facebook twitter Feed RSS
Martedì - 10 dicembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Icardi, Higuain, Dzeko e il paradosso di quei 300 gol "indesiderati"

I tre bomber di Inter, Juve e Roma hanno segnato a valanga in Serie A (e non solo) ma per motivi differenti dovranno per forza cambiare squadra. Un triangolo sistemerebbe tutto, però...
Lunedì 15 luglio 2019
Il bomber da sempre è il re anche del calciomercato: accende la fantasia dei tifosi e svuota il portafoglio dei presidenti. Perché chi fa i gol e decide le partite da sempre ha un valore superiore agli altri. E questo vale anche nell'era delle follie per i difensori centrali. Eppure l'attuale sessione di trattative ci regala un paradosso. Inter, Juve e Roma (ma per certi versi anche il Napoli) devono e vogliono liberarsi di tre califfi dell'area di rigore come Mauro Icardi, Gonzalo Higuain ed Edin Dzeko. E se il Napoli prendesse proprio Icardi, dovrebbe con ogni probabilità piazzare Arkadiusz Milik, il capocannoniere azzurro dello scorso torneo. Considerando soltanto il nostro campionato, Icardi (121), Higuain (117) e Dzeko (62) insieme hanno segnato esattamente 300 gol. Che salgono a 558 se si considerano i centri nei vari campionati in cui hanno giocato (rispettivamente 122, 242 e 194).

MAURO È FUORI — Eppure Maurito è stato dichiarato fuori dal progetto Inter, che ha preso una posizione coraggiosa ma che rischia di svalutare un asset che non varrà più i 110 milioni della clausola (valida solo per l'estero, scade giusto stasera) ma verrà iper svalutato, con i potenziali acquirenti che si potrebbero sedere in riva al fiume aspettando fine agosto per portare a casa l'ambita preda. Con la Juve in pole, anche perché Wanda ha impegni televisivi nella vicina Milano, dove gli Icardi hanno da poco comprato una casa da alcuni milioni di euro.

PIPITA CON SARRI, EPPURE... — Nemmeno il Pipita, pur acclamato dai tifosi bianconeri, resterà alla Juve dove è tornato dopo una stagione discretamente frustrante sull'asse Milan-Chelsea. Vero, proprio con Sarri (ai tempi del Napoli) Gonzalo stabilì il record di 36 reti in un campionato. Ma ora a Torino ci sono CR7, Dybala, Kean e Mandzukic (anche lui possibile partente) e occorre fare spazio se dovesse arrivare proprio Icardi. Che tra l'altro è più giovane del connazionale di ben 6 anni...

EDIN IN SCADENZA — La Roma invece deve cedere subito Edin Dzeko (che di primavere ne ha 33) per evitare che il prossimo gennaio il bosniaco si accordi con un altro club senza che ai giallorossi arrivi un solo euro. Edin infatti non rinnova il contratto in scadenza nel 2020. Conte lo vorrebbe a Milano, il braccio di ferro tra Inter e Roma è in corso.

VALZER, ANZI TANGO — Perché alla fine le tre big potrebbero risolvere i rispettivi problemi con un valzer (anzi, un tango, vista la provenienza dei primi due) che porti Icardi a Torino, Higuain a Roma e appunto Dzeko all'Inter. Su Maurito però c'è anche il Napoli, che nel caso dovrebbe porsi il problema Milik, avendo in rosa, oltre a Insigne e Callejon, anche Mertens. Per un Milan che là davanti - tra Piatek, Silva e Cutrone - è fin troppo tranquillo, le altre big in area devono ancora sparare i botti. Pure in uscita...
di Luca Taidelli
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 09 dic 2019 
Anticipi e Posticipi 18ª - 22ª Giornata di Serie A e Programmazione Televisiva delle gare
Serie A TIM - Anticipi e Posticipi 18ª Giornata di Andata - 3ª Giornata di Ritorno
Settimana chiave per il futuro della Roma: si gioca sull'asse Boston-Houston
Pallotta e Friedkin definiranno la trattativa che porterà il magnate texano a prendere il controllo del pacchetto di maggioranza della società valutata oggi 700 milioni
BOLLETTINO MEDICO - Davide Santon
Lesione al bicipite femorale della coscia sinistra per Santon
Stadio Roma, Vitek ha investito una cifra super
Le mosse del miliardario ceco tolgono imbarazzi: l'investimento complessivo si aggira intorno ai 550 milioni
Kalinic è l'oggetto misterioso e rischia il taglio
Dopo l'infortunio patito lo scorso 20 ottobre nella partita contro la Sampdoria,...
Roma al bivio: il futuro in 4 giorni
Nei prossimi 4 giorni la Roma disputerà all'Olimpico due partite chiave. Giovedì...
Pallotta pronto a cedere la maggioranza a Friedkin: accordo a un passo
La svolta della Roma si avvicina. E assume i contorni di un passaggio epocale nella...
Raggi prepara l'annuncio: lo stadio si farà
In questa settimana dovrebbe giungere a perfezionamento l'ingresso di Radovan Vitek...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>