facebook twitter Feed RSS
Martedì - 27 giugno 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 
R
o
m
a

F
o
r
e
v
e
r
< Tutte >
Stampa

Il piano della Raggi su Tor di Valle sconfessa Berdini

 
Un taglio alle cubature (-20 per cento), ma non nella dimensione richiesta dal riottoso assessore Berdini. Se da un verso l'incontro di ieri tra la sindaca Raggi e i proponenti del progetto Tor di Valle può far pensare ad una possibile accelerata al piano, dall'altro è emersa ancora una volta la volontà da parte del Campidoglio di ridurre l'impatto del cemento di contorno allo stadio. Ed è proprio su questo punto che ancora manca l'intesa, su una struttura che gli ambientalisti chiamano ecomostro.

Dall'incontro di ieri infatti non è uscito un accordo su quanto debba saltare in termini di cubature da limare: si parla però di 200 mila metri cubi rispetto ai 400 mila ipotizzati. Si parla della volontà di cancellare almeno il 20% dall'intero impianto che dovrebbe nascere a Tor di Valle. Le prime a saltare sarebbero quindi due delle tre torri previste nel progetto e disegnate dall'archistar Daniel Libeskind: potrebbero essere cancellate e sostituite da due palazzi di proporzioni inferiori. Sul fronte dei servizi e delle infrastrutture sembra sfumato definitivamente l'allungamento della metro B per un possibile potenziamento della Roma Lido. In bilico ci sarebbe anche la costruzione del ponte previsto inizialmente nel progetto. Il tempo stringe: la Conferenza dei servizi infatti il 6 febbraio dovrà essere pronta ad allegare una variante urbanistica. La partita resta aperta, quindi, e venerdì, la la discussione sullo Stadio di Tor di Valle arriverà in giunta con il maxi-emendamento per l'approvazione del bilancio.
di L. Loiacono
Fonte: Leggo
< Tutte >
Segnala ad un Amico
Il tuo nome
e-mail amico
 
R
o
m
a

F
o
r
e
v
e
r