facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 21 maggio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

La difesa tiene in piedi la Roma

Venerdì 09 febbraio 2018
Se il problema più evidente della Roma è nella fase offensiva, e le ultime 11 partite consecutive in cui i giallorossi sono riusciti a segnare al massimo un gol ne sono la dimostrazione, le cose vanno molto meglio in difesa. Quello giallorosso, infatti, con 17 gol al passivo, è il terzo reparto meno battuto del campionato alle spalle di quelli di Napoli (14) e Juventus (15). Il merito è sicuramente del portiere brasiliano Alisson, ma anche di un difensore che la scorsa estate aveva già fatto le valigie ma poi ci ha ripensato ed ha fatto saltare il suo trasferimento allo Zenit San Pietroburgo: Kostas Manolas. Il difensore greco, anzi, ha pure rinnovato il suo contratto con la Roma fino al 2022, rimanendo un punto di riferimento per tutto il reparto. Il suo grido di gioia, domenica scorsa, al termine della vittoria contro il Verona è l'emblema del momento che stava vivendo la squadra: i tre punti conquistati sono stati una vera e propria liberazione.

«Ho esultato in quel modo - le sue parole al match program della società - perché da tanto tempo non vincevamo una gara. Non è stata una cosa programmata, c'era tanta pressione nello spogliatoio e tra la gente, e anche dentro di me: io non sono abituato a non vincere. Negli ultimi tempi ci è mancato un po' di fiducia, è normale quando non arrivano i risultati. Penso che una vittoria ci farà riprendere il percorso di prima e la Roma potrà tornare nelle posizioni che merita. L'aspetto della mentalità è quello in cui dobbiamo sempre crescere, non devono bastare due sconfitte per perdere la fiducia, il valore della squadra c'è e meritiamo di essere in alto". A Verona la difesa ha retto bene, anche con la squadra in inferiorità numerica. «Si lavora sempre per non subire gol, ma non dipende solo dal lavoro della difesa. Tutti abbiamo sofferto e dato il massimo, alla fine è arrivato il risultato che meritavamo. Io darò sempre il 150% in campo per aiutare la squadra». Domenica sera l'obiettivo è tornare a vincere in casa - all'Olimpico i giallorossi non fanno risultato pieno dal 16 dicembre contro il Cagliari - per dare una gioia ai tifosi. «Per noi è troppo importante il loro supporto. Il pubblico ci dà la spinta, ma quando vengono a mancare i risultati è giusto che si rammarichino; sono abituati a vedere la Roma in alto. Noi cercheremo di fare tre punti, giocare un bel calcio e per dare loro una soddisfazione importante, che meritano». Per la gara contro il Benevento ancora in dubbio Daniele De Rossi, che anche ieri a Trigoria ha svolto lavoro personalizzato.
di G. Piacentini
Fonte: Corriere della Sera

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 20 mag 2018 
Roma, una stagione con la porta chiusa: ​18 clean sheet in campionato
REGGIO EMILIA - Si chiamano clean sheet, il solito inglesismo per dire semplicemente...
SKORUPSKI: "Migliorato anche senza giocare. Ora vorrei tornare a essere protagonista, non so dove"
SASSUOLO-ROMA 0-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA Skorupski a Roma TV Alla vigilia sembrava...
DI FRANCESCO: "Avremmo potuto fare di più in stagione. L'anno prossimo partiremo avvantaggiati..."
SASSUOLO-ROMA 0-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "L'anno prossimo partiremo avvantaggiati perché il gruppo sa quello che voglio e viceversa. Ora dobbiamo cambiare la mentalità nella testa di Trigoria, vogliamo qualcosa in più"
Sassuolo-Roma 0-1 Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Bene Manolas e Kolarov, attacco opaco
Sassuolo-Roma 0-1: autogol di Pegolo, giallorossi terzi
Decide Pegolo, che devia nella propria porta un cross di Manolas: i giallorossi chiudono alle spalle di Juve e Napoli
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>