facebook twitter Feed RSS
Domenica - 8 dicembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

La scalata. Dall'Atalanta alla Roma scommessa sui giocatori simbolo per sfidare le grandi

Martedì 13 agosto 2019
Sempre più ampia ma non sempre più competitiva, la classe media del campionato è spesso una terra di nessuno perché di molti, di troppi: quelli che si salvano presto, quelli che presto capiscono che non vinceranno lo scudetto, al massimo la Coppa Italia, quelli che se va di lusso punteranno al predellino della zona Champions ma più realisticamente a un posto in Europa League. In attesa di capire se almeno Napoli e Inter si avvicineranno un po' alla Juventus (ma Napoli e Inter già volano in business, non appartengono alla classe media), sono le altre aspiranti "quasi grandi" a dover dire se dal 24 agosto vivremo un nuovo campionato di sottrazione, chiuso presto perché forse mai aperto, oppure se ci attende un tempo diverso con distanze ridotte e sorprese possibili. In questa terra di mezzo inseriamo le romane, il Milan, l'Atalanta e il Torino. Non ce ne vogliano le altre, ad esempio il prodigioso Sassuolo delle ultime due annate: per essere classe media occorrono più conferme nel tempo, una certa tradizione (l'avrebbe anche la Fiorentina, ma non è più classe media chi ha appena rischiato di retrocedere) e insomma ogni suddivisione in categoria ha qualcosa di arbitrario, di discuti-ile ma da qualcuno bisogna partire. Parliamone.

Lazio, la prova del nove - Per onore di titolo vinto, cioè l'ultima Coppa Italia, cominciamo dalla Lazio. Nove amichevoli estive e nove vittorie, le avversarie erano appena normali ma la squadra di Simone Inzaghi ha il vantaggio di non dover sperimentare quasi nulla. Il gioco funziona, Ciro Immobile è una certezza e intriga l'intesa con Correa, da migliorare rispetto al passato. Il mercato potrebbe portare ancora una punta e un centrale di difesa e chissà qual è il destino di Milinkovic-Savic: la sua eventuale partenza cambierebbe come ovvio le cose. La Lazio, in ogni caso, già esprime una concreta robustezza.

I rebus della Roma - Restiamo a Roma, anche perché il derby della capitale arriverà già alla seconda giornata. I giallorossi sono una delle grandi domande del campionato. Hanno scelto un allenatore al debutto in Italia come Fonseca, ma non certo uno sprovveduto. Al portoghese piacerebbe tanto poter avere ancora Dzeko al centro dell'attacco, ma è evidente che il bosniaco se ne andrà: contro il Real Madrid è stato il più bravo ma la Sud dovrà dimenticarlo. Meglio allora confidare sulle certezze, come Zaniolo che qualche mese fa sembrava una sicura cessione e invece nel 4-2-3-1 di Fonseca parte sì, ma nel mezzo del campo e non per altri lidi. Anche i nuovi arrivati sono piuttosto forti: Spinazzola, forse il miglior terzino sinistro italiano di prospettiva (abbastanza inspiegabile che la Juve l'abbia ceduto), Mancini prodigioso a Bergamo e Veretout che il suo lo fa sempre. L'incognita è il centravanti: Icardi è una speranza, Higuain non vuole venire o non vorrebbe.

Il collettivo Atalanta - Molto interesse circonda l'Atalanta, in Champions con pieno e scintillante merito. L'estate nerazzurra non sta incantando, troppi errori difensivi (una ben magra figura le quattro reti prese dal Getafe) e un calo di concentrazione che sarebbe grave se indicasse appagamento. La dimensione dell'Atalanta dev'essere ferocemente collettiva, sempre, e Gasperini non manca di ricordarlo a tutti ogni momento. In avanti è arrivato il paffuto Muriel a rinforzare un reparto già notevolissimo, e con l'Atalanta ci si divertirà.

L'attacco Milan - Prova a farlo anche il nuovo Milan abbagliato dall'esordio del giovane portoghese Rafael Leao, possibile compagno d'attacco di Piatek anche se non svanisce la speranza rossonera di arrivare all'argentino Correa, per il quale l'Atletico Madrid chiede quasi 60 milioni di euro, tanti. Restano due enigmi da decifrare per comprendere il futuro, cioè Donnarumma e Suso. La cessione anche solo di uno dei due toglierebbe molto al Milan, ma il portiere si svincola tra un anno (vale al momento una cinquantina di milioni sull'unghia) e lo spagnolo è assai appetito, tuttavia pensiamo che venderlo sarebbe un grave errore. Di sicuro, Marco Giampaolo non vorrà sprecare l'occasione, lui è uno degli allenatori più preparati e merita ogni bene.

Il Torino già corre - L'ultima grande tra le medie è il Torino, squadra fisica e tecnica insieme, un prodotto collettivo cresciuto negli anni attorno a qualche giocatore di livello superiore come il gallo Belotti, ma sostenuto da una forza complessiva come nelle stagioni migliori. Per il Toro vale un po' il discorso fatto per la Lazio: per adesso è arrivato solo un nuovo titolare, Lyanco, in una squadra che sa tutto di se stessa e non avrà bisogno di strane alchimie. L'esperto Mazzarri l'ha preparata per i preliminari di Europa League, a un Toro che già corre e segna e probabilmente comincerà il campionato di slancio. Poi, tutto sta a durare: forse il motto della classe media, dove a volte le cose vivono un giorno o poco più.
di M. Crosetti
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 07 dic 2019 
Stadio della Roma, il miliardario ceko Vitek subentra a Parnasi
Firmati gli accordi, ora si attende l'ok finale del Campidoglio al progetto
Roma, Smalling incanta: è già braccio di ferro con lo United per tenerlo
Il club giallorosso offre 15 milioni, gli inglesi partono da 20. E Solskjaer è sicuro: "In estate torna da noi". Sarà decisiva la volontà del difensore
TRIGORIA 07/12 - Recupero per la squadra. Palestra anche per chi non ha giocato ieri
ALLENAMENTO ROMA - Domani giorno libero
"Roma, Diawara ora al top. Ecco perché i club lo scartavano"
Robert Visan, il talent scout che lo ha portato in Italia, racconta i primi anni di carriera del centrocampista della Roma: "Non aveva niente, per un anno lo abbiamo mantenuto economicamente, due grandi società non lo ritennero adatto per motivi che ora mi fanno ridere"
Calciomercato Roma su Gaich, ariete di 20 anni da 10 milioni
Il mercato, certo. La Roma è attenta alle evoluzioni: cerca un terzino, ma soprattutto...
Roma solida, Zaniolo e Pellegrini brillano sotto gli occhi di Totti
Esce indenne dal confronto con l'Inter, la Roma, portando a casa un pareggio a reti...
La notte dei miracoli di Mirante, il ragioniere non va in pensione
Ora il primo posto dovrà difenderlo seduto davanti alla tv sul divano di casa. Quasi...
Mancini-Smalling, la coppia da Champions
La Roma di Fonseca ha blindato la difesa, facendo rimanere per la prima volta in...
Il muro della Roma ferma la capolista
A testa alta, contro la prima della classe. La Roma esce indenne da San Siro tiene...
Smalling piace, pure allo United. Mancini: "Si, ora mi diverto"
Nella notte di San Siro hanno sovrastato Lukaku e Lautaro. Se l'Inter per la prima...
Edin e la maledetta febbre del venerdì sera
Maledetto calendario. Come non insultarlo pensando che se la partita contro l'Inter...
Roma, pari di maturità
La Roma, anche se incompleta nella notte più complicata, recita da big San Siro...
In tribuna c'è Totti: "debutto" fuori casa
Totti torna in tribuna. Dopo aver seguito la Roma nella partita dell'Olimpico contro...
Inter-Roma 0-0, Le Pagelle dei Quotidiani
15ªGiornata di Serie A
 Ven. 06 dic 2019 
INTER-ROMA, le condizioni di Pau Lopez e Davide Santon
Pau Lopez ha dovuto saltare il match contro l'Inter per un dolore a una vecchia...
Godin super, la LuLa non brilla. Smalling-Mancini, che coppia! E Mirante è bravissimo
Buona prestazione dell'ex Atletico, meno convincente l'attacco. Nella Roma il vice Pau Lopez sorprende in positivo
Roma, è Diawara la piacevole sorpresa di San Siro
MILANO La caramella concessa da De Laurentiis in cambio di Manolas. Ecco cosa...
MANCINI: "Ho fatto qualche errore ma per fortuna c'era Spinazzola dietro che mi ha dato una mano"
INTER-ROMA 0-0, LE INTERVISTE POST PARTITA MANCINI A SKY SPORT Ti sei divertito...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>