facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 16 novembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Roma, l'Olimpico è semideserto. In 30mila col Chievo, mille col Real: l'entusiasmo è sparito

Sono diversi i fattori che hanno portato il tifo giallorosso a disertare le gare casalinghe, al contrario delle milanesi che registrano in questo avvio di campionato quasi il tutto esaurito
Giovedì 13 settembre 2018
Non sono passati neppure sei mesi da quando la gente non dormiva per cercare di acquistare un biglietto per Liverpool. Non ne sono passati neppure quattro da quando, a Kiev, si giocava la finale di Champions, con i romanisti pronti ad affittare (e qualcuno lo ha fatto davvero) case ed auto per assistere a quella che poteva essere la partita del secolo per la Roma. Avrebbe giocato contro il Real, che invece affronterà tra una settimana. E il settore ospiti (3500 posti a disposizione) difficilmente andrà esaurito. Sono poco più di 1000 i tifosi al momento sicuri di andare, 30mila in più ce ne saranno domenica contro il Chievo. Neanche troppo male, di questi tempi. Malissimo se, invece, ci si confronta con Milano. Inter e Milan, negli ultimi anni, sono sempre state dietro alla Roma, eppure San Siro registra quasi ogni week end incassi e numeri record. Possibile che sia merito solo della nuova fermata della metro che ti porta diretto allo stadio? Possibile che l'entusiasmo che si respira al Nord, pur senza trofei recenti, a Roma sia già sparito? Contro l'Atalanta 41mila spettatori, contro il Chievo, come detto, se ne prospettano addirittura diecimila in meno. Una questione di blasone del match? Anche, ma non solo. Sono diversi i fattori che hanno portato il tifo giallorosso a disertare le gare casalinghe: dall'entusiasmo, agli obiettivi stagionali, fino al problema logistico dello stesso Olimpico.

ENTUSIASMO - A Milano basta l'entusiasmo per riempire gli stadi. Il ritorno in Champions League e una buona campagna acquisti regaleranno all'Inter una serie di partite dove verrà sfiorato il tutto esaurito. Alla prima stagionale dei nerazzurri contro il Torino sono stati staccati 59.135 biglietti (di cui 37mila abbonati, record assoluto), nella gara di sabato contro il neopromosso Parma invece ne sono previsti addirittura sessantamila. Come due partite della Roma contro il Chievo. Un'Inter partita con il freno a mano tirato, esattamente come il club giallorosso, ma che non ha rinunciato a far sognare i propri tifosi. Probabilmente saranno parole al vento, al contrario di quelle più concrete e realiste di Totti, ma per adesso bastano e avanzano per far felici i cassieri del club.

MERCATO - E ancora. Da una parte gli acquisti di Nainggolan, de Vrij, Vrsaljko e Lautaro Martinez. Dall'altra le cessioni di Alisson, Strootman e il Ninja, con l'arrivo di giocatori che ancora non convincono. L'entusiasmo del mercato, di un giocatore non ceduto (come può essere il caso di Icardi o Perisic) e di una campagna acquisti importante porta tifosi allo stadio. Credere in qualcosa di difficilmente raggiungibile porta euforia tra i tifosi e una conseguente voglia di vedere la squadra dal vivo. Stesso discorso in casa Milan. E alla prima in casa contro la Roma San Siro ha registrato 57.789 spettatori.

OLIMPICO - Entusiasmo, mercato, ma anche il fattore economico e logistico dello stadio non spinge il tifoso a fare code davanti alle biglietterie per comprare un posto in tribuna, se non in casi eccezionali. Prezzi alti per tutti i settori: 35 euro per la curva Sud, 60 per la Tevere, 70 per la Monte Mario. In questi tempi una famiglia non può permettersi di spendere 140 euro per un Roma-Chievo o Roma-Atalanta. Al prezzo del biglietto va aggiunta anche l'esasperazione di uno stadio situato al centro della città, difficilmente raggiungibile e con una situazione parcheggi a dir poco che critica. Autobus senza corsia preferenziale e quindi costretti a subire il traffico cittadino, l'assenza di una stazione metropolitana vicina all'impianto: una condizione che spinge il tifoso a guardare la partita sul divano piuttosto che allo stadio.

MODELLO DA SEGUIRE - Un grande colpo di mercato, sette anni di programmazione e successi, e un impianto privato (non distante dal centro, ma privo di aree svago) dotato di ogni confort. La Juventus è il modello da seguire, come ribadito dalla dirigenza della Roma. Ma basterebbe ora avvicinarsi allo stile delle milanesi. Nainggolan in nerazzurro, Higuain in rossonero e Cristiano Ronaldo in bianconero: tre grandi colpi messi a segno dalle rivali della Roma. Tre giocatori che regalano speranze per gli obiettivi stagionali, ma anche la voglia di andare allo stadio per vedere e ammirare i propri idoli. Perché il tifoso, sempre più cliente, ha ancora voglia di credere in qualcosa. La maglia si ama sempre. Amare anche chi la indossa sembra sempre più un atto di fede.
di J. Aliprandi
Fonte: Gazzetta Dello Sport

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 15 nov 2018 
RAFINHA: "Vado da Monchi"
Nuovo nome per il centrocampo della Roma. Si tratta di Rafinha, centrocampista del...
La Roma e Pallotta donano 150 mila euro alla famiglia Cox per le cure riabilitative
Il presidente: "Speriamo che Sean recuperi quanto prima".
Totti entra nella Hall of Fame: la cerimonia prima del Real Madrid
Il 27 novembre poco prima della sfida di Champions contro il Real, il club omaggerà il suo ex capitano con l’ingresso nella Hall of Fame giallorossa: "E' un privilegio essere stato inserito al fianco di idoli miei e di generazioni di tifosi"
GONALONS, frattura del malleolo tibiale
Nuovo infortunio per Maxime Gonalons. Il centrocampista del Siviglia, in prestito...
UEFA, rassicurazioni dai club: no alla Superlega e sì a una terza coppa
I club calcistici europei hanno promesso di restare uniti alla UEFA offrendo rassicurazioni...
La moglie di Dzeko: "Roma la nostra casa, qui stiamo bene perché..."
La moglie di Edin Dzeko, attaccante della Roma, parla a N1. Queste le parole...
La Serie A studia da grande: ​i numeri raccontano la crescita ma ora serve un salto
Tornato a volare a un'altitudine perfetta per tenersi al riparo dallo stallo, il...
TRIGORIA 15/11 - Squadra in campo con i ragazzi della Primavera. Perotti in gruppo part-time
ALLENAMENTO ROMA - De Rossi e Luca Pellegrini in miglioramento
Roma sotto assedio: da Pellegrini a Under il rischio addio è alto
La Roma è sotto assedio e rischia concretamente di perdere una parte importante...
Juan Jesus non tradisce: con lui in campo giallorossi mai sconfitti
Domenica scorsa aveva aperto le marcature con la Samp. Un gol che per Juan Jesus...
Calciomercato, De Ligt e Manolas: Juventus insaziabile
L’olandese classe 1999 è valutato 50 milioni. L’alternativa è il greco della Roma: clausola da 36 milioni
Olsen si è preso la Roma: "Sono felicissimo, lotto ogni giorno per migliorarmi"
Dal ritiro della nazionale svedese, il portiere giallorosso si è detto entusiasta di poter lavorare con Savorani
Pastore nel tunnel, el Flaco le prova tutte: rigenerazione cellulare per un recupero lampo
Risolvere definitivamente i cronici problemi al polpaccio, che negli ultimi tre...
Per il colpo in casa di Nainggolan prima condanna a 2 anni in carcere
Un furto lampo studiato nei minimi dettagli. La perlustrazione iniziale, l'osservazione,...
La Roma si fa giustizia da sola: ecco l'udienza per Dzeko
Una questione di principio. L'occasione per fare giustizia. E giurisprudenza. La...
Le mire saudite sulla Roma: il progetto di bin Salman gelato da Pallotta
L'Arabia Saudita aveva un piano per il calcio italiano. O almeno un'idea: entrare...
Marcano verso l'addio, ma sarà plusvalenza
Monchi si guarda in giro, ma non è detto che la Roma faccia investimenti di primo...
La Juventus piomba su Herrera e... Savorani
La Juve tenta il doppio sgarbo. I bianconeri, infatti, stanno pensando seriamente...
Pastore smarrito, più Flaco non si può
Inutile giocare una volta e poi fermarsi per 20 giorni. O scendere in campo con...
DiFra Die Hard: il resiliente Eusebio è sopravvissuto a tre crisi
«Le critiche? Sono resiliente e non mollo». Lo disse già il 15 settembre 2017 e...
 Mer. 14 nov 2018 
Fellaini ci dà un taglio? La sua chioma finisce sulla testa di Kolarov
Il centrocampista belga ha tagliato i suoi capelli e l’account Twitter della Roma in lingua inglese non ha perso l’occasione per fare ironia
Perotti pronto al riscatto: "Se attraversi l'inferno non fermarti"
«Se stai attraversando l'inferno, non ti fermare», la frase è di Sir Winston Churchill...
Calciomercato Liverpool, offerta choc al Barcellona: pronti 100 milioni per Dembelè
Ousmane Dembelé da sempre è nel mirino dei club inglesi, ma uno in particolare sembra...
Calciomercato Roma, dall'Inghilterra: occasione Young già a gennaio
MONCHI PUNTA L'ESPERTO GIOCATORE INGLESE: PRONTA L'OFFERTA AL MANCHESTER UNITED
Udinese: Nicola, adesso bisogna far punti
'Non vedo l'ora di conoscere i giocatori. Chiederò dedizione'
CR7 in gita non bada a spese: 31mila euro solo per il vino
Secondo il «Sun» il fuoriclasse della Juventus ha festeggiato il compleanno della figlia stappando la bottiglia più cara del mondo
Sulla trequarti o alla... Modric: Coric è in rampa di lancio
Il centrocampista croato, con al momento una sola presenza in A, potrebbe essere l'altro baby pronto ad esplodere in casa giallorossa. Il tecnico negli ultimi allenamenti lo ha schierato a protezione della difesa, quasi a volergli regalare un futuro alla... Modric
DE VITO: "Stiamo verificando la regolarità dell'iter. Non abbiamo ritirato la delibera..."
Marcello De Vito, presidente dell'Assemblea capitolina, è intervenuto a Centro...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>