facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

DI FRANCESCO: "Radio romane? Non le ascolto. Nainggolan fisicamente sta bene, ultima la migliore..."

ROMA-MILAN LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Dopo la partita non parlo mai con la squadra e nemmeno coi dirigenti. Non l'ho fatto nemmeno il giorno dopo. L'ho fatto ieri. Nainggolan fisicamente sta bene, l'ultima gara paradossalmente è stata una delle sue migliori prestazioni a livello fisico. Poi a livello tecnico tattico è un'altra cosa."
Sabato 24 febbraio 2018
Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Milan. Queste le sue parole:

E' iniziato un periodo tosto, è il periodo più delicato della stagione?
"I periodi sono sempre delicati. Adesso le partite iniziano ad essere meno e il margine di errore inizia a ridursi. Dobbiamo volere fortemente questo terzo posto, in Champions dobbiamo passare. E' un momento molto importante della stagione."

Gattuso ha dato una scossa al Milan. E' sorpreso dal suo rendimento?
"Il Milan ha un'ottima squadra, Gattuso è riuscita a sfruttarla al meglio. Il Milan gioca un buon calcio, ha una buona organizzazione, Rino ha fatto un ottimo lavoro, gli faccio i complimenti."

Schick come sta andando? Domani può giocare titolare? Dzeko è pronto?
"I giocatori sono tutti pronti, ieri si sono allenati tutti con il gruppo. Schick potrebbe giocare dall'inizio come tanti altri. Nella normale turnazione di squadra, e non si parla di senatori e altro, ci saranno dei cambi."

Che cosa vi siete detti a caldo con la squadra?
"Chiarisco tante cose uscite, non vere. Io dopo la partita non parlo mai con la squadra, non ho parlato con i dirigenti, ma ho fatto solo due chiacchiere a cena. Ho riparlato con la squadra solo ieri, neanche giovedì. Ho dato alla squadra il messaggio che in Champions possiamo passare il turno e dobbiamo ritrovare la forza e la continuità. Non dico per 90 minuti, ma anche per 70, sarebbe il top per vincere le partite. Se c'è qualcosa di personale rimane sul personale."

Nainggolan ha un rendimento basso. Che cosa ci dice?
"Mi fate sorridere con questa domanda. Mi avete massacrato per farlo giocare trequartista e ora non siete contenti. Lui deve ritrovare forza e determinazione, al di là del sistema di gioco. Sono quasi felice che questa cosa del modulo è stata smentita, anche se io sarei stato contento se avesse segnato 10 gol. Io alleno la Roma, l'importante non è il singolo, ma la squadra. Devo portare la Roma a fare prestazioni di squadra importante. L'aspetto mentale e l'atteggiamento fanno la differenza, sono convinto che tornerà ad essere il Nainggolan che tutti conosciamo."

Che cosa manca alla Roma attuale per arrivare ai livelli di quella del 2001?
"Il desiderio è di costruire insieme una mentalità. Che passa attraverso tante cose: regole, progettazione, continuità. Lì si è costruito qualcosa perché era un gruppo che ha giocato insieme per diversi anni, c'era una coesione fondamentale. Non si può però fare il paragone, sono mondi e generazioni diverse."

Ci sarà il ritorno al 4-3-3?
"Le caratteristiche dei giocatori sono alla base del sistema di gioco. Però devo dire che si potrebbe tornare al 4-3-3, ma lo avevo già detto. La forza della squadra deve essere quella di saper fare tutti i sistemi di gioco. Il problema è quello di interpretazione della gara. Nel primo tempo c'è stata una cosa, nel secondo tempo un'altra. E' un aspetto totalmente mentale e non fisico. Io alleno in una determinata maniera, dobbiamo crescere nella continuità."

Schick e Defrel posso giocare con o al posto di Dzeko?
"Sia con che senza. Voi spesso mi chiedete di Schick quando la squadra perde, è un giocatore forte e importante, come lo è Edin Dzeko. Loro possono essere i centravanti di questa squadra, Defrel è un pochino più un jolly, può giocare dietro la punta o sull'esterno. E' più facile che giochi uno tra Dzeko e Schick e non entrambi."

Pallotta ha parlato nuovamente delle radio romane. Lei avverte questo problema?
"Non ho sentito queste dichiarazioni. Non ascolto le radio, è una mia scelta, nel bene e nel male non le ascolto. Non posso dare risposte su cose che non conosco. L'argomento non lo conosco."

Dopo 8 mesi da allenatore ha capito meglio perché lei è il 14° a sedersi sulla panchina della Roma dal dopo Capello?
"Allenare una grande squadra non è mai facile, si vive di alti e di bassi. Ero consapevole di trovare questo tipo di ambiente, queste gioie e queste difficoltà. Non mi piace il tirare somme e bilanci troppo prematuramente. Arriviamo a fine stagione per dare una risposta definitiva. E' inutile nascondersi dietro qualcosa, se ci sono stati 14 allenatori qualcosa c'è stato. Vi assicuro che sono me stesso sempre, cerco di essere coerente con tutto il modo di fare. Sia fuori che all'interno dello spogliatoio. Continuerò ad esserlo, con pregi e difetti."

Nainggolan fisicamente sta bene? Florenzi come sta?
"Radja nell'ultimo periodo ha avuto qualche problemino ad un polpaccio, superato questo parlo di qualche numero. L'analisi dell'ultima gara dice che quella con lo Shakhtar è stata una delle migliori prestazioni di Nainggolan a livello fisico. Dal punto di vista fisico è in crescita, come lo è il resto della squadra."

Come si supera il problema della continuità?
"Cercando di stimolarli costantemente al fatto di lavorare. Nel primo gol la linea difensiva è scappata benissimo per tutto il primo tempo. Nell'attimo in cui hai avuto meno attenzione ti hanno fatto subito male. Dobbiamo farne tesoro per il ritorno ed anche per il campionato. Il concetto è solo allenarlo."

Ha mandato El Shaarawy in tribuna, come mai?
"Ho preferito Cengiz che ha fatto gol, ho sbagliato anche lì. Più che il pedigree contano le condizioni psicofisiche dei calciatori. Stephan è uno di quelli che ci ha portato lì, ma era una scelta dovuta al fatto che non lo vedevo al top della condizione fisica e mentale. Avevo bisogno di due difensori viste le condizioni di Florenzi. Non l'ho fatto volentieri, ma ho dovuto fare una scelta. Ho parlato con Stephan, deve ritrovarsi, tornerà un giocatore importante. E' una scelta che mi dispiace, l'ho fatta ed è tecnica. Inutile nascondersi."


Conferenza Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 23 set 2018 
Di Francesco non fa sconti: rischiano anche i big
Una sconfitta oggi a Bologna aprirebbe la crisi. E lui cambia ancora formazione
La chance: Justin Kluivert titolare, riprenditi il sorriso
La tribuna era «per crescere». Al Dall'Ara di Bologna l’occasione per dimostrare il suo valore. Rick Karsdorp invece non è stato convocato
Bologna-Roma: cor Core accesso
La Roma deve invertire la rotta. Contro il Bologna si può fare. Le qualità ci sono: serve tornare ad essere una squadra con lo spirito giusto
Fra tv e Colosseo, la super-settimana che aspetta Totti
(...) Da stasera inizierà la sua settimana sotto i riflettori. E non per i 42 anni...
 Sab. 22 set 2018 
DI FRANCESCO: "Il Bologna è una squadra quadrata e compatta, dobbiamo cercare la vittoria"
BOLOGNA-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Pastore è disponibile, devo decidere se giocherà. La tribuna di Kluivert un segnale ma domani gioca"
F. INZAGHI: "Roma affamata come noi, dobbiamo invertire la rotta"
BOLOGNA-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI FILIPPO INZAGHI
 Ven. 21 set 2018 
TRIGORIA, domani mattina la rifinitura e la conferenza di Di Francesco
Domani sarà il giorno di vigilia di Bologna-Roma. La squadra scenderà in campo a...
SPALLETTI: "Adesso non rispondo a Totti, leggerò il libro poi casomai farò due discorsi"
Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti ha parlato...
 Gio. 20 set 2018 
TRIGORIA, sabato la conferenza stampa di Di Francesco in vista del Match contro il Bologna
Eusebio Di Francesco parlerà in conferenza stampa sabato alle 13:30, dopo la...
 Mer. 19 set 2018 
DI FRANCESCO: "Siamo mancati nelle scelte finali, ha vinto la squadra che ha meritato"
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA
Roma, in cento a Madrid. E Monchi salterà il pranzo con Florentino Perez
Tra Champions e Youth League, da Trigoria è partita una spedizione di massa. Ci sono anche i tifosi, tra cui il presidente dell'UTR alla 118ª trasferta europea
 Mar. 18 set 2018 
DI FRANCESCO: "Sarà a noi riportare entusiasmo dando maggiore continuità. ritrovando spensieratezza"
REAL MADRID-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Il Real senza Ronaldo è più squadra. Sono indignato per quello che ho sentito su presunte parole di mio figlio Federico a Douglas Costa. E' stato un grande uomo, sono orgoglioso."
DE ROSSI: "Siamo i primi a chiedere di più a noi stessi. Sono fiducioso"
REAL MADRID-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI DANIELE DE ROSSI: "L'abbattimento per non vedere più giocatori molto forti deve durare due giorni, poi si deve andare avanti. Ne ho lasciati andare tanti che non avrei mai voluto veder partire, ma si deve andare avanti"
LA ROMA è atterrata a Madrid
La Roma è partita alle 15.30 per Madrid, dove domani affronterà il Real Madrid alle...
Sergio Ramos: "Siamo molto orgogliosi, abbiamo vinto tre Champions consecutive e non è un caso"
REAL MADRID-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI SERGIO RAMOS
Lopetegui: "Vogliamo giocare una grande partita, abbiamo molta ambizione"
REAL MADRID-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI JULEN LOPETEGUI
Real Madrid, rifinitura per i blancos alla vigilia della gara con la Roma
Come la Roma, anche il Real Madrid svolge la rifinitura alla vigilia del match con...
Al Bernabeu 4-3-3 con De Rossi e Nzonzi
Eusebio Di Francesco racconterà la sua verità oggi in conferenza stampa al Bernabeu...
 Lun. 17 set 2018 
REAL MADRID-ROMA, De Rossi in conferenza stampa con Di Francesco
Domani alle ore 19.00 si terrà la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco...
 Dom. 16 set 2018 
DI FRANCESCO: "Bisogna chiudere le partite, prendiamo gol con troppa facilità"
ROMA-CHIEVO 2-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "Abbiamo tenuto in vita il Chievo, questo non deve accadere a Madrid"
Roma-Chievo, obiettivo tre punti: si riparte dal fattore Olimpico
L’ultima vittoria “domestica” è arrivata proprio contro il Chievo. È l’ora di riprendersi il proprio campo. Di Fra punta sul suo pupillo Pellegrini
 Sab. 15 set 2018 
DI FRANCESCO: "Una giornata triste per me e per i romanisti, Maria Sensi era una seconda mamma"
ROMA-CHIEVO LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Col Chievo la partita più importante del ciclo, Florenzi quasi certamente titolare"
 Mer. 12 set 2018 
Edin Dzeko oggi sarà a Trigoria: è il ritorno del figliol prodigio
L'attaccante bosniaco si è laureato a Sarajevo e ha segnato il gol decisivo nella sfida contro l'Austria. Alla Roma ora serve il suo contributo in campo
 Mar. 11 set 2018 
DI FRANCESCO sabato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Chievo
Dopo la sosta delle nazionali, riprende il campionato della Roma con l'impegno di...
Roma, applausi per dottor Dzeko: arriva la laurea in management dello sport
Negli ultimi 3 anni il centravanti giallorosso ha sostenuti esami alla facoltà di “Sport ed educazione fisica” di Sarajevo e nella giornata di ieri ha conquistato il pezzo di carta tanto atteso
Se Batigol sognava di essere Totti
Nel 2013 l’argentino rivelò: “Veder giocare Francesco ancora a questi livelli mi fa piacere per lui e per la gente che lo guarda, ma mi fa anche invidia”
 Sab. 08 set 2018 
OLSEN si rifiuta di parlare con i media. Il team manager: "Non possiamo forzarlo"
Robin Olsen, portiere della Roma acquistato in estate per sostituire Alisson, è...
 Gio. 06 set 2018 
MANCINI: "De Rossi è un giocatore importante, potrebbe servirci durante le qualificazioni"
Durante la conferenza stampa alla vigilia del match contro la Polonia, il CT dell'italia...
 Mar. 04 set 2018 
Monchi lui e noi allora?
Questa Roma è costruita male, molto male e gestita peggio. Smontata pezzo a pezzo nella sua anima forte e farcita di doppioni
 Lun. 03 set 2018 
Kolarov contro Marusic: "Come puoi giocare per il Montenegro se non sei nato lì?"
Il giallorosso sulla decisione del laziale di giocare per la nazionale montenegrina: "E' triste se ha fatto questa scelta perché non pensava di far parte della Serbia, avendo poca fiducia in se stesso”
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>