facebook twitter Feed RSS
Martedì - 22 giugno 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Cagliari-Roma 3-2, Le Pagelle

Le pagelle della Roma - Carles Perez migliore dei suoi, male in tanti. Fonseca sta rischiando
Domenica 25 aprile 2021
Lopez 6 - Al primo tiro dei sardi deve capitolare: Lykogiannis arriva indisturbato, zero colpe. Attento sulla rasoiata di Joao Pedro da fuori: sul successivo colpo di testa non può davvero niente, così come poco prima sulla bordata di Marin.

Mancini 5 - Non è reattivo come al solito: più di una volta si fa pescare in ritardo. La macchia più grande del suo pomeriggio è però in occasione del raddoppio sardo: bravissimo Marin nel tiro, ma l'azione nasce da una svista.

Smalling 6 - Più delle parole, i gesti: il centrale inglese è mancato molto alla Roma negli ultimi tempi. Fonseca lo mette dentro dal 1' per fargli ritrovare il ritmo partita, e la risposta è tutto sommato sufficiente.
(Dal 59' Cristante 5,5 - Dà il cambio a Smalling, senza però riuscire a trasmettere le stesse sicurezze dell'inglese. Neanche col pallone tra i piedi: strano).

Fazio 6,5 - In campionato, per necessità e rotazioni, è tornato di fatto un titolare. In alcune situazioni si fa cogliere leggermente in ritardo, ma rivaluta la sua prestazione incornando il suo primo gol stagionale per il 3-2.

Santon 5,5 - Rispolverato in nome del turnover, era difficile prevedere qualcosa di più di una partita accorta. Vero, va in gol il suo dirimpettaio Lykogiannis, ma in una situazione convulsa. Comunque non è sufficiente.
(Dal 59' Karsdorp 5,5 - Sommaria la lettura che fa sul calcio d'angolo di Marin: rimane a metà strada, permettendo a Joao Pedro un colpo di testa piuttosto indisturbato).

Villar 5,5 - Fa sorridere il tentativo di colpire l'aria di testa, dato che è ritardo di almeno un paio di metri su quel Joao Pedro che andrà ad incornare il terzo gol sardo. La sua regia è piuttosto oscura.

Diawara 5 - Grande colpevole sul gol flash di Lykogiannis: sbaglia l'appoggio in uscita e poi si fa saltare da Nandez come un birillo. Il suo apporto non si sente in nessuna delle due fasi ed è colto di sorpresa anche sul 2-1.
(Dal 75' Veretout s.v.)

Peres 5,5 - Sta ritrovando spazio nella Roma, ma ancora non convince. Spinta incostante e non accompagnata da una qualità sufficiente, è tra l'altro dalla sua parte che scaturisce l'1-0 del Cagliari.
(Dal 46' Spinazzola 5,5 - Fonseca non lo rischia dal 1', ma dopo l'intervallo lo butta dentro. Non riesce però ad imprimere nessuna svolta di grande rilievo al match).

Perez 7 - Scalda il mancino al 17', dieci minuti dopo va in gol: all'inizio sbatte sul palo, ma per sua fortuna il pallone torna disponibile per l'1-1. Senza dubbio è il migliore dei suoi: l'assist per il gol di Fazio lo confermano.

Pellegrini 6,5 - Dai primi palloni pare in sordina: è un'impressione sbagliata. Cuce da sarto il tocco filtrante con cui Carles Perez, con doppio tentativo, porta al pari. Elemento essenziale, Fonseca gli risparmia l'ultima mezz'ora.
(Dal 59' Mkhitaryan 5,5 - Ancora un ingresso poco incisivo dell'armeno, che questa volta però ha meno tempo a disposizione rispetto a Torino. Si vede pochino, quasi mai).

Mayoral 5 - Dopo neanche dieci minuti ciabatta un pallone inoffensivo da lontanissimo: questo è tutto il suo primo tempo. Più pericoloso nella ripresa, ma Vicario gli chiude la porta in faccia. Nel finale non è pervenuto.

Allenatore: Fonseca 5 - Si affida ad un corposo turnover: ritrova Smalling proponendo allo stesso tempo riserve come Fazio, Santon e Peres nell'undici titolare. Tempo quattro minuti e segna il Cagliari: sembra una partita maledetta, ma i suoi in realtà la tengono aperta praticamente fino in fondo, pur dovendo inseguire già dall'inizio. La testa di molti è all'Europa League, normale. La classifica però dice che il Sassuolo si sta avvicinando: un all-in europeo è rischio totale.

di DIMITRI CONTI

*** *** ***


Pau Lopez 6,5: può far poco sui gol subìti, in compenso ne evita un paio, in particolare con una grande uscita su Simeone.

Mancini 5: gioca una discreta gara finché non stacca la spina e, in due minuti, sbaglia due disimpegni tremendi, il secondo dei quali porta al secondo gol avversario.

Smalling 6: torna in campo l'inglese dopo più di un mese e mezzo di stop. Una prestazione ampiamente sufficiente, utile soprattutto in vista del doppio impegno di Europa League. Dal 59' Cristante 6: fatica un pochino ma può incidere poco sulla gara.

Fazio 6,5: poco reattivo in occasione del terzo gol sardo ma ha il merito di riaprire la partita con un bel gol di testa.

Santon 5,5: viene riesumato dopo 6 mesi di anonimato. Perde l'uomo in occasione del vantaggio sardo, offrendo comunque una prestazione appena sotto la sufficienza. Dal 59' Karsdorp 5,5: abbastanza nervoso, combina poco.

Villar 5: da settimane non più lo stesso. In difficoltà e poco brillante, deve ritrovare al più presto la forma migliore.

Diawara 5: la prestazione sarebbe anche quasi sufficiente se non fosse per l'errore grave in occasione del primo gol del Cagliari. Dal 75' Veretout SV.

Bruno Peres 5,5: combina poco e Fonseca nella ripresa mette in campo i rinforzi. Dal 46' Spinazzola 5,5: entra in campo con l'obiettivo di mettere minuti nelle gambe in vista dell'Europa League. Non può essere molto brillante si vede.

Perez 7: segna il gol del temporaneo pareggio ed è il più attivo nella Roma. Genio e sregolatezza, tra i pochi a dare l'impressione di poter far male all'avversario ma anche qualche scelta sbagliata, come quando al 81', spalle alla porta in area di rigore, decide di girarsi e tentare il tiro nonostante 3 uomini in marcatura invece di servire due compagni liberi in area.

Pellegrini 6,5: inizia in sordina, faticando a trovare la giusta posizione. Poi si scuote e dà una palla perfetta per Carles Perez, che deve al numero 7 giallorosso gran parte del merito del gol segnato. Dal 59' Mkhitaryan 5: non è ancora tornato al livello pre infortunio. Un peccato in vista della fase più importante della stagione.

Borja Mayoral 5: alcuni guizzi interessanti ma molta poca sostanza.

Fonseca 5: va bene aver puntato sull'Europa League. Giusto e comprensibile ma mollare in questa maniera in campionato non è accettabile, oltre a essere molto pericoloso poiché, in caso di non vittoria dell'Europa League, la stagione giallorossa rischia di essere disastrosa.

di Alessandro Carducci



*** *** ***


Le pagelle del Cagliari - Marin energia pura, Joao Pedro quota quindici.

Vicario 6,5 - Perez gli arriva a tu per tu, calciando due volte: sulla prima lo salva il palo, sulla ribattuta non può niente. Bravo invece nel volare su Fazio poco dopo: alla fine l'argentino lo trafigge, ma evita la gioia a Mancini.

Ceppitelli 6 - Bada al sodo e specialmente in fase di possesso bisogna impegnarsi per ricordarsi una sua giocata un pelo più rischiosa. Però soffre poco. I suoi centimetri, poi, sono sempre utili alla causa.

Godin 6 - Il duello con Mayoral va in scena più volte, ed esce quasi sempre vincitore. Il problema è semmai quello aereo con Fazio, in cui si vede sovrastato per il gol che riapre la partita. Ha però guidato i suoi fino all'ultimo istante.

Carboni 5,5 - Perez sguscia via troppo spesso: studia le contromisure, ma più d'una volta sembra prevalere l'affanno, come nell'azione del pareggio romanista nel primo tempo. Lì ha perso i riferimenti.

Nandez 7 - Tenacia da vendere, approfitta dell'errore di Diawara lasciandolo poi sul posto a suon di finte prima di servire il cross che arriverà a Lykogiannis. Come spesso accade, è l'ultimo a mollare, chiudendo ogni spazio nel finale.

Marin 7,5 - Energia pura, ciò che gli chiede Semplici è sia di impostare che di rifinire. Risponde presente, accendendosi nella ripresa: il suo bolide di destro da fuori buca Pau Lopez, poi serve il 3-1 sulla testa di Joao Pedro.
(Dall'83' Duncan s.v.)

Deiola 6 - Semplici si sta affidando a qualsiasi forza utile per arrivare all'obiettivo finale, e il centrocampista sardo è tra coloro che sono stati rispolverati. Fa presenza in mediana: tanta sostanza.

Lykogiannis 7 - Parte forte, facendosi trovare presente sull'elegante assist di Joao Pedro con la potente conclusione che vale l'immediato vantaggio. Ci riprova poco dopo su punizione, con meno fortuna. Attivissimo finché non si scaricano le pile.
(Dal 75' Zappa s.v.)

Joao Pedro 7,5 - Un tocco di fino, un velo sfiorato col tacco per far arrivare il pallone a Lykogiannis, provoca il gol dell'1-0. Perfeziona il pomeriggio svettando di testa sul primo palo e incornando il pallone del 3-1. Quota quindici.

Pavoletti 5,5 - Rimane troppo nascosto, facendosi leggere dai possenti difensori ospiti. Un pochino più nel vivo del gioco nel secondo tempo, ma quando lascia il campo si ha la sensazione che il contributo potesse essere maggiore.
(Dal 75' Cerri s.v.)

Simeone 6 - Mai troppo pericoloso, se non in una circostanza ma è murato da Pau Lopez. Il contributo che dà ai suoi si ritrova però nella lotta che fa per recuperare la palla del 2-1: non si risparmia mai, neanche un istante.
(Dall'83' Rugani s.v.)

Allenatore: Semplici 7 - In una situazione in cui servono punti, abbandona la comfort zone del 3-5-2 togliendo un centrocampista (anche per la squalifica di Nainggolan) in favore di un attaccante. La partenza a razzo parrebbe dargli ragione, ma la Roma riacciuffa il pari poco dopo. All'intervallo si arriva in parità, ma nel secondo tempo viene fuori il killer instinct di una squadra affamata di punti e desiderosa di invertire un destino che pareva già scritto. Che colpo i tre punti!

di DIMITRI CONTI
Fonte: TMW
COMMENTI
Area Utente
Login

Pellegrini - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 03 giu 2021 
Italia, Mancini: "Domani Pellegrini out, Spinazzola gioca. Per gli esclusi non è stato semplice"
Alla vigilia di Italia-Repubblica Ceca Roberto Mancini è intervenuto in conferenza...
 Mer. 02 giu 2021 
Con Mkhitaryan nasce l'attacco a cinque stelle
Il legame tra la Roma e Mkhitaryan è stato più logico di quanto non suggerisca la...
Italia, la lista dei 26 per Euro 2020: fuori Mancini, Pessina e Politano
Il ct della Nazionale ha comunicato le ultime esclusioni dal gruppo degli Azzurri che parteciperà all'Europeo: in attacco spazio a Raspadori
 Lun. 31 mag 2021 
Xhaka si scalda, ma Pinto pensa anche a Nandez
Il centrocampista del Cagliari potrebbe essere uno dei nuovi colpi del mercato giallorosso
 Dom. 30 mag 2021 
Italia, i convocati di Mancini per Euro 2020
La nuova lista del ct azzurro in vista delle scelte definitive del primo giugno, quando la rosa sarà ridotta ai 26 definitivi
Rinnovo Pellegrini solo dopo l'Europeo. Mou ostaggio di Pau
Per Tiago Pinto è semplicemente "il nostro punto di riferimento, il tipo ideale...
 Sab. 29 mag 2021 
Pinto e Mourinho, le priorità della Roma
Presto un vertice di mercato all’estero tra il manager e il tecnico. Mkhitaryan resta
 Ven. 28 mag 2021 
Pellegrini pressa Belotti per averlo anche a Roma
Aspettando il rinnovo, il centrocampista si concentra sul sogno Euro2020
 Gio. 27 mag 2021 
Darboe: "Sono pronto per Mourinho, posso fare anche il trequartista"
Il centrocampista: "Tutti vorrebbero essere allenati da lui. La Roma la conoscevo da piccolo grazie a Totti e De Rossi"
Roma, uno sceriffo per Mourinho: caccia al difensore leader
Per una volta, Mourinho parte avvantaggiato. Perché fare peggio dell'ultimo biennio,...
 Mar. 25 mag 2021 
Zero gol su punizione. Servono specialisti come Pjanic e Kolarov
Senza Pjanic e Kolarov la Roma ha cominciato a sfruttare sempre di meno le punizioni...
 Dom. 23 mag 2021 
Roma a La Spezia, obiettivo Conference e poi la lista degli addii
Partiamo dall'obiettivo, minimo, misero (a cui la proprietà tiene in ogni caso),...
 Sab. 22 mag 2021 
Spezia-Roma, i convocati
38ªGiornata di Serie A
 Ven. 21 mag 2021 
 Gio. 20 mag 2021 
Gli intoccabili di Mou: da Mancini a Zaniolo, i "Magnifici Dieci" con cui costruire la nuova Roma
A Roma c'è attivismo sull'asse portoghese José Mourinho-Tiago Pinto, che non prendono...
 Mer. 19 mag 2021 
 Mar. 18 mag 2021 
PELLEGRINI, lesione di primo grado al flessore della gamba sinistra: 15 giorni di stop
Anche ad una giornata dal termine del campionato, continua il calvario infortuni...
Il metodo Mou sbarca a Trigoria: da Pellegrini a Dzeko, i primi colloqui
Come fece al Tottenham, storia raccontata nella serie di Amazon Prime, the Special One individuerà i giocatori chiave da “catechizzare” per ottenere il meglio dal gruppo
Karsdorp. Missione compiuta: la locomotiva è tornata davvero. Europeo più vicino
L'ultima partita con l'Olanda risale a 4 anni fa e in panchina c'era Danny Blind....
 Lun. 17 mag 2021 
Italia, i pre-convocati di Mancini per Euro 2020: sorpresa Raspadori
Ecco la lista del ct azzurro fresco di rinnovo per l’amichevole contro San Marino: prima chiamata per l’attaccante del Sassuolo. Presente anche Verratti
Dzeko, Mkhitaryan e gli altri: le audizioni di Mourinho
Lo Special One già valuta i profili dei suoi prossimi giocatori
Roma, i primi 4 mesi di Tiago Pinto tra spine, organizzazione e il colpo Mourinho
Il general manager giallorosso nei primi mesi della sua nuova avventura nella capitale ha dovuto fare i conti con tanti problemi. Ne è uscito silenziosamente nel migliore dei modi
Ciervo, la torre che ha stregato Bruno Conti
È uno dei ragazzi convocati spesso in questa stagione da Fonseca, nel pieno dell'emergenza...
 Dom. 16 mag 2021 
Decide tutto Josè: avrà pieni poteri
Già nei prossimi giorni prenderà forma la nuova Roma di Mourinho. Che ieri ha visto...
Roma-Lazio 2-0, Le Pagelle dei Quotidiani
37ªGiornata di Serie A
 Sab. 15 mag 2021 
Roma-Lazio 2-0, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Dzeko da numero dieci. Darboe, prova da grande. Bene Fuzato
Roma-Lazio, i convocati
37ªGiornata di Serie A
Pellegrini, di romani c'è solo lui
Lorenzo Pellegrini sarà l'unico romano in campo questa sera, con Cataldi sponda...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>