facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Roma, l'Olimpico è semideserto. In 30mila col Chievo, mille col Real: l'entusiasmo è sparito

Sono diversi i fattori che hanno portato il tifo giallorosso a disertare le gare casalinghe, al contrario delle milanesi che registrano in questo avvio di campionato quasi il tutto esaurito
Giovedì 13 settembre 2018
Non sono passati neppure sei mesi da quando la gente non dormiva per cercare di acquistare un biglietto per Liverpool. Non ne sono passati neppure quattro da quando, a Kiev, si giocava la finale di Champions, con i romanisti pronti ad affittare (e qualcuno lo ha fatto davvero) case ed auto per assistere a quella che poteva essere la partita del secolo per la Roma. Avrebbe giocato contro il Real, che invece affronterà tra una settimana. E il settore ospiti (3500 posti a disposizione) difficilmente andrà esaurito. Sono poco più di 1000 i tifosi al momento sicuri di andare, 30mila in più ce ne saranno domenica contro il Chievo. Neanche troppo male, di questi tempi. Malissimo se, invece, ci si confronta con Milano. Inter e Milan, negli ultimi anni, sono sempre state dietro alla Roma, eppure San Siro registra quasi ogni week end incassi e numeri record. Possibile che sia merito solo della nuova fermata della metro che ti porta diretto allo stadio? Possibile che l'entusiasmo che si respira al Nord, pur senza trofei recenti, a Roma sia già sparito? Contro l'Atalanta 41mila spettatori, contro il Chievo, come detto, se ne prospettano addirittura diecimila in meno. Una questione di blasone del match? Anche, ma non solo. Sono diversi i fattori che hanno portato il tifo giallorosso a disertare le gare casalinghe: dall'entusiasmo, agli obiettivi stagionali, fino al problema logistico dello stesso Olimpico.

ENTUSIASMO - A Milano basta l'entusiasmo per riempire gli stadi. Il ritorno in Champions League e una buona campagna acquisti regaleranno all'Inter una serie di partite dove verrà sfiorato il tutto esaurito. Alla prima stagionale dei nerazzurri contro il Torino sono stati staccati 59.135 biglietti (di cui 37mila abbonati, record assoluto), nella gara di sabato contro il neopromosso Parma invece ne sono previsti addirittura sessantamila. Come due partite della Roma contro il Chievo. Un'Inter partita con il freno a mano tirato, esattamente come il club giallorosso, ma che non ha rinunciato a far sognare i propri tifosi. Probabilmente saranno parole al vento, al contrario di quelle più concrete e realiste di Totti, ma per adesso bastano e avanzano per far felici i cassieri del club.

MERCATO - E ancora. Da una parte gli acquisti di Nainggolan, de Vrij, Vrsaljko e Lautaro Martinez. Dall'altra le cessioni di Alisson, Strootman e il Ninja, con l'arrivo di giocatori che ancora non convincono. L'entusiasmo del mercato, di un giocatore non ceduto (come può essere il caso di Icardi o Perisic) e di una campagna acquisti importante porta tifosi allo stadio. Credere in qualcosa di difficilmente raggiungibile porta euforia tra i tifosi e una conseguente voglia di vedere la squadra dal vivo. Stesso discorso in casa Milan. E alla prima in casa contro la Roma San Siro ha registrato 57.789 spettatori.

OLIMPICO - Entusiasmo, mercato, ma anche il fattore economico e logistico dello stadio non spinge il tifoso a fare code davanti alle biglietterie per comprare un posto in tribuna, se non in casi eccezionali. Prezzi alti per tutti i settori: 35 euro per la curva Sud, 60 per la Tevere, 70 per la Monte Mario. In questi tempi una famiglia non può permettersi di spendere 140 euro per un Roma-Chievo o Roma-Atalanta. Al prezzo del biglietto va aggiunta anche l'esasperazione di uno stadio situato al centro della città, difficilmente raggiungibile e con una situazione parcheggi a dir poco che critica. Autobus senza corsia preferenziale e quindi costretti a subire il traffico cittadino, l'assenza di una stazione metropolitana vicina all'impianto: una condizione che spinge il tifoso a guardare la partita sul divano piuttosto che allo stadio.

MODELLO DA SEGUIRE - Un grande colpo di mercato, sette anni di programmazione e successi, e un impianto privato (non distante dal centro, ma privo di aree svago) dotato di ogni confort. La Juventus è il modello da seguire, come ribadito dalla dirigenza della Roma. Ma basterebbe ora avvicinarsi allo stile delle milanesi. Nainggolan in nerazzurro, Higuain in rossonero e Cristiano Ronaldo in bianconero: tre grandi colpi messi a segno dalle rivali della Roma. Tre giocatori che regalano speranze per gli obiettivi stagionali, ma anche la voglia di andare allo stadio per vedere e ammirare i propri idoli. Perché il tifoso, sempre più cliente, ha ancora voglia di credere in qualcosa. La maglia si ama sempre. Amare anche chi la indossa sembra sempre più un atto di fede.
di J. Aliprandi
Fonte: Gazzetta Dello Sport

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 23 set 2018 
TOTTI: "Avrei firmato per la Sampdoria. Rimanere a Roma è la vittoria più grande. Un carcerato..."
"Un carcerato si è allungato la pena per vedermi. Quel 28 maggio è stato un giorno diverso dagli altri, ho dichiarato a tutti il mio amore."
Bologna-Roma 2-0, la squadra torna in pullman per questioni di ordine pubblico
Le autorità competenti erano preoccupate dei possibili incroci in stazione con i tifosi giallorossi al rientro dalla trasferta bolognese
Roma, da stasera la squadra in ritiro a Trigoria
Dopo lo 0 a 2 incassato in trasferta con il Bologna, Eusebio Di Francesco ha ordinato...
TRIGORIA, domani mattina la ripresa degli allenamenti in vista della partita contro il Frosinone
Dopo la sconfitta per 2-0 subita al Dall'Ara, la Roma riprenderà gli allenamenti...
PALLOTTA: "Sono disgustato"
Intercettato da romapress.us, il presidente della Roma James Pallotta ha...
DE ROSSI: "Abbiamo tempo per ribaltare le cose. Di Francesco colpevole? Non si salva nessuno..."
BOLOGNA-ROMA 2-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA DE ROSSI A SKY E' un giorno triste nel...
DI FRANCESCO: "Mi sento tra i responsabili, servono soluzioni e non riesco a trovarle"
BOLOGNA-ROMA 2-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "Se perdi tutti i contrasti è tuo demerito: devo trovare gli uomini giusti"
Dzeko è un fantasma, ma la Roma non riesce a farne a meno
BOLOGNA La crisi di Dzeko com'è, tecnica? Fisica? Forse un po' tutto, anche...
Bologna-Roma 2-0, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Non si salva nessuno. Difesa (e non solo) da 4
Roma, che tonfo a Bologna! Gode Inzaghi: 1ª vittoria in A
I giallorossi cadono anche al Dall'Ara contro la squadra di Inzaghi che trova i primi gol in campionato e la prima vittoria. Per l'undici di Di Francesco i tre punti mancano da più di un mese
Forum, Leggi le Opinioni dei Tifosi
Bologna-Roma 2-0
MONCHI: "Non si può parlare di mercato sbagliato a settembre. Di Francesco non è sotto osservazione"
BOLOGNA-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA MONCHI: "Dobbiamo essere convinti che la soluzione a questo inizio di campionato si possa trovare presto. Karsdorp fuori per scelta tecnica."
CRISTANTE: "Non siamo partiti bene, oggi è fondamentale prendere i tre punti"
BOLOGNA-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA CRISTANTE A ROMA TV Serve vincere......
Bologna-Roma Le Formazioni UFFICIALI
Serie A - 5ªGiornata
PRIMAVERA 1 - Milan-Roma 1-7
Nella 2ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
Di Francesco non fa sconti: rischiano anche i big
Una sconfitta oggi a Bologna aprirebbe la crisi. E lui cambia ancora formazione
La chance: Justin Kluivert titolare, riprenditi il sorriso
La tribuna era «per crescere». Al Dall'Ara di Bologna l’occasione per dimostrare il suo valore. Rick Karsdorp invece non è stato convocato
Bologna-Roma: cor Core accesso
La Roma deve invertire la rotta. Contro il Bologna si può fare. Le qualità ci sono: serve tornare ad essere una squadra con lo spirito giusto
Patrik e Justin, il rilancio dei giovani "ribelli"
Dice: «C'è bisogno di tutti adesso» e a sorpresa rispolvera Kluivert e Schick, promuovendo...
Di Francesco rischiatutto
Si gioca tanto, non ancora tutto e lo fa rischiando su se stesso. Di Francesco cambia...
Va sconfitta la depressione
Delusi, arrabbiati, sfiduciati, sull'orlo della depressione: questi gli stati d'animo...
Karsdorp non parte: "È scelta tecnica". Possibile cessione a gennaio
L'universo giallorosso è anche questo: un tifoso che si avvicina a Di Francesco,...
Fra tv e Colosseo, la super-settimana che aspetta Totti
(...) Da stasera inizierà la sua settimana sotto i riflettori. E non per i 42 anni...
Centomila per tre gare: la risposta dei romanisti
I tifosi, rispetto ad un anno fa, sono più presenti. Merito, senza dubbio, della...
L'America dei sogni traditi: senza lo stadio non si vola
Undici campionati in due, 800 milioni spesi sul mercato, 300 milioni di ricapitalizzazioni....
Al Dall'Ara i giallorossi sono imbattuti dal 2004
Con 5 punti in 4 partite, quella della Roma è la peggior partenza dell'era americana...
Roma, turn over alla bolognese
L'esame in Emilia è già da dentro o fuori. Per la Roma e ovviamente per Di Francesco:...
Bologna-Roma, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
Di seguito riportiamo le probabili formazioni di Bologna-Roma secondo le principali...
Lutto Roma: morto lo storico massaggiatore Giorgio Rossi
Nella notte è scomparsa una figura storica per il mondo romanista. Il prossimo 31 ottobre avrebbe compiuto 88 anni, di cui ben 55 con i colori giallorossi addosso
 Sab. 22 set 2018 
L'AS ROMA è a Bologna (VIDEO)
I giallorossi, partiti dalla Stazione Termini nel primo pomeriggio, sono arrivati...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>