facebook twitter Feed RSS
Domenica - 26 maggio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Fares e Petagna, la Spal va. Per la Roma è un brutto stop

Prima sconfitta per il tecnico subentrato a Di Francesco, sgambettato dagli emiliani che passano con un gol per tempo. Ai giallorossi non basta il gol su rigore di Perotti: passo falso pesante nella corsa alla Champions. Per Semplici tre punti d'oro verso la salvezza
Sabato 16 marzo 2019
La Spal torna a vincere in casa dopo ben sei mesi di astinenza (e undici gare), la Roma inciampa in una sconfitta che può essere letale per le sue ambizioni di restare in Champions. A conti fatti la differenza l'hanno fatta la grande voglia degli uomini di Semplici e la giornata di grazia dei due suoi esterni, Fares e Lazzari, che i giallorossi non sono davvero riusciti mai a contenere. Per Ranieri, invece, una sconfitta amara e la consapevolezza di dover fare ancora un lungo lavoro per rianimare la Roma. Alla fine, però, mancano solo dieci partite e il 2-1 di Ferrara è un macigno pesantissimo, di quelli che rischiano di portarti a fondo.

ESTERNI DIVERSI — Ranieri opta per il"suo" 4-4-2, scegliendo a destra una fascia superoffensiva con Karsdorp e Kluivert. La Roma però è troppo scolastica in ogni sua accezione e anche l'opzione del doppio centravanti (Dzeko e Schick) non dà i suoi frutti. Schick inizialmente è più vivo di Dzeko, ma fa sempre bene tutto in avvio per poi perdersi strada facendo. Dzeko, invece, si distingue al 35' per un dribbling secco su Cionek e un tiro parato da Viviano, ma poi lo si nota solo nel finale di primo tempo, quando litiga platealmente con la curva ferrarese e per poco non arriva alle mani (uscendo all'intervallo) con la panchina della Spal. A fare la partita, di fatto, è quasi sempre la squadra di casa, con i due esterni (Lazzari e Fares) che spingono fortissimo e mettono sempre in grande difficoltà rispettivamente Juan Jesus e Karsdorp (anche perché gli altri due esterni, El Shaarawy e Kluivert, non riescono a raddoppiare in fase difensiva). Così ne viene fuori una partita in cui la Spal costruisce bene in fascia e cerca spesso il centro dell'area. E proprio così nasce anche il gol (22'), con Fares che sovrasta Karsdorp (ancora una volta immobile, come a Bergamo sul gol di Castagne) su traversone di Cionek. Più in generale la Spal sembra più fluida come manovra e più compatta a livello mentale. Vicari sfiora la porta di testa, Kurtic ci prova da fuori con un tiro a giro che mette esce di un soffio e La percussione di Lazzari finisce con un tiro di poco al lato. La replica della Roma è invece affidata spesso al lancio lungo sulle punte, troppo poco per costruire qualcosa davvero di buono. I giallorossi hanno anche al une occasioni (Schick di testa fuori, Missiroli che salva in scivolata su Cristante ed El Shaarawy che semina il panico in area ma calcia fuori), ma sono sempre azioni che nascono più dalla fragilità della difesa ferrarese che non dalle idee giallorosse.

VITTORIA DI RIGORE — Allora Ranieri corre ai ripari e nel secondo tempo sostituisce El Shaarawy e Kluivert con Perotti e Zaniolo. La mossa sembra corretta, tanto che al 7' la Roma trova il pari con Perotti su rigore, dopo una bella transizione di Zaniolo e il fallo di Cionek su Dzeko a tu per tu con Viviano. Ma è una fiammata, perché poi Fares riprende a macinare chilometri in fascia e la Roma deve ancora pagare il conto con il solito errore di Juan Jesus. Che arriva puntuale al 12' quando il brasiliano mette giù Petagna in area in un confuso tentativo di recupero. Rigore anche per la Spal, che realizza lo stesso Petagna. Che, poco dopo, sfiora anche il 3-1 di testa. Poi ci pensa Viviano a salvare il risultato con una superparata su Dzeko dal limite dell'area piccola, mentre dall'altra parte a sfiorare il gol è Cionek al 34', con un colpo di testa che tocca la parte alta della traversa. Oramai è come un incontro di pugilato, con le due squadre che cercano il colpo decisivo senza badare troppo alle coperture. A dover rischiare di più, però, è ovviamente la Roma. Che nel finale sfiora il gol due volte, con Cristante da fuori e con Dzeko che non riesce a colpire di testa da ottima posizione. Finisce così, con la Spal a gioire per una vittoria fondamentale in chiave salvezza e la Roma a cercare i perché dell'ennesimo capitombolo.
di Andrea Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 25 mag 2019 
Arrestato a Roma un agente sportivo: molestava i piccoli calciatori giallorossi
L’uomo, 53 anni, è stato fermato in flagranza di reato. Prometteva ai ragazzini una carriera luminosa e ne abusava sessualmente
Curva Sud: "Fuori la voce per la Roma e per Daniele De Rossi. Salutiamo l'ultima bandiera"
"Salutiamo l’ultima bandiera che lascia i nostri colori”
La lettera di De Rossi ai tifosi della Roma: "Nessun mai vi amerà più di me"
De Rossi, lettera di addio ai tifosi della Roma: "Lascio la fascia a Florenzi"
SERIE A 2018/2019, 38ª Giornata
Calendario e Risultati
Roma-Parma, Le Probabili Formazioni
38ªGiornata di Serie A
Roma-Parma, i convocati
Ecco i 25 convocati giallorossi per l'ultimo match della stagione contro il Parma:...
De Rossi incontra i tifosi della Roma prima del suo ultimo allenamento
Cori, striscioni e anche qualche lacrima per la bandiera giallorossa che davanti ai cancelli di Trigoria ha voluto salutare i tifosi
Roma-Parma, i convocati di Mister Roberto D'Aversa
Collecchio - Al termine della seduta di allenamento a porte chiuse sostenuta...
PRIMAVERA 1 TIM - Udinese-Roma 1-3
Nella 30ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
D'AVERSA: "A Roma ci sarà una bell'atmosfera visto l'addio di De Rossi. A disposizione Gervinho"
Roberto D'Aversa, tecnico del Parma prossimo avversario della Roma in campionato...
MIRANTE: "Difficile immaginarsi una Roma senza De Rossi, è come se un tifoso smettesse di giocare"
Antonio Mirante ha parlato a Sky Sport: "Daniele è un capitano in cui ci riconosciamo,...
Non solo De Rossi: contro il Parma anche Dzeko darà l'addio a Roma
Dopo quattro stagioni il bosniaco si prepara alla sua ultima partita in giallorosso: con un gol diventerebbe il settimo marcatore di sempre del club
Da Pellegrini a Zaniolo, Petrachi è pronto ad agire per la Roma
Il futuro ds giallorosso ha già in mente le sue prime mosse. Gasperini, Percassi è irritato: c'è il rischio di un braccio di ferro
Ecco quello che De Rossi ha detto ai compagni a cena. E sul suo futuro...
Il capitano della Roma si appresta a vivere l'ultima partita con la maglia giallorossa. I tifosi divisi fra rabbia e commozione
Cargnelutti in volo: piace a Parma, Sassuolo e Torino
Su Riccardo Cargnelutti, capitano della Primavera della Roma, si stanno orientando...
Schick, quale futuro? Bundesliga, Premier o ancora la Roma?
Negli ultimi anni, fra i calciatori della Roma, il nome più accostato alla parola...
Massara, nuovo addio subito dopo il Parma
Otto lunghi anni, con l'interruzione dal giugno 2017 a quello successivo, quando...
De Rossi e Totti, così vicini ma così diversi nell'addio
Dal 28 maggio 2017 al 26 maggio 2019: in due anni la Roma ha detto addio al Capitano...
De Rossi, ultima scena. La partita più difficile è preparare un addio
L'ultimo protagonista di un'Italia bella e vincente lascia la Serie A. Daniele De...
Il saluto ai compagni con divieto di selfie e social
Daniele De Rossi ha scelto il ristorante Zuma in via del Corso per invitare la squadra...
La storia di un acronimo popolare: ecco come e quando nacque DDR
L'idea, subito trasformata in pratica, di usare l'acronimo DDR per scrivere sul...
Roma, De Rossi, si avvicina la notte di amore e rancore. E poi c'è l'idea Boca
L'addio si avvicina. E con questo i saluti commossi (pre e post partita) oltre alle...
Gasperini e Petrachi non si liberano
Il futuro della Roma passa dalle mosse di Cairo e Percassi. Non si tratta di alcuna...
Le picconate di Ranieri
Li aveva messi da parte per qualche giorno, ma nella sua ultima conferenza stampa...
Fiorentina, il NYT annuncia: "Club ceduto al miliardario Commisso per 135 milioni di euro"
Rocco Commisso, miliardario americano di origine italiana, fondatore e presidente...
AG. ZANIOLO: "Vuole restare alla Roma". Prossima settimana incontro per il rinnovo
Nonostante le tante voci di mercato, Nicolò Zaniolo dovrebbe restare alla Roma anche...
 Ven. 24 mag 2019 
PETRACHI: "Non ho deciso quello che farò. Nessun incontro con la Roma"
Gianluca Petrachi ha parlato ai microfoni di Sky Sport: "Non è stata la sola...
Mirante, domenica la prima da ex contro il "suo" Parma
Il portiere lasciò gli emiliani dopo il fallimento del 2014-2015, accasandosi al Bologna: da quel momento non ha più affrontato la sua ex squadra. All'andata era in panchina, ora è il titolare dei pali dei giallorossi
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>