facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 17 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Diritti tv. Con le nuove regole Juve sempre avanti, ma la Roma supera Napoli e milanesi

Sabato 03 marzo 2018
Tre considerazioni base. La prima: il montepremi crescerà, comunque ci guadagneranno tutti. La seconda: con i criteri della Melandri le big avrebbero guadagnato di più e il divario col resto della Serie A sarebbe cresciuto. La terza: con i criteri della legge Lotti piccole e medie gratteranno qualche prezioso milioncino in più, riducendo la distanza con le grandi. Niente di clamoroso, ma passi misurati verso una distribuzione dei proventi dei diritti tv più equa e un campionato, ci si augura, davvero più equilibrato e, quindi, avvincente.

I CRITERI - Lo raccontano le proiezioni che in questi mesi hanno fatto e rifatto a Palazzo Chigi. Due i numeri di partenza: il primo, 948.425.708 euro, è il totale dei proventi (già decurtato del 10% di mutualità) distribuito per il campionato 2016-17. Il secondo, 1.250.000.000 euro, è il valore, ipotizzato, della prossima torta da spartirsi. Probabilmente al ribasso, almeno se lo augurano i venti club di A, che confidano nelle abilità di MediaPro. Ma non è questo che ci interessa. Le risorse, attuali e future, vengono distribuite con i criteri della Melandri (40% in parti uguali, 30% in base al bacino di utenza, 30% per i risultati sportivi) e con i nuovi, fissati dal ministro Lotti insieme alla Figc, e appena «licenziati» dalla Presidenza del Consiglio. Ricordiamoli: 50% in parti uguali, 20% in base al cosiddetto «radicamento sociale» (gli spettatori paganti degli ultimi 3 campionati valgono il 12%, l'audience televisiva l'8%), 30% in base ai risultati sportivi. Qui, vale la pena specificare meglio: la posizione in classifica (12%) e i punti (3%) dell'ultimo torneo valgono il 15%; i risultati degli ultimi cinque campionati il 10%; i risultati storici nazionali e internazionali (dal 1946-47) il 5%.

PIÙ EQUA - Il confronto tra Melandri e Lotti produce un risultato inequivocabile: il gap tra la prima e l'ultima della classe si riduce, passando da un rapporto di 4,3:1 ad uno di 3,4:1. Non è ancora la democrazia inglese (1,6:1 il rapporto in Premier), ma la Serie A diventerà meno iniqua della Liga spagnola (3,7:1) ed equa quasi quanto la Bundesliga tedesca (3,2:1). In termini di milioni di euro, se con la Melandri oggi tra prima e seconda più ricche ne ballano 23 e mezzo, che diventerebbero quasi 31 con un montepremi da 1,25 miliardi, con i criteri del decreto Lotti oggi la distanza sarebbe di 15 milioni e dalla prossima stagione non arriverebbe a 20.

LA JUVENTUS - Partiamo dalla più grande. La Juventus, che in questi mesi è stata osservatrice molto attenta del lavoro al ministero, oggi porta a casa circa 104 milioni, che dal campionato 2018-19, con i vecchi criteri, sarebbero diventati (si ipotizza) 137. Con i nuovi parametri, invece, oggi avrebbe percepito circa 90 milioni, mentre dalla prossima stagione dovrebbe prenderne circa 118. «Solo» 14 in più del valore attuale, non i 33 che gli avrebbe garantito la Melandri.

LE MILANESI - Scompensi simili avranno i due club di Milano: il Milan sarebbe cresciuto dagli 80,5 milioni della stagione 2016-17 ai 106 del prossimo campionato, e invece dovrà «accontentarsi» di sfiorare i 90. L'Inter sarebbe passata da 76 a 100 ma finirà per pareggiare la cifra dei rossoneri.

IL BALZO DELLA ROMA - Le altre grandi non ci rimetteranno, anzi. Guardando l'attuale classifica di A, più si scorre verso il basso più aumentano i benefici. Il Napoli farà pari e patta: nel 2016-17 ha preso 71,5 milioni, l'anno prossimo ne avrebbe presi 94,2, ne prenderà 94,3. La Lazio crescerà di poco, da 76,1 a 76,8 (comunque 19 milioni in più dei 57,8 che incassa oggi). La Roma passa da 96 a 98,5, valore che nel prossimo campionato dovrebbe portarla al secondo posto della classifica delle più pagate, davanti alle milanesi, seconda solo alla Juventus. Rispetto alle cifre attuali, il club giallorosso sarà anche quello che farà il balzo più lungo: da 72,8 a 98,5, un incremento di quasi 26 milioni. Seguito dalla Fiorentina, che nel campionato 2018-19 dovrebbe incassare circa 75 milioni, quasi 24 in più dei 51 e mezzo presi nella stagione 2016-17.

CASO CAGLIARI - Incrementi importanti registreranno anche Sampdoria (18,8) e Genoa (17,2). Tra le piccole, l'unica a rimetterci sarà il Cagliari. Strano caso quello del club di Giulini: l'anno prossimo guadagnerà circa 9 milioni in più, ma con la vecchia Melandri sarebbero stati dieci. Probabilmente penalizzato dalla capienza particolarmente limitata del Sant'Elia, con cui ha dovuto fare i conti, è proprio il caso di dire, fino allo scorso campionato.



di A. Catapano
Fonte: Gazzetta dello Sport

News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Mar. 11 dic 2018 
PROPOSTA una buonuscita a Di Francesco, ma il tecnico ha il sostegno dei giocatori
Dopo il match contro il Cagliari ci sarebbe stato un colloquio tra Eusebio Di Francesco...
Calciomercato Roma, Weigl e Zappacosta se i conti lo permettono
Due rinforzi a gennaio: il club vuole acquistare ma i soldi da spendere non sono tanti. Monchi segue anche Thomas dell'Atletico Madrid
Cristante, piccola consolazione
La fortuna non è dalla parte di Bryan Cristante. Il finale di Cagliari ha fatto...
Ritiro Roma, malumore dei giocatori. Ma il club non cede
La squadra si adegua nonostante il provvedimento non piaccia L’obiettivo: sensibilizzare il gruppo. E dopo Plzen si continua
De Rossi in lista col Genoa per esserci contro la Juve. La squadra va a Plzen a caccia di autostima
La partenza per Plzen di oggi pomeriggio alleggerisce un ritiro che vede i giocatori...
Nzonzi senza alternative: deve riposare ma non ha cambi
14 partite di seguito. E tutte per intero, con la sola eccezione della sfida casalinga...
Missione Schick: torna a casa per prendersi Roma
La speranza è l'aria di casa gli faccia bene. Domani Patrik Schick guiderà l'attacco...
"Stadio, favori a Parnasi": Lanzalone subito a processo
Consulente plenipotenziario del Campidoglio, consigliere di punta della sindaca...
Roma, maledetta rimonta
Una malattia chiamata rimonta. Un male sconosciuto a Di Francesco nella passata...
Pallotta fissa il prezzo: 800 milioni per cedere la Roma
La tentazione di Pallotta: 800 milioni e cede la Roma
Così solida prima, così fragile oggi: metamorfosi di una rosa in-difesa
Florenzi e Kolarov esterni, Manolas e Fazio centrali. Era il quartetto tipo dello...
Non ci resta che DiFra. Roma, gli ex assolvono il tecnico: "Sono i giocatori a dover dare di più"
C'è una Roma che crede ancora in Di Francesco. È quella degli ex calciatori giallorossi...
Eusebio si salva con una Viktoria
Il paradosso della settimana si sposta oltre confine. In Repubblica Ceca. La trasferta...
 Lun. 10 dic 2018 
Champions: Roma a Plzen per ritrovarsi. C'è Pastore dal 1'
Giallorossi già qualificati e sicuri del secondo posto nel girone, ma vista l'aria Di Francesco non può permettersi passi falsi in Repubblica Ceca
Calciomercato: da Rossi a Nasri, ecco la lista degli svincolati di lusso
Vantano presenze nei massimi campionati europei, in Champions League o nelle rispettive Nazionali e sono a caccia di una squadra
Torino, l'auto dei giocatori della Juve primavera si schianta contro una volante
Incidente a Torino tra una volante della polizia e l'auto su cui viaggiavano alcuni...
COPPA ITALIA 2018/2019 - Sorteggio Ottavi di Finale: Le Date
Si riportano qui di seguito gli accoppiamenti degli Ottavi di finale determinati...
Uefa: Dzeko e Manolas tra i 50 candidati alla squadra dell'anno. In lizza anche Alisson
Unico giocatore italiano, 4 calciatori Juve, 3 Roma e 1 Napoli
Serie A, le folli strategie delle romane un regalo per le milanesi
Con il doppio pareggio subìto in fotocopia, allo scadere e in superiorità numerica,...
Astori, due medici indagati per la morte del calciatore viola
La Procura di Firenze ha inviato due avvisi di garanzia per la morte di Davide Astori,...
Rocchi: l'arbitro pronto a denunciare per le offese dopo Roma-Inter
Non si placano le polemiche sull'utilizzo o meno del Var scaturite dopo l'arbitraggio...
PLZEN-ROMA, domani la rifinitura a Trigoria. In serata la conferenza stampa in Repubblica Ceca
Domani sarà vigilia di Champions League per l'ultima gara del girone eliminatorio,...
TRIGORIA 10/12 - Individuale in campo per Dzeko, Coric e De Rossi.
ALLENAMENTO ROMA - In palestra per El Shaarawy, Lorenzo Pellegrini e Karsdorp
Roma, decide Monchi: Di Francesco va avanti
Pallotta lascia la scelta al ds, che fa prevalere la linea morbida: il tecnico si gioca tutto col Genoa. Paulo Sousa o Blanc all’orizzonte
La Roma spinge sul mercato: subito Weigl
Prendono forma le strategie di Monchi, che la settimana scorsa era in missione europea: Il regista del Dortmund diventa il primo obiettivo
Ultrà romanisti aggrediscono steward
Cinque steward in servizio alla Sardegna Arena sono stati aggrediti ieri sera da...
CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019 - Viktoria Plzen-Roma: Designazione Arbitrale
La Uefa ha reso note le designazioni arbitrali per il sesto turno di Champions League....
Se il bomber è Kolarov, l'attacco fa sempre cilecca
C' è uno spettro che si aggira per Trigoria. È quello della sterilità offensiva,...
Tormento De Rossi: senza di lui sono guai. Ora mirino sulla Juve
Quanto manca. Per carattere, personalità, carisma e qualità. Scegliete voi l'ordine...
Colpa della preparazione sbagliata
Con più di venti giocatori infortunati e con qualcuno che ha giocato in condizioni...
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>