facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 30 novembre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 
La Parola ai Tifosi
 Iulius 
931
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
curve in rivolta, se giocate diserteremo..
Balzani (su Leggo) scrive che le curve d'Italia chiedono l'annullamento del Campionato in rispetto dell'enorme numero di morti e dell'enorme crisi economica che scaturirà dal Covid.

Dai tifosi dell'Atalanta a quelli del Brescia passando per il Milan fino a Roma, Sampdoria, Genoa e Bologna. Ma anche la curva nord laxiale chiede aiuti economici ai cittadini e ripresa economica prima della ripresa del Campionato.

Secondo il professor Peracchi dell''Einaudi Institute for Economics and Finance arriveremo alla fine dell'emergenza a metà Aprile quando avremo un numero di contagiati quasi vicino allo zero in molte regioni:

leggo.it/italia/cronache/coronavirus_zero_contagi_previsioni_ultime_notizie_oggi_30_marzo_2020-5141971.html

Ma anche senza contagi riprendere questo campionato sarebbe una mancanza di rispetto per tutti, dai morti ai familiari delle vittime fino alle vittime della crisi che avranno perso tutto.

Tragedie familiari, tragedie economiche e sullo sfondo miliardari in calzoncini che giocano allegramente come nulla fosse per garantirsi i loro faraonici stipendi.

E invece si ricominci dalle fondamenta, si annullino i debiti che hanno rovinato la serie A.
Quando bisogna ricostruire bisogna prima cancellare il marcio:

- i costi troppo alti con milioni di debiti (Giuve 576,8 milioni di debiti; 2. Inter 490,1; 3. Roma 425,5; 4. Milan 164,4; 5. Lazio 121; 6. Genoa 100,7; 7. Udinese 82,3; 8. Bologna 75,3; 9. Napoli 74,2; 10. Sassuolo 63,1)
- milioni di commissioni che hanno ingrassato solo gli agenti (118 milioni di commissioni pagate nel 2019).
- stipendi insostenibili (Giuve 294, Inter (139), Roma (125) e Milan (115) che hanno costretto le società a taroccare i bilanci con le plusvalenze.

Che si ritorni al calcio pulito che guadagnava 100 e pagava 50 di spese non il triplo.

Bisogna mettere un tetto agli ingaggi dei giocatori, togliere dai bilanci le plusvalenze e le sponsorizzazioni che sono finte e servono solo a imbrogliare i bilanci.
( per gli stipendi/commissioni in nero? si mandino gli 007 della finanza che indagano sui beni posseduti dai giocatori/agenti come per tutti gli altri contribuenti del Fisco).

I tifosi non rivogliono il calcio di prima, vogliono un calcio nuovo!
Con costi sostenibili e senza imbrogli..

ps: sul fatto quotidiano hanno scoperto l'imbroglio cinese
ilfattoquotidiano.it/2020/03/29/coronavirus-linchiesta-a-wuhan-2-500-morti-ufficiali-ma-potrebbero-essere-40mila/5752978/
 
 
Ultime Risposte
   
 
 Roberto+ 
682
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
4
Ho visto anch'io queste previsioni secondo le quali fra un paio di settimane molte zone d'Italia saranno a contagi zero (o quasi).
Ovviamente ci sarà una forte diminuzione, e vorrei vedere, dopo che è stata messa agli arresti domiciliari un'intera nazione...
Ma l'obiettivo "contagiati zero" è una pia illusione.
Per avere contagiati zero bisognerebbe che veramente si tappassero tutti in casa per almeno un mese, ma proprio tutti.
Questo, ovviamente, non è possibile.
Medici, poliziotti, lavoratori di servizi essenziali, ecc., continuano a lavorare, a spostarsi, a girare, a infettarsi e a infettare gli altri.
Non appena quelli che sono stati chiusi in casa torneranno in strada, il virus potrà ricominciare a contagiarli, dato che stando in casa non hanno sviluppato alcuna immunità.
Anch'io penso che si tornerà in strada con molta più prudenza di prima, il che renderà più difficili i contagi, ma non li eviterà.
Il modello Wuhan è fuorviante. Prima di tutto, perché dei dati forniti da un regime dittatoriale non mi fido. E poi, anche se fossero veri, si è trattato di una situazione molto diversa da quella italiana. In Cina la mobilità della gente è bassissima perché ci vogliono permessi delle autorità per andare da una città all'altra (parlo in tempi normali, prima del Covid-19), inoltre il focolaio era circoscritto a Wuhan. Grosso ma circoscritto. In Italia quando si sono iniziate a prendere misure, il virus era già sparso dappertutto, e la gente ha continuato a viaggiare da un lato all'altro del paese fino a pochi giorni fa.

La mia visione del futuro è diversa. Noi del Covid-19 non ce ne libereremo. Non sparirà come per incanto. In certe zone sembrerà quasi sparito ma poi riprenderà il contagio, è un virus troppo infettivo. Alla fine, un po' alla volta, penso che ce lo prenderemo tutti o quasi tutti. Ma l'importante è rallentare questo scenario il più possibile. Perché deve diventare come un'influenza. Prendersi un'influenza è una rottura di scatole, ma nessuno se ne spaventa più del dovuto perché sappiamo che di influenza rarissimamente si muore. Ecco, dobbiamo dare il tempo ai ricercatori per trovare non dico un vaccino (che se arriverà, arriverà troppo tardi) ma almeno un farmaco che impedisca al Covid di mandarci al camposanto. Se lo troveranno, allora potremo rassegnarci a farci contagiare e diventare finalmente immuni (senza rischiare la pelle). Allora sì che il virus sparirà.
   
 
 Iulius 
931
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
3
Pasq io la penso come te ma neanche al bar o al ristorante andrò prima d'un anno, visto che la saliva è uno dei primi veicoli di contagio, però scommetto quello che vuoi che se domani riapri tutto, il 60-70% degli italiani ricomincia come prima e peggio di prima.

Sta nel nostro dna, siamo 'faciloni', 'champagnoni' e compagnoni come gli spagnoli.

E penso che molti italiani vivano il virus come un film.

Da una parte leggono dei morti a camionate, dall'altra di gente di 106 anni che guarisce o di molti V.I.P. dagli atleti agli attori, dai politici ai re GUARITI in 1 settimana, per i quali il COVID è stata meno d'un influenza.

Ma insomma sto virus è letale o non è letale?
Poi leggiamo della Cina a contagio ZERO e guarigione 95% dopo 1 mese e mezzo.

Della Germania che è autoimmune, hanno solo 100 morti ogni 25000 contagiati, da noi 100 morti ogni 1000 siamo quasi al 10% di mortalità da loro allo 0,5%.
Gli spagnoli stanno all'8% di mortalità.

Come ha detto Rob in un altro post dipende molto dall'età e dalla trasparenza dei paesi.

Dicono che in Germania l'età media dei positivi/contagiati sia 47-48 anni da noi 65-70 anni.
Ieri leggevo dei tanti medici italiani che sono morti durante l'emergenza, parecchi erano del 54 cioè 65enni.
Questi medici non dovevano lavorare nelle zone ROSSE erano troppo a rischio, però non c'erano più camici bianchi e hanno dato la vita per salvare altre vite umane.

E poi da noi c'è l'ACCANIMENTO TERAPEUTICO.
Dobbiamo per forza fa il tampone a chi è morto per vedere se è morto di COVID e aumentà i conteggi, in Germania, in Cina non lo fanno.
Se muori a casa e sei anziano e hai una patologia potenzialmente mortale tipo che so soffri di cuore, ti dicono sei morto di cuore e basta.

Insomma all'estero si tende a sminuire, per non incutere panico nelle persone e proteggere i prodotti locali, le esportazioni (vedi Cina), altri per fare bella figura e far vedere che loro so più BELLI E FORTI di te (Germania, Russia).

Qui da noi si vuole creare il panico a tutti i costi per spaventare i più e non farli uscire di casa ma neanche per fare il giro dell'isolato, senza pensare che a parecchia gente verranno gli attacchi di panico dopo quando dovranno tornare alla normalità.
Come dice Pasquino e chi va più nei posti affollati o in metro o in aereo?


So' d'accordo con Rob ci contageremo tutti prima o poi e faremo gli anticorpi così ne diventeremo immuni e solo così potremo tornare alla normalità..
   
 
 Roberto+ 
682
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
2
Ho visto anch'io queste previsioni secondo le quali fra un paio di settimane molte zone d'Italia saranno a contagi zero (o quasi).
Ovviamente ci sarà una forte diminuzione, e vorrei vedere, dopo che è stata messa agli arresti domiciliari un'intera nazione...
Ma l'obiettivo "contagiati zero" è una pia illusione.
Per avere contagiati zero bisognerebbe che veramente si tappassero tutti in casa per almeno un mese, ma proprio tutti.
Questo, ovviamente, non è possibile.
Medici, poliziotti, lavoratori di servizi essenziali, ecc., continuano a lavorare, a spostarsi, a girare, a infettarsi e a infettare gli altri.
Non appena quelli che sono stati chiusi in casa torneranno in strada, il virus potrà ricominciare a contagiarli, dato che stando in casa non hanno sviluppato alcuna immunità.
Anch'io penso che si tornerà in strada con molta più prudenza di prima, il che renderà più difficili i contagi, ma non li eviterà.
Il modello Wuhan è fuorviante. Prima di tutto, perché dei dati forniti da un regime dittatoriale non mi fido. E poi, anche se fossero veri, si è trattato di una situazione molto diversa da quella italiana. In Cina la mobilità della gente è bassissima perché ci vogliono permessi delle autorità per andare da una città all'altra (parlo in tempi normali, prima del Covid-19), inoltre il focolaio era circoscritto a Wuhan. Grosso ma circoscritto. In Italia quando si sono iniziate a prendere misure, il virus era già sparso dappertutto, e la gente ha continuato a viaggiare da un lato all'altro del paese fino a pochi giorni fa.

La mia visione del futuro è diversa. Noi del Covid-19 non ce ne libereremo. Non sparirà come per incanto. In certe zone sembrerà quasi sparito ma poi riprenderà il contagio, è un virus troppo infettivo. Alla fine, un po' alla volta, penso che ce lo prenderemo tutti o quasi tutti. Ma l'importante è rallentare questo scenario il più possibile. Perché deve diventare come un'influenza. Prendersi un'influenza è una rottura di scatole, ma nessuno se ne spaventa più del dovuto perché sappiamo che di influenza rarissimamente si muore. Ecco, dobbiamo dare il tempo ai ricercatori per trovare non dico un vaccino (che se arriverà, arriverà troppo tardi) ma almeno un farmaco che impedisca al Covid di mandarci al camposanto. Se lo troveranno, allora potremo rassegnarci a farci contagiare e diventare finalmente immuni (senza rischiare la pelle). Allora sì che il virus sparirà.
   
 
 ziolupone 
243 - Medaglia di Bronzo
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
1
Stavolta nn posso che concordare con le curve. Sarebbe irriguardoso e anche pericoloso, riprendere a giocare. Al Max, lo si potrebbe fare a porte chiuse, ma che senso avrebbe? Meglio ricominciare daccapo dopo l'estate, cristallizzando le posizioni attuali. Anche perché, facendo i debiti scongiuri, pur se in Italia riusciremo ad uscire dalla crisi, non sappiamo cosa accadrà nel resto d'Europa e del mondo, nel breve termine.
Avvertenze e Regolamento del Forum
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.
Solo gli utenti registati nell'area riservata 
Area Utente
Login
 posso rispondere e inviare nuovi messaggi.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.

Medaglie per gli utenti più attivi

Medaglia d'oroMedaglia d'oro: utente che ha più di 600 messaggi attivi
Medaglia d'argentoMedaglia d'argento: utente che ha più di 400 messaggi attivi
Medaglia di BronzoMedaglia di bronzo: utente che ha più di 200 messaggi attivi
I messaggi più vecchi vengono cancellati automaticamente.

Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.