facebook twitter Feed RSS
Domenica - 19 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 
Commento
Johnny
ABBIAMO ANCHE NOI UN MERTENS. PER FAR RIPOSARE DZEKO C'E' LUI...
DEFREL PUO' RIMANERE IN PANCHINA, O SCAMBIARLO CON UN ATTACCANTE ADATTO AL GIOCO DELLA ROMA.

LO SO' che non piaccio quando dico..Ve lo avevo detto!..All'inizio quando criticavo DiFra c'era in quelle critiche proprio il mancato utilizzo di ELSHA. Invece lui, testardemente, riproponeva il trio Defrel-Dzeko-Perotti. Un fallimento facilmente prevedibile. ELSHA e' nato in Italia ma il padre e' una persona con vecchi valori. E' sempre lui che sta vicino al figlio. E cosi il ragazzo e' sempre stato timido, con poche certezze, accettando la panchina ubbidendo, sicuramente perche' il padre e' li che lo sorveglia. Quando un'allenatore non intuisce queste affinita' culturali, finisce poi per distruggere il ragazzo (Vero Spalletti?). Andatevi a leggere alcuni miei posters e leggerete che affermavo che Elsha era, e', superiore a Salah (Superiore di gran lunga anche a Perotti e Drefrel). A 19 anni nel Milan puntava l'uomo e scombussolava le difese avversarie. Non riusci' a brillare come si meritava P E R C H E' avesse spodestato King IBRA. Stesso bastone glie lo avesse REGALATO Francesco (Non ricordo il cognome). Ma guarda caso ora e' esploso grazie a chi? A DiFra? Per favore, non venitemi a dirlo. Anche DiFra lo ha lasciato sulla panchina. O fatto giocare qualche spezzone. Ora che DiFra si e' trovato con l'acqua alla gola, ecco che descrive ElSha come un ragazzo migliorato. Che punta l'uomo, che ha come punto finale, segnare, far tremare il portiere. Questa non e' una critica a DiFra. L'ho sempre detto, io critico TUTTI, non ho debolezza per nessuno. E allora ieri sera quando DiFRA ha parlato di ElSHA ho capito che se e' migliorato sono certo che c'e' stato anche un gran lavoro di T E S T A fatto da DiFra. Leggo una valanga di elogi per DiFra. I miei elogi sono di sicuro molto diversi da quelli espressi da 90% dei tifosi. DiFra non si e' inventato nulla come gioco. E' uno che chiede a ogni giocatore di dare cio' che ha in archivio, nemmeno 1% in piu' (Eccezione per Nango). Vedrete che fra non molto mettera' DDR in panchina. Arretrera' Nango e fara' giocare quasi fisso Gonolans. Shick? Li DiFra non c'entra per il momento. CONCLUSIONE...Abbiamo di nuovo una squadra piu' operaia che tecnica. E un'allenatore che si sta meritando il RISPETTO perche' applica a meraviglia la MERITOCRAZIA. Meritocrazia che dovra' essere completata con il salto di qualita' di Gerson, e Under. Lui e' l'uomo giusto per far sentire la fiducia. Lo ha fatto con Elsha.Ora deve continuare.
Ultime Risposte
Dom. 05 nov. 2017 - H.12:13
Iulius
Osservazione perfetta, numero 4.
Se non ci fosse stato Defrel col suo lavoro sporco ma utilissimo, El Shaarawy avrebbe dovuto giocare dall'inizio ed i risultati non sarebbero questi, poco ma sicuro, magari anzi si sarebbe infortunato anche lui perchè non stava bene.
Ma al tifoso purtroppo il gregario piace poco, c'è niente da dire, vallo a dire a Capello se non avesse avuto Tommasi quanto è stato determinante per lo Scudo, o se non avesse avuto Delvecchio che faceva ala e difensore aggiunto.
I gregari ci vogliono sempre e Defrel sa fare 'anche' il gregario perchè per me va provato come prima punta per far riposare Dzeko in qualche partita secondaria, i gol li sa fare, ci vogliono tempo e fiducia come in tutte le cose..
Dom. 05 nov. 2017 - H.04:30
NUMERO QUATTRO
Defrel e' stato per me fondamentale nelle partite iniziali, ha dato l'anima. Adesso El Sha puo' risplendere perche' certi meccanismi cominciano a funzionare.
Ma in quelle partite iniziali dure sarebbe stato un suicidio far giocare El Sha.
Mi pare che ci furono molte critiche per l'ingresso di El Sharawi a Roma Inter al posto di uno spompato Defrel. Si ebbe paura che De Fra fosse il solito fondamentalista del 4-3-3 alla Zeman ..attaccante per attaccante quando sarebbe stato meglio in quel momento magari inserire un Pellegrini o chi per lui, dare piu' equilibrio.
Grande per me fu la risposta di De Fra a Roma Atletico in una partita in cui fu tutto meno che ortodosso e cambio' modulo con grande intelligenza equilibrando la squadra in un momento di grande sofferenza. E quella partita e quella mentalita' di Di Fra e' stata per me la grande chiave se passeremo il turno. Fa che l'Atletico vinceva quella partita e per me la storia in CL avrebbe preso un altra piega.
E Defrel sara' un giocatore molto importante per l'equilibrio della squadra in tutte le partite che ci aspettano.
FORZA ROMA.
Gio. 02 nov. 2017 - H.19:36
Diego De La Roma
Io non ci speravo così subito. Lo ammetto. Ero un po' scettico, ma non per via del dopo TOTTI che si fa? Ma per l'ennesimo cambio del mister. Totti era previsto il suo addio in maglia giallorossa e amen. Anzi, direi.. che non ha lasciato strascichi. Ed è così che deve essere. SEMPRE. SEMPRE. Non bisogna essere attaccati troppo ai giocatori e non bisogna dare troppa importanza ad UN SOLO GIOCATORE. La dirigenza americana in questo non dà sconti a nessuno e questo è un pregio importante. Zio e Johnny hanno detto: chi pensava che senza Totti la Roma fosse stata così in alto? Ma se Di Francesco non avesse avuto vinto subito, chi avrebbe pensato che se ci fosse stato Totti o Spalletti sarebbe stato diverso?
I media volevano già crocifiggere Di Francesco ALLA SECONDA DI CAMPIONATO dopo che la Roma aveva perso con l'Inter per 3-1. Gli hanno dato dell'integralista, dello "zemaniano"... ma nessuno ha fatto fortunatamente paragoni tra la Roma CON TOTTI e la Roma SENZA TOTTI. E questo perché la Roma di Eusebio nel frattempo aveva retto botta con l'Atletico Madrid? Può darsi. Poi Di Francesco ha vinto tutte le partite fino a quella contro il Napoli. Persa poi per 1-0 con un goal nato da un errore difensivo. Non ha parlato più nessuno. Non hanno più parlato neanche quando Di Francesco le ultime tre partite di campionato le ha vinte per 1-0. E certo, dopo l'exploit di Londra.
Io penso che ormai Di Francesco abbia convinto di saper allenare la Roma, dato che erano secoli che non si vedeva la Roma in testa alla classifica di un girone di Champions. Ma quando mai in altre occasioni, saremmo stati così contenti di come sta giocando la Roma, dato che occupa ancora il QUINTO posto in classifica?
E questo perché in campo vediamo finalmente una squadra che si dà da fare per 90 minuti, a prescindere dal risultato, come recita lo slogan in curva: "Mai schiavi del risultato!"

Forza Di Francesco!!! Forza Magica Roma!!!
Gio. 02 nov. 2017 - H.15:41
ziolupone
Che El Shaarawi possa fare anche la punta centrale, l'ho detto spesso anche io; che sia = a Mertens, NO: sono giocatori diversi, fisicamente e tecnicamente, sebbene il nostro faraone sia uno a cui piace cercare la giocata e il colpo ad effetto... spesso i suoi, sono gol non banali.
El Shaarawi è uno a cui piace partire largo, x poi accentrarsi, ma è uno che ha anche una "mazzata" non indifferente e fisico x reggere anche al centro o vicino alla punta centrale.
Il pregio di DiFra, è quello di non aver scelto figli e figliastri, come invece fatto nel passato da Spalletti e da Garcia e di non mettere in una posizione un giocatore a dispetto dei santi... emblematico, nel caso di Spalletti, è il caso di Salah, cui il pelato (anche giustamente, x carità) non rinunciava, se non per casi di estrema necessità o x schiattiglio (vedasi partita a Torino con la Juve) e xtanto il giocatore impiegato al posto degli intoccabili, giocava controvoglia oppure non sentendo la fiducia.
Con DiFra, x fortuna, non va così e chi gioca in un ruolo diverso, lo fa con la stessa voglia e soprattutto con il dovuto coinvolgimento: basta vedere El Shaarawi e Perotti che hanno ricoperto anche il ruolo di ala dx e Gerson autore di una prova "cattiva" e non di una cattiva prova, quando impiegato.
Dice bene, DiFra, quando dice: "il turnover va bene solo quando si vince"... xò, così facendo, ha attirato tutti nel suo progetto: verrà il tempo delle scelte + "esclusiveggianti", xò, al momento, è QUESTA la squadra da seguire, soprattutto in una Roma orfana di Totti, che avrebbe potuto perdere punti di riferimento o specchietti x le allodole.
A tal proposito, vorrei evidenziare il gran lavoro che, secondo me, sta facendo la dirigenza, composta da UOMINI DI CAMPO (Monchi - Totti - Balzaretti) che, FINALMENTE, si pone come giusto interlocutore tra squadra e dirigenza, oltre a lavorare e a stare + o - ZITTA, senza proferire fiumi di inutili e talvolta dannose parole...
ditemi la verità: oltre a me e a Johnny, chi si pensava che una Roma senza Totti (in campo) sarebbe potuta stare così in alto?
Mer. 01 nov. 2017 - H.15:04
Diego De La Roma
Buciano Sculetti, Spalletti se vi piace, queste sfumature non le ha mai colte a 50, figuriamoci a 60. Per lui la squadra è quella che ha deciso ad inizio stagione e da lì non si muove neanche se dovesse scendere il Dio del calcio in terra a dirgli: “guarda che se continui a far giocare sempre gli stessi, dai importanza ai pochi e metti in ombra molti che potrebbero essere utili.” Gerson giocava con Spalletti? No. El Shaarawy? No.
Il suo gioco è prevedibile come i suoi cambi: Brozovic per Candreva, Cancelo per Borja Valero ed Eder per Icardi. Sempre quelli per quelli. Questa la fantasia del “tecnico” (🤣🤣🤣🤣🤣🤣) dell’Inter...
Spero, dopo la grande prestazione della Roma di ieri sera, 31 ottobre 2017, che anche le vedove di Spalletti si siano convinte che con Spalletti avremmo perso: contro l’Atletico in casa; avremmmo pareggiato in Azerbaigian; avremmo perso a Londra e a Roma sempre con il Chelsea. Perché Buciano, potrà avere bucio in Italia e vincere di misura pure con il Verona oltre che il Benevento, ma appena mette la capoccia pelata di merd@ al di fuori dell’Italia, prende una marea di schiaffi quella faccia di merd@. E allora, bene è stato che Spalletti se ne sia andato all’Inter. Tifosi interisti? TENETEVELO PER TUTTA LA VITA... Spalletti! Se i risultati con Di Francesco son quelli di ieri sera. ROMA - CHELSEA 3-0! ROMA ANCORA IMBATTUTA IN CHAMPIONS LEAGUE!
Per quanto riguarda il paragone con Mertens, non sono d’accordo: El Shaarawy è fine a se stesso. El Shaarawy è un giocatore e Mertens è un altro giocatore. El Shaarawy è IL NOSTRO giocatore che ieri sera si è portato a casa il pallone di Roma - Chelsea 3-0, una serata che STEPHAN EL SHAARAWY ricorderà per tutta la vita.
Ciò che ha fatto Stephan è di Stephan e resterà a STEPHAN EL SHAARAWY e non si deve paragonare a nessuno.

Forza Di Francesco!!! Forza Magica Roma!!!
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

L'identificazione dell'utente viene effettuata tramite nickname collegato al suo indirizzo e-mail e all'indirizzo IP che non saranno visibili sul sito. Lo stesso utente non può utilizzare più nickname

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.


RomaForever.it si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.