facebook twitter Feed RSS
Sabato - 1 ottobre 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Spinazzola: "Sono state ore pesanti. Mourinho mi ha detto che mi aspetta"

Spinazzola: "A Monaco ho finito le lacrime. Ora sono distrutto, ma non smetto di sorridere"
Mercoledì 14 luglio 2021
Il riconoscimento della Roma arriva all'ora della pennichella, meritatissima, della Freccia Azzurra. Subito dopo pranzo e prima della pioggia. La foto in vetrina, al momento di ufficializzare la nuova maglia, è quella di Leonardo Spinazzola. È la più grande, in copertina. Poi arriveranno anche le altre dei titolari a disposizione di Mourinho. Ma il primo pensiero del club giallorosso è per il suo campione d'Europa. «Sono giorni fantastici per me», ammette Spina anche se già smania da convalescente. È ancora nella Capitale, nella villa di Casal Palocco. Accanto ha la moglie Miriam, pugliese conosciuta da ragazzino nella sua Foligno e sempre presente all'Olimpico per le tre partite della prima fase dell'Europeo, il primogenito Mattia, 3 anni e la maglia azzurra numero 4 del papà sempre addosso, e Sofia che è nata solo quattro mesi e mezzo fa. C'è anche Yago, il golden retriever che sta spesso sdraiato vicino al difensore.

In campo a Wembley per prendere la sua medaglia e sulle spalle di De Rossi per salutare i tifosi. Come sta Spina?
«Distrutto. La gamba non c'entra. Sono state ore pesantissime. Emozione, ma anche tanta fatica. Sempre con le stampelle. Non so di quanti giorni ho bisogno per riprendermi. Non esco di casa, penso solo a riposarmi. Ma quel viaggio a Londra non potevo certo perdermelo e nemmeno il lunedì con il Quirinale, Palazzo Chigi e i festeggiamenti».

Ha rispettato la promessa fatta ai compagni. Disse che sarebbe tornato per la finale. Dove ha trovato questa sicurezza?
«A Coverciano. So come abbiamo lavorato. In ritiro e anche prima. La nostra nazionale ha giocato meglio delle altre dall'inizio del torneo, confermando le vittorie e soprattutto le prestazioni delle qualificazioni. Successo meritato, dunque. Lo hanno riconosciuto pure gli avversari».

Tra le bellissime immagini dell'Europeo c'è l'abbraccio di Mancini nel ristorante di Coverciano prima del suo ritorno a Roma per andare a operarsi in Finlandia. Una stretta intensa e significativa del ct. Che rapporto si è creato tra voi?
«Mancini è quello che avete visto in quella foto e in tante altre. È successo con me che ho partecipato a questa impresa, ma si è comportato così pure con chi ha dovuto lasciare Coverciano, uscendo dalla lista dei ventisei convocati. Lo stesso affetto il nostro ct lo ha dedicato a loro, rendendoli comunque partecipi».

Il legame con Mancini, ma anche quello tra voi giocatori. Scherzi, canti e vittorie. Come è stata la vita di gruppo, vista da dentro?
«Ho parlato del ct proprio per sottolineare l'importanza di aver creato l'ambiente ideale per arrivare al risultato. La nostra è una famiglia più che un gruppo. Legatissimi. In campo e fuori. Coinvolti pure quelli che sono rimasti a casa. Li abbiamo spesso sentiti, hanno tifato».

Bernardeschi, sul charter che vi ha riportato da Monaco a Firenze, ha preso il microfono e ha cominciato a intonare il coro «Spina-Spina». Che cosa ha provato?
«Sono state ore in cui la commozione è stata grande. Non mi ricordo se ho pianto. Ho finito le lacrime all'Allianz Arena».

Il suo Europeo è durato fino al 2 luglio, al minuto 32 della ripresa nel quarto contro il Belgio. Che cosa le viene in mente se ripensa a quell'ennesima corsa sulla fascia dopo aver tra l'altro evitato il pari di Lukaku con il salvataggio di coscia?
«La gravità dell'infortunio. Me ne sono subito reso conto. Ho pianto perché sicuro di dovermi arrendere sul più bello. Più del dolore mi ha fatto male sentirmi fuori dalla competizione. Ho continuato a piangere negli spogliatoi. E quando sono rientrati anche i compagni, hanno pianto con me invece che festeggiare la vittoria».

Poi che cosa è successo?
«Ho detto basta e ho sorriso. Del resto con l'allegria, dal primo giorno del ritiro, siamo arrivati al successo finale. Il nostro segreto per vincere il trofeo. È andata proprio così».

Nel messaggio che ha dedicato al gruppo dopo l'infortunio, ha scritto che avrebbe ripetuto quello scatto. Davvero così convinto?
«Sì, mi ripeto: lo farei altre centro volte per prendere un metro in più all'avversario. È lo spirito della nostra nazionale: bisogna dare l'anima per i tuoi compagni se si vuole arrivare fino in fondo».

Pensa che l'Europeo sia stato il momento chic della sua carriera?
«Il più bello sì, non il migliore. Da quando gioco, a cominciare dalla mia esperienza all'Atalanta, cerco di dare il massimo. In questo caso la differenza la fa il palcoscenico. Ho avuto più consenso a livello internazionale».

È stato inserito nella top 11 del torneo ed eletto in 2 delle 4 partite come man of the match. Sono solo premi di consolazione?
«Sono trofei personali che ho portato a casa con l'infortunio al tendine d'Achille. Non contano le mie prestazioni, ma il risultato della Nazionale. Che non è solo del ct e dei giocatori. Dai magazzinieri ai cuochi, il titolo è merito di tutti».

Quando va in ferie?
«Non credo prima di fine mese. Ancora non posso iniziare la fisioterapia. Devo aspettare una settimana, quando mi leveranno il gesso e i punti. Sono qui con me anche i miei bambini e mia moglie. Aspettano me per le vacanze, non mi togliete anche loro».

Come è andato il primo incontro con Mourinho?
«Mi ha fatto piacere conoscerlo. È stato carino, mi ha detto che lui e la squadra mi aspettano in campo. Gli ho risposto che dovrà avere pazienza, la stessa che ho io».
di U. Trani
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Convocati - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 29 set 2022 
Ritorno con rancore: Dybala e Abraham, che voglia di San Siro
Dopo la grande attesa, il nulla di fatto: 180 minuti in cui sono rimasti a guardare...
 Lun. 26 set 2022 
Le incognite in vista dell'Inter: oggi ripresa allenamenti. Mourinho aspetta ritorno dei nazionali
Nodo Dybala, difficile che dopo un viaggio 6/8 ore riesca a sostenere il primo allenamento il 28
 Sab. 24 set 2022 
Dybala, Scaloni annuncia: "Gioca Argentina-Giamaica"
La Joya non è scesa in campo nell’amichevole con l'Honduras vinta questa notte dall’Albiceleste. Il ct: "Inutile rischiarlo ora"
Argentina, Dybala in tribuna nella vittoria contro l'Honduras
Paulo Dybala fuori. Il commissario tecnico della Nazionale argentina, Lionel Scaloni,...
 Ven. 23 set 2022 
La missione Mondiale di Ibanez
Cresciuto come pochi, felice come mai. Roger Ibanez, a 24 anni ancora da compiere,...
Zaniolo e Totti: quelli complicati per un ct
Un’esclusione azzurra che fa discutere
 Mer. 21 set 2022 
Roma, l'Argentina di Dybala: cuori e allenamento personalizzato
La Joya è sceso in campo per sostenere un lavoro a parte in vista delle due amichevoli: il 23 settembre un nuovo controllo dello staff medico
 Lun. 19 set 2022 
Mancini: "Spinazzola out perché mi ha detto che non sta benissimo. Pellegrini da valutare..."
Si fermano i campionati per far spazio agli impegni delle Nazionali. L'Italia affronterà...
De Rossi: "Aspetto una panchina. Zaniolo escluso? Fidatevi di Mancini"
L'ex capitano giallorosso: "Mi sono innamorato di Luis Enrique per quello che proponeva in campo e per come si comportava con noi a livello umano"
 Dom. 18 set 2022 
Zaniolo e Koopmeiners: come strappano Roma e Atalanta
Il giallorosso è l’unico dei “Fab Four” a non aver ancora segnato, L’olandese dirige il gioco e fa gol. Tocca a loro spostare gli equilibri in una sfida che vale il primato
Roma, le esclusioni azzurre che fanno male
T'amo Bove (Edoardo e non pio, ci scusi comunque Carducci). Se fosse per i tifosi...
 Sab. 17 set 2022 
Roma-Atalanta, i convocati di Gasperini
20 nerazzurri per la gara di domani
Smalling e Abraham dall'inizio, in attacco voglia di "Fab Four"
Al netto dei benefici psicologi che il successo contro l'Helsinki in Europa League...
 Ven. 16 set 2022 
Italia, i convocati per le gare con Inghilterra e Ungheria
Ci sono Cristante e Pellegrini. Out Mancini, Spinazzola, Belotti e Zaniolo
 Dom. 11 set 2022 
Zaniolo e Abraham partiti per Empoli. Out Zalewski e Karsdorp
La squadra questo pomeriggio ha preso un volo per Firenze, poi lo spostamento in pullman per Empoli
Trigoria in allarme, fa il conto degli assenti: 7 infortuni in 6 gare
Un problema dopo l'altro e ora a Trigoria è tornata un po' di paura. Uno scorcio...
 Sab. 10 set 2022 
Recuperati Karsdorp e Abraham, Zaniolo spera
"Ci manca Zaniolo, è lui che può aiutarci ad essere meno compassati". Il desiderio...
 Mer. 07 set 2022 
La Roma "sfiora" il Feyenoord e vola in Bulgaria: out Abraham e Karsdorp
La squadra di Mourinho domani sera affronterà il Ludogorets: il centravanti inglese resta a Trigoria per precauzione. Assente anche Karsdorp anche lui con problemi fisici
 Ven. 02 set 2022 
URUGUAY, Vina tra i pre-convocati per i prossimi impegni di fine settembre
Nonostante Matias Viña non stia trovando spazio con la Roma in questa stagione (ancora...
 Gio. 01 set 2022 
Calciomercato Roma, caccia al difensore
Kluivert-Fulham, trattativa sfumata
 Mer. 31 ago 2022 
Moratti: "Scudetto? Se non vince l'Inter tiferò Roma. Dybala c'avrebbe fatto comodo"
Intervenuto a 'Tutti Convocati' su Radio 24 l'ex presidente nerazzurro ha svelato la propria simpatia per i giallorossi di Mourinho e parlato del momento attraversato dalla squadra di Simone Inzaghi
 Sab. 20 ago 2022 
Mourinho potrà allenare i suoi fenomeni durante il Mondiale
La squadra allenata da Josè profuma d’Italia e da tempo la Nazionale non era così giallorossa
 Lun. 15 ago 2022 
CALCIOMERCATO Torino, Lukic si è scusato: nei prossimi giorni si parlerà di rinnovo
Importanti novità in casa Torino sulla questione Lukic: il centrocampista serbo,...
 Dom. 07 ago 2022 
CALCIOMERCATO Roma, Manchester United: Bailly fuori dai convocati per la sfida contro il Brighton
Comincia oggi la Premier League del Manchester United, impegnato in casa contro...
 Lun. 01 ago 2022 
Calciomercato Roma, Faticanti rinnova fino al 2026
Il centrocampista, classe 2004, Giacomo Faticanti ha appena rinnovato il proprio...
 Sab. 30 lug 2022 
Wijnaldum, l'incrocio a Tel Aviv. Mourinho pressa per Belotti
In giornata nuovi contatti tra Tiago Pinto e Campos: verrà compiuto un altro passo avanti, il nodo per chiudere il centrocampista è sullo stipendio. Il “Gallo” intriga molto José. E lui aspetta la Roma
 Sab. 23 lug 2022 
Wijnaldum verso la Roma: nuovi indizi social. Il Psg non lo convoca per l'amichevole
Il giocatore in trattativa con la Roma, il Psg non lo ha convocato per il test. E l'olandese ha pubblicato una foto sui social
 Mar. 12 lug 2022 
Ritiro: la lista dei convocati da Mourinho. C'è Zaniolo, assente Kluivert
LA LISTA DEI GIOCATORI CONVOCATI PER IL RITIRO IN PORTOGALLO
 Mer. 06 lug 2022 
Calciomercato Roma, Torino interessato a Diawara e Kumbulla, ma prima deve vendere Bremer
Amadou Diawara sulla lista dei partenti in casa Roma. Il centrocampista guineano...
 Mar. 05 lug 2022 
Roma, primo giorno di lavoro a Trigoria: Zaniolo in silenzio, si rivede Kluivert
Gruppo a ranghi ridotti. Zaniolo in silenzio, si rivede Kluivert. Ancora assenti i nazionali. Attesa per Frattesi: la trattativa fra i giallorossi ed il Sassuolo prosegue. Veretout presente, però è in uscita
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>