facebook twitter Feed RSS
Martedì - 19 giugno 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Totti: "Io oggi varrei 200 milioni"

Mercoledì 14 febbraio 2018
La verità è che nella testa resta ancora calciatore. Perché quello è stato (ad altissimi livelli) per 25 anni e perché questo, probabilmente, desiderava fare ancora per un po'. Magari solo un altro anno, per chiudere meglio di quanto non sia successo ed esorcizzare l'incubo della fine. E invece, come per tutti, la fine è arrivata e per lui ha avuto anche dei tratti di dolcezza, con quel 28 maggio che ha trasmesso in mondovisione le emozioni del cuore. Francesco Totti da allora ha vissuto un percorso fatto di pensieri e metabolizzazioni verso la carriera da dirigente. Anche se poi, dalle sue parole, traspare ancora l'amore per il calcio di un tempo, fatto di bandiere, simboli, campioni che restano e non si vendono. Di tutto questo ha parlato a «I Signori del Calcio», in una intervista realizzata a fine dicembre a Dubai, in onda sabato su Sky ma in anteprima stasera sul canale «On demand».

IL MERCATO - Totti parte dalla fine e cioè dal mercato impazzito dalla scorsa estate. «Io oggi costerei 200 milioni». Ecco, la mente del calciatore nasce da qui. Dalla valutazione. Alta, ad un soffio dai 227 che il Psg ha pagato per Neymar e poco sopra i 180 spesi (sempre dal Psg) per Mbappé. Ma anche logica, visto che per anni Totti è stato l'oggetto dei desideri dai migliori club europei. «L'offerta più concreta fu del Real Madrid nel 2003-04 - dice - Ma ho fatto una scelta: precludermi la possibilità di vincere tanto per restare sempre con la Roma. E alla fine ho avuto amore e passione, più importanti che vincere altrove». Anche, evidentemente, più importanti di quel Pallone d'oro che per molti avrebbe meritato e che un po' gli manca. «È vero, è una delle cose che mi è mancata. Giocando con la Roma sapevo di avere meno possibilità rispetto a Real, Juve o Milan. Lì avrei avuto più visibilità internazionale, il Pallone d'oro si vince conquistando la Champions, il Mondiale (che Totti comunque ha vinto nel 2006, ndr) o qualche altro trofeo importante».

IL BUSINESS - Già, il mercato. Totti dirigente lo pensa e lo vede ancora come il Totti calciatore. Nel senso che rispetto al suo calcio, a quello anche di dieci anni fa, oggi è cambiato tutto. Oggi è molto più business e molto meno sentimenti. È una legge quasi scritta, a cui Totti fa ancora fatica a metabolizzare. Come l'ultimo dei romantici, la lettura è ancora diversa. «Non penso che possa più esistere un altro Totti, un giovane della Roma che cresca qui e possa fare le stesse cose che abbiamo fatto io e De Rossi - continua -. Oggi è tutto diverso ed è impossibile che quello che è successo con noi si ripeta. Prima si pensava ai giovani promettenti italiani più che scoprire un giovane sudamericano o di qualsiasi altro Paese». Anche se poi lui la ricetta per vincere ce l'avrebbe anche. Di fatto, però, difficilmente compatibile con il calcio di oggi. È lo stesso grido di allarme che lanciava quando giocava, chiedendo a Franco Sensi di comprare più campioni possibile. «Dipendesse da me spenderei qualsiasi cifra possibile per comprare i giocatori più forti, perché per vincere servono quelli. L'ho sempre detto e lo dirò sempre. Però poi non gestisco io i soldi, è il presidente che decide. Lui stabilisce un budget e con questo deve essere bravo a costruire la squadra». Non Pallotta, ovviamente, ma Monchi.

IL NEMICO - E il finale non poteva che essere per lui, per Luciano Spalletti, il grande nemico della scorsa stagione, l'uomo che gli ha reso più amaro l'ultimo anno. «Con lui non c'è mai stato un confronto e mai ci sarà - chiude Totti -. Avrei preferito chiudere in altro modo, fossi stato in lui avrei gestito il calciatore e l'uomo in altro modo: mi sarei confrontato, gli avrei parlato. Comunque sono riuscito a fare questo passaggio da calciatore a dirigente. Ma sono cresciuto nel campo e nel campo morirò». Appunto. E forse è giusto anche così. Totti è stato uno dei più grandi calciatori di sempre. E dentro, fino alla fine, sarà sempre calciatore. Anche e soprattutto con la testa.
di A. Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport

Real Madrid - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 18 giu 2018 
CALCIOMERCATO Roma, dalla Spagna: Sergio Rico il favorito di Monchi per sostiture Alisson
Real Madrid, Sporting Clube de Portugal, Napoli, Roma, Arsenal... molti cercano...
Calciomercato Roma, doppio tavolo col PSG: le ultime su Areola, Pastore e Ziyech
UN EMISSARIO DEL CLUB PARIGINO NELLA CAPITALE NEI GIORNI SCORSI
Calciomercato Areola e gli altri tra Napoli e Roma: ecco il punto
Azzurri e giallorossi a caccia di un portiere: per i due club si tratta di una priorità
Roma-Pastore attacco al Psg
Al supermarket Psg la Roma cerca gli affari migliori. In tanti chiedono di andar...
Calciomercato Roma, Alisson: c'è l'offerta e non è quella giusta
Il braccio di ferro è alle porte. Entro 48 ore, il Real Madrid presenterà la prima...
 Dom. 17 giu 2018 
Calciomercato Roma, Alisson a un passo dal Real Madrid: decisiva la prossima settimana
Da domani ogni giorno della prossima settimana sarà determinante per il futuro di...
Calciomercato Roma, il rinnovo Florenzi entra nel vivo. Niente sconti per Nainggolan
Settimana di incontri per Monchi. Fiducia sull'intesa con l'esterno destro che chiede un ingaggio da top player e garanzie tattiche. L'Inter continua ad offrire 25 milioni più un giovane per il belga, da Trigoria non fanno passi indietro sulla richiesta di 40
Cubero (Mundo Deportivo): "Alisson sarà il portiere del Real Madrid. Tra due anni mi aspetto che..."
"Tra due anni mi aspetto che la Roma vinca la Champions League”
Calciomercato Roma, Pastore è l'ultima idea. Muro Manolas: no al Chelsea
Per le sanzioni Uefa il Psg pensa di cederlo, l’argentino vuole l’Italia ed è seguito anche dal West Ham: Monchi ci prova. Difesa: respinta l'offensiva dei Blues. Piace Bianda
Nainggolan a un passo dall'Inter
Appuntamento con l'Inter per vendere Nainggolan. La Roma accelera sul fronte cessioni,...
 Sab. 16 giu 2018 
Calciomercato Roma, il retroscena, Perez: "Se vogliono 80 mln per Alisson può andare al Liverpool"
C'è un retroscena nella trattativa che porterebbe Alisson a giocare per il Real...
Calciomercato Roma, Carnevale: "Meret sarà il titolare dell'Udinese"
IL DIRETTORE TECNICO DEL CLUB FRIULANI HA SPIEGATO I PIANI SUL PORTIERE, CERCATO DA GIALLOROSSI E NAPOLI
Ninja e Alisson, Roma al rialzo
Dopo i quattro «botti» in entrata, anche se l'acquisto di Kluivert deve ancora essere...
Calciomercato Roma, un piano doppio: Areola o Meret-Olsen
Monchi al lavoro per consegnare un portiere a Di Francesco. Pronti 25 milioni per il francese. Il baby italiano e lo svedese rappresentano il piano B
Calciomercato Napoli, De Laurentiis: "Ho offerto 60 milioni per Alisson"
Ormai il portiere della Roma, Alisson, sembrerebbe predestinato a vestire la maglia...
Ziyech per il dopo Radja. In porta l'ipotesi Meret
Ha esordito ieri al Mondiale con la maglia del Marocco (sconfitto dall'Iran 0- 1),...
Meret & Olsen tra i pali. Intanto Florenzi....
Roma, se parte Alisson pronta la strana coppia Meret-Olsen
Calciomercato Roma, accordo Alisson-Real. Manca l'intesa tra i club: le ultime
Il futuro di Alisson Becker comincia a definirsi. Il portiere brasiliano ha avuto...
 Ven. 15 giu 2018 
Mondiali 2018, i romanisti da seguire
L'attesa è ormai finita. Con il fischio d'inizio di Russia-Arabia Saudita fissato...
Calciomercato Roma, Real-Alisson: prossime ore decisive
Il Real Madrid spinge sull'acceleratore per Alisson. Le prossime ore potrebbero...
Calciomercato, Roma-Meret pista concreta: Le Ultime
Continua a tenere banco in casa Roma il futuro di Alisson Becker. Per il 25enne...
Calciomercato Roma, Alisson è a un soffio dal Real
In Spagna sicuri, a Trigoria ancora no: 75 milioni più bonus. Pallotta prima conferma poi: “Scherzavo”
Roma, voci e smentite. Pallotta: "Alisson al Real e Nainggolan all'Inter"
A Napoli è famoso il detto secondo il quale Pulcinella a forza di scherzare diceva...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>