facebook twitter Feed RSS
Sabato - 23 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Capello: "Soltanto Suning può pensare di opporsi alla Juve"

"Nazionale? Abbiamo giovani di valore assoluto, ad esempio Zaniolo"
Giovedì 06 dicembre 2018
Se un classico è qualcosa che non ha mai finito di dire quello che ha da dire (Calvino), allora Juventus-Inter resta materia nobile. Anche nella sua dimensione forte, a volte feroce, nella rivalità urticante e nella distanza tra i due mondi. Il più classico tra i nostri allenatori, Fabio Capello, ha qualcosa da dire anche lui.

Don Fabio, quanto rimangono lontani il mondo Juve e il mondo Inter?
«Ho conosciuto bene il signor Suning, ho avuto il privilegio di lavorarci e vi dico che se esiste qualcuno in grado di opporre una forza mondiale alla Juventus, è proprio lui».

Tra quanto tempo, mister?
«Dipende dal campo. Ma il grande capo dell'Inter ha forza economica e ambizione. Stiamo parlando di super potenze planetarie: oggi nel calcio serve questo per arrivare a certi livelli, quelli dove vive la Juventus».

Agnelli e Moratti sembrano più vicini: non crede che la stagione delle polemiche infinite stia lentamente morendo?
«Premessa: quei due scudetti li ho vinti sul campo. Seconda premessa: dopo, si fecero le cose troppo di corsa senza aspettare i tempi giusti, senza pazienza, per una serie di motivi che potevano chiamarsi Uefa o Fifa. Detto questo, è tempo di lasciar perdere il passato».

Possiamo chiamarla pacificazione? È storicamente sbagliato? È ipocrita?
«La società italiana sta vivendo un momento non facile di suo, una stagione di gente agitata, di offese continue, e non parlo di calcio. Serve maturità».

Lei si immagina l'Inter a testa alta allo Stadium?
«Se non sbaglio, Spalletti ha dichiarato di non sentirsi l'anti-Juve ma io credo che avremo un test molto importante sulla vera caratura dell'Inter. Se scenderà in campo a Torino per giocarsela alla pari, con la fiducia che deriva dalla consapevolezza dei propri mezzi, allora sapremo cos'è la personalità dell'Inter. Un esame importante».

Se superato, potrebbe riaprire i giochi?
«No, non per lo scudetto».

Qualcuno dice che il campionato non è finito solo perché non è mai cominciato: un'esagerazione?
«La realtà, piuttosto. Il campionato 2018/19 si è chiuso nel giorno di luglio in cui la Juventus ha annunciato l'acquisto di Cristiano Ronaldo. Erano già i più forti prima, a volte enormemente più forti, figurarsi con questo mostro».

Il Ronaldo italiano ha stupito anche lei?
«Siccome è un giocatore smisurato, stupirsi di lui è impossibile. Ma non si può non apprezzare il suo modo di essere al servizio della squadra, e come trascina i compagni anche in allenamento, come cerca l'assist e non solo l'azione personale o il gol. Il merito è anche di Allegri se Ronaldo sta diventando persino più bravo di quanto già non fosse».

Ci spiega, con lo sguardo dell'allenatore, in cosa la Juventus è superiore?
«Lo noto in Champions più che in campionato. Dipende dall'intensità di ogni gesto, dalla velocità di mente e di piede con cui fanno tutto, senza tocchetti o giocatine come a volte la domenica. In Europa ci sono azioni in cui la Juve non si concede neanche una sbavatura, è sempre concentratissima».

Ma nel finale della seconda sfida contro il Manchester United non è stato così.
«La ritengo una distrazione irripetibile. Utile, e irripetibile».

Pensa che oggi la Juventus sia la migliore squadra d'Europa?
«Ancora non si può dire, perché il destino di una Champions dipende dai dettagli. Di sicuro, la Juve se la gioca alla pari con chiunque. E sì, nella prima parte di Champions è sembrata avere qualcosa in più».

Non crede che questa squadra ora possa solo perdere? Anche per la Coppa esiste una pressione enorme, quasi una certezza. Lasciarsela sfuggire sarebbe molto doloroso.
«È il rischio che corre chi ha grandi ambizioni. I bianconeri inseguono questo famoso trofeo dalle grandi orecchie da più di vent'anni, e in molti pensano che possa essere il momento giusto. Del resto, sono arrivati due volte in finale senza Ronaldo, e la seconda volta lui era dall'altra parte e fece due gol. Direi che l'equilibrio si è spostato. In sintesi, la Juventus sa sempre cosa fare e come esprimere la propria forza atletica, tecnica e mentale. La terza, quella mentale, fa la differenza».

Intanto, però, si comincia a parlare meno del Napoli che pure tiene botta. Lei come valuta il lavoro di Ancelotti?
«Carlo è eccellente, magnifico come sempre. Ha mantenuto molto alto il livello del rendimento pur cambiando il gioco. Vedo il segno della sua grande esperienza. Non facile, con uno schema così diverso da quello di Sarri».

È cominciata una stagione nuova anche per la nazionale: come la vede, il cittì Capello?
«Molto bene. Le ultime partite hanno espresso il gioco; il gol verrà. E poi abbiamo finalmente dei giovani di assoluto valore, cominciando da quel portiere ragazzino che è già un veterano. Ma sono in tanti a piacermi, ad esempio Zaniolo che sa fare molte cose bene, e poi Barella, forte anche lui. Però quello che mi piace più di tutti è Sensi, veloce di cervello anche quando cerca il gioco lungo. Il comodo girone di qualificazione europea aiuterà il lavoro di Mancini».

E il lavoro del Var, chi l'aiuta?
«Meno male che esiste! Ma se chi gestisce il marchingegno ha meno personalità di chi arbitra, il Var diventa inutile».

Don Fabio, com'è la vita da opinionista Sky nelle sere di Champions? In fondo, lei partì proprio dalla tivù.
«Tutto bellissimo. Perché quando la gara finisce, finisce per davvero e mi rilasso senza dover pensare che abbiamo vinto o pareggiato o perduto e chi devi ascoltare, e chi devi accontentare».
di M. Crosetti
Fonte: La Repubblica

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 22 feb 2019 
Premier Conte: "Sono un grande tifoso della Roma, fiducioso per la Champions"
Il presidente del Consiglio, tifoso romanista, era presente all'inaugurazione della nuova sede giallorossa del quartiere Eur dove si trasferiranno gli uffici amministrativi: "La squadra c'è, è giovane e sono fiducioso in vista della Champions. E anche il campionato è lungo"
Frosinone-Roma, Le Probabili Formazioni
25ªGiornata di Serie A
Roma, inaugurazione della nuova sede all'Eur: presenti Totti, Monchi e Baldissoni
Per l'occasione è stato illuminato di giallo e rosso l'obelisco dell'Eur. Il Presidente del Consiglio Conte: “Lo Stadio è un investimento importante per l’Italia”. Baldissoni: “Abbiamo riportato la Roma al centro della città”
SERIE A 2018/2019, 25ª Giornata
Calendario e Risultati
Frosinone-Roma, i convocati
Ecco i 21 convocati giallorossi per il match contro il Frosinone: Olsen, Fuzato,...
DI FRANCESCO: "Zaniolo in panchina, De Rossi titolare nel 3-5-2. Baldini? Ambiente che destabilizza"
FROSINONE-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: “Under non sarà convocato, mentre Perotti può giocare
ILICIC: "Futuro alla Roma? Se ci saranno offerte, ci penserò"
Josip Ilicic, fantasista dell'Atalanta, è tornato brevemente sull'interesse manifestato...
BARONI: "Io ci credo, mi aspetto una crescita, non si dovrà sbagliare assolutamente la prestazione"
FROSINONE-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI MARCO BARONI: "Avremo i tifosi dalla nostra parte e questo è molto importante"
DI FRANCESCO: "Allenatore lo sono più diventato che nato. Non ho mai voluto farlo"
Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, ha raccontato la sua storia da tecnico....
EUROPA LEAGUE 2018/2019, Sorteggio ottavi di finale
Ottavi di Finale (and. 7 mar. - rit. 14 mar.) Chelsea (ENG) - Dynamo Kyiv (UKR)...
Chelsea, Sarri dribbla la Roma: "Mai incontrato Baldini"
L'allenatore dei Blues smentisce l'incontro con il consulente di Pallotta: «Penso sia una bella caz...»
Tifosi divisi su Sarri: "Ha ottime idee", "Con Di Francesco per la Champions"
Sarri possibile successore di Di Francesco alla guida della Roma? Monchi con le...
Torna Under, Santon cauto: "Vietato fallire"
La Roma ritrova Cengiz Under. Dopo un'assenza di oltre un mese, il tuco tornerà...
Serata di gala per l'apertura della sede Eur
La Roma presenta stasera la sua nuova sede di via Tolstoj, già operativa da un paio...
Raggi, diktat su Tor di Valle. M5S evita la conta in Consiglio
Per tutta la giornata, nelle chat e nei conciliaboli a Palazzo Senatorio, la truppa...
Jesus e Santon si candidano
Col peso della diffida sulle spalle di tre difensori titolari su quattro, le seconde...
Sarri alla Roma, la strada è possibile
Conferme, smentite e nuovi appuntamenti in agenda. Una strada per Sarri alla Roma...
Da Frosinone a Frosinone: ElSha è tornato Faraone
Contro il Frosinone, il 30 gennaio 2016, Stephan El Shaarawy ha segnato il primo...
Ecco l'ItalRoma, giovane e azzurrabile: in regia l'idea è Locatelli
Se il futuro di Di Francesco e di Monchi è ancora tutto da definire, alcune linee...
Prove di futuro. Roma, spunta Sarri all'orizzonte, DiFra in un mese si gioca tutto
Ci mancava solo lo spettro Sarri a mettere pressione a Di Francesco prima di una...
Roma, un esame lungo tre mesi
In bilico a Trigoria, come nel resto d'Italia. Anche a Milano e Torino, addirittura...
Si discute dell'anticipo alle 15, ma per ora il derby resta di sera
Manca poco più di una settimana ma in città c'è fermento per il derby Lazio-Roma,...
 Gio. 21 feb 2019 
Stadio Roma. Raggi: "L'impianto va costruito a Tor di Valle. Miglioreremo la ferrovia Roma-Lido"
Montuori: "L'impianto è un bene". Grancio: "Sarà una catastrofe" Pelonzi: "La Giunta ha stravolto la delibera". Raggi: "Ponte di Traiano? Non è necessario”
Zaniolo-De Devitiis, pace fatta e rose giallorosse per la mamma di Nicolò
Nicolò De Devitiis si è presentato dal calciatore e da mamma Francesca con un mazzo di rose giallorosse. E in radio ha detto: “Cerco di portare i miei valori e stavolta ho sbagliato. L’ho fatta fuori dal vaso”
Zaniolo, De Devitiis: "Non chiedo scusa. Ma l'ho fatta fuori dal vaso"
Le parole della ‘iena’: “Sono qui per prendermi le mie responsabilità. Ho 28 anni, questa roba me la porterò come esperienza professionale”
Designazioni arbitrali 25ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni Sesta Giornata di ritorno
FROSINONE-ROMA, domani la conferenza stampa di Di Francesco
Domani 22 febbraio 2019, alle ore 15.00, il tecnico Eusebio Di Francesco incontrerà...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>