facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 26 ottobre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 
La Parola ai Tifosi
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
Bye-bye Friedkin!
Io mi sono sempre augurato che avvenisse il passaggio di mano tra Pallotta e Friedkin, perché è l'unico modo per rilanciare la Roma ma, al tempo stesso, mi sono sempre chiesto se, mettendomi nei panni del texano, avrei veramente puntato quasi 800 milioni sulla AS Roma.
Oggi si scopre che in precedenza aveva offerto 1,2 miliardi per prendere il Milan ma gli avevano detto di no.
Quindi siamo stati una soluzione di ripiego.
Ma adesso che il Coronavirus sta mandando a put_tane l'economia mondiale e soprattutto quella italiana, l'ultima cosa al mondo che farei sarebbe di investire in una squadra di calico italiana, qualunque essa sia.
Per cui credo proprio che siamo arrivati al "bye-bye Friedkin".
Diciamo che io ho sempre avuto questo "retrogusto" di "troppo bello per essere vero", per cui non cado dalle nubi, come dice Zalone.

Questo virus sarà terribile, per il calcio e per tutto il resto. Non tanto per il virus in sé, che è rognoso ma non è la peste nera, ma perché il mondo d'oggi non è preparato psicologicamente per affrontarlo. Nel 1957 ci fu "l'Asiatica", che in Italia infettò un numero enorme di persone e causò 2000 morti. Nessuno fece tamponi, nessuna scuola chiuse, nessun evento fu rinviato. Un sacco di gente se lo prese, stette a casa una settimana e poi tornò alla vita di prima. Molti vecchi e molte persone deboli morirono, ma quella era considerata una tragica fatalità della vita. Adesso, nel tentativo illusorio di avere zero vittime o quasi, un paese intero si suiciderà. E lo stesso, più o meno, accadrà in tutto il mondo occidentale.
 
 
Ultime Risposte
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
60
Un'altra conseguenza interessante del Covid-19 sarà quella relativa alla cessione della AS Roma, che era arrivata ormai al passo finale, o almeno così sembrava. La stampa continuava a essere trionfalmente ottimista, io molto meno.

Quando Friedkin ha messo uno stop a tutto quanto era già scoppiata l'epidemia, ma non dimentico una risposta illuminante che ha dato Pallotta sulla vicenda proprio in quei giorni, quando un giornalista gli ha chiesto se il dietrofront di Friedkin fosse dovuto al virus e Pallotta ha risposto secco: "No". E quando il giornalista ha insistito per saperne i motivi, Pallotta ha detto: "Chiedetelo a Friedkin".
Sono dichiarazioni che mi hanno fatto correre brividi lungo la schiena.

Sì, perché sembra proprio che, come dice anche il titolo di questa discussione, Friedkin abbia cambiato radicalmente idea e abbia abbandonato definitivamente l'affare Roma. A questo punto, per Pallotta sarà ancora più difficile trovare un altro compratore. Lui, dal punto di vista suo, mi sembra che si sia stufato di attendere lo "stadio-dei-10-anni-senza-decidere" e di buttare soldi nella ASR. Quindi, per essere eufemistico, diciamo che la situazione futura della Maggica la vedo un po' complicata.

La speranza, a questo punto, è che passata la bufera virale, Friedkin sia disposto a tornare sui suoi passi grazie a un sostanzioso sconto concesso da Pallotta. Un ridimensionamento del prezzo è nell'ordine naturale delle cose, dopo tutto il casino del coronavirus, e questo Pallotta sicuramente lo sa. Tutto il nocciolo della questione sta nel vedere "quanto sostanzioso" dovrà essere lo sconto per convincere Friedkin a rimettersi al tavolo delle trattative.

Comunque, ha una certa esperienza nel settore delle compravendite aziendali e so che, in alcuni casi, passato per qualche motivo "l'innamoramento" iniziale del compratore, poi non se ne fa più niente. Ecco il perché del mio titolo. Comprare un'azienda è come comprare qualsiasi altra cosa. Dovrebbe essere soprattutto una questione di decisioni razionali ma in realtà non lo è, siamo esseri umani e viviamo tutti di emozioni. Ma quando, per un qualunque motivo, l'infatuazione iniziale passa, poi nella maggior parte dei casi non se ne fa più niente.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
59
Johnny ma perché sei passato da Klopp (Flop) alla gestione del Milan di Berlusconi?
Kekkatz c’azzeccano?
Berlusconi ha vinto con Sacchi,Capello ed Ancelotti....non mi sembra abbia messo alla porta chissà quanti allenatori....o fai così o sei fuori....non dimenticare che Ancelotti ha vinto con lo schema ALBERO DI NATALE cioè 4-3-2-1 ed a lui non andava bene, perché voleva sempre le due punte in ogni sua formazione, ma a quanto pare Carletto gli dimostrava che riusciva a vincere anche con una punta.....e spesso è stato il mister a dichiarare che voleva lasciare, proprio perché Berlusconi rompeva il catzo sulla formazione, ma poi il Berlusca si autoconvinceva che era meglio lasciar fare al mister e questi gli vinceva scudetti o Champions.....quindi hai tirato in ballo proprio un modello che non sposa la tua causa.....per me l’allenatore vale tanto in una squadra....se è bravo e la società lo asseconda, riesce ad ottenere risultati.....se è scarso può avere il presidente più presidentissimo che esista, la società più solida che ci sia, non farà altro che danni. Sempre mio modesto parere
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
58
NOR,
o'
HO citato il Milan perche' duro' per anni e anni, e vinse. Ci riusci il Milan non esclusivamente per gli investimenti di Berlusca (Investimenti che miravano a ottenere diversi obbiettivi) ma quel TRIO riusci a mettere insieme una Societa' strutturata verso un futuro, non per vivere alla giornata. L'unico errore, mostruoso (Non lo dico io) che il Berlusca commise fu l'aver ignorato cosa stavano facendo le altre Societa'. Inammissibile che un uomo, come lui, non intui' che il Milan, piu' di tutti, doveva dire bye bye a Sansiro, e costruirsi il suo stadio. Di consequenza quando lui inizio' la discesa politica e quindi non volle piu' investire nel Milan, lo stadio avrebbe potuto riempire quel vuoto e lui avrebbe potuto continuare a essere il Patron del Milan. Purtroppo fu geniale all'inizio, pero' gli bastava guardare cosa stavano facendo le altre Societa' oltre le Alpi. Ma nessuno e' perfetto.

OGGI abbiamo l'Atalanta che e' diventata una Societa' con un programma solido. Riesce a trovare giocatori sconosciuti per poi vederli brillare come se da sempre erano delle stelle. Ma non dimentichiamoci anche dell'Udinese che per oltre 10 anni raggiunse traguardi piu' alti di noi. Il Chievo? Societa' nata dal nulla, poi pian pianino diventata per anni e anni un modello di gestione. Poi per un periodo breve, il Sassuolo, L'Empoli. Incomprensivo la gestione di ADL. Napoli avrebbe dovuto avere il suo stadio.

CONCLUSIONE...C'e' modo per mettere insieme una Societa' solida, seria, anche in Italia.
QUINDI PERCHE NOI???????? e mi fermo!
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
57
Già che ci sono poi ti anticipo su un'eventuale tuo rilancio.

Parliamo del metodo Milan. Negare l'architettura societaria o suoi eventuali meriti sinceramente non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello, ma più che altro perchè proprio non m'interessa.

Io lo ricordo benissimo il periodo e Berlusconi fu il "primo" che iniziò a far girare i soldi veri nel calcio. Pagava fior fior di cartellini, ingaggi faraonici per i tempi che furono, non a caso diede il via anche al fenomeno dei tesseramenti in scadenza di contratto di giocatori top che militavano in squadre altrettanto top.
Sempre non per caso, il Campionato Italiano diventò il tetto del mondo in ambito calcistico, con presidenti che pur senza le stesse possibilità del Berlusca iniziarono ad emularlo in fatto d'investimenti, dove oltre al Milan che vinceva le sue Coppe dei Campioni c'erano altre squadre che facevano a pulire nel resto delle coppe europee....e allora potevi vedere per esempio gli Inter-Roma come finali di Coppa UEFA.


Insomma, la parte principale del metodo era rappresentato dalla struttura societaria o dai soldoni?
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
56
Johnny non so che altro aggiungere.
Forse mi esprimo male io, solo che a giudicare dalle tue risposte mi sembra che tu non legga nemmeno i tuoi di messaggi.

Se scrivi (e riporto il virgolettato):"Tutto sommato di varianti nel calcio non e' che ce ne siano 2..3..dozzine".....ti sei risposto da solo, mi sembra evidente.

Ti sei risposto sul fatto di dover cambiare l'intera rosa al cambio allenatore.
Ti sei risposto pure su sto famigerato sistema Milan che a sentire te è "l'unico ed imprescindibile" metodo possibile.

"Metodo" poi, questa parola mi ricorda qualcosa.....me sembri Monchi
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
55
NOR,

GALLIANI, BRAGLIA, di sicuro avevano un cerchio di collaboratori, mai rivelati alla stampa. E cosi dopo che il MENU era stato stabilito, non restava altro che radunarsi e venire fuori con una lista di allenatori con quelle caratteristiche che il Menu richiedeva. Tutto sommato di varianti nel calcio non e' che ce ne siano 2..3..dozzine.

UNA volta scelti quei 3/4 candidati poi li convoghi...e gli dici...questo il Menu. Studiati gli ingredienti di ogni piatto. Torna domani, e dicci se sei disposto a essere il nostro cuoco. Se due rifiutano, e due rispondono SI!...Allora la Societa' raduna coloro che hanno fatto parte della Commissione Tecnica, e discutono per arrivare alla decisione di chi scegliere. Tutto cio' che ho appena descritto non esclude l'Allenatore. Anzi e' lui che e' stato scelto per realizzare il lavoro messo insieme da persone alla quale la Societa' si e' fidata nelle loro scelte, e per gli acquisti. Ritengo che cosi il ruolo dell'allenatore non viene assolutamente ridimenzionato. Rimane il fatto che lui ha avuto il tempo per studiare il Menu. Gli ingredienti. Forse qualche piccolo suggerimento puo' anche suggerirlo. E poi la Societa' valutera'. Ma la cosa piu' interessante, seguendo questo sistema, gia' applicato dai Pozzo. Milan e Napoli (Come gia' menzionati). Ma anche la Lazio. Due persone decidono tutto li (Mai escludere che in modo ***Nascosto*** Lotito non abbia una Commissione Tecnica che si raduna all'insaputa di tutti, e discutono insieme come mettere in atto cio' che e' stato deciso. La frittata, di pessimo gusto, salta fuori come ha di nuovo recentamente ripetuto Zeman, quando c'e' il Presidente che vuol fare il, Padre e Padrone, della situazione.

A Pallotta gli fu consigliato F.Baldini. Chi glielo consiglio'? Unicredit, o qualche impiegato della Banca? Di sicuro fu uno che gironzolava da quelle parti. Passarono gli anni ed e' lecito chiedersi.. Ci fu qualcuno che avviso' Pallotta che Franco non era affidabile?...E CHI LO SAPRA' MAI?
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
54
Come avevo già accennato, la caratteristica più importante per un'organizzazione, qualunque essa sia, è la sintonia. Poiché si tratta di far funzionare assieme componenti diversi, è fondamentale che, per dirla con una metafora abbastanza chiara, "tutti remino nella stessa direzione".

Direi perfino che, se c'è quella sintonia, le strategie calcistiche diventano secondarie. Ne abbiamo due esempi chiarissimi: Atalanta e Lazio (mi autoviolento scrivendola con la maiuscola ma voglio essere distaccato). Due espressioni opposte di interpretare il calcio. Eppure funzionano entrambe. Gasperini e Inzaghi due geni del pallone? Bravi sì, ma nessuna rondine fa mai primavera da sola. Bravi i giocatori? Sicuramente sì, ma non c'è nessun Messi, nessun CR7 e nessun Neymar fra loro. Bravi i presidenti? Ancora una volta sì, soprattutto Percassi, ex calciatore e grande intenditore di calcio, ma la regola della rondine vale anche per loro.

E allora cos'è che accomuna "l'italianista" Lazio e "l'olandese" Atalanta? E' che, almeno per come la vedo io, entrambe hanno saputo creare una struttura dove c'è sintonia di intenti, collaborazione fra tutte le componenti, e la disponibilità a lavorare insieme. Poi, è chiaro, ci deve anche essere una buona dose di professionalità, capacità e buona volontà. Ma non è necessario essere dei supermen, un livello discreto è già sufficiente.

Certo che, invece, se hai un presidente che non ne capisce niente e non si vede mai, un DS che va in giro e spende e spande a caz_zo (come gli ultimi due prima di Petrachi), senza consultarsi con l'allenatore "perché tanto gli allenatori cambiano e quindi è inutile stare a sentire cosa vogliono" (dotta spiegazione fornita in un'intervista da Sabatini), allenatori che tirano a campà, perché comunque da un lato la società non gli compra i giocatori che vorrebbero e dall'altro i giocatori non lavorano e non giocano come loro vorrebbero e, infine, una rosa di viziati, sovrastimati, spesso fannulloni e tutti intenti a perseguire i famosi cavoli loro (e guai se qualcuno gli intacca un millimetro dei loro privilegi, è subito "mancanza di rispetto"!), ed ecco che abbiamo il quadretto della AS Roma. Difatti, come ha detto Totti, "Friedkin appena scopre quello che c'è dentro a Trigoria, non ci viene". Il desiderio del Pupone, che di queste cose se ne intende, sarà esaudito e Friedkin continuerà a occuparsi di Toyota e di cinema!
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
53
Ho capito perfettamente Johnny, è inutile che ripeti.
Scherzo, lo so che si duplicano i messaggi

Aggiungo solo per completezza, è normale che il Presidente sia....o almeno "dovrebbe essere" quello con l'ultima parola....ma stiamo scoprendo l'acqua calda visto che è il proprietario e chi ci mette i soldi, l'applauso per questa deduzione non te lo faccio perchè lo sanno pure i sassi.

Non è altrettanto normale scegliere un tecnico di un certo tipo, con un gioco ben preciso e strafregarsene di quelle che sono le sue richieste per attuarlo. A quel punto il discorso è semplice, prendi un allenatore simil Spalletti, che come dici tu cuoce in base al menu, magari senza eccellenze ma sempre gustoso, magari non Spalletti che t'aveva già salutato quando aveva visto la mal parata ma tanto il mondo è grande e ce ne sono tanti altri.....e non rompi i maroni col progetto, il bel gioco europeo e tutte ste belle cosette.

In pratica: scegli Guardiola? I giocatori li sceglie lui, senza se e senza ma, altrimenti ti ride in faccia e se ne va.
Scegli Di Francesco? Lui chiaramente non ha né la carriera né il carisma per imporre i giocatori che vuole lui, ma se deve fare il suo gioco e ti chiede un'ala destra di manovra forte, devi comprargli sta benedetta ala! Con Schick prima e Nzonzi poi ce fa il brodo. Quindi Mahrez non te lo danno? Berardi te fa schifo? Malcom te l'hanno scippato? Ok, devi trovarne un altro cavolo, il mondo è tanto grande e non si ferma a 3 nomi o gente che non c'entra na mazza!

Poi che gioco vuole fare? Con le dovute differenze ma uno di stampo Zemaniano? Bene, l'hai scelto tu e nel calcio di Zeman serve gente che corre, come dice spesso Gerry "che smazza", uno che lo faceva ce l'hai proprio di fronte quando parli col tuo allenatore....dov'erano i Tommasi/Di Francesco della situazione? Almeno uno lo vuoi prendere o ti aspetti che lo facciano l'esercito di trequartisti che gli hai preso? Un Veretout faceva così schifo ai tempi? Oppure un Nandez? Meglio Cristante e Nzonzi? Sorvolo sul metronomo alla Di Biagio/Di Matteo di turno.

Come dicevo ci vuole buon senso....e io fossi stato in Pallotta, dopo che Monchi voleva dar via Dzeko a gennaio trovando le reticenze dell'allenatore, vedendo poi come s'è evoluta la situazione, quando poi lo spagnolo venne col suo progettino di rifondazione previsto per l'estate gli avrei risposto: "ma ci fai o ci sei"?

Ovvio, sempre se non ero ormai stufo e d'accordo con Monchi per la messa in liquidazione.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
52
CHE DIRE...ECCO, LE RISPOSTE FIGLIE DI UNA TENDENZA ***I M P U L S I V A***

SONO STATO CHIARISSIMO...ma questo vi e' sfuggito, lo noto. QUINDI usate un'altro divano, o sedia, cosi potete afferrare, acciuffare il succo della mia opinione. Se non lo fate, allora siete anche voi vittime della PORTA che gira su se stessa con la logica consenquenza di produrre i stessi risultati.

RIECCOMI DI NUOVO...Il tutto viene, o dovrebbe, essere stabilito dal Presidente. Ci sono due tipi di Presidenti. Alla Berlusconi, ADL, o alla Elliot, o fra i tanti proprietari tipo del M.U.-M.C.-PSG. Ci siamo capiti? Il CEO della General Motor da 5/6 anni e' una donna. Ancora vi chiedo, ci siamo capiti?

MENTRE IO. lo ripeto fino alla noia, sbandiero di nuovo che l'Allenatore e' importantissimo, spesso determinante, e qui vi invito a R I F L E T T E R E, sempre seduti belli comodi.

Fattore INCONTESTABILE, l'allenatore e' colui che piu' entra, e che piu'esce, dalla porta principale della Societa'. Puo' essere mandato via per diverse ragioni, perfino dopo aver vinto, o stravinto. Ancelotti fu silurato da Robin, Ribery, Mueller, non dalla Societa'. Lo stesso puo' litigare con il Presidente, il DS, la stampa, e la Societa' e' costretta mandarlo via. Potrei continuare....Ma attenti, anche il DS puo' essere silurato per le mazzette, o extra commissioni sotto il tavolo. Insomma voglio rendervi la vita facile. Sia l'Allenatore che il DS sono, devono essere considerati impiegati ***PART TIME***. Alla fine rimane al palo, LE PRESIDENT. Sia perche' e' lui che ha investito, oppure come nel caso del R.M e il Barca, e' LE PRESIDENT ELU. Credo che non vi ho persi. Vi vedo sempre accanto a me.

ORA RESPIRATE PROFONDAMENTE e ditemi perche' mai, io Presidente, dovrei permettere sia all'uno. o all'altro, di spendere 200..300..400 milioni e correre il rischio che tutto cio' che loro mi hanno fatto acquistare, non hanno offerto il rendimento sperato, con la consequenza di grosse delusioni, e perdite monetarie?

E ALLORA..ecco che fosse sufficiente imitare il modello del Milan dell'era Berlusca-Galliani-Braglia..Erano loro che stabilivano il menu. Che sapevano dove, chi comprare (Braglia). E cosi quando tutto era stabilito scattava l'ora dello shopping e cercare un allenatore QUALIFICATO a cucinare e offrire ai clienti i pasti come descritti sul menu. Il cuoco? certo che deve essere B R A V I S S I M O...ma deve cucinare secondo il MENU, non con la sua testa...COMPRIS- UNDERSTOOD- CAPITO ?
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
51
Johnny ti ho già risposto, non esiste una regola uguale per tutti, ci vuole semplicemente buon senso.

Ed è questo buon senso che poi ti permette di riporre fiducia nelle persone giuste e sfanculare chi è matto o ti sta prendendo per i fondelli. Se manca quello sei un ebete in balia degli eventi e dei personaggi che ti ruotano attorno, tipo Pallotta.

Se ce l'hai sei perfettamente in grado di capire che il gruppo che ti stava portando qualcosa di buono era formato da giocatori e allenatore, mentre Monchi era il terzo incomodo che viveva sul lavoro di altri ed aveva appena iniziato la sua opera di demolizione, infatti anche se non ha molto senso farlo, probabilmente con Salah alla Roma invece che al Liverpool eri addirittura in finale, arbitraggio discutibile compreso.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
50
CHE DIRE...ECCO, LE RISPOSTE FIGLIE DI UNA TENDENZA ***I M P U L S I V A***

SONO STATO CHIARISSIMO...ma questo vi e' sfuggito, lo noto. QUINDI usate un'altro divano, o sedia, cosi potete afferrare, acciuffare il succo della mia opinione. Se non lo fate, allora siete anche voi vittime della PORTA che gira su se stessa con la logica consenquenza di produrre i stessi risultati.

RIECCOMI DI NUOVO...Il tutto viene, o dovrebbe, essere stabilito dal Presidente. Ci sono due tipi di Presidenti. Alla Berlusconi, ADL, o alla Elliot, o fra i tanti proprietari tipo del M.U.-M.C.-PSG. Ci siamo capiti? Il CEO della General Motor da 5/6 anni e' una donna. Ancora vi chiedo, ci siamo capiti?

MENTRE IO. lo ripeto fino alla noia, sbandiero di nuovo che l'Allenatore e' importantissimo, spesso determinante, e qui vi invito a R I F L E T T E R E, sempre seduti belli comodi.

Fattore INCONTESTABILE, l'allenatore e' colui che piu' entra, e che piu'esce, dalla porta principale della Societa'. Puo' essere mandato via per diverse ragioni, perfino dopo aver vinto, o stravinto. Ancelotti fu silurato da Robin, Ribery, Mueller, non dalla Societa'. Lo stesso puo' litigare con il Presidente, il DS, la stampa, e la Societa' e' costretta mandarlo via. Potrei continuare....Ma attenti, anche il DS puo' essere silurato per le mazzette, o extra commissioni sotto il tavolo. Insomma voglio rendervi la vita facile. Sia l'Allenatore che il DS sono, devono essere considerati impiegati ***PART TIME***. Alla fine rimane al palo, LE PRESIDENT. Sia perche' e' lui che ha investito, oppure come nel caso del R.M e il Barca, e' LE PRESIDENT ELU. Credo che non vi ho persi. Vi vedo sempre accanto a me.

ORA RESPIRATE PROFONDAMENTE e ditemi perche' mai, io Presidente, dovrei permettere sia all'uno. o all'altro, di spendere 200..300..400 milioni e correre il rischio che tutto cio' che loro mi hanno fatto acquistare, non hanno offerto il rendimento sperato, con la consequenza di grosse delusioni, e perdite monetarie?

E ALLORA..ecco che fosse sufficiente imitare il modello del Milan dell'era Berlusca-Galliani-Braglia..Erano loro che stabilivano il menu. Che sapevano dove, chi comprare (Braglia). E cosi quando tutto era stabilito scattava l'ora dello shopping e cercare un allenatore QUALIFICATO a cucinare e offrire ai clienti i pasti come descritti sul menu. Il cuoco? certo che deve essere B R A V I S S I M O...ma deve cucinare secondo il MENU, non con la sua testa...COMPRIS- UNDERSTOOD- CAPITO ?
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
49
Inoltre non si può ridurre il tutto a una regola ferrea e inamovibile da seguire in ogni circostanza, come sempre ci vuole semplicemente un po' di buon senso.

Tu Johnny fai il discorso che se le cose vanno male e ti trovi costretto a cambiare l'allenatore, poi non puoi cambiare l'intera squadra in base alle esigenze di quello nuovo. Ok, sotto un certo punto di vista sembra un discorso condivisibile. Ma io mi chiedo: se in primo luogo hai scelto un tipo specifico di tecnico, quale processo mentale ti porta poi a cambiarlo con uno filosoficamente agli antipodi? Sindrome dissociativa, demenza, perversione, autoflagellazione?

Dicevo ci vuole buon senso, ecco ripartirei da qui, rimanendo in tema Roma che è quello a noi più vicino faccio il parallelo.....quando dopo tanti anni alla Roma Pallotta ha finalmente intravisto qualche risultato, contratti di sponsor e vari che fioccavano, euforia intorno alla squadra, tanto da fargli fare pure un bel bagno nella fontana....se t'arriva il Monchi della situazione che ti dice "Presidente ora vendo un po' di morchia e già che ci sto pure Alisson, Nainggolan e Strootman", ma porca la miseria!!!!....ma 2 domande te le fai o sei un perfetto ebete? Ci fu pure l'episodio coi tifosi fuori al ristorante che gli chiedevano se vendeva Alisson e lui rispose "Si, pure Nainggolan", facendola passare per una battuta scherzosa in tipico american humor che noi non potevamo afferrare, almeno così ci dicevano.

Eh già, come dicevo? Ah si, "buon senso"....."NON" sfasciare la squadra quando s'intravede qualche risultato. E' come spargere i semi, annaffiare e potare pazientemente, poi quando l'albero è cresciuto e inizia a cacciare qualche frutto prendi l'accetta e via!
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
48
Ma sai, nel calcio di una volta dominavano almeno tre squadre, oggi una sola.
Per non dire che il calcio di una volta permise gli scudetti di Napoli, Sampdoria, Verona, Cagliari, Roma e Lazio (noi stessi potremmo averne facilmente 5 in bacheca, ne abbiamo buttati via 2 per FOLLIA NOSTRA, le squadre del nord, il palazzo e le scie chimiche non c’entrano un caz_zo).
Poi è venuto il sistema Moggi (far vincere la Rube spendendo poco) e poi il sistema CR7 (far vincere la Rube spendendo tanto, perché le milanesi avevano perso Berlusconi e Moratti e quindi economicamente non erano più all’altezza). In entrambi i sistemi non c’è più posto per gli outsider, quindi preferivo i vecchi tempi.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
47
Si mo facciamo fare tutto al presidente e mettiamo come allenatore Pinco e come DS Pallino....visto che non servono.....ma che cappero dici Johnny?
Il Mister deve essere centrale al progetto ed il DS deve stare fra società e mister.....per valutare chi può prendere e quanto può spendere....non diciamo fregnacce per favore.
Nord ha centrato in pieno il mio discorso e tu anche se non vuoi ammetterlo o ci vuoi girare intorno per tergiversare, tutto sommato intuisco che la pensi a grandi linee come noi, ma ormai come si dice in gergo “ti sei impiccato da solo” e non riesci a liberarti ahahahaha
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
46
Assolutamente no Johnny, l'allenatore deve essere centrale, ovviamente la sua parola non dev'essere legge perchè la fiducia incondizionata la si guadagna nel tempo, ma se l'hai preso ci sarà un motivo o no? E allora a grandi linee facciamoglieli scegliere a lui i giocatori. Se Tizio non lo puoi prendere o ti fa schifo gli prendi Caio, ma non te ne puoi uscire sempre col Sempronio di turno come faceva Monchi con Difra.

Si era arrivati al punto che sembrava gli facesse i dispetti, dal suo arrivo a chiedere sta benedetta ala destra al posto di Salah. Con Dzeko che più diceva fosse importante e lo schierava, più cercava di venderglielo a campionato in corso. Poi vabbè alla fine le comiche, dopo quel cammino in coppa gli ha distrutto il centrocampo salvando solo De Rossi che era quello fisicamente più limitato e più avanti con gli anni, per non parlare del sostituto di Alisson....come a dire dalle stelle alle stalle, con quella postura poi che quando gli arrivava la palla sui piedi sembrava Big Jim che rilanciava il pallone premendo il pulsante dietro la schiena.

Praticamente da una squadra che doveva correre e metterci la tigna per fare un calcio verticale era uscita fuori una squadra di grandi, grossi e fregnoni

Mamma mia Monchi.....che tipo
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
45
LUPO, NOR,

VEDIAMO se le nostre opinioni si incrociano, aspettando che anche Roberto viene a tuffarsi nelle stesse acque.

RILEGGENDO attentamente cio' che abbiamo trattato fino adesso, emerge si, o no, che una societa' di calcio deve rassomigliare a un Presidente, un DS che insieme devono disegnare che tipo di catena di montaggio occorre. Si, Presidente e DS. L'allenatore non deve avere nessun potere decisionale. Lui verra' scelto per GESTIRE tutta la catena. Ricordandomi le parole di Gaspetini di due anni fa non scoprii l'acqua calda, ma bensi una cosa che sapevo e che il Gaspa confermo'. In parole povere lui disse...--Non voglio mettere naso chi cedere, e chi comprare (Pero' un paio di giocatori li pretese, ma non poteva dirlo apertamente). E fini' affermando...--Chiedo solo di non aspettare all'ultimo momento per sapere chi va, e chi viene--

L'HO sempre affermato. Una Societa' con le palle, in perfetta armonia con il DS, devono, e' obbligatorio, sapere che gioco, loro, vogliono dare alla squadra. Una volta stabilito, il DS deve acquistare giocatori per quel gioco. Infine la scelta dell'allenatore fosse gia' stabilita.Restasse da stabilire se si trattasse di sapere se assumere Simeone, o Kloop. Quindi la scelta dovesse poi essere solo una formalita'. Maldini e Boban sbagliarono. Assunsero Giampaolo. Integralista fino al collo, e anche piu' su'. Ma i giocatori gia' nella rosa, e quelli poi acquistati, non erano adatti al gioco ben noto di Giampaolo. Di certo molta, ma molta colpa e' stata di Giampaolo che si presento' per mettere insieme un nuovo Milan costringendo a molti giocatori di rinunciare alle loro caratteristiche, per adattarsi alle sue. E quando questi giocatori si chiedevano, ma chi e', chi e' stato, e li che scatto' il *Domino Effect* (Conosciuto in Italia?)

ALLORA...siete daccordi che l'allenatore deve avere una mini...ma mini autorita' decisionale? Diversamente se la Societa; lo ascolta, gli da' molta importanza e lui fallisce, o gli succede qualcosa, la Societa' sarebbe poi costretta a cercare un altro con le stesse idee di gioco. E anche se lo trovasse, e lui alzasse le pretese?

ALLORA?
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
44
Specifico Lupo, non il portiere più forte del mondo così generico, specificatamente Alisson! Sennò magari capivano male e si mettevano a fare l'asta col Chelsea per Kepa

....così cito pure quegli altri deficienti che invece di rilanciare per il brasiliano, hanno speso 80 milioni per uno si promettente ma lontano anni luce.

Tanto per dire che gli investimenti li hanno fatti tutti, specialmente in Inghilterra.
Il Liverpool se andiamo a vedere solo con Suarez, Sterling e Coutinho c'ha fatto 300 milioni. Solo loro 3, poi ne ha venduti pure altri.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
43
Johnny ti sei risposto da solo: Capello, Ancelotti, Allegri sono stati sostituiti proprio perché vincevano ma non divertivano.....sono andati ad allenare in società le quali sono abituati a vincere con chiunque, quindi uno vale l’altro.....ma nei blasoni citati come il Real Madrid, se non vinci dando spettacolo quella è la porta, ciao....Proprio per questo dico che è difficile vincere divertendo.....e a quanto pare il tanto antipatico Klopp è uno dei pochi che sappia farlo. Non mi sembra di esternare pensieri personali, parlo di fatti e lì sto semplicemente riportando qui.
Come scrive Nord, durante il primo anno dì Liverpool (nel quale se non erro arrivò a campionato in corso), fece la lista della spesa e chiese chi comprare.....arrivando prima in finale di E. Ligue e l’anno successivo quella di Champions e perdendola grazie a delle papere mostruose del portiere....bene lui disse alla società: volete vincere la Champions? Dovete prendermi il portiere più forte in circolazione, perché per il resto so come fare.....Risultato? Champions vinta.....poi alla società ed ai tifosi, dopo la Champions e Coppa intercontinentale (mai vinta dal Liverpool prima di Klopp), è venuta voglia di rivincere la Premier che non so da quanti anni non accade....Risultato? Praticamente è già stata vinta a febbraio, ma per le ragioni che tutti conosciamo, non ancora in bacheca......questo è Klopp caro Johnny.....vince e diverte.
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
42
Investimenti? Perchè gli altri fischiano? Bene, ho scoperto che in questi anni l'unica squadra ad aver fatto investimenti è il Liverpool mentre gli altri facevano i conti della serva. Anzi no pure il Dortmund, quelli si che so soldoni, altro che PSG, City, United, Barcellona, Juve e company!

La verità è che gli altri giocavano a chi ce l'ha più grosso, del tipo "Io compro Ronaldo", quell'altro "Io prendo Mbappe e nel frattempo ti scippo pure Neymar", quell'altro ancora "Ah, m'hai preso Neymar? Allora io finisco di razziare il Liverpool, oltre a Suarez mi prendo pure Coutinho e già che mi ci trovo opziono pure Griezman".

Il Liverpool invece faceva le cose serie e oltre ad affidare la squadra ad uno degli allenatori più promettenti, reinvestiva la pioggia di soldi delle cessioni in giocatori di valore che costavano una frazione del cartellino di quelli che dava via. Poi chiaramente con l'arrivo dei risultati e conseguente cascata di diamanti, ha potuto iniziare ad investire ulteriormente senza la costrizione di dover vendere, a differenza per esempio della Roma che pensò bene di dilapidare tutto il patrimonio giocatori per pochi spicci rispetto ai prezzi esorbitanti che giravano, coi risultati che abbiamo potuto ammirare ma che per molti dipendevano da Di Francesco, ora da Fonseca o chi per loro.

Per farla semplice, il Liverpool c'ha saputo fare e coi soldi di Coutinho hanno comprato Van Dijk, Salah e Manè....poi non prendendoli a caso, bensì su espresse direttive di Klopp, non come faceva la Roma che l'allenatore chiedeva l'ala e il DS gli prendeva na punta e così via, perchè invece di costruire una squadra pensava a trovare le future plusvalenze.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
41
NOR, LUPO,

STATE A CONFONDERE *FISCHI* X *FIASCHI* (Rido, perche' sono un asino, e non so come usare le immagini). Poi certo, senza la presenza del *MISTER CUOIO* siamo, tutti, costretti a deviare, focalizzare, cercare soggetti relativi al quel pezzo di cuoio che ci fa litigare, e anche inca tzzare.

ENTRAMBI mi volete far passare come uno (Klopp) che a PRESCENDERE da cio' che ha mostrato di saper fare in Germania, e successvamente a Liverpool, Johnny gli sta sulle BALLS. Punto! A questo punto viene a galla una domanda, a entrambi. Ma avete dedicato abbastanza tempo per riflettere su cio' che state insinuando. In questo Forum sono fra i PRIMI in assoluto dove ogni opinione e' accompagnata da spiegazioni stracolme di dettagli. Mentre un numero, elevatissimo, di opinionisti sceglie un Etichetta con un minimo di dettagli, e la incolla al giocatore, all'allenatore, al DS. al Presidente. Spero che vi rendiate conto che questa e' una differenza mostruosa, non da poco. Dire che Kloop ha rilanciato il Liverpool dal niente, e' una barzelletta che pubblicandola in un Forum poi salta fruori che fra le centinaia di persone che la leggono salta fuori un Cervellone, e poi te la canta, e sopratutto, te la suona anche. Vero dopo quel Kulo di strappare la finale al Milan, Benitez, e al Liverpool, gli si sgonfiarono le gomme, per molti anni. Passati quei anni di buio brutto, i proprietari Americani del Liverpool (Amici di Pallotta) decisero di ritornare sulla pista da ballo di cui loro furono assenti per anni. E cosi andarono a pescare in Germania. E per rilanciare la squadra stanziarono parecchi, ma parecchi milioni, che permise loro di acquistare Allison, e Salah, fra tanti altri giocatri affermati. Anche se non tutti in un anno, piu' che ovvio.

MA QUELLO che a me fa un po' arrabbiare e' che in Italia persiste un concetto che chi vince, e' un grande allenatore. Eppure proprio in Italia, sotto gli occhi di tutti, un caso (Ma ce nesono stati atri) lo abbiamo seguito anche noi della Roma. Piu' della meta' dei tifosi della Juve furono contro Allegri. Max pur avendo vinto, mi sembra 6 scudetti di fila. a loro non piaceva come giocava la squadra. Capello, vince e viene silurato da Madrid. Anelotti, idem, vince eppure gli indicano la porta di uscita. Guardiola ha vinto uno scudetto, ma quell'uscita dalla CL l'anno scorso gli ha tolto 50% del suo valore che sembrava indiscutibile. Quindi per me la partita l'ha persa Kloop, e non la papera del portiere.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
40
Niente nord.....da quello che ho capito gli sta antipatico a prescindere.....ma non deve mettere sul piatto le qualità tecniche, perché sennò (dati alla mano) non c’è nemmeno da iniziare il discorso. Poi che io scriva che è un bravo allenatore, mica lo dico perché mi è simpatico o perché ci ho mangiato assieme, ma perché vedo i risultati delle squadre in cui ha allenato e mi viene da dire che non ha mai fallito....anzi: ha riportato sul tetto del mondo un Liverpool che da 30 anni a questa parte non figurava più da nessuna parte: vedi il coefficiente europeo e ti accorgi che è passato avanti alla ROMA, solo l’anno scorso dopo aver vinto la Champions....perché all’inizio dell’anno scorso (con una finale persa col Real sulle spalle), ancora ci era sotto.
Ma di che parliamo? Capisco che in assenza di calcio giocato, bisogna trovare argomenti per tergiversare....ma inventare frottole sole perché un allenatore è antipatico, non ha senso.
Io farei più o meno lo stesso discorso su Mourinho, perché lo ritengo un mister incapace pur allenando campioni....ma gli vuoi negare che non è un gran motivatore? Addirittura ha vinto una Champions con l’Inter, mettendo Eto’o terzino.....solo chi dà grandi motivazioni ai giocatori, riesce ad ottenere quel tipo di risultati....ma per me rimane sempre un mediocre allenatore e per niente spettacolare.....a differenza di Klopp che è un gran motivatore ed un tecnico capace di divertire tifosi e giocatori stessi, facendosi rimpiangere da tutte le società che ha allenato.
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
39
Johnny abbiamo capito che Klopp ti sta profondamente sul cavolo, non riesci nemmeno a nominarlo per quanto gli sei avverso

Ok nessun problema, ma perchè vuoi convincerci che sia un allenatore inadeguato?
Dici che gioca male, che vince perchè le altre stanno tutte sotto a un treno (????), ma stiamo parlando di uno che ha vinto 2 campionati consecutivi col Dortmund a discapito dell'indiscusso Bayern, che l'anno successivo poi ha vinto la Champions League proprio in finale contro il Borussia di Klopp (!!!!). Parlo del Bayern dei Robben, Ribery, Lahm, Muller, Schweinsteiger, Kroos, Gomez, Klose, mica del Pizzighettone Football Club!

Poi è andato in Inghilterra prendendosi un Liverpool da ricostruire, che salutava il mitico Gerrard, che aveva venduto Suarez e in pochi anni l'ha portato lì dov'è ora, in barba a tutti i pronostici.

Per dire, quest'anno non c'è stata proprio gara, ma l'anno scorso la Premier l'ha vinta il City con 98 punti e dietro di lui c'era proprio la squadra di Klopp con 97 (!!!!), che nel frattempo s'è gustata pure una coppetta niente male!
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
38
LUPO,

VUOI OSANNARE KLOOP? Allora bisogna anche conoscere certe cose del Campionato Inglese. Il Liverpool, e' vero, con l'arrivo di Kloop e' migliorato subito. Ma ha anche avuto, a suo favore, un vento che lo ha spinto senza nessuna bravura propria. Lo ha potuto fare perche' MOU ha SFASCIATO letteralmente il M.U. Infatti silurato dal M.U. MOU e' rimasto disoccupato per molto tempo. Il Chelsea, altra Societa' nei guai con il Presidente che non puo' entrare in Inghilterra (Guidato da una donna di fiducia che ha fatto impazzire Conte). Il M.C. che non riesce a trovare una stabilita' malgrato che ci sia Guardiola ad allenarlo (Un M.C. che non si sa che fine fara' con la squalifica subita dalla UEFA). Tottenham, Arsenal, Everton, West Ham, tutte a leccarsi profonde ferite, e a 40, 50 punti sotto il Liverpool. Addirittura il Leichester (Il miracolo di Ranieri) ha quasi i stessi punti del M.C.

KLOOP...Proprio lui, si si proprio lui, da mesi e mesi ha lanciato una campagna feroce contro la Premiere League suonando l'allarme che in Inghilterra si gioca troppo e che se si continua cosi, il calcio in Inghilterra sprofondera' sempre di piu'.

HO L'IMPRESSIONE (Quasi una certezza) che in Italia regna sempre quel concetto che la squadra che vince, gioca automaticamente bene. Io invece ho avuto l'occasione di vedere giocare il M.C. l'anno scorso, e un paio di partite anche quest'anno. Ebbene il suo calcio, sempre per i miei gusti, era superiore a quello del Liverpool. Eppure ora ci sono 30..40 punti di differenza fra loro. L'anno scorso il Tottenham perse la finale nei minuti finali, e non era di certo inferiore al Liverpool....Ora se tu mi sbatti in faccia la Coppa vinta l'anno scorso, io ti dico che il R.M. in due partite non le ha certo perse. Certo, certo, non ho mai giudicato Simeone un grande allenatore, E' un mediocre. Ma BRAVISSIMO MOTIVATORE. Quindi dire un allenatore BRAVO solo perche' vince, io ci andrei molto molto cauto. Per me DiFra pur avendo allenato una Roma che termino' vicinissima alle semifinali nella CL, asino era, e sempre asino di allenatore e' rimasto. Pensava di farla franca con i PATTI stabiliti con Dezko, Kolarov, e Capitan futuro. E i tifosi, come anche la stampa, devono rendersi conto che di colpe ne hanno anche loro.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
37
A dirla tutta ci sono i modi perché ciò accada, basta vedere cosa combinò un certo Klopp col B. Dortmund fatto di pischelli che correvano, ai danni di un Bayern Monaco che la faceva da padrona nel campionato tedesco, come la Juve in serie A.....ma vallo a dire a Johnny.....e comunque in Bundesliga c’è meno mafia che in serie A, quindi meno probabile che accada. Potrebbe farlo l’Atalanta....ma come ho scritto, qui c’è più mafia e la Juve saprebbe bene come comprarsi le grazie della Dea.
I casi sporadici di Verona, Sampdoria, Cagliari, ecc ecc, avvengono solo perché gli viene permesso, altrimenti non c’è trippa per gatti....basta vedere la Lazio di quest’anno: con tutti i favori che le sono stati concessi dall’inizio del campionato sino ad oggi e dopo averla battuta sia in campionato che in Supercoppa, sempre dietro alla Juve sta. Rimane il fatto che ora che c’è il coronavirus che sta dettando legge e tempi, forse ci sarà uno scenario differente......ma proprio perché trattasi di una cosa incontrollabile.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
36
Vero, però rimane il fatto che il calcio di una volta permise gli scudetti di Napoli, Sampdoria, Torino, Verona, Cagliari, Roma e Lazio. Adesso nel primo decennio del 2000 c’è stata l’Inter del triplete, poi hanno perso Moratti ed è rimasta solo la Rube. Io un campionato dove vince sempre la stessa, anno dopo anno, per un decennio, non l’avevo mai visto. D’altronde che incertezza ci può essere in un campionato dove una squadra paga di stipendio a un solo giocatore quello che almeno altre 10/12 squadre pagano all’intera rosa messa insieme?
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
35
C’entrano eccome caro Roberto+, perché quegli scudetti buttati al vento contro Lecce e Sampdoria, con l’aggiunta dell’episodio di Turone, con il VAR (anche se pilotato come lo è oggi) la ROMA li avrebbe vinti con largo anticipo....e non buttati al vento alla penultima giornata.....e non ci ho messo pure quello buttato al vento con il pareggio a Venezia....
Con le restrizioni di oggi, la ROMA avrebbe una bacheca più ricca sia a livello di scudetti che coppe (finale ROMA-Inter di coppa Uefa, finale Coppa Campioni contro il Liverpool con gol irregolare per fallo su Tancredi)....vabbè lasciamo stare che è meglio, sennò passiamo per quelli che sanno solo piangere.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
34
Ma sai, nel calcio di una volta dominavano almeno tre squadre, oggi una sola.
Per non dire che il calcio di una volta permise gli scudetti di Napoli, Sampdoria, Verona, Cagliari, Roma e Lazio (noi stessi potremmo averne facilmente 5 in bacheca, ne abbiamo buttati via 2 per FOLLIA NOSTRA, le squadre del nord, il palazzo e le scie chimiche non c’entrano un caz_zo).
Poi è venuto il sistema Moggi (far vincere la Rube spendendo poco) e poi il sistema CR7 (far vincere la Rube spendendo tanto, perché le milanesi avevano perso Berlusconi e Moratti e quindi economicamente non erano più all’altezza). In entrambi i sistemi non c’è più posto per gli outsider, quindi preferivo i vecchi tempi.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
33
Sicuramente ci sarà un ridimensionamento totale: dalle pretese delle TV (visto che sono le principali organizzazioni che finanziano i club), fino agli stipendi di chi è intorno al calcio e nel calcio (sperando una volta per tutte che i procurati vadano aff.......e le pippe ar sugo che vengano retribuite come tali). Ne trarrà beneficio il Panzone, visto che per lui il coronavirus era già cominciato da quando ha preso i caciottari per la formaggiera.

Forse davvero ritornerà il calcio di una volta.....quindi vorrà dire nuovamente nelle mani del nord, con gli strisciati a farla da padrona da quando esiste il calcio in Italia.....in un modo o nell’altro sempre dietro siamo.....ma forse con un divario meno netto.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
32
Dalle news: "La redazione di Centro Suono Sport ha contattato il presidente James Pallotta per chiedere informazioni sulla trattativa per la cessione della Roma.

Il motivo dello standby all'affare è l'emergenza da coronavirus?
"No".

Cosa sta accadendo allora?
"Chiedete a Friedkin e i suoi uomini".

Opsss... vuoi vedere che già il 4 marzo avevo previsto con esattezza il naufragio?
E pensare che solo ieri Totti sulla Gazzetta dello Sport continuava a offrirsi a Friedkin (...poverino, come s'offre). Evidentemente in molti ancora non hanno capito che la "Fontana di Trevi II" è un film che non andrà in onda e che il cerino acceso rimarrà nelle mani del primo fregnone americano che hanno trovato nove anni fa. Il secondo è riuscito a scappare dalla trappola appena in tempo e di terzi non se ne vede l'ombra.

Questa è una gran brutta notizia per la Lupa. Vedo avvicinarsi gli scenari che prospettavo nell'altro post (una Roma "lotitiana").

Ma chissà che questo coronavirus non finisca per ridimensionare una volta per tutte anche l'intero pianeta calcio (non solo la Roma) e a farlo tornare quello che era un tempo, uno sport e uno spettacolo a cui la gente si appassiona alla domenica e poi per il resto della settimana si occupa di cose più serie. Dovremo disintossicarci tutti. A giudicare dal silenzio che c'è sul forum, sembra proprio che la terapia intensiva di disintossicazione dal pallone sia già iniziata.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
31
Probabilmente la mortalità del virus è più bassa di quanto si creda, perché in realtà il numero di contagiato è mooooolto più alto di quello ufficiale. Potrebbe quindi essere che l'Italia abbia fatto più tamponi e da ciò risulti una maggiore virulenza che altrove. Ma ciò non vale per la Corea, che ha fatto un numero di tamponi 5 volte superiore all'Italia (150.000 contro 30.000 e rimane lo stesso con 1% di mortalità).

Tuttavia ci sono altri dati, più verificabili ma ancora meno spiegabili, e sono i casi che richiedono ricovero e/o terapia intensiva sul numero di casi accertati. E anche lì, le cifre non quadrano. In Italia sono quasi il 10%, altrove 1%, con l'eccezione della Francia che è al 4%, ma sempre meno della metà dell'Italia. Accertato che il ceppo del virus che gira in Italia è lo stesso che altrove, resta da spiegarsi perché gli italiani sono così deboli di fronte alla malattia. Il fattore età spiega solo una piccola parte. In Spagna e negli Stati Uniti la popolazione anziana non è molto diversa da quella italiana, ma loro sono all'1% e noi al 10%.

Comunque, tornando a Friedkin, come era ampiamente prevedibile il coronavirus ha fatto scappare anche lui. Ufficialmente la trattativa è "in stand-by", ma secondo me è "in bye-bye".
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
30
Nord solo in Italia il tampone è gratis
In tutte le altre nazioni pagano, quindi chi non può pagare o muore o si tiene il virus
Se in tutte le altre nazioni facessero il tampone, risulterebbero dei numeri che all’Italia farebbe un baffo.
Con questo non tolgo fuori l’Italia dall’essere irresponsabile: scuole ed università chiuse e tutti nei bar o per strada, incurandosi di ciò che può accadere ai loro familiari....o addirittura a loro stessi....perché quando si sentirà in giro che il virus è dannoso anche per i più giovani, allora forse sì che qlc irresponsabile seguirà le regole imposte dallo stato. Anche in altre nazioni ci sono giovani teste di catzo, ma la legge viene più rispettata.
   
 
 ForeverPluto 
454 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
29
Il Giappone è un arcipelago nell’estremo oriente.
Non proprio un crocevia internazionale...
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
28
Ma infatti bisogna vedere pure come li prendono sti numeri.
Intanto l'Italia ha un sistema sanitario pubblico e culturalmente il ricorso ad esso tramite pronto soccorso o altro è più che radicato, in altri paesi bisogna vedere, capace che muoiono a casa (o in strada) e nessuno sa il perchè o il percome.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
27
L'Italia è un paese di irresponsabili e di vecchi, per cui il virus trova terreno più fertile che altrove. Dicevamo l'altro giorno che in Corea ci sono molti meno morti perché è un paese giovane. Il fatto è che ce ne sono molti meno pure in Giappone, che è più vecchio dell'Italia. E allora qualcosa non quadra.
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
26
In Italia siamo troppo abituati a fare di testa nostra e spesso ad andare oltre le regole imposte....anche per questo il contagio è maggiore.

Basta vedere gli altri paesi che hanno meno casi di contagio e stanno seriamente valutando di bloccare il calcio come tutti gli altri sport.....in Italia.....see in Italia .....stanno magagnando per vincerlo il campionato, figurarsi se hanno intenzione di fermarlo o addirittura annullarlo. La mafia (non solo nel calcio) la fa sempre da padrona.
   
 
 ziolupone 
212 - Medaglia di Bronzo
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
25
Forza ragazzi! Con comportamenti responsabili e rispettando basilari regole, pur limitandoci un po', riusciremo ad uscirne!!!
Purtroppo occorre fare sempre la voce grossa, x ottenere il rispetto delle regole, ma se saremo intelligenti ce la faremo!
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
24
L'Italia, con 366 vittime e 7.375 casi accertati totali, è il secondo Paese per numero di contagi e per numero di morti legati al coronavirus dopo la Cina (che ne registra rispettivamente 67 mila e circa 3.000).

Mia madre ha 83 anni e mio suocero 74.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
23
Pasquino, la media di mortalità del coronavirus è fra il 2 e il 3%.
Molto maggiore della normale influenza (che è di 0,1-0,2%).
In Italia sta sul 4% perché l’Italia, dopo il Giappone, ha la più alta percentuale del mondo di ultrasettantenni sulla popolazione globale.
Fermare un contagio è una cosa che si può fare (forse) solo un regime dittatoriale (in Cina ci stanno riuscendo). In una democrazia è impossibile.
Quindi meglio farsene una ragione: il virus lo prenderemo tutti o quasi tutti.
La cosa buona è che fino a 60 anni di età è quasi innocuo.
Per me che i 60 li ho passati, anche se non da moltissimo, è più preoccupante.
Ma come mi ha detto un mio vecchio compagno di scuola: “nessuna disperazione, il massimo che ci può capitare è di morire”.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
22
Ministro sport: valutiamo la sospensione immediata della serie A.
Ops ... vuoi vedere che pure qui avevo ragione io?
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
21
Coronavirus: secondo l’ultimo bollettino sono stati registrati in un giorno 1.247 nuovi casi, 36 morti e 66 guariti.
154 morti solo in Lombardia. Al vaglio nuove misure di contenimento: Nord in quarantena.

Se la media è di 36 morti al giorno, vogliamo ancora parlare di 2/3%?
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
20
Ops... tira brutta aria sulla compravendita della Roma. Sta a vedere che (purtroppo) avevo ragione io...
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
19
NOR,
DI Ostia? Membri della mia famiglia risiedono in Via Delle Balenieri. Io ho vissuto in via dei Traghetti.

Se c'e' da scommettere, io direi che lo Stadio verra' costruito a Fiumicino. E spero che Friedkin impone il concetto Americano. Cioe'...Nessuna macchina da parcheggiare intorno allo stadio. E i treni? Stile Americano...Ferrovie stile ROMANE. Si quelle che ancora si possono ammirare permettendoci di scoprire come secoli fa quei Acquedotti (Si chiamano cosi?) rappresentavano un GENIO ARTISTICO dell'Umanita'. Io ho avuto la fortuna di vedere come i New Yorkesi viaggiano su quei treni con ferrovia sollevata (Non saprei dirti a quanti metri). I quel modo occorresse creare aree, intorno a Roma, per il parcheggio, lontane dallo stadio. In ogni area, ovvio, ci fosse una fermata. E cosi i treni si fermassero come fanno ora in alcuni Aeroporti. A Miami il trenino mi porta nella zona dove posso effettuare il mio Check-In. Dal centro di Miami c'e' il trenino che copre il tratto, centro citta', all'Estremo Sud. Un tratto di parecchi km. Tutto sollevato, con le macchine che ci passano sotto.
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
18
Infatti Johnny, però rimane il fatto che abbiano scelto un posto del cavolo.

Io poi sono di Ostia, se non ho letto male anche tu in origine e credimi se ti dico che quella zona è pressochè tale e quale a quando l'avrai vista l'ultima volta. La Via del Mare o l'Ostiense sono opzioni impraticabili, si creano grossi ingorghi normalmente, figuriamoci con l'aggiunta del traffico per la partita che poi non è più la domenica pomeriggio come una volta. La linea ferroviaria è la solita, hanno rinnovato i treni e non c'è più la mitica "caffettiera" ma puoi immaginare le difficoltà intrinseche nel sovraccaricare una linea, poi idealmente solo per una fermata perchè fino a Magliana c'è la metro.

Lascio stare completamente il discorso idrogeologico perchè non ne so nulla, ma i collegamenti fanno letteralmente pietà, se per esempio si fosse scelta un'area verso la Roma-Fiumicino era sicuramente tutt'altra storia e lo stadio era già bello che fatto.
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
17
"E' il momento della firma", "Friedkin a New York per concludere", "E' fatta per il passaggio di proprietà"... e via dicendo. Questi sono i titoli che leggiamo da almeno 2 settimane.
L'unica certezza, invece, è che Friedkin non ha firmato ancora niente.

Non solo, ma c'è un'altra cosa che potrebbe accadere: l'annullamento di questo campionato e la cessazione delle partite fino a data da destinarsi. In serie A ci sono circa 600 calciatori, più altre 300 persone fra dirigenti, allenatori, massaggiatori, ecc. più le rispettive famiglie, per un totale di alcune migliaia di persone. Basta che UNA SOLA di queste persone venga contagiata, e la squadra a cui appartiene dovrà chiudersi in quarantena, il che significa che la regolarità del campionato non sarà più assicurata e quindi bisognerà annullarlo. Spero di no, ovviamente, ma è uno scenario plausibile.

E allora che si compra Friedkin, una squadra che non può giocare? E pensate che uno che sta per investire 700 milioni non si informi su questi scenari? Mah...

In quanto alle misure adottate dal governo per fronteggiare il CV-19, l'intenzione ovviamente è lodevole. L'effetto, probabilmente sarà molto limitato. Gli studenti hanno preso la chiusura delle scuole come una specie di vacanza e quindi affollano le strade e si riuniscono nelle ludoteche come se niente fosse (anche perché, all'età loro, la probabilità di lasciarci le penne per il virus è infinitesimale. Però, ahimè, possono infettare chi invece è più anziano di loro). A quel punto, era meglio se continuavano ad andare a scuola. O come quell'altro signore che, dopo essere stato messo in isolamento a casa, ha pensato bene di andare lo stesso a un convegno e chissà quanti ne avrà infettati lì.

Purtroppo, in queste situazioni di emergenza, bisogna prendere misure drastiche come hanno fatto in Cina. Ma in Cina c'è un governo dittatoriale che fa quello che vuole, in Europa è diverso. In teoria, anche gli stati democratici possono prendere misure drastiche, ma è molto più difficile farle accettare dalla popolazione. Boh... sarà per quello che i giornali e telegiornali diffondono il panico a piene mani? Perché è l'unico modo per convincere la gente ad accettare certe restrizioni? Ma poi, come abbiamo visto nei suddetti casi, nemmeno il panico via TV serve a molto.

PS: dovessero annullare il campionato 2019-2020, una cosa positiva ci sarebbe: l'eliminazione del rischio che lo possano vincere i caciottari.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
16
NOR,

la tua VALUTAZIONE e' da 50/50.

La mia esperienza, della vita, e' questa. Le Banche, come tutti i vari Istituti Finaziari, formano una ***S E T T A*** (All'apparenza molto, molto legale). Sono una *CALAMITE* n e c e s s a r i a nel mondo in cui viviamo. Una volta che ti pescano, o ci caschi da solo, ti ritrovi come un pesciolino. I terreni a Tor di Valle, anche se intestati a individui, o Ditte, appartengono a Unicredit. Devo andare oltre?
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
15
A Roma se si fosse studiato meglio dove farlo forse eravamo in dirittura d'arrivo.
Per carità il forse rimane d'obbligo, ma se invece di volere la botte piena e la moglie 'mbriaca (per fare il gruppetto dei magnaccioni Pallotta-Parnasi-Unicredit) si fosse voluto costruire solo lo stadio e in un luogo già ben collegato, probabilmente le difficoltà erano minori.
   
 
 Johnny 
414 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
14
MENTRE SIAMO IN ATTESA di capire cosa sta succedendo alla AS ROMA, fermiamoci in istante e valutiamo cio' che ha scritto, con estrema * C H I A R E Z Z A * Rocco COMMISSO. In poarole semplici a mandato a **VA FAN KULO** il Sindaco di Firenze....--Delle mie 3 richieste non ne avete presa nemmeno una in considerazione-- Insomma il Sindaco lo ha trattato come uno qualunque che deve partecipare all'ASTA di un terreno pubblico. Se poi lui riuscisse ad acquistarlo (Il terreno) dovra' costruire secondo i il piano descritto dal Comune. Che poi ora c'e' lui (Sindaco) poi chissa' chi ci sara' entro 3....6....10 anni.

CONCLUSIONE...Siamo sempre di fronte alle solite, IN ITALY. Gli investimenti fanno gola, ma alla *G L O B A L I Z Z A Z I O N E*.....NO!!!!! E cosi i tifosi vogliono vincere i Trofei, mentre i Politici vogliono solo aggrapparsi all'osso....e non lo mollano. SI AL CAPITALISMO, MA A NOSTRE CONDIZIONI !!!

POVERA FIRENZE...POVERA ITALIA!!!!

E ROMA?????
   
 
 Lupo72 
869
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
13
Ahahaha Life per L’ AS ROMA non c’è percorso di spiritualità che tenga.....esiste proprio per mettere alla prova anche le persone più miti di questo mondo.
Il detto “o la si ama o la si odia” per la ROMA non esiste....la sia ama e basta.....proprio per questo i tifosi fanno sangue marcio.....sennò la odiavi e amen.....invece....
Anch’io benedico il Texano dagli occhi di ghiaccio, ma ahimè non mi resta altro da fare....c’è chi l’ha già bollato, quando ancora questo ci deve mettere piede dentro, assurdo: un giornalista s’inventa la storia che al suo arrivo, per prima cosa deve abbassare gli stipendi....e già Friedkin passa per *****e, la solita americanata....
Questo viene ad investire (mmh per ora ci lascia un po’ di dindini e poi vediamo se ci sarà investimento) in una squadra (non società ci tengo a precisare), che è più malata di uno in camera intensiva....e noi che si fa? Lo fankuliziamo. Io al suo posto (anche se molto ricco) ci avrei pensato su nello sganciare più di 700milioni€ soprattutto in questo periodo dove non si sa se si andrà avanti o si stopperà tutto, .lui invece ha continuato nel suo percorso.
Si spera che migliori le casse giallorosse (con le plusvalenze, i piazzamenti Champions ecc. ecc., ogni anno chiudiamo in rosso fuoco) e soprattutto che riempa la bacheca dei trofei.....
   
 
 lifeiSNOW 
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
12
Grande Iulius sottoscrivo ogni sillaba di quello che scrivi, siamo esseri umani e' normale che ognuno di noi ha delle visioni diverse delle cose, io poi vedo le cose come forse nessuno di voi le vede (infatti esterno si e no l'1% di quello in cui credo ma sono consapevole che nessuno comprenderebbe le mie parole per cui non dico nulla, in fondo non sono qua per fare cambiare idea a nessuno), avendo fatto diversi percorsi spirituali che mi hanno donato totale pace e serenita', purtroppo solo una cosa mi fa ancora in*****are nella vita ed e' l'ASR quando perde ahahahahah, ci sto lavorando anche su quello, magari un giorno vivro' con serenita' anche le nostre cocenti delusioni calcistiche ma per ora non e' cosi'!
SFMR
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
11
Ma possibile che dovemo litigà su tutto?

Mò pure sul Corona Virus me fate ammaxxa..

Su Msn hanno scritto che sono state scoperte due 'versioni' del virus l'S-type che è più leggero e senza sintomi ed è quello che è circolato di più, e l L-type che è un'evoluzione del primo ed è quello che porta poi alla polmonite letale.
Potrebbe esse questa la spiegazione delle casistiche diverse in base al fatto che si sia diffuso di più il primo o il secondo in un determinato territorio.

Comunque, regà, è un'epidemia e come le altre passerà, noi non possiamo farci niente, parlarne serve a poco, se ne parla già troppo in televisione.
Bisognerebbe, per quanto possibile, tornà alla vita normale, invece..

La notizia buona è che pare che Friedkin stia firmando e questo ci da speranze per il futuro, almeno lui non s'è fatto scoraggià dalla situazione e non ci sta trattando come appestati come il resto del Mondo. Per me già è un grande!!
   
 
 ForeverPluto 
454 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
10
Piedone, non sto dicendo che hanno fatto male a chiudere le scuole.
L’Italia oggi ha avuto il più alto numero di contagi e di mori al mondo: più della Cina.

Quindi è giusto prendere misure di emergenza.
È sbagliato diffondere panico e false notizie.

Io sto solo citando fatti: non c’è niente che ci stanno nascondendo, i numeri sono spiegabili incrociando 2-3 tabelle ufficiali facilmente reperibili su internet, come dici.

Però non è vero che il tasso di mortalità sta aumentando e non è vero che il virus sta attaccando i giovanissimi, anche se le eccezioni esistono sempre.


Forza Magica Roma
   
 
 Piedone 
452 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
9
Pluto, la tua tabella, facilmente reperibile in rete, ma non da tutti interpretabile, è quello che i media stanno sintetizzando come un mantra: il numero maggiore dei decessi avviene tra gli over 65 ed aumenta all’aumentare dell’età e di patologie pregresse.
Se permetti, ho lavorato molti anni con le tabelle, e spesso dovevo spiegare cose semplicissime.
I giornalisti, specie quelli radiotelevisivi, preferiscono comunicarle a parole.
Quello che io ho scritto è che il tasso di mortalità piuttosto contenuto è dovuto alla ventilazione forzata, infatti il vero problema sono i posti letti.
C'è un istogramma (un diagramma facilmente interpretabile, ma anche qui in alcuni casi va interpretato) in rete che fa vedere l'incremento dei casi più gravi, assai maggiore (per fortuna) dei decessi.
A Roma è ricoverato presso lo Spallanzani un poliziotto di 52 anni, in perfette condizioni di salute, ma intubato, e la moglie, incatzata e contagiata pure lei, accusa il pronto soccorso (non ricordo quale) di non averlo ricoverato in terapia intensiva subito.
Spero che ce la faccia, ma questo per farti capire che il problema è più assistenziale che altro.
Un caso, ma sai quanti altri ce ne sono e ce ne saranno?
Quindi BENE ha fatto il governo ad adottare delle misure preventive piuttosto drastiche, come ha detto stasera a tutte le reti il presidente Mattarella, che ritengo un galantuomo.
Possibile che qualsiasi cosa accada, dobbiamo vederci sempre l’inghippo sotto?
La cosa che più mi dispiace è che di fronte a queste calamità, spesso ci si divide, invece che essere più uniti.
Un po’ come tifare Roma, ma qui stiamo parlando di un gioco
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
8
Ho trovato un dato interessante.
Al 2 marzo 2020 questi erano i dati sui tamponi:
(Paese - Tamponi effettuati - Popolazione totale)
Corea del Sud - 109.151 - 51 milioni
Italia - 23.345 - 60 milioni

Ci sono anche altri paesi ma solo Italia e Corea hanno fatto un gran numero di tamponi worldometers . info / coronavirus / covid19-testing / (eliminando gli spazi).
Insomma, loro ne hanno fatti 5 volte di più e questa credo che sia una delle cause del diverso tasso di mortalità.

Comunque è anche vero che l'Italia è zeppa di vecchietti:
Corea: abitanti oltre i 65 anni = 7,5 milioni
Italia: abitanti oltre i 65 anni = 13,5 milioni

Quindi, considerando che loro hanno la metà dei vecchietti e 5 volte i tamponi, ecco spiegata la differenza di mortalità.
   
 
 ForeverPluto 
454 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
7
Roberto le statistiche sul rischio di morte per età ci sono, eccole:
80+ years old 14.8%
70-79 years old 8.0%
60-69 years old 3.6%
50-59 years old 1.3%
40-49 years old 0.4%
30-39 years old 0.2%
20-29 years old 0.2%
10-19 years old 0.2%
0-9 years old no fatalities

I dati ufficiali sono disponibili per tutti, solo che le televisioni non li diffondono perché devono fare notizia e seminare il panico.

Se vi contate il numero di persone con piu' di 60 anni in Italia, in Corea e in Cina, i differenti tassi di mortalità si spiegano facilmente.

Se vi vedete i morti in Italia... ""La fascia di età" delle persone decedute oggi "è dai 66 anni ai 94 anni, si tratta di persone fragili, per la maggior parte con diverse patologie. Questo solo per comunicazione trasparente"

Conte non dice cose logiche, dice solo cose facilmente condivisibili: questa epidemia fa molto comodo a chi sta al Potere in questo momento.


Forza Magica Roma
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
6
Una potrebbe essere che i coreani non sono Mazinga ma la maggioranza degli infetti la spediscono in Italia
   
 
 Roberto+ 
629
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
5
I segnali sono contrastanti. Da un lato la stampa italiana dà già tutto per fatto.
Dall'altro, ho fatto un giro su Internet e la stampa americana, anche quella sportiva, tace completamente sulla faccenda. E, inoltre, anche oggi il titolo AS Roma perde pesantemente in borsa. Va bene che era già salito molto quando venne fuori la notizia che Friedkin si interessava alla Roma, ma insomma... mi pare un po' strana una perdita così netta proprio nel giorno in cui, secondo la stampa nostrana, finalmente si mettono le firme. Mah... speriamo bene.

CV-19: perché i coreani hanno solo 35 morti su 6000 contagi?
Una risposta non ce l'ho. Aiuterà sicuramente il fatto che hanno una popolazione più giovane della nostra, ma secondo me c'è dell'altro.
L'Italia ha un'età media di 45,4 anni, la quinta più vecchia del mondo. La Corea 41,8 anni. Sensibilmente più bassa, ma certo non sono i 15 anni dell'Uganda o i 19 dello Yemen. (Fonte: World Population Revue).
La Corea del Sud, però, da quando è scoppiata l'epidemia sta facendo più di 10.000 tamponi al giorno. Allora mi è venuto in mente che forse loro, lavorando così a tappeto, riescono a scoprire veramente tutti (o almeno la grandissima parte) dei contagiati, anche quelli che non hanno sintomi o che li hanno così leggeri da confonderli con un normale raffreddore e che quindi non si preoccupano di avvertire nessuno.
In altre parole, mentre altrove, Italia compresa, si è bravi a scoprire i malati di CV-19 fra la gente che presenta sintomi, ma non bravissimi con quelli asintomatici, in Corea probabilmente li hanno beccati tutti.
Se le cose stessero così, la seconda deduzione è questa: la percentuale vera di decessi su tutti quelli che vengono infettati, è molto minore del 3% ed è quindi più vicina alle medie della Corea (0,5-1%) che a quelle della Cina e dell'Italia (3%).
Indirettamente, una conferma verrebbe dalla Cina stessa.
A Wuhan, nella situazione caotica e disperata nella quale si sono trovati, gli ospedali improvvisati potevano assistere solo persone con sintomi seri. Quelli che andavano lì senza febbre o con febbre bassa e in apparenti condizioni di salute buone, li rimandavano a casa senza nemmeno perdere tempo a fargli il tampone.
Quindi anche lì, come in parte è successo in Italia, il rapporto malati/decessi lasciava fuori un sacco di gente che in realtà ha contratto il virus ma ha sviluppato sintomi molto lievi. Altre spiegazioni non ne vedo, a meno di pensare che i coreani siano tutti Mazinga.
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
4
Direi che si è guadagnato il diritto di pubblicare il post "Welcome Mr. President".
Vai Roberto è tutto tuo.....
   
 
 nordmarv 
490 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
3
Biafora è uno dei più affidabili.

Ringraziamo Roberto che da vecchia volpe con la tecnica del pianto ha reso possibile il passaggio.....perchè come si dice? Il pianto paga!
   
 
 Iulius 
849
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
2
La Roma passa a Friedkin, Pallotta sbarcato a New York per le firme

“The deal is done”. Dan Friedkin e James Pallotta - sbarcato nel New Jersey intorno alle 17 italiane - stanno sottoscrivendo in questi minuti i contratti preliminari per il passaggio di proprietà della Roma nelle mani dell’imprenditore texano.

Venerdì scorso sono stati scambiati tutti i contratti tra le parti dopo aver terminato la fase negoziale e da lunedì i legali sono riuniti negli uffici della Raptor in quel di New York. Oggi è stato invece il giorno delle ultime firme: un comunicato del club sancirà l’ufficialità.

Boh sarà vero? Lo scrive Biafora del Tempo che dice che a minuti ci sarà l'ufficialità sul sito della Roma notizia riportata già da due siti giallorossi..
   
 
 Pasquino 
955
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
1
Piedone disse: “Sono stato d'accordo con quello che ha detto Conte perchè quando si dicono cose logiche, non ho preconcetti su chi le dice.
Il problema sono i posti letto, possibile che non riusciate a capirlo?”

Ti capisco eccome, Piedone

“se si ammala un calciatore si ferma tutto, perchè dovrebbero mettere in quarantena l'intera squadra.
O è allarmismo ingiustificato pure questo

Esatto Piedone. Solo chi non sta con la 💩 fino al collo non riesce a vedere oltre il suo naso. Il fatto è che nella 💩 già ci sta ma è solo arrivata alle ginocchia.


Roberto disse: “Covid-19: tutti a straparlare, ma perché nessuno ci spiega questo dato: Corea del Sud, 6000 contagiati, 35 morti (0,5%), 6 volte inferiore al nostro. Dice... è una popolazione più giovane di quella italiana. Sì, ma forse il 10 o il 20% più giovane, non il 600%. Qui c'è qualcosa che non ci dicono.”

Oooooohhhh era ora! Standing ovation! 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻


Sempre Forza a Li Romani
Avvertenze e Regolamento del Forum
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.
Solo gli utenti registati nell'area riservata 
Area Utente
Login
 posso rispondere e inviare nuovi messaggi.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.

Medaglie per gli utenti più attivi

Medaglia d'oroMedaglia d'oro: utente che ha più di 600 messaggi attivi
Medaglia d'argentoMedaglia d'argento: utente che ha più di 400 messaggi attivi
Medaglia di BronzoMedaglia di bronzo: utente che ha più di 200 messaggi attivi
I messaggi più vecchi vengono cancellati automaticamente.

Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.