facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 18 settembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 
La Parola ai Tifosi
 nordmarv 
440 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
Il Nuovo DS
Dalle voci si diceva fosse Petrachi, voci confermate anche dai dolori di Cairo che non ne ha fatto troppo mistero. Le stesse voci dicevano che il suo nome fosse legato a doppio filo con quello di Conte. Svanito lui dicevano che la nuova idea di Petrachi fosse Gasperini.

Vuoi vedere che dopo il fallimento dei Piani A e B siamo riusciti a licenziarlo ancor prima di ingaggiarlo? Perfetto, mi sa che la nuova stagione è già iniziata con il primo di una lunga serie di record, ho paura che si prospetti memorabile.
 
 
Ultime Risposte
   
 
 Roberto+ 
497 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
4
Mah... se Percassi c'ha tanti soldi, buon per lui. Io però dicevo una cosa diversa da come l'hai capita tu. O forse sono io che mi sono spiegato male.

Ci riprovo: in Italia c'è la mentalità della ditta familiare. Anche quando arrivano ad avere un impero, lo gestiscono sempre come se fosse il negozio di mamma e papà. Una volta ero distributore esclusivo, per la nazione in cui vivevo, dei prodotti di un'importante industria del nord Italia. Il proprietario, peraltro un uomo brillante da molti punti di vista, cominciò da giovane e tirò su una generazione di manager giovani come lui, che si affezionarono all'azienda, la costruirono loro, si può dire,anche perché quell'azienda era il loro futuro. Arrivò ad avere 250 operai. Nel frattempo il proprietario aveva fatto 4 figli. Passarono gli anni e i figli crebbero e presero la loro bella laurea. Naturalmente, messi a confronti con i manager che erano cresciuti nell'azienda, erano poppanti che dovevano solo tacere e imparare. E invece che succede? Il boss licenzia in tronco i 4 manager più importanti, fra cui il capo export e il capo vendite Italia, due che avrebbero saputo vendere ghiaccio agli eschimesi, e li sostituisce con i figlioli perché i figlioli "so' piezzi 'e core" pure in Padania. L'azienda è andata in picchiata, perdendo il 50% del fatturato nel giro di 2-3 anni, ma tanto di soldi in Svizzera il proprietario ne aveva già portati abbastanza. Ci sono andati male gli operai licenziati, più che altro. Questo era un piccolo esempio di grande azienda gestita come il baretto. E questa è la regola. Anzi, è stata la regola, perché ormai le aziende dei Brambilla hanno chiuso quasi tutte, asfaltati dai cinesi.

Quello che volevo dire è che nessun italiano si sognerebbe mai di comprare la AS Roma e poi andarsene in vacanza alle Seychelles delegando tutto a qualcun altro. Il padrone sta al bancone e la moglie alla cassa, non ci sono discussioni. In Italia funziona così e, considerato l'ambiente malsano, DEVE essere così, perché altrimenti quando torni dalle Seychelles non trovi più nemmeno la serranda del negozio.

Ci sono alcuni paesi, in questo grande mondo, dove invece le cose funzionano diversamente. E quelli che vengono da quei paesi sbagliano di grosso pensando di comportarsi in Italia come si comporterebbero a casa loro.
   
 
 Roberto+ 
497 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
3
"Non vi siete chiesti perché Pallotta non viene più a Roma?"
No, perché, per come si sono messe le cose, lo trovo abbastanza evidente.
Perché nella mentalità USA lui è il proprietario e non l'amministratore della società. In Italia il 95% delle aziende (cioè praticamente tutte) sono aziende di famiglia, dove fra padrone, amministratore e operaio non c'è nessuna differenza, perché tutti i ruoli li fa uno solo, al massimo coadiuvato da moglie e figli. Il che può essere un bene quando sei nella piccola dimensione, un po' meno bene (anzi a volte un disastro) quando arrivi a dimensioni più importanti, ma le dimensioni importanti sono un rischio raro per le aziende italiane, dato che quelle grandi le conti sulle dita di una mano sola.
In America non è così. Fatta eccezione per qualche "basement company" (le aziende nello scantinato, intendendo le piccole aziende che nascono nel garage o nello scantinato della casa di chi le fonda) quasi tutte sono grandi aziende. Perfino nei centri più sperduti, non trovi il baretto di Giggi e il ristorantino della Sora Rosa, ma il franchising locale di Starbucks e di McDonald. E perfino le basement companies non nascono "baretto senza speranze contro Starbucks" o come azienda delle pulizie, ma nascono come start-up tecnologiche messe su da qualche teenager foruncoloso che sa tutto su come creare un software di successo, per cui ben presto anche nel basement arrivano gli investitori a riempirlo di quattrini nella speranza (spesso fondata) che il foruncoloso diventi presto il nuovo Bill Gates o il nuovo Steve Jobs. In America i proprietari sono quelli che comprano le azioni delle varie aziende e le tengono nel cassetto a titolo di investimento, ma chi le dirige sono altri, sono i manager professionisti.
Probabilmente Pallotta pensava che potesse funzionare così anche alla AS Roma.
L'americano compratore di Fontane di Trevi probabilmente non aveva la più pallida idea di quale palude sia il calcio italiano, infestata di miasmi mortiferi, coccodrilli e anaconda. Una giungla di cialtroni e farabutti dove non solo devi starci di persona h24 con gli occhi sempre spalancati, ma devi pure essere tu stesso un bel coccodrillone, con un concetto estremamente flessibile dell'onestà, se vuoi sopravvivere.
Avendo sbagliato l'approccio iniziale e, sciaguratamente, anche le persone a cui delegare, Pallotta ha finito per mettersi tutti contro e adesso che viene a fare a Roma, a prendersi fischi e insulti a tonnellate?
   
 
 ziolupone 
416 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
2
I cugini laziali, qualche anno fa, vennero sfanculati da Bielsa il giorno prima del ritiro, mi pare e non tutti i mali vennero x nuocere, xkè si affidarono ad Inzaghi, che tanto pena non ha fatto.
Ora, a parte gli scherzi, si può parlare di una Roma USA...ta, nel senso che gli allenatori la usano, x lucrare contratti o rapporti di forza più vantaggiosi con altre società (Conte e Gasp); i dirigenti la usano, x mostrare i muscoli tra di loro (decido io, NON! Decido io); i giocatori la usano, x lucrare ingaggi più alti; i procuratori la usano, x commissioni "monstre"; i media la usano, x sparare notizie di ogni genere.
Morale della favola?
Occorre una società FORTE e ben strutturata e, ahimè, occorre un "presidente" IN CASA! Uno che faccia le veci della proprietà lontana, cha possa avere pieni poteri "gestori", o, quantomeno, di controllo, e che rappresenti la Roma. Li ha Baldini? Ebbene, che Baldini, o chi per esso, ci metta la FACCIA! E' assurda, infatti, l'uscita di fiumi di notizie, che mettono a repentaglio la credibilità della società, quantomeno ai minimi storici, attualmente!
Ma solo alla Roma si può assistere ad un dirigente che, alla domanda: "quale sarà l'allenatore della Roma? risponde: "Ah, vorrei che lo dicessero anche a me!" Cari "dirigenti", NON SIETE PIU' GIOCATORI! Siete dirigenti, chiamati a curare gli interessi non più personali, ma della AS Roma. E' incredibile che alla Roma si accostino nomi di allenatori, dicendo che, a uno ad uno, sono la "prima scelta"! Ma la Juve, ad esempio, che è senza allenatore, lascia trasparire che uno è meglio di un altro? Nessuno sa ancora chi sia il prescelto e così accadrà al Milan! L'Inda? Conte era e Conte arriva… i media possono ipotizzare, fare congetture, ma (non sono abilitati?) a dire che uno è il preferito, rispetto ad un altro, xkè si mette in condizione di inferiorità la società e in posizione di forza che dirà di no o di sì (il 2° anche di inferiorità, xkè sarà il piano B-C-D-E-etc...)! Adesso, è uscita anche l'inchiesta di Repubblica sulle fronde anti triumvirato, capeggiata dai "capi" tra cui anche DDR… insomma… avanti così! X una squadra forte, occorre un società con i controcosi! Ma questo, l'ho detto 1.000.000 di volte… poi, va bene lo stesso, sono tifoso della Maggica e il tifo prescinde da tutto: in 38 anni di tifo, "ho (abbiamo) visto cose che voi umani non potete neppure immaginare" e non mi (ci) sono mai immaginato, neppure x un istante, di passare ad altri colori!
   
 
 Roberto+ 
497 - Medaglia d'argento
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
1
Diceva Flaiano: "la situazione è grave ma non seria".

Comunque, se c'è una cosa che tiene in piedi Roma, è il sapersi eterna. E' sopravvissuta a chi è venuto senza essere invitato, come Annibale, Alarico, Attila e Bossi, quindi sopravviverà anche a chi è stato invitato ma non è venuto, come Conte e Gasperini.

Certo che la faccenda si fa delicata. Perché l'aeroplanino giallorosso (non parlo di Montella) quest'anno è riuscito a precipitare pur senza mai essere decollato veramente. Ha fatto qualche sobbalzo sulla pista di decollo ma non ha preso il vento giusto sotto le ali ed è ripiombato pesantemente a terra, perdendo parecchi pezzi nel duro contatto con l'asfalto. Adesso bisognerà riportarlo a inizio pista, far ruotare di nuovo l'elica per rimetterlo in moto (è un vecchio biplano della Grande Guerra, bisogna avere un po' di pazienza) e vedere se stavolta riesce a librarsi in aria o se andrà a sfasciarsi definitivamente a fine pista.

Il mio animo è angosciato, ovviamente. Ma non ripudia la speranza. Penso che fare peggio di quest'anno sarà dura, penso che nessuna ora della notte è più buia di quella che anticipa l'alba.

Penso che la strategia di Pallotta, cioè occuparsi solo di stadio lasciando che di pallone (che poi è la vera attività aziendale) se ne occupassero manigoldi e incapaci, sia fallita. Aver avuto il secondo monte stipendi della serie A non è servito a vincere niente. Solo a fare più debiti. L'occhio del padrone, soprattutto se capisce di calcio come Percassi, fa miracoli. Ma penso (spero) che questo alla fine l'abbia capito anche Pallotta.

Provo a mettermi nei suoi panni e pensare a cosa farei io: vendere? Sì, certo, ma non adesso, non senza stadio. Otto anni di magone, di soldi spesi, di insulti per i risultati che non arrivano e le bandiere che si ammainano, tutto questo solo per andarci in pari? No, grazie. Tiro dritto. Un'ultima possibilità a Raggi & C., e se continuano a non decidere niente, vado qualche km più in là a Fiumicino dove mi aspettano a braccia aperte. Anzi, lì i terreni sono di Caltagirone, e vedrai te che lo stadio cresce dal terreno in una notte, come i funghi. E nel frattempo con la squadra che faccio? La mando in B? E poi allo stadio di Fiumicino chi ci viene a vederla, i turisti che hanno perso l'aereo? Eh no, la squadra si deve risollevare, vado al tavolo verde e tiro un'altra volta i miei dadi, sperando che dopo due disastri di DS e sei di allenatori, stavolta escano finalmente fuori i numeri giusti.
Avvertenze e Regolamento del Forum
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.
Solo gli utenti registati nell'area riservata 
Area Utente
Login
 posso rispondere e inviare nuovi messaggi.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.

Medaglie per gli utenti più attivi

Medaglia d'oroMedaglia d'oro: utente che ha più di 600 messaggi attivi
Medaglia d'argentoMedaglia d'argento: utente che ha più di 400 messaggi attivi
Medaglia di BronzoMedaglia di bronzo: utente che ha più di 200 messaggi attivi
I messaggi più vecchi vengono cancellati automaticamente.

Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.