evidente.

Però per rispondere alla domanda fondamentale che fai nelle ultime due righe.....

"COME sto casso di Santo vuole jocàr"?
Io credo che da marzo dello scorso campionato, nel bene e nel male la squadra avesse raggiunto una propria identità.....e se andiamo a vedere i risultati anche una certa quadratura, pur se in un periodo cruciale concomitante con le eliminatorie di CL.

Per come la vedo io è stato un peccato sfasciare tutto il centrocampo e ricominciare.
Bastava puntellare coi soldi di Alisson, investendoli in un costruttore di gioco a centrocampo o "sulla fascia destra" a scelta e prendendo un bel "difensore centrale" (virgolettati come voleva Eusebio già dall'estate dell'anno prima, ci sono le interviste durante la campagna acquisti a testimoniarlo).

Ciò non toglie che in questa situazione il mister non abbia saputo reinventarsi, c'ha provato ma in maniera sconclusionata, più a tentoni che con vera consapevolezza di ciò che faceva.
Resta però legittimo dubitare se fosse giusto ripartire da zero con una squadra che non aveva nulla a che fare col proprio allenatore o se fosse più costruttivo seguire il percorso già intrapreso, che pur nelle difficoltà di un primo anno d'assestamento, aveva comunque regalato momenti memorabili.

Poi magari sbaglio e DiFra ha veramente concordato 'sto mercato, per come si sono evolute le cose non credo ma non si sa mai.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
31
La notizia che un fantasma gira nel Forùm di Romapersemper ha raggiunto l’ex FràGGì e i fraticelli mentre celebravano riti orgiastici in certe foreste nere, anzi ricce, dalle parti di Ariccia. …Càspita.., ha detto lui alla notizia, …un fantasima al forùm è come un Pisano all’uscio. Chiamate subito fràGerryno da S.Martino senza la battaglia che fu grando esorcista: riuscì, pensate, a farsi Romanista a Salerno, cacciando da sé, in tempi duri assai per ogni religione che non fosse quella del cavalluccio ovvero del ciuccio, i demoni di un localismo così fero che odiava i Cavesi (che stanno a 5 km) più dei Napulitani (che stanno a 50)… Così Frà Gerryno ha interrotto un suo intimo colloquio di foresta nera, anzi riccia, dalle parti di Ariccia e ha detto: …amici, se qualcuno pensa che nel forùm passeggia un fantàsima che spiega la figurelle della Maggica di Santeusebio con la razziale(!), tendenza al pocofare del Senatus Populusque Romanorum, erra assaje. Il Tòpos e/o l’Etnos non c’entrano un casso con le figurelle di Santeusebio che joca coi jocatori datogli dal Priore senza l’avambraccio e dall’Abate grasso a palla com'io jocavo con le figurine dei jocatori panini ai tiempi belli: …questo cèlo.., questo non cèlo.., questo lo metto qui anche se quello lo metto lì… Epperò resta che a Roma i coach durano poco, l’espace d’un matin. Dev’esserci un motivo, certamente. Ma esso non è l’Ambiente, inteso come Popolo, Etnia, Cultura Urbana. Esso è “l’ambientino” che in tutti gli Ambienti antropizzati del mondo si può formare in questo/quello suo sotto/insieme. Trigoria, culla e talamo della Maggica, è un sottoinsieme. Cercatelo lì il fantàsima, qualcosa troverete… A questo punto si è sentita una voce di donna che implorava: …Gerryno dove sei? quando vieni?... …Scusate, devo andare.., ha detto lui. È la riccia che chiama da Ariccia, scusate, scusate… …E il Genoa non lo vedi?.., ha chiesto uno. …Ecchisenefotte.., ha detto lui, …infatti se lo sdereniamo avremo la prova che è questione d’impegno, non di scarsità. Se NON lo sdereniamo, continuerà solo sta tarantella: …è colpa di zio Pallo!.., no è colpa del Monco!.., no è colpa dei boys che sono pippe!... …Eccheppàlle… Invece, io che voglio bèn a Santeusebio (che fu uno di noio) alla fine, prima di convertirmi al politeismo orgiastico della foresta nera, anzi riccia, mi son detto: Gerryno, ma tu hai visto, per caso, finora, COME sto casso di Santo vuole jocàr?.. …No… E allora vieni dalla riccia sotto Ariccia… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
30
uno sperduto viandante ignaro della conversione di FràGgì al politeismo orgiastico ha bussato alla porta dell'eremo per un franco&aperto confronto maggico. ...Chebbuo'?.., gli ha detto feroce l'ex frate. ...Vulesse sapè che piense tu, mo','e Santeusebio... ...Penso che nun è colpa di un coach si i boys so' strunxi. Ma che è colpa sua si FANNO troppo spesso i strunxi e isso nun lo prevede maie... ...Già, emmo'?... ...Emmo', per me, pure se è innocente è reo. è nu fatto simbolico, cumpà: mò bisogna colpirne uno per educarne ciento. Chello c'hanno fatto jeri nun è na cosa tattica, 'e pallone... è na cosa da strunzilli saputi viziati cucculati c'a capa per spàrtere 'e recchie. Gente che a Turino o a Napule, dopo 2/3 volte, l'atterrano tutt'nsieme nel cerchio del centrocampo. Perciò, Pallo', se la pensi come me comincia da Santeusebio, sent'ammè...
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
29
vista l'ultima puxtanata della Roma a Cagliari FràGGì ha sfondato con un pugno il tivì, 140", comprato con le offerte degli orfanelli e ha sbattuto fuori dalle celle i fraticelli, al freddo e al gelo, sbarrando il portone dell'eremo. Poio si è convertito al politeismo orgiastico e sono già alcune ore che non parla, ma guarda fissa fissa -tenendola stetta stretta in mano-la Sacrosanta Regola di Frà Gerryno da S.Martino senza la battaglia, aperta esattamente alla pagina in cui quel sant'uomo avvertiva Frà Piedo: ..ma noio, tel priego, non c'incassiamo più: non ne vale il/la pèn... E così sia.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
28
letta la formaprobabile di forever FràGGì si è chiuso in chiesa a pregare per Santeusebio. ...Gesù, protegggilo tu, perché io non lo vedo bèn. Se perde stasera per me è praticamente perduto e lo puoi aiutare solo Tu, ma se perde jocando ancora con Flò terzino, 2 soli mediani e davanti quei 3 boys presuntuosi lascialo perdere: se lo è già preso satana. Allora una voce misteriosa ha detto: ...ma Flò non doveva jocare alto, alla Domingo, per dare una màn in mezzo?... Eccèrto..,ha detto FràGGì: ...io so che lo avrebbe dovuto far jocare lì da mesi&mesi ma con Dzeko-centravanti-boa e un boy a sn, non con Schick-soubrettina bona. A quel punto preferivo far sfilare la sorella: almeno lo distraeva, l'avversario, soprattutto se davvero macho.. Allora lo proteggo, sì o no?.., ha detto la voce. ...Vedi Tu, fa' Tu, noio qui siamo rassegnati, e ci dispiace solo che pure un Santeusebio ci ha fatto atei... Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
27
Sono ormai diversi anni che è in voga il gioco “dell’indovinalo tu” nel quale si vincono ricchi premi se si indovinano le reali motivazioni e strategie di Pallotta. Finora nessuno ha vinto. I concorrenti lo hanno descritto in tutti i modi, da bieco capitalista guerrafondaio americano fino a splendido uomo d’affari del XXI secoloe s . Io me, modestamente, credo che il compito dei concorrenti sia impossibile inquantosia che non non lo sa ello stesso quali sarebbero le sue motivazione & strategia.
Nel frattempo però ho capito che la squadra è orfana di Nango e di Strotto.
Non perché fossero due sol dell’avvenire da lasciar splendere in eterno sui cieli di Roma.
Con la pecunia incasssta dalle loro cessioni si poteva e si doveva sostituirli degnamente.
Ma non lo si fece e adesso mi accorgo che la difesa della Roma, tolto Manolas, è fra le peggiori della serie A, potendo vantare a sinistra un rudere che cammina (con un piede solo), al centro uno stopper svelto come un semaforo (Fazio) e un caso umano che solo Sabatini poteva pagare 10 milioni all’Inter e dargli il doppio dello stipendio che guadagnava Manolas (parlo ovviamente di JJ), e infine a destra un adattato che spesso più spesso bisognerebbe definire un disadattato. Ma ci pensavano Nango e Strotto a coprire le pudenda di una difesa indegna, oltre al sempiterno stopper di scorta DDR.
Costruivano poco ma almeno coprivano. Adesso la difesa è li nuda, sedotta e abbandonata .
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
26
Dopo lunga meditazione in cella, Frà Girolamo è uscito e ha detto ai confratelli parole di pace inframezzandole al modo suo al versetto: …Siate puri come colombe e astuti come serpenti (Matteo 10,16)… Poio ha aggiunto: …fratelli, vi vedo preoccupati per me. Ma io vi dico: non ti preoccùpe per chi non si preoccùpa, e aiutalo a rispondete a Frà Piedo con la limpidezza d’animo che a tutti noio donano questi cieli d’Abruzzo sotto cui siamo. L’Abate grasso a Palla NON è un presidente antiquo di ballòn, come altri che avemmo a capo della Maggica. È un businessman figlio di zoccuòla chiamato a Roma da una Banca (che non è un’opera pia...) che smaniava di togliersi dai *****i una patàna così bollente che neppure Aspasia ai tempi belli. Dunque lo chiama per affarucci a Roma. Lui che non capiva un casso di ballòn, comprò tutto e di tutto, e pure i debiti che quella avea fatto con questo/quello, iniziando dai contratti miliunari di DDr, Borriello e chissachì e dalle vendite al gratìs di Pizzaro ecc, ma pure certi strani impegni presi dai Sensi per il dopolavoro di Totti (probabilmente?, crediti ancora da lui inesatti ma da esigere –poio- in qualche modo). Scansò solo la richiesta di chi, core de Roma, tentò di vendergli pure l’inno, a quel barbaro. Il quale, salito a bordo della nave iniziò la navigazione pensando che i mari nostri fossero come i laghi mericani. Ma non lo erano e prese due flop tecnico-economici: LE e Sdengo+Andreazzoli. Poio gli diedero Garcia a mettere chiese al centro di Trigoria ma fu sgamato e alfin la sua Lupa sbracò, perdendole tutte: …perché, dissero i bravi complici massmediatici, se la Giube è troppo cattiva i ragazzi si deludono. Allora, L’Abate grasso, a palla, che li aveva già visti perdere ignobilmente con Marc’aurelio la finale CI con la Lazie capì che doveva cambiare metodo. E trionfò il business: se questi sono abituati così, io faccio così: cerco boys rivalutabili, me li vendo annoxanno e faccio gli sghei purché arrivo quarto. Intanto, lo stadio affondava nelle paludi non solo di Tordivalle... Da tutto ciò emerge, che è un businessman figlio di zoccuòla, ma chi può dargli torto?... Dopo, fràGGì ha detto amen e s’è rintanato in cella a vedere nel maxi-tivì “Tale e quale show” che è più vero di Santeusebio e dei presunti eroi della Maggica. Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
25
Ho avuto un grave lutto in famiglia, ma scrivere qui un po' mi distrae dal dolore. La questione che pone Luigi è la stessa che mi sto chiedendo anch'io da svariati anni. Onestamente, una risposta non l'ho ancora trovata. Cioè, visto che Pallotta ha sbagliato quasi tutto finora, ridotto ai minimi termini il quesito è: ci è o ci fa?

Cioè, è solo uno che è partito per fare una speculazione-stadio, ad alto rischio ma anche ad alto rendimento (per com'era il progetto inizialmente), come del resto nello stile di un gestore di hedge-funds, oppure c'è qualche altro disegno che noi non sappiamo?

Io propendo per il fatto che sia andato dritto come un treno sulla scintillante operazione-stadio che Unicredit gli ha prospettato. E probabilmente sarebbe andato tutto bene se Marino non fosse stato fatto fuori dai suoi stessi compagni di partito, prima, e il PD dagli elettori romani, poi.

Secondo me si fida ciecamente di Baldini, forse anche perché è l'unico con cui può dialogare fluentemente in inglese. Può essere che gli abbia detto: "Io di calcio non ne so una mazza. Mi occupo dello stadio, tu occupati della squadra". Baldini ha nominato Sabatini come DS e scelto Luis Enrique e i suoi successori.

Io non credo che Pallotta sia così stupido da non sapere (è profano di calcio, ma non di sport) che vendendo sempre i migliori non si va da nessuna parte. Il fatto è che se i soldi delle campagne acquisti li spendono male e se non riesce a tenere sotto controllo i costi, l'ultima ratio per non fallire è vendersi l'argenteria. Molti pensano che sia un gran furbata dell'americano, ma secondo me è solo una strategia da disperati.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
24
Anche Pjanic e Salah se ne volevano andare a tutti i costi. Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Nainggolan e Strootman, invece, sarebbero anche rimasti.

Però ricordiamoci sempre una cosa, queste sono finte vergini.
Se un giocatore vuole rimanere in una squadra, oggi basta che lo dica e nessuno lo può vendere per forza. Ricordiamoci i casi di Dzeko e Manolas.

Quindi quelli che piangono dicendo "mi hanno venduto", facendo leva sul cuore tenero dei tifosi, sono degli ipocriti. Se volevano davvero restare alla Roma, non avevano che da dire un semplice "no" alla proposta di cessione. Amen.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
23
Sapete la cosa che mi fa più ridere di questa situazione e sentire persone della società che parlano di acquisti fatti per il futuro, non posso fare a meno di chiedermi di quale futuro parlino forse il futuro economico non certo il futuro della squadra perchè se i giovani dovessero esplodere (speriamo) sicuramente verrebbero venduti al miglior offerente e ogni anno si riparlerebbe delle stesse storie.Altra considerazione Milan e Inter se ne infischiano del fair play finanziario noi invece vendiamo tutta la squadra mi sa tanto che il fair play è una scusa anche perchè ci sta la vendita di Allison, che voleva andare via, ma tutto il resto no.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
22
Caro Roberto+ Frà FaLconio ovviamente non è l'amico tuo, perché se no, qui, bannano pure l'eremo per confusione di nick. Anche perché è lui, Falconio, che dice che Schick è un fulmine di guerra e FràFreddino una pippa, mentre tu, come altri di noio, ci limitiamo a capire se -jocando- lo Sciccoso non sia una bufala ceca rifilataci dal Viperetta. La posizione mia e dei fraticelli però è nota: Scick NON è la riserva di Dzeko perché i due jocano juochi diversi e la Roma con loro dovrebbe fare due jochi diversi. Cosa possibile se almeno ne avesse uno. MA Santeusebio NON glielo ha MAI dato, un joco intellegibile, alla Magica, e a questo punto pur essendo -per noio fraticelli- secondario appurare se i capi non gli hanno dato gli uomini adatti o se lui non ha saputo pretenderli, pensiamo che nei suoi turnover fa cassate incredibili che si spiegano solo col fatto che o negli allenamenti i boys lo fanno fexxo o lui non solo "non sa leggere le partite" ma neppure gli allenamenti. Lo provano certe dichiarazioni fatte PRIMA dei matches puntualmente finiti in mostruosissimi flop di fighetti lenti svogliati e male assortiti. Insomma Difra senza l'ombrello dei migliori si bagna come un pulcino anche con le ultime. Non va bèn. Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
21
Naturalmente, la mia risposta precedente vale solo se per Fra Falconio si intenda il vecchio forumista Falcon, mio intimo amico. Se invece FraGerryno intendeva Falcao100se, allora non sacce e non conosco la persona.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
20
Ho appena parlato con FraFalconio, il quale mi ha detto che qui lo si fraintende, in quanto mai egli disse che lo sciccoso è meglio del pennellone, disse solo che meriterebbe di essere provato in una serie di partite, nelle quali i compagni si ricordassero di passargli palla come fanno col titolare. Sempre secondo FraFalconio, se li si dovesse giudicare dalle prestazioni viste finora, sono uno più peccatore dell'altro.

Visto che c'eravamo, FraFalconio mi ha anche detto che il calcio è come il coro gregoriano, fatto di tante voci diverse che devono cantare tutte insieme seguendo lo stesso spartito, e qui invece di gente che stona ce n'è parecchia. Durante la messa, le orecchie dei fedeli rimangono urtate e il gregge comincia a perdere la fede.

Ma, disse FraFalconio, citando un altro confratello, Don Abbondio, "il coraggio se non ce l'hai non te lo puoi dare". E così, il dribbling se non ce l'hai non te lo puoi dare e l'avversario non lo salti. E se sai che non lo salterai, non ti rimane che l'ignavia di Don Abbondio, che si materializza nel passaggio indietro. Così alla fine della partita il tabellone dice: "Roma, possesso palla 70%, occasioni poche, gol zero".

Quando l'avversario ti lascia spazi, allora lì conta più correre che dribblare e così qualche opera di bene riusciamo a compierla. Ma quando gli spazi si chiudono e i fraticelli in casacca giallorossa devono contare solo sulla propria classe, si arrendono. E allora? Allora la penitenza più dura va assegnata a chi ha messo insieme l'eremo, scegliendo solo fraticelli di scarsa santità, o rotti, o sconosciuti, o pluri-bocciati da altri conventi. Ma pagandoli sempre tanto di acquisto e di stipendi. Ora pro nobis.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
19
Ma infatti bisognava prendere un bel regista da far giocare con Ninja-Strootman di base e iniziare a responsabilizzare maggiormente Pellegrini, non rifare tutto da zero per trovarci sempre e comunque al punto di partenza.

Dai Gerry, sono convinto che anche tu la pensassi allo stesso modo, secondo Monchi invece era il contrario ed è impossibile dopo aver speso tutti quei soldi sul centrocampo che non ci sia uno che sappia fare un lancio o quantomeno uno capace di portare un po' palla.....ha comprato tutta gente da squadra spagnola che evidentemente secondo lui avrebbero dovuto fare il tikitaka.

E non scordiamoci che stava vendendo pure Dzeko e Manolas, diciamo che ha tutta una sua maniera di vedere il calcio.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
18
Dopo l'ennesima schifessa Frà Girolamo ha detto dall'altare:"... nuntio vobis nullum gaudium: Santeusebio NON è un santo. è un poverocristo bravuomo con due limiti certi:1) in dojo anni non ha dato alla Maggica NESSUN JOCO, ma nessuno lo dice perché è più facile dire che la colpa è dell'Abate grasso, a palla, e del Priore senza l'avambraccio che hanno venduto Nango e Strotto, due noti creatori di joco; 2) fa turnover a casso, a overdose, e forse gli allenamenti durante le soste non li segue bèn. Io non so come e/o dove Satana colpisca ma ho visto che dopo le soste c'è stato Chievo Spal e Udine. Qui ho visto solo 2 jocare, forse, a ballòn: Elsha e Pellegrini. Il resto faceva piangere e Kluivert chiunque l'avrebbe buttato fuori al 30" del 1t. Sullo Sciccoso mi taccio: solo FràFalconio può pensare che sia meglio di FràFreddino... Invece QUESTA ROMA SENZA JOCO non può fare a meno di Dzeko davanti e di Manolas dietro... Ed ora orate, o fratres, chè mò potrebbero essere cassi: hanno tutti certe facce e Santeusebio s'incassa con tutti salvo che con sè stesso.. Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
17
Condivido con Fra Gerryno da San Martino il gaudio magnum.
Finalmente s'è visto un po' di gioco.
Semplicemente perfetto Nzonzi, il watusso della savana che non ha perso un pallone che fosse uno (e ne ha toccati tanti) smistandoli sempre con intelligenza.

Kluivert, per cui avevo previsto faville questa estate, sta finalmente mettendosi in testa che l'unica dote che gli manca è l'umiltà (un po' come Luca Pellegrini). Capito quello, si tratta di due gioielli puri. Peccato che Kluivert sia di passaggio. Raiola ha già disegnato la sua carriera passo per passo e del resto lo dice pure il ragazzo, che non vede l'ora di approdare al Barcellona, sua meta finale. La Roma è solo una rampa di lancio. Per cui, quando se ne andrà (fra 2 anni) non urlate alla dea plusvalenza. Era già tutto previsto. Stesso dicasi per Lu.Pellegrini, anch'egli rampollo di Raiola. Ma finché ce li abbiamo, cerchiamo di usarli bene.

Schick deve continuare a scendere in campo dal primo minuto. Ieri ha fatto cose inguardabili ma anche un gol da rapinatore d'area. Qual è il vero Schick? Solo facendolo giocare potremo scoprirlo. Ma se Monchi non vende Dzeko costringendo così DiFra a schierare il ceco, non lo sapremo mai.

Voglio spendere una parola buona anche per Juan Jesus, che a Milano era diventato un caso umano, non andava nemmeno più in panchina. Non è che sia diventato un grande difensore, per carità, però è migliorato molto, si applica e alla fine la pagnotta se la guadagna. A volte apprezzo più i brutti anatroccoli che a forza di sacrifici raggiungono la normalità, piuttosto che i geni predestinati che fanno un mutuo con la fortuna dando il genio come garanzia e poi si accorgono che non riescono a ripagarlo.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
16
Per festeggiare il poker di Sampa, Pà Decano ha ordinato a Frà Gongolo, cuoco, un menu speciàl di schiaffoni al ragout di castrato, spezzatino-gulash ardente di peperoncìn, 6 giri di pezzentella cadatesta e frittatona depurante alle erbe di montagna (che il gusto ci guadagna) con, naturalmente, vino della casa a gò-gò. Nella terrena cena eremitica c’è stato però pure un momento di vero afflato ultraterreno: è stato quando dalla tavola s’è levato un canto para-gregoriano a portare nei cieli di Cecoslovacchia (che sono sopra la Repubblica Ceca e pure la Slovacca) uno speciale inno x Frà Sciccoso, che finalmente l’ha menata dentro. …L’Abate grasso, a Palla, sarà felice.., ha detto Pà Decano ai fraticelli, …perché gli stava già venendo un coccolone: 40 miliùni gli è costato quello! O gli costerà, chissà... Gaudeamus igitur, fratres, et orate… …Non sapevo che ci fosse pure una portata di pesce.., ha detto un fraticel dal viso sciocco per il troppo priego, ma è stato subito zittito da FràGGì, che ha detto: …impara il latino, filio. E leva il calice con me alla salute di Santeusebio, che pare quello di Cesarea ma forse non è ancora luje. Ché, per diventarlo gli serve tempo e un altro po’ di coraggio: sappi, infatti, che taluni sant'uomini sono uomini di Fe' ma troppo buoni&servizievoli oppure un po’ (tes)tardi nella Fe’ e hanno bisogno di tempo per governarla bèn. Questo sant’uomo c’ha messo 4 mesi per capire che la prima Regola nostra è che la Vera Fe’ è quella che si rafforza solo se ne fa nascere di nuova, e non si fa mai imprigionare nel culto di vecchi idoli&profeti! Ma noio, che pure abbiamo vecchia e sicura Fede di Lupa e ci abbeveriamo alle fonti teoballistiche di Frà Gerryno da S.Martino senza la Battaglia, lo aspetteremo ancòr. Gli manca poco, alla santità perfetta. Per esempio, gli manca solo di capire che abbiamo un Santon meritevole di lumini più accesi xché Flo’ può essere in certe partite il nostro nuovo Domingo ma mai il nostro Maldini; che Ddr è più utile in panca, dove il ballòn sa leggerlo meglio di quanto ormai possa scriverlo; che Dzeko e Schick NON sono beatificabili insieme senza un’Illuminazione vera sua (di Santeusebio); che Zonzì va a zonzo solo se ce lo porta Ddr; che la rosa è più profumata di quel che credono tanti, ma va innaffiata con sapienza di mente e nettezza di cuòr. Ma ora diciamo la prece, fratelli… E ha cominciato così: …prega con noio, o Prio’ senza l’avambraccio, e non t’indurre più in tentaziòn di Viperetta… Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
15
Le malepiogge passate hanno alluvionato pure le valli sotto l’eremo, rendendole impraticabili. Così l’eremo è rimasto isolato e se non fosse stato che Frà Flo' aveva già detto una parola buona da Firenze e Frà Egizio da Nàpule, sarebbe stato più che un lago un pianto. In aggiunta, vista la mala stagione, pure i piccioni rifiutarono di levarsi in volo verso il Forùm con bei rotolini-dispacci alla zampa, xché nei tempi brutti -mentre i lupi più facilmente sbandano e vanno a zonzì cercando il joco di Santeusebio- le aquile volano più alte. Così sull’eremo è calato un grande silenzio, rotto ogni tanto da qualche sussulto davanti al tivì grando, 150”, comprato sempre coi soldi degli orfanelli nella speranza che vedendolo grando il non-joco paia più joco. È stato a Mosca, però, che qualcosa di nuovo è volato per l’aere: dopo TRE mesi Santeusebio ha capito che la Maggica migliore non può che essere questa: 1 portiere, 4 in difesa con 2 terzini veri, centrocampo a 3 con “aiutino” (stavolta di Flo’ esterno-dx più alto) 2 attaccanti (di cui uno è semper Frà Freddino, superstar di ballòn che fa per caso il bomber: la quala, è da prendere o lasciare così com’è, perché quella è: più brava a impegnare in amplessi hard i centrali altrui per darla (la palla) calda e di fianco al compagno più caxzuto, che a sbatterla in porta. Stando così le cose FròGGì e FràGGè, riuniti in collegio ma con separate parcelle, hanno vergato il seguente messaggio per Frà Iulio e Frà Nordino, preoccupati pei frati, ringraziando per l’affettuosa premura. Il messaggio dice: …non ti preoccùpe, fratello carissimo, noio stiamo bèn anche se piove a zuffunno. Circa la Maggica la cosa è ormai chiara: 1 portiere, 4 in difesa con 2 terzini veri, 3 a centrocampo con aiutino più facile se lateràl (chi ricorda il Domingo?) visto che Frà Freddino davanti DEVE fare il “regista offensivo” (che OGNI TANTO è casso che segna pure) con uno, a sn!, a pungere, fra Under e Kluivert, o chissà. Come vedi, non è un 4-3-3. Su FràFreddino abbiamo già detto e Frà Falcone si plachi: in questo momento quel mezzo pippo può essere tolto proficuamente SOLO se al suo posto ci piazzi il BUON Pastore (quando lo diventerà…) con davanti lo Sciccoso e un altro boy-puntero a svariare per l’arco. Lo farà Santeusebio per 4/5 partite? Chissà. L’uomo è (tes)tardo o forse è solo ostaggio delle necessità di businissi dell’Abate grasso a palla, che guarda a un ADL più che a un Pozzo e vuole la botte piena e la moglie ubriaca… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
14
Dopo la partita col Nàpule, Frà Girolamo si è chiuso in profonda, muta, meditazione, oscura e fonda come una catalessi, e a nulla è valso dargli scossoni risveglianti o rivolgergli continuate domande perché dicesse le sue impressioni su quello che una volta fu il “Derby del Sud”. Solo dopo che sono andato nella mia cella a prendergli, per regalargliela, una rara bottiglia di cent’erbe, roba preziosa, da collezionisti veri, ha mostrato un qualche interesse, e ha detto: …Come passa il tempo, FràGGè. Sembra ieri e invece sono passati cinquanta/sessant’anni! Infatti, è dai tempi di Paròn Nereo Rocco che non vedevo un catenaccio così gagliardo. Dalla sua prima cavia Salernitana, dal suo mitico Padova, che non vedevo una cosa così. Una cosa in cui la sorte sceglie te per donare il vantaggio che permetterà di difendere con la spada il solco tracciato da una zappata di kulo faraonico. Nel 2t tempo, poio, ho visto cose che non vedevo da anni&anni; cose che voi umani, più giovani del Forùm, neppure sapete che esistono, perché mai le vedeste. Palle buttate a casso in avante o in fallo lateràl, come ai nostri vecchi tempi d’oratorio salesiano; mucchi di diecine di lupacchiotti che intasavano i campi in cui sfer-ragliavano scalcianti ciucci napulitani mai così inciuchiti, così incapaci di sfruttare mezze dozzine di occasioni da gols. A un certo punto m’è apparso Santeusebio negli abiti gessati del Mago Herrera, che, furioso, gridava ai suoi …tàka la bàla, casso…, ma non era sincero. Infatti lo diceva per dìr, poiché Santeusebio è ormai il primo a sapere che un jocadòr maggico per takàre la bàla bèn deve sapere a chi darla, per quale scopo darla, con qual modulo di joco jocarla, e lui NON gliel’ha ancora insegnato. Perciò ha vissuto di rendite strologhe (Nango, Elsha, Strotto) per affidarsi poio al Sacro Kulo Taumaturgico e ai quei 2 o 3 sopravvissuti “teologi e/o intellettuali” (Ddr, Dzeko) che hanno ancora un’idea di joco, ma se ce l’hanno, ce l’hanno per conto loro... Vabbè.., ho detto io, …ma l’orizzonte avante, comme lo vedi?... Ma lui già non ascoltava più, e, con gli occhi dell’invasato, mi gridava: …miràkulo, miràkulo, solo in hoc signo vinces, uè cèss… Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
13
Letta la formazione della Maggica col centrocampo light FraGgì ha detto: il Napule gli oppone Callejon Allan Hamsik e Ruiz. Gesù... ,,,Guarda che Jesus gioca per noi.., ho detto io. ...Sì, ma non è quello che dico io... Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
12
Nella parte di predica dedicata al ballòn FràGGì ha detto: …Fratelli carissimi, 7anni fa, con LE, Ddr arrivò tardi alla riunione tecnica pre-partita e l’Hombre Vertical lo sbattè fuori, ma molti dissero …embè? Questo punisce un big per 1 minutìn? Minuzia, è… Invece, fu lì che LE capì che era meglio cambiar aria e a giugno si dimise (verticalmente!: ché niùn più lo fe’ coi soldi mericani…). 1anno dopo Sdengo IMPRUDENTEMENTE disse che a Trigoria c’erano quelli che invece d’allenarsi pensavano solo ai caxsi sua, e finì, lui!, sbattuto fuori. 2anni dopo il Sergente Garcia, sceso da Franza a metter chiese nei centri dei villaggi e allenare la Roma (non la Chiuppese!!!), preso atto che non riusciva a cambiare la musica d’una squadra che appariva logora benché non sudasse mai, pensò bèn di fidanzarsi qui, mentre lo Zarro, venuto aprés lui, ma + furbino&strologo di lui, preferì caniàre con Totti e il suo entourage per essere davvero certo di andarsene. Oggi, Santeusebio dice cose che ci riportano a LE e il cerchio si chiude. Anzi no, non si chiude, perché non s’è mai aperto... Ma allora, perché, voio, vi sorprendiete ancòr che fanno 2 punti con Spalla Bologna Chievo e Talanta e, poio, ne fanno 5 gols al Victoria e 3 al CSKA? È questa “circolarità viziata”, fratelli, che andrebbe approfondita; e se qui ci fosse un più stanziale Padròn l’approfondirebbe luio. Invece, i mericani lontani “delegano”, noio siamo dove il “non mi compete” è il 1^cummandamento e il “chi m’o fa fa'” è il segundo, e non c’è mai nessuno che approfondisce. Epperché, dite? Perché così qui ognuno continua a fare i cassi sua e il Padròn può venderseli quando vuole senza mai reazioni di Piazza. Esempio: se il Nango beve&bestemmia impunemente, perché mai il Tifoso dovrebbe agitarsi se zio Pallo lo vende? O se Strotto intriga col Sergente per andarsene? E tuttavia, la barca potrebbe continuare a stare sulle onde alte-CL se il Nostromo sapesse gubernarla bèn. Ma Santeusebio non è santodimare e la guberna a capodicasso, con turnover assurdi che non fanno né Frà Carlo a Napule, né Frà Allegro a Turìn: i quali ne turnano solo 1-2 per volta, mentre lui se deve sostituire Kolarov sfascia l’intera difesa e passa da Santon-Manolas-Fazio-Kolarov a Flo’-Marcano-Fazio-Pellegrino jr, dietro Zonzì-Cristante-Pellegrino sn, naturalmente, tanto è la Spalla... Ma così il caro Fra Manuello da Parìs si riconvince che DDr è sempre il max per noio… Emmo’ andate in pax, che so’ cose ’e paxx… Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
11
Tra l'altro giusto per precisare, ovviamente l'allenatore sa cose che noi non sappiamo e su questo non ci piove, però anche le dichiarazioni di stasera riferite alla Spal:"non si può preparare una partita due ore prime".....ce l'aveva con la difesa. Boh?!?!?
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
10
Ciao Gerry, concordo sul fatto che il Difra attui dei turnover da kamikaze, poi che ci capisca di calcio non lo metto in dubbio.

Sta cosa però fa riflettere, vada per Manolas/Kolarov risparmiati per Coppa/Napoli, ma senza questi due e senza De Rossi che tutto gli si può dire tranne che non dia una bella mano dietro, mettere quella difesa lì lascia a bocca aperta.

Può anche essere che sia stato obbligato come dice Iulius, ma Santon visto stasera era in forma....poi, ma Juan Jesus che fine ha fatto? Sarà sicuramente uno dei giocatori più bersagliati della nostra rosa ma rimane un discreto difensore, Marcano in confronto è una pippa allucinante, almeno per come la vedo io.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
9
E' dalla rotta di Spalla che Frà Girolamo non dà più notizie di sé. Epperò c'è da dire che nella ferale circostanza fu fortunato: la sorte volle che sabato gli si rompesse pure la caldaia della cella e all'ora della rotta era con l'idraulico amico samaritano e soccorritòr. Dunque NON VIDE la Spalla, e soprattutto l'infame, dicono, 2t nostro. E da allora nessuno sa dov'è. Qualcuno dice d'averlo visto salire a una grotta più nuda&fredda, sulla montagna alta, ancor più romita dell'eremo, per espiàre. Un pastore errante per l'Abruzzo però dice di averlo visto stamane che rodeva cipolle selvatiche, e gli ha chiesto chi fosse, dove andasse, cosa cercasse lì. Espìo.., ha detto FràGGì, ...espìo la mia colpa e l'altrui. Ma quelle di Santeusebio non ci riesco proprio. Fa solo *****ate, quell'uomo poco santo. Ora, io, bada, non gli rimprovero il trattamento troppo mite che riserva a dei presuntuosi caìni che quando li vedo a Roma Channel che fanno finta di allenarsi li porterei in Siberia. No, io gli rimprovero che non capisce un casso di ballòn. Perché non capisce un casso di ballòn uno che non dà un joco alla sua squadra in due ani, o mette in campo formazioni di pellegrini (ogni allusione è casual...) assortiti ogni volta MALE. In questo modo il turnover che fa lo fa con gente non solo più scarsa ma anche peggio assortita dei titolari. Esempio: con la Spalla ha Kolarov indisponibile e deve schierare il Pellegrino Giovane, evvabbè. Ma dove sta scritto che deve pure sfasciare la difesa immettendovi Marcano e Flo'?... ...Frà Iulio dice che era costretto dal bisogno.., ha detto il pastore abruzzese. ...Frà Iulio si confonde.., ha risposto FràGGì, con la Spalla erano convocati e disponibili sia il Santon(e) convertito alla vera Fe' che il Manolas e pure il Pastore, che ora è di nuovo rotto ma allora era buono. Ma Sant'eusebio, niente, è di coccio abruzzese, e l'ha assortita ancora una volta a capodicasso. La cosa ha poca importanza, ormai, ma io a quello NON lo vedo bèn... Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
8
Alla funzione del “mattutino”, celebrando il rito, Frà Girolamo ha detto: …orate, fratres. Et gaudeamus, finalmenter. Ché, dove non arriva la mano del Santo, può arrivare, talvolta, la mano della nostra Providencia. È grazie a lei, infatti, che noio oggi avremo il bèn di rivedere all’opra il Pellegrino Giovane e quello Vecchio insieme; ed è grazie a lei che rivedremo quest’ultimo jocare insieme, nel reparto centrale, con Frà Cristoforante e Frà Vagabondo. Dal mio punto di vista lì dietro manca solo il Santon(e) riconvertito alla vera Fe’, ma non si può avere tutto. Contentiamoci dunquo di ciò che la Providencia ci dà. Se aspettavamo che lo facesse di sua libera iniziativa Santeusebio, avremmo dovuto aspettare ancora: ché, qui, i veci son sempre vivi e siedono (ostinati) in mezzo a noio… …Vabbè, e davanti?.. ho detto io. …Davanti, oggi, pur con la Spalla che, dice, ha spalla forte, Frà Freddino è un lusso. Ma se luio non fa il bomber monocentrico che joca solo per goleare ma fa la boa sapiente che svezza e istruisce il turchetto e l’olandesino, e magari l’egizio estetizzante, mi va bèn. Peccato che Frà Sciccoso sia ancora rotto: era la sua partita, e io avrei messo a istruirlo e svezzarlo non Frà Freddino ma il Buon Pastore, che è meno goleadòr e più fine dicitòr di Frà Freddino ma vede anche la porta, qualche volta, e pur girato. Dunquo, orate fratres, io sono ottimista… …Ma sei davvero così sicuro che oggi fai terno o quaterna?.., ho detto ancora io. …Col ballòn che rotola nessuno è sicuro. Ma come diceva quel Massimo Troisi tu puoi pure chiedere a San Gennaro di fare il terno o la quaterna, ma i numeri li devi almeno joca’. È vero che al mondo c’è pure qualche Santo fortissimo che ti fa vincere pure la tombola senza jocarne neppure i numeri, ma non è Santeusebio: che i numeri li joca, se li joca, uno o due alla volta, eqquindi al massimo ci fa fare ambo… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
7
La forza di una squadra si vede proprio quando manca qualcuno.
Kolarov può essere sostituito da Santon o da Pellegrini, DDR può essere sostituito dal modulo a 3, con N'zonzi in regia e Pellegrini e Cristante a fare le mezz'ali; Perotti, ormai, è da tempo fermo ai box e abbiamo le ali che possono sostituirlo.
Capisco che i giornali qualcosa devono pur scrivere, per riempire le pagine e che quando si parla di Roma si amplifica sempre tutto, con scenari inenarrabili... XO'...
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
6
Un piccione disorientato da troppe soste lungo la trasvolata ha portato in eremo la ferale notizia che contro la Spal, primario equipo europeo, la Roma sarà decimata. Indisponibili, infatti, nell'istorica partita, sarebbero Ddr, Kolarov, Pastore e Perotti. Su tanto FràGGì ha meditato e ha detto, col piccione in màn: …è vero che la Spalla è forte, ma non mi par sì ferale, la news. A me, 'sti 4, finora, non son parsi così indispensabili, insostituibili. Anzio. Pastore è ancor lì a far prove per provare se può esser davvero utile, e come; Kolarov ha iniziato malissimo e quando s’è ripreso è spuntato il Giovane Pellegrino a darci letizia, mentre Perotti ha jocato così poco che neanche ce ne siamo accorti ch'era con noio… …e Ddr?.., ha detto malizioso un fraticello, …te lo sei scordato, il DDr?.. ..No.., ha detto FràGGì impermeabile, …ma l’esperto in Ddrlogia è Frà Gerryno da S.Martino senza la battaglia, perché non chiedi a luio?… Allora, chiamato in causa, ho detto io: …Chiunque abbia seguito le prime puntate della nuova Novela Maggica 18/19 in cui si narra di come Santeusebio, stretto da malo Padròn, abbia cercato nuova santità pure con strani esercizi spirituali in cui ha mischiato ave,pater&gloria, a volte proprio a casso, dovrebbe ormai aver chiaro il “quadro maggico”: che, per me, non è oscuro. Infatti, nell'insieme, è questo: il portiere è passabile (seppur io ancora mi piango Frà Scesnino e Frà Alisso); la difesa è a 4 col Santòne a dx, e complessivamente non è mala, se Santeusebio non esagera coi misteri misteriosi (difesa a 3.., Marcano trzn sn...); a centrocampo Frà Vagabondo con Frà Cristante e il Pellegrino Vecchio forma reparto teoricamente completo, jovane, dinamico, pure tecnico, eqquindi BUONO; l’attacco, infine, può essere a 3 con Dzeko “chioccia sapiente” a fare questo e quello fra Under, Elsha, Kluivert. Se poio, con i team jocosi, serve una mano in più, togli una punta e metti il Flo’ a far il Domingo (non il Tassotti) accentuando il Pellegrino incursore; oppure, contro i catenacci statici, metti il Pastore Fine Dicitòr al posto del Dzeko fra lo Sciccoso e il Turchetto o chi vuoi tu, a svariar su tutt’il frònt aperto ai tagli. Che altro vuoi?.. ..Ma, il DDr?... …Ah, già, avanza luio. Vabbè, joca di tanto in tàn o lo porti in panca a dar consigli al Santo. Per quelli non serve correre, basta pensare, e in ciò Ddr è sempre stato bravo… Forza Roma.
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
5
Mamma mia Gerry ancora continui la crociata contro DDR

Utilizzi qualunque pretesto per andargli addosso ma, così facendo, perdi di vista i veri problemi della Roma, che sono altri.
De Rossi non e’ mica mio padre, però questa litania contro DDR, non sostenuta da alcun dato di fatto, perché DDR è sempre fra i migliori in campo, inizia a sembrarmi un mero esercizio retorico e niente più.

Se a un centrocampo che già non filtra levi un altro interditore, dopo Ninja e Strootman, chi ti rimane?
Ben venga la panchina per de Rossi, dopo tanti anni, ma che giochi qualcuno di più forte.
E adesso, in quel ruolo, la Roma non ha nessuno più forte di de Rossi.

Ancora una volta tenti di generalizzare una situazione estremamente specifica, la partita con il Viktoria, dove ci è andato tutto bene.
Il Viktoria ha giocato al di sotto del suo livello, si è demoralizzato rapidamente e per noi è stato tutto facile.
Non era una partita significativa come lo era quella di Empoli, invece, dove la Roma non ha meritato di vincere.

Ma magari togliendo de Rossi si risolvessero tutti i problemi!


Forza da Magica Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
4
Se, come pare, siamo d’accordo che “orribile” per questa Roma è il momento in cui gli avversari ripartono mentre noi siamo ancora in “fase di attacco”, è probabile che, come dicono Harry e Iulius ci sia una responsabilità -per errore fatto, o leggerezza di valutazione- dei nostri attaccanti; o, come dice Zio, un’errata disposizione della squadra che le impedisce di contrastarne subito la ripartenza imprevista (cioè quella per errore). Io penso che se qualche attaccante attaccasse con meno nonchalance, o “scapatézza” (per esempio Elsha) non sarebbe male perché sarebbe più pronto a rimediare, o a dare tempo agli altri di farlo, e penso che le squadre più forti e aggressive (da noi, la Giube) pretendono QUESTO dai loro attaccanti. Ma in tant’anni di ballòn ho visto che se il centrocampo non filtra, è inutile che l’ala o la punta rincorra chi gli è scappato: spetta ai centrocampisti fermare l’emorragia prima che il difensore sia chiamato al duello finale con l’avversario lanciato. Ma se il tuo centrocampo è “ideologicamente” spaccato, perché c’è chi guarda solo avanti e chi è mentalmente “retroverso” (nel senso che NON sale mai, perché pensa che il pericolo nasca solo DOPO che l’avversario ha varcato il cerchio di centrocampo) è lì il verme che fa marcire la mela. Sotto questo punto di vista LE era più coerente e limpido di Santeusebio: lui esponeva SEMPRE la squadra al rischio dell’uno contro uno, pur NON avendo avuto da Sabatì i difensori buoni per affrontarlo. Lì, c’era un problema di QUALITA’ personali, non di posizione: con LE la Maggica giocava TUTTA alta,e per questo le prendeva da cani e porxi. Perciò per me Santeusebio NON può gridare a Ddr di fare ciò che Ddr non fa più da anni: non deve gridargli, deve toglierlo. Perché, non facendocela più a rientrare resta sempre troppo basso, frenando la fase d’attacco ed evidenziando maggiormente la scapatézza dei suoi compagni di reparto in fase di rientro. Ripeto, il nostro miglior centrocampo io l’ho visto con il Viktoria. E vista la “consistenza” dell’Empoli mi sarei aspettato che lo confermasse. Invece, come è ri-sanato, ha rimesso il Vecio... Ed era l’Empoli… Forza Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
3
Ancora d’accordo con Iulius. Erano anni che non si vedevano punizioni e angoli battuti bene.
Ed i risultati si vedono: abbiamo veramente tanta gente forte di testa.

Per quanto riguarda il gioco a palla ferma io sono più pessimista.
Il palleggiatore a centrocampo manca come il pane: De Rossi non basta.

E siamo lenti, lenti, lenti. Per me i nostri corrono a palla ferma ma, semplicemente, gli avversari arrivano prima.
Ogni volta che battiamo un angolo io strippo se perdiamo palla vicino alla loro tre quarti.

Difesa lenta, centrocampo lento e non abbastanza filtrante (senza Ninja e Strootman).
Avete visto quante volte hanno trovato l’attaaccanto come si chiama, Caputo?
Mica Cristiano Ronaldo.
Un attaccante semi decente faceva almeno 2 gol con tutte quelle occasioni.

Forza Magica Roma
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
2
Speriamo di averla davvero zio questa caratteristica di 'gestire la palla' perchè nei due anni Di Franceschiani non s'è ancora vista

Se ci riesce il Napoli a venire fuori col fraseggio diciamo: e vabbò è il Napoli, giocano assieme da tanto, hanno intesa, hanno qualità, ma se lo vedo fare pure all'Inter, al Milan e alla Lazio questa ragnatela di passaggi per eludere il pressing avversario e poi ripartire allora m'in*****o

Mi sembra che Sant'Eusebio nostro abbia quasi rinunciato a fare gioco costruito: il vantaggio svantaggio di avere il giocatore forte di testa davanti, lancio per Dzeko e spizzata di testa per il centrocampista che arriva di corsa: quante volte l'abbiamo visto fare nei momenti di difficoltà?
Oppure abbozziamo pressing noi sulla trequarti e recuperiamo il pallone.

Ok sono due ipotesi di gioco plausibili, così come siamo migliorati tantissimo sui calci da fermo (a Lorenzo Pellegrini contratto a vita solo perché tira bene punizioni e calci d'angolo, erano decenni che non li vedevo battuti decentemente).

Però quando veniamo aggrediti anzichè scambiare coi difensori-centrocampisti e uscire palla al piede, rinculiamo fino a dentro la nostra area e subiamo, subiamo, soffriamo, che si tratti di Empoli, Chievo, Atalanta o Real Madrid non fa differenza, tutti indietro fino al gol subito, a meno di miracoli.

Il Chievo c'ha sottomesso e dominato in casa nostra, l'Atalanta pure, due squadre che una è ancora a -1 all'ultimo posto in classifica e l'altra vera delusione dell'anno solo a 6 punti.
Poi tiriamo fuori la partita del derby dove eravamo partiti malissimo, non riuscivamo mai a ripartire nella prima mezzora, poi il gol liberatorio di Pellegrini e la partita è cambiata: meriti nostri? Demeriti della Lazio? E' stata una delle poche volte dove non abbiamo subito tanto.
Di positivo ecco si può salvare il derby e la partita con Viktoria-Frosinone queste due risultate forse troppo facili per essere attendibili.
C'è ancora tutto da giocare, sia chiaro, ma secondo me bisogna cambiare mentalità e gioco, i movimenti senza palla nella nostra metà campo hai detto bene zio, liberare sempre il giocatore nostro per ricevere il passaggio, ma è così difficile a questi livelli farlo?
   
 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
1
io, sulla Roma scarsa nel fraseggio x mancanza di qualità nei piedi, non concordo; x me, gente come DDR e N'zonzi hanno le giuste qualità (e lo dico da "critico" di DDR) e se si "manca" e si viene assoggettati ai sanguinosi contropiede avversari o ad un'eccessiva pressione, è semplicemente perchè la squadra NON ragiona d'assieme nel momento della costruzione, non rendendosi conto che è da QUESTO momento (ossia nel momento in cui si costruisce la manovra) che si porta il "pressing" più importante... ciò perchè, nel momento in cui si passa il pallone al centrocampista, la difesa resta arroccata dietro e i difensori non si piazzano come dovrebbero; insomma... manca il tiki taka del Barca, non perchè i nostri siano scarsi, ma "semplicemente" perchè la squadra NON si muove (ancora?) bene quando si ha palla tra i piedi... se i giocatori, passato il pallone, si disponessero bene, invece di "nascondersi", avremmo una squadra molto + reattiva, una volta persa palla... basta vedere i match di Barca, Real, etc... (perdono palla? la recuporano gli avversari? ebbene, ci sono già, vicini, 2-3 giocatori in grado di recuperarla) x capire questo aspetto, che è FON-DA-MEN-TA-LE, x noi e x tutte le squadre che cercano di fare gioco... col gioco! ù
Ovviamente, x fare ciò, occorre un grande sicurezza nei propri mezzi, che NON deve sfociare in presunzione, come solitamente avviene con i nostri...
insomma, è la MENTE, che va allenata, ancor più del corpo, xkè i ragazzi sono tutti atleti e, al max, va ridotta qualche... scopata... che fa male a reni e schiena e qualche bevuta, che fa male al fegato!
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

L'identificazione dell'utente viene effettuata tramite nickname collegato al suo indirizzo e-mail e all'indirizzo IP che non saranno visibili sul sito. Lo stesso utente non può utilizzare più nickname.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.


Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.