facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 16 dicembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

La trasformazione dei calciatori da bandiere a voci di bilancio. Il valore sportivo non conta più

Martedì 16 luglio 2019
I nostalgici si lamentano che i calciatori non si immedesimano più nei club per i quali giocano e che non ci sono più le bandiere. Gli innovatori, talvolta presunti, osservano che è una inevitabile evoluzione del mondo dello sport. Le analisi sociologiche dicono che le nuove generazioni si sentono spesso più legate a un singolo giocatore che ai colori di una squadra. Su un punto però tutti sembrano concordare: gli interessi finanziari hanno un impatto sempre maggiore e finanche il fantacalcio presuppone conoscenze economiche pari a quelle sportive.

Con un paradosso: nel fantacalcio il valore dei giocatori è legato alla prestazione sportiva più di quanto accada nel mercato reale dove il rapporto fra il valore del giocatore e la sua performance sembra talvolta perdersi. Paradosso che crea allarme, se è vero che il fenomeno delle plusvalenze sui calciatori compravenduti è in continua crescita in Italia, dove nel periodo 2018/2019 le plusvalenze iscritte nei bilanci dei club sono di 717 milioni di euro, tanto da fare temere che vi sia una bolla che maschera il reale stato di "benessere finanziario" del nostro calcio. A conferma di ciò, è sufficiente osservare che in parallelo all'incremento delle plusvalenze si assiste ad un incremento dell'indebitamento. Il dato evidenzia un aspetto delicato della contabilità legata ai calciatori: quando il valore di un giocatore è determinato attraverso lo scambio con un altro giocatore si ha un aumento "formale" dei ricavi, senza che tale aumento generi liquidità. Esiste però un'altra distorsione indotta dall'applicare ai calciatori regole di bilancio pensate per asset i calciatori provenienti dal vivaio, anche se campioni, sono iscritti a valori irrisori mentre un calciatore acquistato, che magari non mantiene le aspettative, è iscritto al costo.

Secondo questa logica puramente contabile, il valore di bilancio del parco giocatori del Barcellona di Xavi, Iniesta, Piqué, Messi sarebbe stato inferiore a quello di altre squadre molto meno forti. Eppure, nonostante questi paradossi, trattare i giocatori come poste contabili è un errore a cui ci siamo così abituati che i club scelgono quale giocatore comprare, o vendere, anche in base alla politica degli ammortamenti e al rapporto costi-ricavi, dimenticando troppe volte di valutare l'effettiva utilità dell'atleta rispetto al progetto; e il calciomercato è diventato esso stesso una competizione, che attribuisce scudetti, alternativi a quelli del calcio giocato; e persino i tifosi esultano alla realizzazione di una plusvalenza tanto quanto alla realizzazione di un gol.

Le conseguenze di questi fenomeni sono sociali ma anche economiche: perché seguendo tali logiche la gestione dei club peggiora, i risultati sportivi non arrivano e si rischia di indebolire il valore del marchio e l'identità del club, dimenticando che le squadre hanno come scopo la produzione di uno spettacolo, il gioco del calcio, e il conseguimento di un risultato, la vittoria. La trasformazione dei giocatori da bandiere della squadra a poste contabili rischia di trasformare le società da club sportivi a società commerciali che svolgono in via prevalente trading di beni, che nel caso di specie sono giocatori, i quali al trading devono prestare il loro consenso, cosa che fanno in cambio di una remunerazione aggiuntiva. E così oltre all'inflazione del valore dei giocatori, si rischia l'inflazione dei loro stipendi e delle mediazioni per gli agenti, con dispersione di risorse che sarebbero meglio utilizzate in altri investimenti. Alla domanda perché non si possa sconfiggere un club più ricco, Johan Cruyff rispondeva "I've never seen a bag of money score a goal", non ho mai visto un sacco di soldi segnare un gol. Dovremmo tutti convincerci che è ancora più improbabile che a segnare un gol possa essere una posta di bilancio.
di P. Nicoletti
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 15 dic 2019 
PELLEGRINI: "Florenzi è il nostro capitano. È stato frainteso"
Il centrocampista della Roma Lorenzo Pellegrini ha parlato in zona mista: Florenzi...
Zaniolo a Florenzi: "Meriti il meglio, grande capitano"
La dedica su Instagram del 20enne giocatore della Roma dopo il successo contro la Spal
Pellegrini è al centro della Roma, Kolarov ingenuo
Oltre al tiro (deviato da Tomovic) dell'1-1, il centrocampista ha messo lo zampino anche nelle altre due segnature. Il serbo meno brillante del solito
ROMA-SPAL, ufficiale: è autogol di Tomovic e non gol di Pellegrini
Arriva la decisione ufficiale in merito all'episodio dubbio di Roma-Spal, sedicesima...
Florenzi a una dipendente della Roma: "Domani vi faccio un discorso strappalacrime"
Il capitano giallorosso in zona mista si è lasciato andare ad una battuta oppure sta preannunciando l’addio? Dai compagni e da Zaniolo sono arrivati messaggi d’affetto, in campo e fuori
PELLEGRINI: "Troppo presto per guardare la classifica, scendiamo sempre in campo per vincere"
ROMA-SPAL 3-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA PELLEGRINI A SKY SPORT Partita tutt'altro...
Roma, corsa, continuità e assist: Florenzi si è ripreso la fascia
L'autogol con il Wolfsberger, quasi il baratro; l'assist che porta al gol del 3-1...
FONSECA: "Questo lo spirito che voglio, la Roma deve essere ambiziosa. Non ho problemi con Florenzi"
ROMA-SPAL 3-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "Sbagliamo molte occasioni ma abbiamo giocato con intensità, velocità. Chi gioca alla Roma deve essere ambizioso e coraggioso"
Roma-Spal 3-1, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Pellegrini sempre nel vivo. Florenzi convince
PEROTTI: "Questa è la vera squadra, abbiamo mostrato voglia e coraggio. Possiamo sognare..."
ROMA-SPAL 3-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA PEROTTI A SKY SPORT Ci vogliono talento...
TRE FONTANE, il primo gennaio allenamento aperto
Il primo gennaio alle ore 15:00 la Roma sosterrà il primo allenamento dell'anno...
Petagna illude la Spal, poi la Roma cala il tris. E va a segno anche Mkhitaryan
Pellegrini, Perotti e l'armeno firmano la vittoria dei giallorossi che sono ora a -1 dalla Lazio terza
PETAGNA: "Rigore? Pesava tanto perché venivo da due errori. Dobbiamo fare una partita difensiva"
FINE PRIMO TEMPO, ROMA-SPAL 0-1 PETAGNA A SKY SPORT Quanto pesava questo rigore?...
PAU LOPEZ: "Dobbiamo giocare meglio rispetto a giovedì, non ci sono partite facili"
ROMA-SPAL, LE INTERVISTE PRE-PARTITA PAU LOPEZ A ROMA TV Atteggiamento sbagliato...
Roma-Spal, Le Formazioni UFFICIALI
16ªGiornata di Serie A
PRIMAVERA 1 TIM - Roma-Juventus 0-0
Nella 12ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
Pellegrini e Zaniolo pensateci voi
"Con Pellegrini e Zaniolo siamo andati meglio". Nelle sue conferenze stampa pre...
Cengiz Under, il patrimonio smarrito. La rivincita è rimandata al 2020
Il ghigno di risposta ai fischi è una richiesta di aiuto. Cengiz Under si è smarrito...
Fiorentina su Florenzi e Kalinic: viola pronti a stringere per il terzino a titolo definitivo
Fiorentina e Roma parleranno venerdì (quando i giallorossi giocheranno a Firenze)...
Roma al bivio Champions
Voltare subito pagina, mettendo al più presto in archivio l'opaca prestazione contro...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>