facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 23 maggio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Calcio, la bolla sta per scoppiare: il nuovo doping delle plusvalenze

Giovedì 14 marzo 2019
"È nostro compito attenzionare plusvalenze e scambi sospetti, li segnaleremo alle autorità". la sirena d'allarme è suonata la sera di domenica 10 marzo, durante la Domenica Sportiva. Nel bel mezzo dell'appuntamento tv nazional-popolare per eccellenza, il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina si è messo a parlare di "plusvalenze". Il messaggio è stato chiaro: "È nostro compito attenzionare plusvalenze e scambi sospetti. Tutti gli scambi senza finanza vanno segnalati alla Procura e segnaleremo alle società di revisione se alcuni elementi danno sospetti, facendole intervenire. E obbligheranno una svalutazione della plusvalenza fittizia". Il tifoso medio ha capito quanto basta: se il presidente della Figc ne parla alla Domenica Sportiva, vuol dire che il problema è grosso. I bilanci delle società di calcio rischiano di esplodere. Il fenomeno delle plusvalenze è il sintomo della crisi. Sembrano ricavi fittizi per nascondere le perdite e rinviare l'appuntamento con la realtà. È un mondo dove la Juventus vale in Borsa 18 volte la Lazio, azienda che pure fa esattamente lo stesso business. E la Roma vale un quinto della Juventus, ma quattro volte la Lazio. Un mondo dove la matematica è un'opinione. Il meccanismo delle plusvalenze è semplice. Se un calciatore l'ho pagato un milione e lo cedo a 20 milioni, aggiungerò ai proventi da abbonamenti, biglietti e diritti tv pagati da Sky una plusvalenza di 19 milioni: nel bilancio andrà ad aumentare i ricavi e ad abbattere le perdite. Ci sono due modi di ingannare la realtà. Se i 20 milioni mi vengono pagati in tre anni, ugualmente segno subito nel conto economico la plusvalenza intera, cioè soldi non ancora arrivati. Ma soprattutto, se, dopo aver venduto a 20 milioni un ragazzo pagato un milione, vado a comprarne per 20 milioni un altro, e se tutti si scambiano i calciatori in una girandola di contratti a prezzi crescenti, ecco fatta la fabbrica dei ricavi falsi.

I DATI SUI BILANCI del calcio professionistico pubblicati nei report della Figc sono chiarissimi. Nella stagione 2016-2017, l'ultima di cui si hanno tutti i bilanci approvati, le società nel loro complesso hanno fatto incassi effettivi per 2,6 miliardi a fronte di spese per 3,3 miliardi, con uno sbilancio tra costi e ricavi, cioè un buco, di 711 milioni. Maecco le plusvalenze: le società calcistiche ne hanno realizzate per 749 milioni, cosicché il risultato a livello di margine operativo lordo (Ebitda) diventa positivo per 38 milioni. Anche nel campionato precedente, 2015-2016, la differenza tra costi e ricavi era stata di circa 700 milioni, ma le plusvalenze si erano fermate a 437 milioni, così il rosso si era avvicinato ai 300 milioni. Gravina deve intervenire perché le plusvalenze sono come una droga iniettata nei bilanci. E prima o poi la paghi. Se segni tra i ricavi una cifra alla quale non corrisponde un effettivo incasso, da qualche parte il buco verrà fuori. Le spese, per esempio gli stipendi pagati ai calciatori (la Serie A è in Europa il campionato con il maggior impatto del costo dei calciatori sul fatturato), sono soldi veri che escono tutti i mesi dalla cassa, mentre le plusvalenze non sempre si appalesano nella loro volgare materialità. A ben guardare i bilanci, si nota che il debito totale della Serie A è passato dai 3 miliardi del 2016 ai 3,6 del 2017. Ecco che cosa diventano le plusvalenze: debiti. Nel 2017 le società italiane hanno segnato nei loro bilanci 749 milioni di plusvalenze e i debiti sono cresciuti di 600 milioni. Numeri che suggeriscono quante possano essere le plusvalenze fittizie. Altro indicatore sospetto è che in due anni le plusvalenze sono raddoppiate, da 381 a 749 milioni, fenomeno spiegabile solo con il tentativo del sistema di tappare le falle in qualche modo.

IL PATRON DEL GENOA Enrico Preziosi ha depositato una preziosa testimonianza nel bilancio 2017, dove si legge: "Successivamente alla data di chiusura dell'esercizio 2017, nel corso della sessione invernale di calciomercato, sono state realizzate importanti plusvalenze che hanno consentito alla società, come meglio precisato all'interno della relazione sulla gestione, di superare la situazione di cui all'art. 2447 c.c. e ripristinare l'integrità patrimoniale della stessa". Il Genoa, nonostante avesse segnato all'attivo 30,4 milioni di plusvalenze (più di un terzo dei ricavi), aveva chiuso il bilancio con 12 milioni di perdita, il che aveva provocato la scomparsa del patrimonio netto, che avrebbe dovuto essere ricostituito con costosi aumenti di capitale. Invece è bastata qualche plusvalenza. Finché dura: il Genoa ha 173 milioni di debiti, tre volte il fatturato senza plusvalenze; l'Inter ha 668 milioni di debiti, quattro volte il fatturato senza plusvalenze. Il Milan, che fa relativamente meno plusvalenze e ha chiuso l'ultimo bilancio in rosso d i 135 milioni, ha debiti per 537 milioni; la Sampdoriaha 164 mil ioni di debiti, più del doppio del fatturato senza plusvalenze. Dicono gli esperti che le banche non hanno paura di questa bolla, perché si sentono garantite dai contratti dei diritti tv, 1,1 miliardi all'anno già garantiti per questo campionato e per ciascuno dei prossimi due. Però a presiedere la Lega Calcio è stato mandato l'ex numero due di Intesa Sanpaolo, Gaetano Micciché. Che dovrà discutere seriamente con Gravina per trovare una via d'uscita.
di G. Meletti
Fonte: Il Fatto Quotidiano
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 22 mag 2019 
Addio De Rossi, la protesta contro Pallotta arriva ai media di Boston
Il Boston Globe ha pubblicato un articolo sui motivi della contestazione al presidente della Roma, riprendendo anche l'invito del Corriere dello Sport a spiegare i motivi dell'addio del capitano
Cda Roma, Gold si dimette: al suo posto Martin
Cambio nel Consiglio d'Amministrazione della Roma. Si dimette Stanley Phillip Gold,...
Pjanic gira un video e i tifosi iniziano a sognare: "È un indizio, arriva Guardiola"
Pep Guardiola e la Juve sono sempre più vicini, spunta un indizio social che lo confermerebbe.
RANIERI: "Ogni tifoso si è identificato in De Rossi. Per me Roma rappresenta tutto"
"La Roma ha un futuro, qui ho avuto l'appoggio di tutti. Le parole post-Sassuolo? Meglio non caricare le aspettative"
Qatar-Roma, altre conferme sull'interesse. E spunta un incontro nella Capitale ai primi di maggio
"Si valuta un investimento forte". Nella giornata di ieri sono tornate alla ribalta...
Fumogeni al Mapei, individuati tifosi. Erano in curva ospiti della Roma, rischiano il daspo
REGGIO EMILIA - Sono stati individuati i due tifosi che hanno lanciato in campo...
Rudi Garcia lascia l'Olympique Marsiglia
Dopo due anni e mezzo avventura finita, con Montpellier l'ultima
De Rossi, Olimpico sold out e festa coi ragazzi dell'83
Per l'ultima in giallorosso del capitano, sugli spalti dello stadio esaurito ci saranno anche tutti i ragazzi del 1983 (tra cui l'ex Juve Pepe). Quelli che 25 anni fa hanno iniziato a giocare con lui nelle giovanili della Roma. Per il resto, non trapela nulla...
Calciomercato Roma, il rinnovo di El Shaarawy e l'arrivo di Petrachi: la situazione
Continuano i dialoghi tra la Roma e Stephan El Shaarawy per il rinnovo di contratto....
Roma-Parma, Le Probabili Formazioni
38ªGiornata di Serie A
De Rossi, la strategia di Burdisso: sei mesi al Boca, poi negli States con Sarah
I tifosi del Boca spingono per averlo, i giallorossi sono favorevoli alla meta: «Che realizzi il suo sogno». La maglia numero 16 è inutilizzata
Stadio: la Roma pronta a pagare la prima tranche per l'acquisto dei terreni
Sono giorni importanti per il futuro dello Stadio di Tor di Valle, con i contatti...
Roma, le mosse del Qatar: tra le ipotesi il "name sponsor" dello stadio
Gli arabi però sono interessati a un investimento forte a prescindere dall’impianto
Calciomercato Roma, lo strappo di El Shaarawy: no al rinnovo
Va in scadenza nel 2020 ed è orientato a non firmare, ma il nuovo ds può fermarlo
Roma, la notte degli addii non riguarda solo De Rossi
Tutti pensano all'addio (non voluto) di Daniele De Rossi: 615 partite con la maglia...
La rivoluzione giallorossa parte dal tecnico
Gasperini o Sarri per la rivoluzione. La Roma vuole ripartire dal «mago» dell'Atalanta...
Scatta il valzer
Chi resterà col cerino in mano? Arriva l'estate delle panchine più bollenti, mai...
Obiettivo Dzeko: salutare la Roma con un gol che faccia storia
In tempi di frastuono, si può andare via anche senza clamore, senza necessità di...
De Rossi, il caso entra a Montecitorio
Per il saluto di De Rossi saranno presenti 63mila spettatori: ai quasi 24mila abbonati...
Gasperini per forza: attesa per il sì dell'allenatore dell'Atalanta
In piena volata, e a meno di una settimana dal possibile annuncio, c'è Gasperini...
De Rossi saluta: Olimpico esaurito ma la festa resta top secret
«Sembra dimagrito», il pensiero di parecchi tifosi sotto le immagini di De Rossi...
E l'ormai prossimo ds Petrachi fa già il mercato per Gasperini
Ancora cinque giorni poi Petrachi diventerà a tutti gli effetti il nuovo ds della...
 Mar. 21 mag 2019 
Le migliori plusvalenze del mercato in Europa: c'è Zaniolo nella top 15
I giocatori che hanno aumentato di più il loro valore di mercato rispetto a luglio...
Allegri, Roma e Buffon sondano. Ma il futuro per ora è un anno sabbatico
Ha detto: "Per ora penso a stare a casa”. Però la chiamata di un top club può cambiare i piani del tecnico ancora sotto contratto con la Juve
La lunga estate di Zaniolo: due nazionali, l'Europeo e un rinnovo tutto da scrivere
Il centrocampista della Roma affronterà le qualificazioni all'Europeo 2020 con il ct Mancini contro Grecia e Bosnia. Poi parteciperà all'Europeo Under 21 con il ct Di Biagio. Infine, rischia di dover "tagliare" le ferie per i preliminari di Europa League con la Roma. Mentre l'agete discuterà l'adeguamento di contratto coi giallorossi e le offrete in arrivo dal Tottenham
SERIE A, domenica cinque minuti di tolleranza per non compromettere la contemporaneità
«Il termine di tolleranza per l'attesa della presentazione delle squadre in campo...
Calciomercato Napoli, De Rossi e non solo: De Laurentiis pensa a Quagliarella
Il capocannoniere del campionato, napoletano innamorato della città, fu costretto ad andare via per una storia di stalking. Ancelotti riflette
CALCIOMERCATO, dall'Inghilterra: Bielsa verso la permanenza al Leeds
Il tecnico del Leeds Marcelo Bielsa è molto vicino a trovare l'accordo col club...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>