facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Totti: "Io oggi varrei 200 milioni"

Mercoledì 14 febbraio 2018
La verità è che nella testa resta ancora calciatore. Perché quello è stato (ad altissimi livelli) per 25 anni e perché questo, probabilmente, desiderava fare ancora per un po'. Magari solo un altro anno, per chiudere meglio di quanto non sia successo ed esorcizzare l'incubo della fine. E invece, come per tutti, la fine è arrivata e per lui ha avuto anche dei tratti di dolcezza, con quel 28 maggio che ha trasmesso in mondovisione le emozioni del cuore. Francesco Totti da allora ha vissuto un percorso fatto di pensieri e metabolizzazioni verso la carriera da dirigente. Anche se poi, dalle sue parole, traspare ancora l'amore per il calcio di un tempo, fatto di bandiere, simboli, campioni che restano e non si vendono. Di tutto questo ha parlato a «I Signori del Calcio», in una intervista realizzata a fine dicembre a Dubai, in onda sabato su Sky ma in anteprima stasera sul canale «On demand».

IL MERCATO - Totti parte dalla fine e cioè dal mercato impazzito dalla scorsa estate. «Io oggi costerei 200 milioni». Ecco, la mente del calciatore nasce da qui. Dalla valutazione. Alta, ad un soffio dai 227 che il Psg ha pagato per Neymar e poco sopra i 180 spesi (sempre dal Psg) per Mbappé. Ma anche logica, visto che per anni Totti è stato l'oggetto dei desideri dai migliori club europei. «L'offerta più concreta fu del Real Madrid nel 2003-04 - dice - Ma ho fatto una scelta: precludermi la possibilità di vincere tanto per restare sempre con la Roma. E alla fine ho avuto amore e passione, più importanti che vincere altrove». Anche, evidentemente, più importanti di quel Pallone d'oro che per molti avrebbe meritato e che un po' gli manca. «È vero, è una delle cose che mi è mancata. Giocando con la Roma sapevo di avere meno possibilità rispetto a Real, Juve o Milan. Lì avrei avuto più visibilità internazionale, il Pallone d'oro si vince conquistando la Champions, il Mondiale (che Totti comunque ha vinto nel 2006, ndr) o qualche altro trofeo importante».

IL BUSINESS - Già, il mercato. Totti dirigente lo pensa e lo vede ancora come il Totti calciatore. Nel senso che rispetto al suo calcio, a quello anche di dieci anni fa, oggi è cambiato tutto. Oggi è molto più business e molto meno sentimenti. È una legge quasi scritta, a cui Totti fa ancora fatica a metabolizzare. Come l'ultimo dei romantici, la lettura è ancora diversa. «Non penso che possa più esistere un altro Totti, un giovane della Roma che cresca qui e possa fare le stesse cose che abbiamo fatto io e De Rossi - continua -. Oggi è tutto diverso ed è impossibile che quello che è successo con noi si ripeta. Prima si pensava ai giovani promettenti italiani più che scoprire un giovane sudamericano o di qualsiasi altro Paese». Anche se poi lui la ricetta per vincere ce l'avrebbe anche. Di fatto, però, difficilmente compatibile con il calcio di oggi. È lo stesso grido di allarme che lanciava quando giocava, chiedendo a Franco Sensi di comprare più campioni possibile. «Dipendesse da me spenderei qualsiasi cifra possibile per comprare i giocatori più forti, perché per vincere servono quelli. L'ho sempre detto e lo dirò sempre. Però poi non gestisco io i soldi, è il presidente che decide. Lui stabilisce un budget e con questo deve essere bravo a costruire la squadra». Non Pallotta, ovviamente, ma Monchi.

IL NEMICO - E il finale non poteva che essere per lui, per Luciano Spalletti, il grande nemico della scorsa stagione, l'uomo che gli ha reso più amaro l'ultimo anno. «Con lui non c'è mai stato un confronto e mai ci sarà - chiude Totti -. Avrei preferito chiudere in altro modo, fossi stato in lui avrei gestito il calciatore e l'uomo in altro modo: mi sarei confrontato, gli avrei parlato. Comunque sono riuscito a fare questo passaggio da calciatore a dirigente. Ma sono cresciuto nel campo e nel campo morirò». Appunto. E forse è giusto anche così. Totti è stato uno dei più grandi calciatori di sempre. E dentro, fino alla fine, sarà sempre calciatore. Anche e soprattutto con la testa.
di A. Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport

Real Madrid - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 23 set 2018 
Bologna-Roma: cor Core accesso
La Roma deve invertire la rotta. Contro il Bologna si può fare. Le qualità ci sono: serve tornare ad essere una squadra con lo spirito giusto
Karsdorp non parte: "È scelta tecnica". Possibile cessione a gennaio
L'universo giallorosso è anche questo: un tifoso che si avvicina a Di Francesco,...
 Sab. 22 set 2018 
Karsdorp discute con Di Francesco: il tecnico non lo convoca per il Bologna
Eusebio Di Francesco ha escluso Rick Karsdorp dalla lista dei convocati per la partita...
Roma, i baby che fanno? Tra dubbi e volti da scoprire
Bianda male in Primavera. Coric e Luca Pellegrini: poco spazio a fronte di investimenti importanti
Bologna-Roma, turnover in vista: difesa senza ministro
Dopo la gara contro il Real Madrid, Eusebio Di Francesco opererà alcuni cambi nella formazione che scenderà in campo al Dall'Ara
Roma, la carica degli invisibili
Qualcosa è cambiato. O qualcosa sta cambiando. Qualcosa, meglio ancora, deve per...
 Ven. 21 set 2018 
PEROTTI: "Facile prendersela con Di Francesco. La colpa è di chi scende in campo"
«Nel calcio si sa che la soluzione più facile è dare la colpa al mister e mandarlo...
RANKING UEFA, Roma agganciata dal Liverpool
Dopo la prima giornata europea, come di consueto, si aggiorna il Ranking UEFA per...
Olsen, dopo le critiche il riscatto: adesso può ancora migliorare
Contro i Real Madrid ha evitato la goleada. Le parate con il Chievo e in Champions sono frutto di un lavoro che può ancora farlo crescere. Sempre con l'aiuto di Savorani
 Gio. 20 set 2018 
Calciomercato Roma, allarme difesa dopo Madrid: tutti i nomi
NACHO, SAVIC, IAGO MAIDANA, RODRIGO CAIO, PEZZELLA, N'KOULOU, BAILLY LE OPZIONI IN CASA GIALLOROSSA
La Primavera va ancora K.O. Bianda: altra brutta prova
Non sparate su Bianda. Il difensore arrivato dal Lens per 6 milioni (che potrebbero...
Real, la nuova era. Com'è lontana la Roma dei miracoli
"Madrid, y nada mas", scandiva il Bernabeu calando il sipario sulla prima vittoria...
Una piccola squadra senza gioco e anima
Le indiscrezioni estive, da qualche ora, sono diventate verità. Si diceva, nel mese...
Real Madrid-Roma 3-0: Le Pagelle dei Quotidiani
CHAMPIONS LEAGUE: REAL MADRID-ROMA 3-0 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI...
Monchi ammette: "Tutta colpa mia, sono preoccupato"
Monchi comincia a parlare appena al Bernabeu finiscono i cori dei tifosi della Roma...
 Mer. 19 set 2018 
DI FRANCESCO: "Siamo mancati nelle scelte finali, ha vinto la squadra che ha meritato"
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA
TRIGORIA, domani pomeriggio la ripresa degli allenamenti
Dopo la brutta sconfitta contro il Real Madrid, la Roma tornerà ad allenarsi a Trigoria...
MANOLAS: Dovevamo essere più cattivi e gestire meglio la palla. Dobbiamo prendercela con noi stessi
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA MANOLAS A RAISPORT Che cosa fa più...
ZANIOLO: "Guardiamo avanti, peccato per il risultato e pensiamo alla prossima gara"
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA ZANIOLO A ROMA TV Te lo saresti...
MONCHI: "Serve cambiare qualcosa, è fondamentale la testa"
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA
Real Madrid-Roma 3-0 Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Si salvano Olsen e De Rossi. Zaniolo incolpevole
Roma, è un esordio amaro. Il Real ne fa 3 al Bernabeu
Esordio amaro per i giallorossi che al Bernabeu vengono sconfitti dai Blancos
DE ROSSI: "Ho visto qualcosa di meglio nell'atteggiamento: in passato abbiamo preso schiaffi..."
REAL MADRID-ROMA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA DE ROSSI A SKY Vi siete demoralizzati......
BALDISSONI: "Siamo dispiaciuti per queste tre partite di campionato. Zaniolo? Se è titolare..."
REAL MADRID-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA BALDISSONI: "Zaniolo? Se è titolare è perché se lo è meritato, onore a lui"
KOLAROV: "Dobbiamo fare una grande partita per riscattare l'inizio di stagione non buono"
REAL MADRID-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA KOLAROV A ROMA TV "Il passato non conta,...
Real Madrid-Roma Le Formazioni UFFICIALI
Champions League 2018/2019 - Fase a Gironi
UEFA YOUTH LEAGUE - Real Madrid-Roma 3-1
Nella 1ª giornata del Gruppo G della fase a gironi della UEFA Youth League 2018/2019...
Talento per la Roma e quella 10: Riccardi vuole incantare Madrid
Leggi il titolo e pensi: calma. Nessun paragone all'orizzonte, solo il sogno di...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>