facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 23 ottobre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Roma, picconate anche da Ranieri

Venerdì 17 maggio 2019
Claudio Ranieri non ricorda esattamente di aver detto testa grigia a Franco Baldini durante il colloquio con i tifosi mercoledì pomeriggio, magari lo ha detto sul serio. Un romano, al testa, rivolgendosi a una persona con cui non va proprio d'accordo o che non stima, abbina un altro termine ben più volgare e che non stiamo qui a dire, il che sarebbe anche peggio. Ranieri, però, ricorda perfettamente la sostanza del discorso relativo a Franco Baldini, ovvero colui che per tanti è l'artefice della deromanizzazione della Roma: «Quando i tifosi mi chiedevano spiegazioni su chi avesse preso le decisioni per la fine del rapporto di De Rossi con la Roma, ho risposto sicuramente in America e a Londra: il presidente e chi gli sta vicino, che è la persona che sta in Inghilterra». Ovvero, proprio Baldini, che non nomina appositamente. «Non so che rapporti abbia con il presidente e che cosa precisamente faccia, ma qua sul mio lavoro non incide».

«IO LO VOGLIO» - L'argomento principe è sempre lo stesso, De Rossi. Di Sassuolo-Roma a Trigoria nessuno ha veramente voglia di parlare. L'addio di Daniele brucia. Ranieri, anche qui, si schiera contro. E non certo contro Daniele, che il club non ha considerato funzionale per il futuro (almeno immediato): «Non so i progetti futuri, non possono averne parlato con me, visto che tra due partite finirò il mio rapporto con la Roma. Non so che programmi ci saranno da qui in avanti. In ogni società di calcio ci sono ricambi, tante squadre hanno perso grossissimi punti di riferimento. Ma quanto a De Rossi, essendo il capitano e una persona storica qui, forse andava gestito in un'altra maniera, dandogli il modo di pensare bene. Invece questo non è successo. I giocatori che a volte scelgono altre società, gli stessi club a volte scelgono calciatori, allenatori, direttori sportivi. Per una figura così importante, avendo i tifosi della Roma un amore sviscerato per la propria squadra, una considerazione più attenta avrebbe consigliato altro comportamento. Se mi fosse stato chiesto cosa penso di De Rossi, avrei detto lo voglio perché so che giocatore è, che uomo è, che capitano è. Lui è un leader che ogni allenatore vorrebbe. Roma-Parma sarà la sua festa, le contestazioni lasciamole da parte».

UNO CHE DECIDE - Da De Rossi alla questione Totti, dirigente insoddisfatto. E qui, Ranieri, con la solita signorilità, risponde, andando meno a fondo della questione: «Francesco non so quanto potere abbia. Io so che mi ha chiamato, quindi per me è uno che conta, uno che decide. Io non so quanto all'interno di questa crescita come dirigente sia felice o non sia felice o quanto sia soddisfatto o non soddisfatto». L'ultima, poi. Ma questa a favore della gestione Pallotta e della sua continua assenza da Trigoria. «Io ne ho trovati pochi di presidenti presenti nella mia carriera. Sono situazioni che capitano, ti danno una squadra e quello che succede al di fuori non ti interessa. L'importante è che la squadra vada bene e che quando c'è un problema ci sia qualcuno che lo risolva. Questo conta per un allenatore: non è importante la presenza di un presidente. E' importante che tutto vada come deve andare. A qualcuno importa della partita con il Sassuolo?». Ecco, mica tanto, a quanto pare.
di A. Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 22 ott 2019 
EUROPA LEAGUE 2019-2020 - Roma-Mönchengladbach, il programma della vigilia
Dopo un inizio scoppiettante, il pareggio contro il Wolfsberg ha un po' complicato...
Kolarov riprende Florenzi: "Chiamatelo, con chi c**** sta parlando?"
Il terzino serbo ansioso di scendere in campo nell'intervallo di Sampdoria-Roma
Cristante, per ora niente operazione. Fonseca spera per Under e Mkhitaryan
Consulto in Finlandia per l'azzurro: scelta la terapia conservativa, tra 10 giorni nuovi esami. Il turco e l'armeno puntano alla sfida col Milan
Sampdoria-Roma 0-0, Le Decisioni del Giudice Sportivo
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
CRISTANTE si sottoporrà per 10 giorni a una terapia specifica e poi si capirà se operare
E' un momento delicato per Bryan Cristante che contro la Sampdoria ha riportato...
Salah abbracciato da una modella su Gq: l'Egitto si scandalizza
Indignazione tra i musulmani per la copertina della nota rivista, che immortala l'attaccante del Liverpool con la bella Alessandra Ambrosio
GENOA, esonerato Andreazzoli
Il Genoa Cricket and Football Club informa di aver sollevato dall'incarico l'allenatore...
Roma: Smalling-Mancini, che coppia! Con loro in campo, un solo gol subito
Tra le varie combinazioni possibili per Fonseca al centro della difesa, quella con l'inglese e l'azzurro è la più solida
Roma, prime indiscrezioni sulla prima maglia della stagione 2020-21 (FOTO)
Sarà ispirata a quella del 1979-80
Roma, emergenza infortuni: tre soluzioni per Fonseca
Oltre ad Antonucci, verrà convocato per la prima volta Riccardi per la sfida in Europa League contro il Borussia Mönchengladbach
È l'ora di Pastore e Perotti: Fonseca prepara il tango
Probabilmente non ci avrebbero creduto neppure loro se, qualche settimana fa, qualcuno...
Fonseca ha scelto la coppia
Da Manolas-Fazio a Mancini-Smalling. Forse è arrivato il momento di domandarselo:...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>