facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 12 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

SARRI: "Dobbiamo capire come ha fatto la Roma ad andare in gol con questa facilità"

NAPOLI-ROMA 2-4 LE INTERVISTE POST-PARTITA MAURIZIO SARRI: "Gli episodi ci sono stati un po' sfavorevoli, il gol del pareggio ci ha condizionato"
Sabato 03 marzo 2018
SARRI A MEDIASET PREMIUM

Che cosa è successo?
"E' una partita da rivedere, dal campo ci sono stati tanti aspetti positivi, abbiamo fatto 27 tiri in porta. Da quel punto di vista lì gli aspetti positivi sono tanti. Dobbiamo capire come ha fatto la Roma ad andare in gol con questa facilità."

Non teme l'ambiente?
"Il nostro ambiente non ha dubbi. Noi non siamo un'espressione così forte del calcio italiano, ma stiamo facendo bene. Ci dispiace per il pubblico che è stato stupendo, ma sanno bene che stiamo dando tutto."

Ci sono stati errori di singoli o negligenza in fase difensiva?
"L'attacco della profondità non ci ha creato grandi problemi. Abbiamo preso un gol dal tiro da fuori. Ci ha condizionato un po' il gol del pareggio, la sensazione è che gli episodi ci sono stati un po' sfavorevoli. La partita era in mano nostra, è venuto fuori questo problema, ci sarà da valutare e vedere con calma e tranquillità, per capire perché gli abbiamo concesso così tanto."

Pensa che la squadra abbia accusato la notizia della vittoria della Juventus?
"Quello che pensavo su questo aspetto l'ho detto settimane fa. Se lo ripeto ora do solamente alibi per una sconfitta. Abbiamo perso per demeriti nostri e meriti della Roma. Non era una cosa normale settimane fa, dirlo ora è inutile. Ora è una scusa ed un alibi e non è giusto che sia così. Voi dovete inalberarvi per primi per via delle 9 partite prima della Juventus."

Può cambiare qualcosa per lo scudetto?
"La lotta scudetto riguarda la Juventus. Abbiamo avuto la forza di rendergli la vita difficile, ma che loro siano di un altro pianeta sotto tutti i punti di vista mi sembra evidente."

Avete peccato un po' di attenzione...
"L'attacco ha funzionato poco bene in fase difensiva. Su palla persa loro uscivano con troppa facilità. Se poi analizziamo la prova dei difensori è molto buona. Bisogna capire quanto sono stati lasciati esposti e quanto ci hanno messo del loro."

*** *** ***


SARRI A SKY

Avete subito il colpo del gol di Dybala e il pareggio di Under...
"E' un'impressione molto personale, sotto tanti punti di vista abbiamo fatto una buona partita, se fai 11 azioni contro 5 solitamente vinci 3-1. Abbiamo consentito poche volte alla Roma di entrare in area, dobbiamo capire perché abbiamo concesso il terzo gol alla Roma nonostante ce l'avessimo sempre noi. La prestazione è la nostra solita."

La cosa più importante sarà adesso ricostruire mentalmente il gruppo?
"Non so, penso sia casuale il fatto di aver perso punti in casa, il modo di giocare è quello, costante sia in casa che trasferta. Non penso che questa partita possa abbatterci, poteva farlo l'anno scorso, ma questa è stata una prestazione in cui abbiamo costruito tanto. C'è da capire perché abbiamo perso, concedendo 4-5 palle gol."

Gli errori li avete fatti appena prima dei gol della Roma...
"Il primo gol è abbastanza casuale, abbiamo preso due rimpalli. Non mi è piaciuto che a volte la Roma sia uscita con una certa facilità, hanno giocatori bravi tecnicamente ma a noi questo solitamente non succede."

Jorginho ha detto che è stato un problema di seconde palle...
"Loro a livello di movimenti non ci hanno creato grandi problemi, noi abbiamo tirato tanto verso la porta. Ogni tanto allungavamo la distanza e questo permetteva a loro di uscire con rapidità."

Il suo primo pensiero sul gol di Dybala?
"E' stato un pensiero da toscano, non posso ripeterlo."

La lotta scudetto?
"Bisogna considerarsi orgogliosi di entrarsi, si pretende da questo gruppo qualcosa che va al di sopra delle nostre potenzialità di squadra e di società. Siamo partiti da 64 punti, ne abbiamo fatti 82 e poi 86 senza Higuain. E' un gruppo che ha fatto cose straordinarie, ma è ingiusto chiedergli sempre di più."

Però non dovete accontentarvi di quello che avete fatto, ma dovete avere la forza di reagire...
"Non ci siamo mai accontentati, bisogna rimanere sereni, lucidi, capire perché abbiamo concesso e avere la sensazione che la prestazione è stata all'altezza. Affrontiamo la prossima partita con determinazione, non vogliamo ci sia imposto niente."

*** *** ***


SARRI ALLA RAI

L'applauso del pubblico?
"Significa che sono generosi. Sanno che noi non possiamo avere la responsabilità di vincere, la nostra realtà è diversa. Con il lavoro abbiamo fatto un salto di qualità. Penso sia un tributo anche alla partita, abbiamo fatto 27 tiri in porta che era successo solo con il Benevento. La Roma si è avvicinata raramente alla nostra area di rigore. Dobbiamo capire perché abbiamo subito così tanto, ma la prestazione era nostra."

La difesa che colpe ha?
"Devo rivederla, non voglio dare responsabilità che non ci sono. Sulle nostre palle perse loro saltavano la nostra pressione, forse le distanze non erano giuste."

Anche oggi giocavate dopo la Juve, cosa cambia?
"Non lo so, ho detto già quello che pensavo. Se poi stasera ti dicessi che ha influito cercherei un alibi, perciò dico che non ha influito. Non si capisce che il tuo Napoli è un bella squadra, ma non una grande squadra."

C'è un gap con la Juve, voi non avete l'obbligo di vincere...
"Ma che non ci sia questo obbligo penso sia palese, ma forse fa comodo non tenerne conto. Noi non ci accontentiamo, cercheremo di rompere fino alla fine nelle nostre possibilità. Forse questo sarà insufficiente, ma il nostro obiettivo è quello."

Sembra che il Napoli però stia meglio della Juve...
"Anche io la penso così. La partita è difficile da analizzare perché c'era la sensazione di poterla vincere, il livello di pericolosità era alto. Ma non si possono concedere 4 gol ad una squadra che entra in area 8 volte. Non sono preoccupato, e la squadra ha sempre continuato a giocare."

La Roma ha fatto 5 tiri e 4 gol, il Napoli 15 tiri e due gol...
"Gli errori dei singoli ci stanno, è superficiale concentrarsi solo con quelli. La Roma eludeva sempre il pressing, questo espone la linea difensiva. Abbiamo avuto tante palle gol. Bisogna accantonare il discorso sfortuna e vedere cosa è andato storto."

Rifaresti le scelte fatte nelle coppe?
"Certamente. Negli ultimi 10 anni in Europa League hanno vinto squadre che non erano in lotta per il campionato, solo il Porto nel 2010. Il turnover lo fanno tante squadre. Noi abbiamo sbagliato una sola partita, quindi diciamo che abbiamo preso un minimo di rischio ma che era inevitabile."

Vi ha condizionato il risultato della Juve?
"Ne abbiamo già parlato. Questa è una cosa su cui mi sono già espresso. Dire qualcosa sarebbe una scusa, e non è giusto. Ho già detto quello che pensavo."

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 07 dic 2018 
Cagliari-Roma, i convocati di Maran
Sono 23 i giocatori convocati dal tecnico Rolando Maran per la gara di domani sera...
DI FRANCESCO: "A centrocampo stanno crescendo negli automatismi. Problema per Manolas"
CAGLIARI-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Florenzi giocherà terzino, Manolas ha subito un colpo è in dubbio la sua presenza. Var? Mi auguro che adesso ci siano meno errori"
MARAN: "La Roma ha tanta qualità. Ha pagato un inizio un po' difficile ma ora ha trovato quadratura"
CAGLIARI-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI ROLANDO MARAN: "Contro la Roma serve una partita perfetta e coraggiosa"
TRIGORIA 07/12 - Individuale De Rossi, Coric e Karsdorp, terapie per El Shaarawy, Dzeko e Pellegrini
Giornata di vigilia a Trigoria, con la Roma che è scesa in campo alle 10:45 per...
Monchi: "Una stagione sotto le aspettative, ma sto bene a Roma e non me ne vado"
"Una stagione sotto le aspettative". Queste sono le dichiarazioni di Monchi rilasciate...
Moggi fuori dal calcio. Fischio finale in Cassazione
Niente da fare per Luciano Moggi. La Cassazione ha respinto il suo ricorso contro...
Nicchi ferma Rocchi e Fabbri
Chiamiamola vittoria, anche se c'è poco da festeggiare. Chiamiamola pure giustizia,...
Calciomercato Roma, blitz di Monchi in Nord Europa: occhi su Vilhena, Karsdorp verso la cessione
Il ds osserva da vicino il centrale classe ‘95 del Feyenoord e nazionale olandese. Sondaggio anche per Berge del Genk. Idea Traoré e Meite
Roma, l'altra via per Barcellona
Non è solo una rotta per il mercato ma anche una strada tentata per gestire l’emergenza infortuni
Schick, al Cagliari l'unica doppietta (in Coppa Italia)
La Roma ha concesso solo 2 pareggi al Cagliari negli ultimi 8 confronti diretti...
La difesa continua a ballare. Ma per Monchi va bene così
Quasi la metà dei "clean shit" rispetto alla passata stagione, 5 di Olsen contro...
Sul taccuino di Monchi anche Berge e Vilhena
(...) Da ieri Monchi è di nuovo a Roma dopo aver girato per un po' nel nord Europa,...
Under pressure. Roma, c'è Cengiz al comando là davanti
«Cadi sette volte, rialzati otto». Cengiz Under ha usato un proverbio buddista per...
E sulla variante torna la fronda M5S: "Così com'è adesso non la votiamo"
«Così com'è non la votiamo». Prende molto tempo la maggioranza. Almeno il doppio...
Stadio, trasporti bocciati: "Cinque strade al collasso"
«Sarà il caos», dicevano gli uomini di Parnasi intercettati. «Si fa, ma è uno schifo»,...
Pellegrini torna a Natale. Pastore ora sfida Zaniolo
Stesso muscolo (il flessore) e dinamica dell'infortunio molto simile. Quello che...
Roma, uscite maldestre
Alla fine il problema non stava solo da una parte, perché la Roma ha steccato spesso...
 Gio. 06 dic 2018 
Perotti: "Dobbiamo abituarci a vincere, siamo lontani dal nostro obiettivo e dobbiamo raggiungerlo"
“Ho bisogno di essere al 100% per poter fare quello che mi piace. Non abbiamo affrontato nel modo giusto alcune partite”
Pellegrini: nuova lesione al flessore destro. Out contro Cagliari e Plzen
Nuovo stop per Lorenzo Pellegrini: il centrocampista era tornato in campo ieri dopo...
De Sanctis e Leonardo diplomati direttori sportivi
Il team manager della Roma, Morgan De Sanctis, si è diplomato direttore sportivo...
Totti al Bambin Gesù: "Voglio far parte di questa storia"
Visita a sorpresa del dirigente giallorosso all'ospedale pediatrico della Capitale: «Continuerò ad aiutare i bambini di tutto il mondo»
"Stadio Roma, quadro catastrofico". La sindaca Raggi: "Niente allarmismi"
Il Politecnico di Torino ha analizzato in termini molto negativi il tema della viabilità legato al nuovo impianto giallorosso. La replica del Comune: “Con la relazione finale capiremo come andare avanti“
Cristante: "Arriveremo quarti, dobbiamo solo trovare continuità. Con i giovani futuro assicurato"
Bryan Cristante ha rilasciato un'intervista a Sky Sport. Hai giocato in tante...
CALCIOMERCATO Roma, Siviglia fiducioso sul ritorno di Monchi. E avanza Mirabelli
Sirene spagnole per il direttore sportivo della Roma, Ramon Verdejo Monchi. Il Siviglia...
Calciomercato, da Barella a Chiesa: i talenti azzurri valgono sempre di più
Il baby Cagliari primo colpo dell’era Marotta con Ausilio che pensa anche a Biraghi e sfida la Roma per Tonali. Il viola priorità della Juve ma il Napoli ci riproverà: vale 60 milioni
Spalletti: "Quando la Juve vuole un giocatore se lo prende, questa la differenza con altre squadre"
"La Juve è una squadra che tutti gli anni va a tentare di mettere in rosa calciatori...
Designazioni arbitrali 15ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 15ª Giornata di Andata
TRIGORIA 06/12 - Individuale per De Rossi, Coric e Karsdorp
ALLENAMENTO ROMA -Terapie per El Shaarawy, Dzeko e Lo. Pellegrini
Calciomercato Roma, Monchi in missione tra Belgio e Olanda
Piace Berge, norvegese del Genk. Ma occhio al solito Van de Beek dell’Ajax
Florenzi: un altro figlio di Roma pronto a guidare la squadra giallorossa
A Cagliari, per la nona volta in stagione, avrà i gradi di Capitano al braccio. In un'intervista alla Uefa esalta Totti e DDR. E la Roma è "un amore"
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>