facebook twitter Feed RSS
Domenica - 25 ottobre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 
La Parola ai Tifosi
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
E c'è chi vorrebbe Sarri alla Roma...
Da un articolo su Repubblica: "Sarri è deluso non tanto dall'esonero, che anzi alla fine ha vissuto come una sorta di sollievo, quanto dal fatto di essere stato additato come unico colpevole, senza che nessuno abbia fatto cenno al tradimento delle premesse con le quali la stagione era iniziata, e sono temi che investono principalmente il campo extra tecnico. Quando parlò con i vertici juventini per discutere il contratto, infatti, Sarri chiese garanzie soprattutto su un punto, non tecnico né tattico: lui, aveva specificato, non si sarebbe occupato della gestione dello spogliatoio, delle paturnie dei giocatori, del malumore di chi avrebbe giocato poco e insomma di tutte le questioni che riguardano i rapporti con il gruppo, delle quali si è sempre volontariamente disinteressato. "Io voglio allenare e basta", ha detto a tutte le società che lo hanno ingaggiato, Juve inclusa: senz'altro un limite, per un allenatore moderno, ma in ogni caso una condizione che Sarri ha sempre ritenuto inderogabile, forse anche perché sa che i rapporti umani con i calciatori non sono la sua specialità."

Questa, devo ammettere, non la sapevo. Il che mi fa pensare a quanto dilettantismo ci sia in molti allenatori e anche nella Real Casa, che forse dipende troppo dall'Agnellino, sulla cui professionalità calcistica ho seri dubbi.

Dilettantismo di Sarri, perché il rapporto umano è CENTRALE nel ruolo che un allenatore deve svolgere. Ma cosa caz_zo si credeva Sarri, che faceva due disegnini alla lavagna e se andava a casa? Che significa "voglio allenare e basta"? Allora che bisogno c'è di lui? Un preparatore atletico negli allenamenti e un tattico da bordo campo (quelli che si vedono sempre con il tablet in mano), sarebbero stati più che sufficienti. E se queste domande sono più che legittime in senso generale, lo diventano ancora di più quando si parla di Juventus, cioè una squadra imbottita di campioni che non hanno nessun bisogno di essere "allenati" da lui - e, difatti, gli hanno fatto subito capire che delle sue teorie se ne sbattevano - ma dove invece è fondamentale saper gestire uno spogliatoio di primedonne.

Altrettanto dilettante è stata la società che lo ha assunto, se veramente questo è stato il discorso che Sarri ha fatto prima di accettare l'incarico. Avrebbero dovuto rispondergli: "guardi, noi abbiamo proprio bisogno di uno che sappia tenere in pugno la squadra, creare un gruppo, diventarne il leader. Quindi evidentemente non è lei la persona che cerchiamo".
 
 
Ultime Risposte
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
18
😂🤣😂🤣😂🤣😂 Infatti... mi sembrava strano che Ferrerrino avesse 40 miliardi!!!!!!!
Però è pur vero che ci sono anche i finti straccioni. Secondo me il presidente della Samp, non è così povero come sembra...
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
17
Pasquì... il Ferrero di cui parlavo io è l’uomo più ricco d’Italia, il proprietario della ditta che vende la Nutella, i Kinder e i cioccolatini Ferrero Rocher in tutto il mondo. Er Viperetta nun c’ha ‘na lira... hahaha, difatti molti dicono che sia stato usato come prestanome e che il proprietario vero della Sampdoria sia qualcuno ricco ma che non vuole apparire.
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
16
Ferrero non ha mai esternato manie di grandezza con la sua squadra. Si accontenta di non finire in serie B.
D'altronde LUI è il proprietario della Sampdoria, non della Roma. I tifosi della Samp, bussano a casa di Ferrero, solo quando vedono la squadra in quart'ultima posizione. Per il resto è normale amministrazione.
A Roma, Ferrero, dovrebbe cambiare atteggiamento.
D'altronde le squadre sono fatte pure per far girare i soldi. Chissà quanti capi mafia avranno avuto qualche squadra...
Il fatto, Julius, che anche se Agnelli un giorno si dovesse svegliare con una squadra di 40enni, farebbe anche presto, più veloce di un battito d'occhi, a rifondare la Juventus da capo. Cosa che la Roma non può fare.
E poi PURTROPPO, tranne quando la Juventus è stata graziata dall'essere radiata per sempre dalla storia del calcio con UN SOLO ANNO di serie B, non ci può essere un campionato di serie A senza la Juventus.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
15
Una cosa è il potere dei grandi gruppi, un'altra cosa è quanto sono disposti a investire nel calcio. La Fiat-Chrysler non solo i 9 miliardi personali di Agnelli, ma 200 o 300 o forse più.

Il punto, però, è quanto questi signori intendono investire nel pallone. Ferrero, per esempio, ha quasi 40 miliardi di patrimonio personale, cioè come 10 Friedkin messi insieme. Ma di investire nel pallone non gli passa manco per l'anticamera del cervello.

Moratti e Berlusconi, ai quali certamente non mancano i miliardi, hanno mollato l'osso, Moratti è sparito dal mondo del calcio, Berlusconi s'è ridotto al Monza...

Questo, secondo me, coinvolge concetti più grandi. Penso, infatti, che il mondo del passato, quello in cui il controllo e il favore delle masse passava anche per il pallone e quindi giustificava l'impegno di grosse cifre a fondo perduto, oggi non esiste più, perché le masse sono state anestetizzate e cloroformizzate con altri mezzi, e ai gruppi di potere il pallone, come mezzo di affermazione sociale e/o politica, non serve più. Come mezzo di influenza sull'opinione pubblica conviene comprarsi un quotidiano, perfino in un paese come l'Italia dove si legge pochissimo. Difatti la Fiat s'è comprata Repubblica, invece che Messi, Mbappè, Salah o Kane.

Rimangono solo alcuni grandi patrimoni dove di soldi ce ne sono così tanti che i loro proprietari (gli sceicchi arabi) possono trastullarsi con il giocattolo del calcio oppure i nuovi presidenti sono soltanto gli speculatori. Fra questi ultimi ci sono quelli che nuotano nello stagno piccolo e sono bravi a farlo, come Percassi dell'Atalanta o Pozzo dell'Udinese, o quelli che galleggiano a livello medio come De Laurentiis, oppure quelli che fanno le cose in grande, soprattutto se alla squadra è collegato il business dello stadio, come tutte le più importanti realtà europee. Noi rientriamo nella realtà delle speculazioni di livello medio in una realtà medio-piccola come quella italiana.

Tutto questo è estremamente gelido e meccanico, non c'è più nulla del romanzo dello sport, della passione per i colori, dell'attaccamento alla storia della propria città e così via. Anzi, questi fattori ancora esistono, sì, ma a livello di tifoseria e sono ottimi per specularci sopra. Nelle sedi delle varie società si parla (in inglese, cinese, arabo) di tutt'altre cose che di passione e di sport.
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
14
Quando Agnelli capirà che so finiti gli anni della BBC, dell' 1-0 e delle fiat se risveglierà da solo e se ritrovera' la nazionale degli over 35 che però gli costa 300 milioni l anno de stipendi.

A vabbè ma mo' ha preso Pirlo che glie fa vince er triplete..
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
13
Appunto Iulius, volevo dire che Friedkin vende SOLO Toyota... Non si era capito che in confronto ad Agnelli è niente.
Il discorso è moto più vasto. Friedkin è un altro pesce rosso che nuota in mezzo a squali.
Agnelli deve dare piu spazio agli allenatori. Finché saranno i giocatori a comandare la Juventus la Champions non la vincerà mai.
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
12
E si perché Agnelli che vende pellicce o pe sbaglio Chrysler Fiat Jippe?
Che solo le Toyotanon se vendono Pasqui', te pox 😛

Ma il discorso mio e di Rob è che la juve ha sprecato il momento d oro che non gli si ripresenterà perché deve cambia più di mezza squadra vecchia o rotta.
Purtroppo chi ne gioverà saranno inter e milan tanto per cambia' questo abbiamo scritto ma voi nun leggete postate e basta! 🤥
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
11
Se Agnelli ha un patrimonio personale di 9 mld di euro e Friedkin di "solo" 4,1 mld di dollari, la differenza la farà sempre chi ha più soldi. Non ci vuole un genio per capirlo.
E il calcio poi, è un campo di gioco dove contano purtroppo i denari a discapito di altri valori. Ormai è così. Chi ha più soldi, prende tutto. Il FPF si può aggirare tranquillamente, di che stiamo parlando quindi?
Pallotta è diventato antipatico da quando ha detto "fuxxing ******s" ai tifosi della Sud, fino a quando non è uscito dalla porta di Trigoria. Perché però? Perché in questi nove anni, abbiamo sentito solo uscire catzate dalla bocca del presidente. Dal famoso "Pijanic resta a Roma" alle molte promesse di vittorie e scudetti. La Roma si indebitava e il tifoso che pensa: "ce l'ha i soldi questo presidente, o ci ha detto un sacco di catzate?"
Dopo la cocente scottatura avuta con Pallotta, voi pensate che Friedkin, mr. 4,1 mld, possa competere con Agnelli, mr. 9 mld di euro? Con gente che fa movimenti di 200 miliardi di dollari all'anno?
Adesso Friedkin, diversamente da Pallotta, non manderà a fank ul o i tifosi, non prometterà la coppa dei campioni per il 2021 e non dirà che Zaniolo resta a Roma.
Se farà questo sarà più simpatico di Pallotta, ma non vedremo neanche una GRANDE ROMA che possa competere con Juventus e Inter. Sarà la solita ROM "etta" ma con un proprietario nuovo. Se poi si svolta una coppa Italia sarà come vincere uno scudetto.
Pertanto, anche se il modo di MDM di dire le cose appare inurbano, ha purtroppo ragione. Poi il pallone è rotondo e possono anche accadere molte sorprese.
Intanto i fatti dicono che, il mercato del cinema è rimasto fermo a causa del COVID-19 e quello dell'auto è ballerino. Da queste due fonti provengono i soldi dei Friedkin.
Suning invece è una cosa mostruosa. Dall'elettronica ai supermercati, fino ai cosmetici. Per non parlare dell'e-commerce.
Gli Agnelli poi nel mercato ci stanno da più di un secolo. Lo hanno fondato loro il mercato. Livelli di alta finanza paragonabili solo con quelli della famiglia Getty.
E' inutile fare paragoni con le super potenze.

Neanche De Laurentiis, che discende da una grande famiglia di produttori cinematografici, ha potuto competere con la Juventus, nonostante abbia regalato ottimi giocatori alla sua squadra. Ma i soldi ormai sono finiti e gente come Callejon, Mertens e altri stanno diventando vecchi...

Forse alla Roma serviva un arabo, la teneva fino a farci vincere tutto e poi la vendeva...
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
10
Massimo, ho l'impressione che non leggi bene gli interventi degli altri. Ti consiglio un approfondimento.

Io ho detto che gli Agnelli di operazioni come quelle di CR7 potrebbero farne non una ma 100. Potrebbero. Ma non è detto che vogliano, e il busillis sta tutto lì. Gli Agnelli di soldi nel pallone non ce ne buttano, la Juventus FC i suoi soldi se li deve trovare da sola, facendo un mercato accorto, fidando sul prestigio che esercita sui giocatori (99 su 100 darebbero la mano destra per vestire bianconero), sugli intrecci che hanno con le società "satellite", sugli intrecci di palazzo, e così via. Per tanto tempo gli è andata bene, poi è arrivato Berlusconi che, per progetti suoi, ha deciso di investire cifre enormi nel Milan, comprando fior di giocatori e facendone una macchina vincente. La Rube avrebbe potuto rispondere investendo il doppio, ma a Torino hanno il braccino corto e hanno preferito investire sul "sistema Moggi", che costa molto meno e fa vincere lo stesso.

Ma tutto questo vale al di qua delle Alpi. Al di là, se ne sbattono dei rubentini e per vincere ci vogliono i campioni, quelli veri, quelli che costano un botto, ma gli Agnelli tutti quei soldi non ce li vogliono mettere. E, difatti, sono 20 anni che fanno come i pifferi di montagna, vanno lì per suonare e vengono suonati.

La cosa ha indispettito non poco l'orgoglio delle Loro Altezze Reali Sabaude, che ci sformano parecchio, anche perché perfino un neonato capisce che se vinci tutto in patria e niente all'estero, qualche magagna sotto ci dev'essere di sicuro.
E siccome in Europa il sistema Moggi non funziona, hanno pensato di fare il maxi investimento in CR7, pensando che 1) da solo, gli avrebbe fatto finalmente vincere la Coppa e 2) gli avrebbe fatto vendere tante di quelle magliette da ripagarsi da sé.

Peccato che 1) una rondine non fa primavera e con i De Sciglio, i Matuidi e i Danilo la Coppa non la vinci e 2) per ripagarsi dei 400 milioni che gli sta costando l'affare CR7 dovrebbero vendersi ben più delle magliette. E quindi sono finanziariamente alle strette.

Certo non falliranno, se è questo che volevi dire tu. Perché mal che vada, Andrea Agnelli si infilerà gemendo una grossa supposta di umiltà e andrà dal cuginetto John Elkann (quello che tiene i cordoni della borsa) a bussare a quattrini con il cappello in mano. Ma prima di arrivare a quel punto lì, vedrai che l'Agnellino le tenterà tutte, ma proprio tutte.
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
9
MDM innanzitutto datte na carmata, perché è vero che qui ognuno dice la sua, ma c'è modo e modo..

Poi se la devi dì, dilla tutta (oppure informate prima de scrive):

- La juve ha un fatturato di 610 milioni nel 2018-2019 quest'anno di SOLO 450 per il Covid.
- paga 3 allenatori, la stronxata Sarri gli è costata 20 milioni, paga ancora Allegri 8 milioni e Pirlo il prox anno.
- queste spese si aggiungono ai 250 milioni di stipendio quindi arrivano quasi a 300 milioni di stipendio.
- come t'ha detto Roberto la Fiat è una cosa, la Exor un'altra e la juve un'altra ancora. A Elkann non gli passa neanche per l'anticamera del cervello di investì altri soldi nella juve.
- si ritrovano una rosa vecchia che va reimpostata da zero perché Buffon, Bonucci e Chiellini Barzagli so arrivati, è stato fatto l'errore De ligt che a mio modesto parere non è il difensore da 100 milioni che si credevano, devono rifà il centrocampo perché Rabiot e Ramsey sono due sole, Matuidi e Khedira stanno al capolinea. L'attacco a parte Dybala c'è un certo Ronaldo che però va per i 36 anni e non è eterno e Higuain che guadagna 8 milioni l'anno 33 enne non sanno a chi sbolognarlo.
Douglas Costa è rotto e Cuadrado ormai un terzino.
Vedi te se è facile rifare una squadra da Champions spendendo 80 milioni a giocatore x 15 ti ci vogliono 1 miliardo e 300. Li metti te o li mette Elkann (cor cappio)?


Il discorso di Roberto era chiarissimo: per quel che pretende Sarri dovrebbe fa l'allenatore (tattico) il motivatore e pure il manager come un Conte esempio. Non è che nel calcio di oggi puoi permetterti di fare solo il tecnico.
   
 
 Massimo Decimo Meridio 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
8
Quando sento fare certe considerazioni, mi viene veramente da ridere... non sapete veramente nulla.
Quindi la tesi sarebbe che la Rube prende Sarri per vincere la Champion e Sarri gli dice: "Io voglio solo allenare e non gestire il gruppo?"... E quindi cosa allenava? I pupazzatti sulla lavagna? La verità è che Agnelli si è fidato di Nedved e Paratici...
Se rimaneva Allegri, vincevano il campionato a Febbraio.
Poi sta cosa che la Rube sta co le pezze al *******...
Più di 600 milioni di fatturato, stadio di proprietà, un presidente che ha un SUO PATRIMONIO PERSONALE di circa 9 mld di Euro, e inglobata in un gruppo finanzario che muove 200 miliardi di dollari all'anno....
Vorrei avere io le pezze al ******* come questi!
VERO INVECE che nei prox anni sarà l'Inter a prendere il posto della Rube...
Perchè hanno alle spalle una cosa anche più grande di Elkann.
E un grande allenatore.

Ma poi noi tifiamo la Roma... sono 9 anni che prendiamo calci in *******...
Rube e Inter sono lontanissime.
Speriamo che la nuova proprietà azzeri tutto e si possa iniziare un percorso progressivo di costruzione "dal basso"... Intanto senza cedere i migliori e poi aggiungendo i tasselli giusti.
Tanto i campioni da 70 Milioni non li possiamo prendere...
L'Atalanta 5 anni fa dove stava?
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
7
La logica vorrebbe appunto che ogni tanto vincesse qualcun altro. Un campionato dove da quasi un decennio vince sempre la stessa finisce per spararsi sui piedi da solo. Per cui pensavo che dopo la magica cifra 5 (come i cicli del Real, dell'Inter di Herrera, del Genoa anteguerra, ecc.) si sarebbe data via libera a una concorrente, presumibilmente una delle altre due strisciate. E invece no.

Intanto diciamoci subito una cosa poco simpatica ma purtroppo vera: secondo statistiche abbastanza precise, le tre strisciate fanno da sole il 75% dei tifosi italiani. Quindi le "altre" stanno lì per fare numero, ma non contano un piffero, né dal punto di vista economico, né da quello della popolarità. Perciò, se alternanza alla Rube dovrebbe essere, è scontato che la si dovrebbe cercare a Milano.

Ma come ho detto sopra, abbastanza stranamente ciò non è successo. In poche parole, alla Rube se ne sbattono della convenienza e dell'aver ammazzato la serie A, loro tirano dritto a vincere tutto il possibile e non ce n'è per nessuno.

Non so perché facciano così, alla fine va contro anche ai loro interessi. Io credo che dipende molto da Andrea Agnelli. E' una mia teoria, ma credo che non sia tanto campata per aria. Cioè, voglio dire che prima la Rube era guidata da chi guidava la Fiat, per cui chi comandava alla Juve aveva una visione molto più ampia della situazione. Poi gli Agnelli hanno perso il comando della Fiat, che è andata al cugino John Elkann (su Lapo stendiamo un velo pietoso) e all'unico Agnello rimasto, come contentino, gli hanno dato la Juve.

Quindi per lui la squadra è tutto, tutto il suo orgoglio, il suo prestigio, è racchiuso lì. Lui con la Fiat e le aziende collegate non c'entra più niente (anche se, ovviamente, una fetta della proprietà è anche la sua), per cui lui non ha un panorama d'insieme, lui se non vince qualcosa ogni anno con la squadra ha fallito su tutto.

Poi non so, forse ci saranno altri motivi, forse è anche perché una volta a Milano c'erano proprietà ricchissime come i Moratti e i Berlusconi che, per motivi diversi, spendevano cifre folli nelle rispettive squadre e oggi non ci sono più. Anche quello conta, ovviamente.
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
6
Ecco Lupo è quello che temo pur'io.

Che l'erede della juve sia stata già scelta a tavolino e non è certo la Roma, ma Inter o Milan poi Napoli, Talanta, la laxio.

Insomma noi siamo sempre gli ultimi come potere politico e questo è un grosso handicap.

Se invece si convincessero gli agnelli e gli altri che comandano a puntare sullo spettacolo in serie A sarebbe una vera svolta per tutti.

Il campionato così com'è attira pochi tele/spettatori, di conseguenza pochi soldi e pochi campioni.

Se invece la serie A diventasse un film, uno spettacolo sempre nuovo sempre diverso, come sono vissuti gli sport in America, dove il finale non è mai scontato, e la trama sempre diversa ne gioverebbero tutti.
In primis la juve che potrebbe duplicare i ricavi e coprire le spese anzichè minacciare di andarsene in una EuroLega europea.

Quello che manca alla serie A è la competitività, la variabilità (vincono sempre le stesse da una vita).

Ora che mai come oggi ci sono presidenti stranieri interessati al business è ora di cambiare e adeguare il calcio agli sport globali.

Che interesse c'è a guardare sempre lo stesso film? Una noia mortale e gli incassi sono al minimo, diamo forze nuove e fresche che vinca un Campionato una volta la Roma, una Coppa Italia la Fiorentina, una Champions l'Atalanta, un'Europa League la Samp come ai bei tempi del calcio italiano (quando vinceva la Coppa delle Coppe trofeo vinto 32 volte su 39 da squadre diverse mai 2 volte dalla stessa consecutivamente) allora gli incassi volerebbero per tutti e saremmo tutti felici e contenti, tifosi, presidenti, manager, ma ci vole tanto a capirlo?
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
5
Sono d'accordo pure io sul fatto che è stato l'uomo sbagliato per la juve e per fortuna..

Se è stato coniato addirittura il termine 'sarrismo' sull'enciclopedia Treccani doveva essere chiaro a tutti che quest'uomo anteponeva il gioco, il suo credo tattico tutto gioco offensivo e spettacolo agli uomini, ai campioni.

Uno Zeman moderno.
E che c'azzeccava coi vari Ronaldo, Dybala, Higuain, Bonucci, Chiellini, Pjanic presunte stelle (tranne i primi due)?
Questi sono campioni della giocata singola in attacco e in difesa come pure Douglas Costa, Cuadrado.

Sarri da il meglio di sé invece quando una squadra gioca sul collettivo non sui singoli.

E' stata fatta un'operazione alla tappabuchi o ultima speranza, cioè siccome non riusciamo a vincere in nessun modo la Champions prendiamo l'allenatore più offensivo e speriamo che faccia il miracolo.
Ma è come voler cucinare la pizza marinara coi frutti di mare sperando che chi la mangi non conosca gli ingredienti

L'Agnello s'era fatto ingannà dalla vittoria dell'Europa League del Chelsea da lui allenato, l'anno precedente, ma senza conoscere chi aveva incontrato: PAOK Salonicco, Bate Borisov e MOL Vidi al girone, Malmö FF, Dinamo Kiev, Slavia Praga e Eintracht Francoforte praticamente una Europa League tutta con le squadre più facili dell'Europa. In finale aveva poi avuto ragione dell'Arsenal, l'unica partita vera, finale secca.
Un po' il cammino che sta facendo l'Inter quest'anno, tutte squadre straabbordabili fino alla finale.

E l'Europa League non è la Champions. La Champions per vincerla devi avere un gioco veloce e ultra collaudato, non puoi improvvisare.

Fortuna per noi insomma che sia stato fatto l'ennesimo errore grossolano alla juve insieme a quello di spendere tanti soldi per De Ligt e compagnia bella ma ecco tra Sarri e la juve chi ha fatto la figura del dilettante è stata la seconda.
Non puoi fare una scelta così radicale e cambiarlo dopo 1 anno per prendere poi un dilettante vero, uno che non ha mai allenato poi.

O nella Real casa stanno davvero con le pezze oppure non si spiega tutta questa improvvisazione e questa incompetenza..
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
4
Se come spesso s'è detto e ridetto che le strisciate fanno finta davanti alle telecamere di scannarsi, ma poi sottobanco si alleano per questo e per quello...la manovra Pirlo sembra fatta apposta per lasciare il campionato ad una delle due, visto che l'Inter ha preso Conte proprio per quello ed il Milan post-Covid, ha dato l'impressione di essere più forte di quello che sembrava nel pre-Covid (in 12 partite hanno avuto un ritmo che nemmeno l'Atalanta dei miracoli è riuscito a tenere)....quindi anche in virtù dei debiti accumulati, la Juve ha lasciato campo libero agli altri....come diceva Life sarebbe il caso di approfittarne...maddeché...
Se prima era scritto che lo vinceva la Juve, ora è già scritto su chi sarà il successore. Anche per questo avrei preferito 1000 volte l'Europa League al campionato: 1) il tuo valore ed il tuo nome viene riconosciuto a livello internazionale e non solo nell'orticello italiano e 2) perché se non c'è scritto che tu debba vincere, non vinci e basta....senza se e senza ma.
Cmq Sarri non ce lo vorrei...aldilà delle capacità o incapacità tecniche e morali, mi è troppo antipatico.....anche se, come dice Roberto, antipatico e vincente andrebbe pure bene, purché si vinca.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
3
POCHI GIORNI FA CICCIO GRAZIANI durante un programma radio ha voluto di nuovo ribadire come sia difficile fare l'allenatore. Cosa che anche lui ci ha provato e per propria ammissione ha ammesso che e' una Professione cosi complicata, impegnativa, che l'ha abbandonata per non perdere notti di sonno. Devi gestire la squadra da PADRE, ha concluso Ciccio. Devi saper intervenire in ogni aspetto della vita dei giocatori. Anche intervenire nel caso un giocatore ha scoperto che la moglie lo ha Cornificato e di consequenza non riesce a concentrarsi.

E QUI non posso fare a meno di pensare la FRANA che si e' inghiottita Andrea PIRLO. Poveretto di sicuro era cosi contento di aver ricevuto il compito di guidare una macchina Giapponese a 4 posti. Non ha avuto nemmeno il tempo per guidarla una volta, che la Societa' gli ha comunicato di lasciar perdere la 4 posti, invece deve recarsi presso un'altro capannone dove c'e' un camion con rimorchio che serve per trasportare quintali di materiale di altissima qualita'. Povero ANDREA...

Ecco, di nuovo, due modi per giudicare un allenatore A questo io rispondo, e che spiega tutto a quelli che se ne intendono. i Qua Qua Risti, sono pregati di andare a stirare la Bandiera pronta per essere sventolata lungo il Tevere. DOMANDA d'obbligo....Ma sono veramente dei SPROVVEDUTI, SCE-MI, le Societa' che hanno pagato, e che pagano, allenatori, netti 10..15..20 Milioni (Che poi diventano 20..0..40) Milioni?....Zidaine, Guardiola, Mou, Conte, fra questi. Se questo non conferma che chi e' un SUPER PROFESSIONISTA, si fa pagare profumatamente, cos'atro puo' dimostrarlo? Tutti (O quasi) gli altri accettano cifre ben al di sotto.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
2
Vabbè, ma io parlavo d'altro, cioè del fatto che un allenatore non può pretendere "di allenare e basta", soprattutto se si fa dare 11 milioni lordi all'anno "per allenare e basta". Nell'ambito di quel discorso, che alla Juventus siano campioni veri o campioni percepiti poco importa. Sono i 9 volte campioni d'Italia e quindi che si considerino un gradino più in alto degli altri ci può anche stare. Se poi lo siano veramente è un altro discorso, ma questo non era il tema che trattavo io.

Comunque, rimanendo nel mondo Rubentino, ho letto anche un articolo secondo cui il Covid ha fatto venire i nodi al pettine, e cioè che l'immenso investimento per CR7, 400 milioni fra acquisto e stipendi, si sta rivelando un boomerang terribile per le finanze degli Agnellini. Oh... parliamoci chiaro, con i soldi che hanno se ne potrebbero permettere 100 di affari CR7, ma non è quello il punto, il punto è che Elkann ha detto a Elgatt (cioè John ha detto ad Andreino): "Noi i soldi siamo abituati a prenderli, non a darli. Quindi facci la Juve vincente come al solito, ma senza bussare a quattrini, e vedi di vincerla, sta caz_zo di Coppa". Quindi Andrea, dopo l'azzardo CR7, fatto apposta in chiave Champions, si trova in brutte acque. Non può andare a bussare a cassa dal cuginetto perché quello se ne sbatte, e la montagna di debiti si sta accumulando. Per cui anche a Rubelandia quest'anno tenteranno di vendere più roba possibile, forse perfino Dybala che, insieme a CR7, è l'unico vero campione che hanno. E hanno preso Pirlo perché costa un terzo di Sarri, ma è un altro salto nel buio, perché Pirlo finora non ha mai allenato neppure un giorno. Essere stato un grande giocatore non è affatto una garanzia. Insomma, per come la vedo io, il loro sogno Champions si allontana, anziché avvicinarsi. E la cosa non mi fa soffrire affatto.
Insomma, noi saremo messi maluccio, ma pure loro non è che stanno proprio benissimo.
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
1
Scusa ma quali sarebbero i campioni della juve a parte Ronaldo e Dybala?

Addirittura imbottita, ma se era imbottita di stelle avrebbe vinto la Champions in discesa su una ruota con gli occhi chiusi.

Il problema è che, come hai scritto in qualche post, la juve si è illusa di colmare il gap di gioco all'estero comprando il giocatore più forte al Mondo.

Ma di gioco nisba perché se non dai tempo a Sarri di insegnare il suo calcio e non gli dai le ali, i terzini che salgono e verticalizzano, i centrocampisti che sappiano pure costruire e non solo distruggere che ci fai con Sarri?

E quali so' sti terzini? Cuadrado? Danilo?
I centrocampisti i parametro zero Rabiot e Ramsey?

Se hai visto Juve-Lione è emersa tutta l'incapacità della squadra sabauda di attaccare, avevano il dominio del centrocampo, ma quando arrivavano al limite o arrivava palla a Ronaldo o il buio totale.
Così la Champions non la vedi manco di striscio.

Per il resto tanti palloni indietro, tanto possesso palla e palloni laterali.
Dybala s'è infortunato e Ronaldo s'è trovato praticamente da solo a inventare la rimonta.

E' sembrata Ronaldo contro Lione, non Juve-Lione ergo per me la juve è una squadra da ricostruire.


Purtroppo siamo sempre lì, questa squadra è basata sul campionato italiano dove chi si scansa e ti fa vincere, chi ci prova ma non è convinto dei suoi mezzi, chi ha paura di farti male e di farsi male chi non ha neanche tutti i giocatori in rosa per afffrontarti a viso aperto.

Ma all'estero tutte queste lacune e questi timori reverenziali non li hanno, t'affrontano col coltello tra i denti lottando dal 1' al 95'esimo senza paura.

Poi c'è un altro discorso che proprio non entra in testa alla juve ed è sempre stato un problema per le squadre italiane all'estero.

In Europa si vince per differenza reti, in Italia si continua a speculare sull'1-0.

Quindi se non sei capace di fare tanti gol, non andrai da nessuna parte.
Non basta schierare 4 attaccanti per fare una squadra offensiva è una questione di mentalità, devi fare ogni azione per segnare senza sprecare il tempo.

La Roma per assurdo in questo è avanti per questo è stata l'unica italiana ad arrivare in semifinale di Champions negli ultimi 5 anni e più..
La Roma cerca sempre il gol anche se vince 3-0, non si chiude mai.
Ed è stata capace di recuperare così 3 gol al Barcellona.
Però poi ha la difesa che fa acqua da tutte le parti sennò saremmo più forti della juve a livello europeo.
Avvertenze e Regolamento del Forum
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.
Solo gli utenti registati nell'area riservata 
Area Utente
Login
 posso rispondere e inviare nuovi messaggi.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.

Medaglie per gli utenti più attivi

Medaglia d'oroMedaglia d'oro: utente che ha più di 600 messaggi attivi
Medaglia d'argentoMedaglia d'argento: utente che ha più di 400 messaggi attivi
Medaglia di BronzoMedaglia di bronzo: utente che ha più di 200 messaggi attivi
I messaggi più vecchi vengono cancellati automaticamente.

Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.