facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 22 marzo 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
NEWS
   
FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Tra cori e striscioni, lo sfottò delle curve diventa storico

Lunedì 16 aprile 2018
Un frullato di storia del derby. Da quando è possibile farlo, la Nord ricorda tutti gli ingredienti: dall'Alba alla Fortitudo, passando per la Pro Roma. Chi più ne ha, più ne metta. Sbandierate in faccia alla Sud le tappe della fusione giallorossa avvenuta nel ?/?/1927, secondo un ironico striscione posizionato sopra la balaustra. Nella capitale d'Italia c'è solo la Lazio che, prima del fischio d'inizio, viene caricata a palla da questa maestosa coreografia col 1900 lungo tutta la Curva e i Distinti e lo scudetto biancoceleste con l'aquila in assenza della reale Olympia - al centro. Sotto, ecco un verso d'amore: «Ciò che nasce puro, più grande vivrà». Ed è interminabile infatti il boato all'inchino della squadra.
De Rossi e compagni invece vanno sotto la Sud, che replica con i monumenti più importanti della città e la scritta tratta dalla terza elegia di Goethe: «La lupa i gemelli nutre e si chiama Roma la sovrana del mondo». Calamita delle popolazioni più disparate. Così in mezzo a tanti romani, in un Olimpico rivestito a festa, s'intravedono pure chiome bionde nordiche con sciarpe e bandiere, visi di turisti passati per caso. Perché forse quest'antico appuntamento è ritornato divertente persino allo stadio. Niente più barriere a respingere le Curve, il clima è nuovamente goliardico.

VIP IN TRIBUNA - Fischi continui per l'ex traditore Kolarov, che con la maglia biancoceleste aveva segnato un gol decisivo per la Lazio in una stracittadina finita 4-2. Anche questa sfida fa rivivere le solite emozioni, si sentono proprio 55mila palpitazioni. Arrivate persino da lontano: ci sono per l'occasione Lazio club di tutto il mondo presenti all'Olimpico. E c'è pure il panzer Klose a tifare per la sua ex squadra dopo l'addio burrascoso: i tifosi non hanno dimenticato la sua danza fra i lupi al 92' di un derby famoso. Pure le famiglie dei giocatori in campo presenti in tribuna, coi Leiva's children in pantaloncini e maglietta biancocelesti. Il ct Di Biagio in questo caso è neutro, non può tifare Roma, così s'accomoda accanto a Corradi e Mauri sulla poltrona. Nonostante la bocciatura alle urne, Lotito invece parlotta con tutti i politici. Poco importa che Gasparri sportivamente faccia parte dei nemici.
di A. Abbate
Fonte: Il Messaggero

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 21 mar 2019 
FLORENZI lascia il ritiro della Nazionale
Nel corso dell'allenamento odierno della Nazionale, Alessandro Florenzi ha accusato...
GONALONS vuole rimanere al Siviglia
Maxime Gonalons vuole rimanere al Siviglia. Lo riporta muchodeporte.com,...
Chelsea, tifosi contro Sarri: abbonamenti in vendita
Maurizio Sarri al centro della contestazione di alcuni tifosi. Dall'iniziale luna...
Stadio Roma, Frongia (M5S) indagato per corruzione: "Favori a Parnasi"
Daniele Frongia, assessore allo Sport di Roma, è indagato per corruzione nell'ambito...
Stadiopoli a Roma: non paghino società e tifosi
Andrea Di Caro, vicedirettore de "La Gazzetta dello Sport": "Se il club è responsabile degli errori di mercato, tecnici o strutturali interni, nella questione stadio è soltanto parte lesa. E con la Roma lo sono i suoi tifosi"
Dalla Spagna: Roma tra i club fondatori della Superlega al via nel 2024
Secondo quanto riferito dalla radio spagnola Cope, i migliori club d'Europa hanno...
TRIGORIA 21/03 - Individuale per Manolas, De Rossi, Pastore e Ünder, influenza per Pellegrini
ALLENAMENTO ROMA - Lavoro atletico per il gruppo
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>