facebook twitter Feed RSS
Sabato - 15 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Pellegrini e Gerson "È un'altra Roma, abbiamo svoltato"

Giovedì 08 marzo 2018
Dicono sia cambiata l'aria, forse è solo «cambiata la testa», per dirla alla Gerson, intorno alla Roma e alla sua perenne ricerca di se stessa. Torino e Shakhtar valgono come una controprova, un'altra, l'ennesima, chissà se la definitiva. Perché troppe volte questa squadra ha deluso proprio quando ha pensato di aver scavallato. È una regola fissa, con rarissime eccezioni: quando il traguardo si avvicina, quando l'obiettivo è davvero alla portata,èil momento in cui la Roma crolla. Fior di esempi, l'elenco sarebbe lungo così, giusto qualche spot: il 3-3 e il 3-0 con il Chelsea quando nel girone nessuno accreditava la squadra di Di Francesco, di contro l'1-0 stentato in casa al Qarabag per blindare una qualificazione già fallita a Madrid. Il 4-2 di Napoli, nella settimana della sconfitta annunciata, è un'altra figurina dell'album. Ecco qui, allora, l'ennesima prova. Diceva Monchi a dicembre, dopo aver ottenuto il pass Champions: «Vinciamo domenica a Verona con il Chievo, altrimenti abbiamo vanificato tutto». Non avvenne. Il Torino oggi sta al Chievo come il Napoli a quel primo posto di Champions. E forse è per questo che Lorenzo Pellegrini, al match program, dice che «la vittoria del San Paolo non va vista come un punto di arrivo, ma di partenza. Deve darci morale per le prossime partite, da qui alla fine della stagione».

OBIETTIVO - Se alle parole seguiranno i fatti, lo si capirà domani. Le chiacchierate tra Di Francesco e la squadra continuano, Gerson sussurra con la faccia di quello che ha capito la lezione: «Abbiamo svoltato, dobbiamo fare diversamente rispetto al passato - fa a Sky -. Sappiamo che con il Torino sarà un match difficile, in settimana abbiamo lavorato forte, non possiamo far altro che restare concentrati per vincere». Il resto del discorso è di Pellegrini: «Abbiamo passato un periodo in cui le cose non andavano, ma siamo ancora in tempo per recuperare tutto. Il nostro obiettivo in campionato è il terzo posto, guai a pensare agli altri, guai a voltarci indietro. Proviamo a fare un campionato a parte, guardiamo solo a noi: se giochiamo come a Napoli, possiamo mettere in difficoltà molte squadre. Anche perché ora abbiamo incontrato tutti gli avversari, ne conosciamo il valore: la consapevolezza nei nostri mezzi può fare la differenza per puntare in alto».

CON DIFRA - E fiducia fa rima con Napoli. Pellegrini non manca di lanciare un messaggio di sostegno all'allenatore: «La consapevolezza deriva dai risultati - ancora l'azzurro -. Il successo di sabato ci ha trasmesso sicurezza, abbiamo ritrovato la strada giusta, ora quel che conta è continuare alla stessa maniera. Questo è un gruppo di giocatori forti e un allenatore che sa quel che vuole: è per questo che siamo riusciti a uscire dal momento negativo. Ma adesso è un bel po' di partite che non facciamo punti in casa, ci serve un filotto di risultati per stare sereni: prima il Torino, poi lo Shakhtar per la qualificazione in Champions». Per farlo servirà anche il miglior Pellegrini: per il Torino è in ballo per un posto a centrocampo proprio con Gerson. «Fin qui la mia è stata una stagione normalissima, quindi devo stare zitto e lavorare», dice Lorenzo. Il brasiliano fa l'eco: «So che devo migliorare, posso fare molto di più». È uno spot: profilo basso, almeno fino a quando l'eccezione del 2018 (Napoli) non diventerà la regola. Per ora, dicono sia cambiata l'aria.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

UEL - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 14 dic 2018 
Sondaggio Barcellona: rosa e tifosi vorrebbero la Roma agli ottavi di Champions
Secondo quanto si legge su "Mundo Deportivo", l'ambiente blaugrana preferirebbe pescare i giallorossi lunedì prossimo: c'è il 3-0 da vendicare
Un film già visto
L'ennesima replica di un film già visto e rivisto. La Roma si ritrova allo stesso...
Pugni, parole, polemiche: Di Francesco frusta il gruppo
Faceva ancora parecchio caldo quando, a «Sette», Eusebio Di Francesco raccontava:...
Schick è al bivio: deve dare segnali e la Sampdoria lo vuole in prestito
Sei partite consecutive da titolare, quelle che dovevano mettergli le ali e che...
La Roma verso la svolta: Monchi lunedì da Pallotta
La resa di Monchi non c'è, ma quella dei conti per il ds sembra arrivata. Lunedì,...
Piatek: "La Roma ha i suoi problemi, ma anche noi abbiamo i nostri. Entrambi bisognosi di punti"
Il pallone sempre tra i piedi, il gol nel sangue, il calcio dentro. Da Niemcza,...
Schick titolare ma soltanto per mancanza di alternative
Post-gara di Bologna (23 settembre): «Da ora in poi serviranno uomini prima dei...
Eusebio solo al comando
Jim Pallotta magari avrebbe agito con largo anticipo, perché si è convinto da un...
 Gio. 13 dic 2018 
Roma in crisi tra rassegnazione e solitudine
Alla partita di domenica col Genoa di Cesare Prandelli, si affida il compito di decidere quello che i tanti dirigenti, dal boss James Pallotta in giù non hanno avuto finora il coraggio di decidere
CALCIOMERCATO Inter, UFFICIALE Marotta nuovo amministratore delegato
Ora è ufficiale: Beppe Marotta è il nuovo amministratore delegato dell'Inter per...
Roma, interrotto il ritiro. Domenica contestazione all'Olimpico. Lunedì vertice Monchi-Pallotta
Società e allenatore hanno sposato la linea dei giocatori. Dopo l'allenamento di oggi, tutti a casa. I tifosi sono inferociti, prevista la protesta. Lunedì faccia a faccia Monchi- Pallotta
Euro coppe nel weekend dal 2024. Così l'Uefa studia la rivoluzione
Le manovre per la grande riforma del calcio europeo dal 2024 sono cominciate. E...
E ora Prandelli. Dal via Florenzi, Olsen e Zaniolo
E ora c'è da pensare solo al Genoa, perché quella è davvero una partita che vale...
Crisi nera: la Roma non riparte più
C'è anche la piccola Plzen nell'elenco delle delusioni del 2018. La Roma, infatti,...
Roma, il corto circuito tra prime e seconde linee. La squadra è bruciata
Non funzionano le prime linee, e lo abbiamo visto; non funzionano le seconde linee,...
La Roma fa solo brutte figure
Il fondo è stato toccato. A Plzen. Il risultato in Repubblica Ceca non conta, la...
Pallotta scherza: "Non l'ho vista perché ero dal mio psichiatra"
A Plzen nevica sul bagnato. E a Boston Pallotta si fa curare il mal di Roma: "Ero...
 Mer. 12 dic 2018 
DI FRANCESCO: "Non ho ottenuto le risposte che avrei voluto. Dobbiamo metterci tutti in discussione"
VIKTORIA PLZEN-ROMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, EUSEBIO DI FRANCESCO: "Mi aspettavo una prestazione differente, venivamo da un periodo brutto e dovevamo fare di più"
FLORENZI: "Sembra girare tutto storto. Dobbiamo cercare una soluzione, siamo amareggiati"
VIKTORIA PLZEN-ROMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA FLORENZI A SKY Difesa da rivedere....
MANOLAS: "Abbiamo perso con un avversario inferiore e ora serve coraggio per ripartire, così è dura"
VIKTORIA PLZEN-ROMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA MANOLAS A ROMA TV Cosa non è...
Viktoria Plzen-Roma 2-1, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Schick un fantasma. Difesa colabrodo
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>