facebook twitter Feed RSS
Sabato - 18 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Paredes: "Totti è stato uno dei più forti in assoluto. De Rossi mi ha insegnato a non mollare mai"

"Un giorno spero di tornare a Roma"
Venerdì 10 novembre 2017
Leandro Paredes, centrocampista dello Zenit, è stato intervistato da Ultimo Uomo ed ha parlato anche di Totti e De Rossi. Queste le sue parole:

"È stato uno dei più forti a giocare di prima: vedevo lui e pensavo fosse davvero uno dei più forti in assoluto. Non c'è un perché preciso: le ragioni sono tutte nella carriera che ha avuto, nella sua traiettoria. Lo capisci solo guardandola tutta insieme perché è così mitico. E poi fuori dal campo è una persona straordinaria, che ti aiuta sotto ogni punto di vista. Gli auguro davvero il meglio per la sua nuova carriera da dirigente".

Su Redondo...
"Non solo sarebbe stato il migliore nel suo ruolo: sarebbe stato uno dei migliori al mondo. È l'ideale del centrocampista moderno. Come Modrić. E sai anche chi metto, nel mio Pantheon? De Rossi. Daniele è uno che mi ha insegnato che non si deve mollare mai. Che ci si deve allenare ogni giorno a cento all'ora."

Sulla Roma...
"Oggi mi trovo benissimo qua, però mi piacerebbe un giorno tornare a Roma. Ho vissuto tre anni fantastici: la gente, la città, tutto. Mi piacerebbe davvero, un giorno, tornare. Quando mi hanno detto dell'interessamento dei giallorossi sapevo che era solo l'inizio: non ti accontenti mai di quello che senti dire, sai che se vuoi prenderti quelle cose, allora devi dimostrare tantissimo."

Su Sabatini...
"Uno che rispetto tantissimo perché è un grande professionista e non mi dispiacerebbe tornare a lavorare con lui, un giorno."

Su Spalletti...
"Mi sono sempre trovato benissimo con lui: però poi ha firmato per l'Inter, e ho capito che anche io sarei dovuto andare via perché il nuovo allenatore non mi avrebbe dato la continuità e la fiducia di Spalletti. Il problema è che eravamo in tre, e quei due che stavano al mio fianco stavano giocando benissimo. Era dura togliere uno di loro"

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 17 nov 2017 
NAINGGOLAN urla a Mangiante: "Hai fatto bene a mettermi in formazione!"
Nel corso dell'edizione delle ore 20:00 di Sky Sport 24, durante il suo consueto...
Milan, il New York Times: "Li Yonghong non ha nessuna miniera. Il padre e fratello sono in prigione"
Il quotidiano statunitense getta ombre sul presidente rossonero: il giacimento di fosforo indicato come suo principale asset apparterrebbe a una società che ha cambiato 4 padroni in 2 anni. E uno di questi sarebbe indirettamente legato a mr. Li
Roma-Lazio I Convocati
I convocati di Eusebio Di Francesco per il Derby: c'è anche Nainggolan
Roma-Lazio, allestite quattro aree con 15 nuclei di pronto intervento e 35 pattuglie di assistenza
Questa mattina gli incontri di pianificazione per il derby di domani alle 18: da domani mattina il ‘centro operativo’ si sposterà all’Olimpico
EMERSON: "Il ginocchio ha risposto bene, emozionante tornare a giocare. Al derby ci sarò"
Queste le parole di Emerson Palmieri a Roma TV dopo la partita disputata con la...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>