facebook twitter Feed RSS
Domenica - 20 ottobre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Grazie a Francesco ora tutti conoscono i veleni di Trigoria

Martedì 18 giugno 2019
Una tempesta, e non solo di emozioni. In diretta tv e con le attenzioni di tutto il mondo. La conferenza stampa di Francesco Totti nel salone d'Onore del Coni non è stato solo l'addio (definitivo?), dopo quello da calciatore, alla squadra del cuore e di sempre: "Era meglio morire che staccarmi dalla Roma". In circa 90 minuti, il tempo esatto di una partita, Totti ha raccontato la sua verità, come promesso in un post di alcuni giorni fa, dando un lucido, esauriente e devastante punto di vista.

Osteggiato da calciatore, sopportato da dirigente, mai coinvolto a dovere, Totti ha spiegato e si è spiegato parlando da calciatore simbolo, tifoso e da dirigente, anche se ex, consapevole di poterlo essere a pieno titolo, perché uno come lui non ha bisogno di studiare per capire se un giocatore è bravo o no. Ci ha messo la faccia come sempre, e come avrebbe fatto se glielo avessero permesso, disegnando uno scenario Roma che non ha precedenti. Totti, con le sue affermazioni, non ha solo chiarito il perché della sua dolorosa, ma inevitabile decisione, ma ha aperto a tutti, tifosi e media, i cancelli di Trigoria svelandone problemi, dinamiche e limiti.

L'ostracismo di Baldini, uomo ombra, gli errori di Pallotta, troppo lontano, assente e mal consigliato, le guerre interne di potere, la deromanizzazione, e il suo ruolo di facciata privo di alcuna efficacia: Totti ha descritto cos'è la Roma americana. Parole che pesano come un macigno, espresse senza filtri, prive di rabbia ma ricche di delusione e conseguenze. Il feeling tra la piazza e la società era già ai minimi storici e il rapporto, già lacerato, dovrà ora fare i conti non solo con il suo l'addio, ma anche con le sue dichiarazioni. Il quadro disegnato da Totti ha messo in evidenza tutte quelle dinamiche di cui si sempre discusso durante questi otto anni e che hanno portato allo stato attuale: piazzamenti importanti, ma sempre lontani dalla vittoria, promesse e illusioni, progetti, ridimensionamenti e rifondazioni.

A ogni passo avanti ha fatto seguito una uguale marcia indietro. Chi decide è lontano da Trigoria, chi la conosce e la ama più di tutti è costretto ad andare via. Qualcuno potrebbe giustamente obiettare che quanto è stato rappresentato da Totti sia una visione di parte e che arriva da un uomo ferito. A cosa e a chi crederanno i tifosi delusi da risultati, promesse e comportamenti? Alla società che con un comunicato ha dichiarato che "la percezione dei fatti e delle scelte adotatte dal club, da parte di Francesco Totti, è fantasiosa e lontana dalla realtà" oppure alla cruda esposizione del loro Capitano? La verità è che sono i fatti a parlare a favore di Francesco, il quale dopo avere denudato la Roma, ha almeno aperto la speranza ad un arrivederci. Chissà con chi e chissà tra quanto.
di M. Caputi
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Rassegna Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 19 ott 2019 
Per Hysaj sarà gioco al ribasso
Hysaj insiste: vuole lasciare Napoli. In questa stagione l'albanese è stato relegato...
Non c'è Dzeko? Roma fa più gol. Tocca a Kalinic
Domani Dzeko non ci sarà, al massimo partirà per Genova per accomodarsi in panchina....
Gabbia-Quaglia in attacco. Società-tifosi, ora è rottura
(...) Domani contro i giallorossi Ranieri si affiderà al modulo che offre le maggiori...
Cristante, da oggetto misterioso a intoccabile. La Roma lo ha trasformato in stacanovista
(...) Arrivato con l'etichetta di «miglior centrocampista italiano insieme a Lorenzo...
Roma, Veretout è nel mezzo: Fonseca punta sul francese, sta a lui prendere la squadra per mano
Se non fosse stato per quella caviglia, probabilmente Jordan avrebbe fatto l'en...
Kolarov 100, il suo futuro si chiama Roma
(...) Domani non potrà essere una giornata come le altre per Aleksandar Kolarov,...
Roma, il lodo Zaniolo: trequartista e siamo a posto
A Fonseca serve un leader carismatico: lui ha tutto per ricoprire quel ruolo ma deve capire quanto sia davvero felice di stare nel club giallorosso
 Ven. 18 ott 2019 
Niente Dzeko, la maschera non basterà
Dalle parti di Trigoria è stato avvistato un uomo mascherato. Non si tratta di Batman...
Pastore, il dubbio centrale
Marassi o mai più. Non è proprio così, ma poco ci manca. Perché Pastore, approfittando...
CONTI: "Non si allenano più i cross. In campo come sardine, oggi le tattiche nascono al computer"
In materia di cross Bruno Conti è stato professore emerito sui campi degli anni...
 Gio. 17 ott 2019 
Tre tenori in difesa, è Roma extralarge
Smalling, Fazio e Mancini, l’intesa fra i tre centrali del tecnico giallorosso cresce. E Juan Jesus è un valido jolly...
Zaniolo "ritrova" Ranieri. A Roma non scattò la scintilla
Domenica Nicolò Zaniolo contro la Samp potrebbe giocare trequartista o essere dirottato...
Duracell Cristante: ora per Fonseca è indispensabile
Insieme a Veretout è l'unico reduce di un centrocampo oggi decimato. Bryan Cristante...
Il nuovo stadio della Roma ora è più vicino che mai
Stavolta ci siamo come mai prima d'ora: la proposta del Campidoglio sullo Stadio...
Pastore si gioca la Roma
Ultima chiamata per Javier Pastore. Il trequartista argentino nell'attuale campionato...
Squalifica Fonseca: possibile riduzione, oggi la decisione
Fonseca cercherà di convincere oggi la Corte Federale chiamata a decidere sul ricorso...
Nicolò senza limiti: Mancini gli ha ridato l'Italia, ora Zaniolo vuole anche i gol
L'azzurro riconquistato e un gol che manca da quasi 7 mesi. Nicolò Zaniolo, reduce...
 Mer. 16 ott 2019 
Confermato lo "sconto" a Mazzarri. Ora Fonseca può sperare per Genova
Assist di Mazzarri a Fonseca e ora la Roma spera. Non si tratta di una partita,...
Dzeko fuori. Ma la cabala è con Kalinic
I numeri non dicono tutto. Ma qualche volta dimostrano cose sorprendenti. La Roma...
La danza della pioggia: Samp-Roma è a rischio
Mancano ancora cinque giorni e la situazione potrebbe tornare sotto controllo, ma...
Nuno Campos in panchina. È come se ci fosse Fonseca
[...] Il rapporto tra Paulo Fonseca e il suo vice, Nuno Campos, è nato tramite amici...
La Roma si scopre forte in difesa
Sette gare in 21 giorni per capire qualcosa in più sulla Roma. E di conseguenza...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>