facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 22 maggio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 
La Parola ai Tifosi
 alex guinne 
Rispondi Segnala Messaggio Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
Battiti e Dibattiti
Ho assistito ad un dibattito televisivo che aveva per oggetto la nostra Roma.
Chi diceva che la strategia è da rivedere, chi invece che la Roma ha fatto di più di quello che ci si aspettava perché ai nastri di partenza è la quinta forza del campionato.
Gli interlocutori, entrambi stimabilissimi professionisti sono Piero Torri e Alessandro Austini.

Per capirci Austini sosteneva la seconda tesi e cioè che hai fatto di più del dovuto…e non credo che la cosa possa essere posta in questi termini.
Dall’altra parte invece Torri lamentava la mancanza di strategia, ed anche qui forse non è proprio così.

Una strategia la Roma ce l’ha, ed è quella di arrivare a qualificarsi tutti gli anni in CL, al fine di poter avere introiti economici, che uniti alle plusvalenze che tutti gli anni fai ,ti permettono di stare in questo strato di classifica tra il 2 e il 4 posto.
Per cui ogni anno ci sono cessioni importanti e si punta sulla valorizzazione dei giovani che puntualmente una volta valorizzati saranno ceduti ad un prezzo ritenuto congruo negli anni a venire.

Certo il tifoso vuole di più, e si arrabbia se la squadra pareggia o perde partite assurde, ma è lo scotto da pagare quando agisci in questo modo, aggiungendo che quest’anno le cose sono andate storte perché alcuni nuovi acquisti non hanno reso come pensavi.

In effetti se non sei bravo a scegliere il giovane, rischi di avere un rendimento scarso e quindi il giochino non riesce più, ed una Roma fuori dalla CL crea un effetto domino che determina scelte non solo della società ma anche da parte dei calciatori, che guarda un po’ hanno contribuito al mancato ingresso nel maggiore torneo Europeo.

Detto questo, la Roma in questa situazione non è fisiologicamente pensata per vincere, ma per restare tra le prime 4 o 5 squadre italiane.

Se per esempio prendiamo il Napoli non è che abbia fatto cessioni importanti, ma anche sugli acquisti non ci sono stati botti, e toccherà vedere se Ancelotti in questo mercato estivo pretenderà qualcosa di più per avvicinarsi alla Juve.

In sostanza un cambio di passo ci vorrebbe, ma significherebbe cambiare proprietà, e non mi sembra una cosa imminente. James Pallotta è concentrato sullo stadio, e se lo stadio non arriva forse se ne parla, ma bisogna sempre vedere poi chi arriva.
 
 
Risposta
   
 
 Iulius 
649
Rispondi Segnala Risposta Tutti i Messaggi
Area Utente
Login
1
Domanda delle domande: qual'è la nostra posizione ideale in classifica?
E in Europa?

Se trovi queste 2 risposte e soprattutto se la società si allinea come spese/investimenti a questo hai fatto 13.

Noi eravamo da 4'-5' posto in Campionato, qualche vittoria in Coppa Italia, qualche partecipazione all'Europa League.
Per poter funzionare questo 'ideale' ha bisogno soprattutto di 2-3 fattori:

1 una squadra con un'anima perché composta da giocatori simbolo confermati ogni anno, magari non campioni assoluti (a livello mondiale) ma rappresentativi della squadra, giocatori romani e romanisti (o romanizzati vedi Candela, ma anche il testaccino Voeller, o Samuel ecc. ) che hanno fatto la carriera qui.

2 un bel gioco, collaudato, spettacolare, in modo da sopperire alle lacune dei giocatori e alle mancanza di vittorie. Ad un certo momento avevamo il più bel gioco dell'Europa insieme alle spagnole.

3 meglio ancora la candelina sulla torta un nemico comune. E noi abbiamo avuto la lasie quasi sempre messa sotto e perculata allegramente. In più ci siamo tolti pure per qualche anno lo sfizio di vincere pure qualche partita contro altri nemici 'storici' come giuve e l'inter.

Quadro perfetto. E tifoseria e presidenza felici.

Poi è arrivato Pallotta, l'ammericano.
Ci ha detto che dovevamo ambire ad arrivare tra le prime 10 squadre europee, a diventare la seconda squadra di ogni tifoso nel Mondo, ad avere lo Stadio più bello d'Europa.
E sono cominciati i guai.
Ha cominciato a vendere ogni nostro 'buon' giocatore vietando a noi tifosi di affezionarci/identificarci con la squadra, creando problemi all'allenatore di turno che si trovava a schierare giocatori con la valigia già pronta (clamoroso il caso Dzeko con Di Francesco che lo faceva giocare seppur già venduto).
I giocatori hanno percepito questo andazzo e hanno cominciato a mettere i bastoni tra le ruote al tecnico di turno così ci ritroviamo fuori dall'Europa, pieni di debiti, senza un giocatore simbolo che sia uno perché a parte De Rossi (ormai in procinto di lasciare) trovatene uno col quale siamo identificati.

Per assurdo il Napoli ha copiato con successo il nostro schema: squadra affiatata, bel gioco, campioni ma non campionissimi in modo da non far salire troppo le spese, giocatori simbolo cui la tifoseria s'è affezionata da Insigne a Callejon, Koulibaly, Ghoulam. A parte Higuain che è stato sacrificato al momento giusto non è stata mai smontata la squadra. Spese basse risultato massimo.
Avvertenze e Regolamento del Forum
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.
Solo gli utenti registati nell'area riservata 
Area Utente
Login
 posso rispondere e inviare nuovi messaggi.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.

Medaglie per gli utenti più attivi

Medaglia d'oroMedaglia d'oro: utente che ha più di 600 messaggi attivi
Medaglia d'argentoMedaglia d'argento: utente che ha più di 400 messaggi attivi
Medaglia di BronzoMedaglia di bronzo: utente che ha più di 200 messaggi attivi
I messaggi più vecchi vengono cancellati automaticamente.

Il Responsabile si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.