facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 23 maggio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Mancini: "La Roma sarà la sorpresa del girone di ritorno. Zaniolo mi ricorda Pogba"

Sabato 12 gennaio 2019
Il c.t. della Nazionale italiana Roberto Mancini ha rilasciato una lunga intervista dove si sofferma su molti argomenti: dai giovani talenti emergenti in Serie A agli ultimi episodi di razzismo fino alla malattia che ha colpito il suo amico Luca Vialli. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

(...)

Cosa le piace di Barella?
«Lo dicevo a Tardelli a Coverciano: "Ti assomiglia". Ha qualità tecnica, tiro, non perde la palla, la prende di testa nonostante non sia alto, non molla mai, si inserisce, ma deve segnare qualche gol in più. Per essere un giovane con poche partite in A, ha una padronanza del ruolo molto importante. Un modello per quei giovani che hanno tutto tranne quel qualcosina in più da trovare dentro per il salto di qualità».

(...)

Se Barella è come Tardelli, chi le ricorda il «suo» Zaniolo?
«Oggi fa il trequartista, ma per potenza atletica lo vedo anche a tutto campo, alla Pogba».

(...)

Non è stata ingenerosa la bocciatura di Lazzari, provato in Portogallo in un'Italia troppo sperimentale?
«Gli ho fatto giocare una partita difficile, molto difficile, per conoscerlo meglio: lui ha fatto benissimo la fase offensiva, meno bene quella difensiva in marcatura su Bruma. Ma vedo che continua a giocare sempre bene. Non l'ho più chiamato, ma non l'ho bocciato. Anzi...».

Presto Koulibaly tornerà a San Siro per Milan-Napoli. Il sindaco Sala ha detto «Tornerò allo stadio, ma ai primi "buuu" mi alzerò e me ne andrò».

E lei che sarà in tribuna, cosa farà?
«Confido che non riaccada, che il precedente abbia insegnato qualcosa. Nel 2019 sono cose assurde, non dovrebbero neanche più venire in mente».

Prandelli propose: «La prossima volta che fischiano Balotelli, abbracciamolo tutti». Se Mario tornerà in Nazionale e dovesse succedere, lei cosa farebbe?
«I giocatori in campo potrebbero fermarsi. Anche se, visto che sono cose fatte da cinquanta persone su sessantamila, magari solo per stuzzicare qualcuno, innervosirlo, le altre 59.950, sicuramente più intelligenti, potrebbero coprire quei fischi o quei cori».

Però Matteo Salvini ha appena detto che sospendere le partite non si deve: la linea del nostro governo è diversa da quella dell'Uefa, dello sport. Non è pericoloso minimizzare?
«Minimizzare non si deve. Se la cosa dovesse ripetersi un'azione clamorosa può servire, a costo di penalizzare il 99% degli spettatori allo stadio: i giocatori potrebbero perlomeno fermarsi, smettere di giocare».

(...)

Cinquant'anni dal Pallone d'Oro di Rivera: dove sono finiti i numeri dieci?
«Ne abbiamo avuti troppi, purtroppo, dal ‘70 in poi: uno ogni dieci anni, almeno. Ma la differenza è anche un'altra, rispetto a oggi: i Rivera, gli Antognoni, i Baggio, i Totti, i Del Piero a vent'anni avevano alle spalle già un sacco di partite in A. Ora giocatori così non ne abbiamo, speriamo che tornino fuori per il prossimo Mondiale: magari Riccardi della Roma, o Vido del Perugia, che però non ha ancora un ruolo ben definito».

(...)

Chi sorprenderà al ritorno?
«La Roma. Ha giovani che stanno facendo esperienza. Si sta riprendendo. L'Atalanta può confermarsi: ha segnato più della Juve, anche se subisce di più. Ma se devo vincere una partita, preferisco 5-3 che 1-0. Due a zero va benissimo...».

(...)

Primo Capodanno da c.t.: discorso alla nazione?
«Vorrei che la mia Italia trasformasse tutto il gioco che fa in qualche gol in più. Per il resto sono felice di tutto, a cominciare dall'empatia che si è creata fra i giocatori. Felice e orgoglioso, anche della gioia di mio padre nel vedermi in questo ruolo».

(...)

Come ha vissuto il dolore di Gianluca Vialli?
«Gli sono sempre stato vicino, non abbiamo mai smesso di sentirci. Ma della malattia non abbiamo parlato. Io non ne avrei avuto la forza, lui non lo ha fatto e ho rispettato il suo silenzio. Ho saputo della malattia da un suo amico. Quando ci sentiamo io e Luca è per cazzeggiare... Ma non è mai mancato un solo giorno nelle mie preghiere. C'è una cosa che non gli ho mai detto: per me Luca è sempre stato un esempio, da quando ci conosciamo, per l'impegno e la serietà con cui faceva le cose; per le responsabilità che si prendeva. Per questo è stata ancora più difficile da accettare la malattia. Si era ammalato un fratello. Ma è una roccia e ancora una volta ha dimostrato la sua forza. Ci siamo visti a Londra da poco: sta bene, controlli perfetti. E' il più forte. E possiamo continuare a cazzeggiare» .
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 22 mag 2019 
Addio De Rossi, la protesta contro Pallotta arriva ai media di Boston
Il Boston Globe ha pubblicato un articolo sui motivi della contestazione al presidente della Roma, riprendendo anche l'invito del Corriere dello Sport a spiegare i motivi dell'addio del capitano
Cda Roma, Gold si dimette: al suo posto Martin
Cambio nel Consiglio d'Amministrazione della Roma. Si dimette Stanley Phillip Gold,...
Pjanic gira un video e i tifosi iniziano a sognare: "È un indizio, arriva Guardiola"
Pep Guardiola e la Juve sono sempre più vicini, spunta un indizio social che lo confermerebbe.
RANIERI: "Ogni tifoso si è identificato in De Rossi. Per me Roma rappresenta tutto"
"La Roma ha un futuro, qui ho avuto l'appoggio di tutti. Le parole post-Sassuolo? Meglio non caricare le aspettative"
Qatar-Roma, altre conferme sull'interesse. E spunta un incontro nella Capitale ai primi di maggio
"Si valuta un investimento forte". Nella giornata di ieri sono tornate alla ribalta...
Fumogeni al Mapei, individuati tifosi. Erano in curva ospiti della Roma, rischiano il daspo
REGGIO EMILIA - Sono stati individuati i due tifosi che hanno lanciato in campo...
Rudi Garcia lascia l'Olympique Marsiglia
Dopo due anni e mezzo avventura finita, con Montpellier l'ultima
De Rossi, Olimpico sold out e festa coi ragazzi dell'83
Per l'ultima in giallorosso del capitano, sugli spalti dello stadio esaurito ci saranno anche tutti i ragazzi del 1983 (tra cui l'ex Juve Pepe). Quelli che 25 anni fa hanno iniziato a giocare con lui nelle giovanili della Roma. Per il resto, non trapela nulla...
Calciomercato Roma, il rinnovo di El Shaarawy e l'arrivo di Petrachi: la situazione
Continuano i dialoghi tra la Roma e Stephan El Shaarawy per il rinnovo di contratto....
Roma-Parma, Le Probabili Formazioni
38ªGiornata di Serie A
De Rossi, la strategia di Burdisso: sei mesi al Boca, poi negli States con Sarah
I tifosi del Boca spingono per averlo, i giallorossi sono favorevoli alla meta: «Che realizzi il suo sogno». La maglia numero 16 è inutilizzata
Stadio: la Roma pronta a pagare la prima tranche per l'acquisto dei terreni
Sono giorni importanti per il futuro dello Stadio di Tor di Valle, con i contatti...
Roma, le mosse del Qatar: tra le ipotesi il "name sponsor" dello stadio
Gli arabi però sono interessati a un investimento forte a prescindere dall’impianto
Calciomercato Roma, lo strappo di El Shaarawy: no al rinnovo
Va in scadenza nel 2020 ed è orientato a non firmare, ma il nuovo ds può fermarlo
Roma, la notte degli addii non riguarda solo De Rossi
Tutti pensano all'addio (non voluto) di Daniele De Rossi: 615 partite con la maglia...
La rivoluzione giallorossa parte dal tecnico
Gasperini o Sarri per la rivoluzione. La Roma vuole ripartire dal «mago» dell'Atalanta...
Scatta il valzer
Chi resterà col cerino in mano? Arriva l'estate delle panchine più bollenti, mai...
Obiettivo Dzeko: salutare la Roma con un gol che faccia storia
In tempi di frastuono, si può andare via anche senza clamore, senza necessità di...
De Rossi, il caso entra a Montecitorio
Per il saluto di De Rossi saranno presenti 63mila spettatori: ai quasi 24mila abbonati...
Gasperini per forza: attesa per il sì dell'allenatore dell'Atalanta
In piena volata, e a meno di una settimana dal possibile annuncio, c'è Gasperini...
De Rossi saluta: Olimpico esaurito ma la festa resta top secret
«Sembra dimagrito», il pensiero di parecchi tifosi sotto le immagini di De Rossi...
E l'ormai prossimo ds Petrachi fa già il mercato per Gasperini
Ancora cinque giorni poi Petrachi diventerà a tutti gli effetti il nuovo ds della...
 Mar. 21 mag 2019 
Le migliori plusvalenze del mercato in Europa: c'è Zaniolo nella top 15
I giocatori che hanno aumentato di più il loro valore di mercato rispetto a luglio...
Allegri, Roma e Buffon sondano. Ma il futuro per ora è un anno sabbatico
Ha detto: "Per ora penso a stare a casa”. Però la chiamata di un top club può cambiare i piani del tecnico ancora sotto contratto con la Juve
La lunga estate di Zaniolo: due nazionali, l'Europeo e un rinnovo tutto da scrivere
Il centrocampista della Roma affronterà le qualificazioni all'Europeo 2020 con il ct Mancini contro Grecia e Bosnia. Poi parteciperà all'Europeo Under 21 con il ct Di Biagio. Infine, rischia di dover "tagliare" le ferie per i preliminari di Europa League con la Roma. Mentre l'agete discuterà l'adeguamento di contratto coi giallorossi e le offrete in arrivo dal Tottenham
SERIE A, domenica cinque minuti di tolleranza per non compromettere la contemporaneità
«Il termine di tolleranza per l'attesa della presentazione delle squadre in campo...
Calciomercato Napoli, De Rossi e non solo: De Laurentiis pensa a Quagliarella
Il capocannoniere del campionato, napoletano innamorato della città, fu costretto ad andare via per una storia di stalking. Ancelotti riflette
CALCIOMERCATO, dall'Inghilterra: Bielsa verso la permanenza al Leeds
Il tecnico del Leeds Marcelo Bielsa è molto vicino a trovare l'accordo col club...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>