facebook twitter Feed RSS
Domenica - 17 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Roma, City e quella promessa tradita: Mahrez-Leicester, guerra senza vincitori

Giovedì 08 febbraio 2018
"Ci eravamo tanto amati". La storica conquista della Premier League e i fasti per l'approdo in Champions League sono ormai un lontano ricordo, la storia tra il Leicester e Riyad Mahrez si è consumata lentamente ed è arrivata ora agli ultimi tragici capitoli. La rottura tra il club e il suo leader tecnico è netta, una frattura resa pressoché insanabile dalla mancata apertura alla cessione da parte delle Foxes e dalla condotta dell'algerino: sciopero, dagli ultimi giorni di mercato Mahrez diserta allenamenti e partite in segno di protesta.

ROMA, BARCELLONA E UNA PROMESSA TRADITA - Un'insoddisfazione, quella dell'ala mancina, che parte da lontano, più precisamente dalla scorsa estate: Monchi le ha provate tutte per portarlo a Roma e farne l'erede di Salah, ma i 37 milioni di euro messi sul piatto non sono bastati a convincere il Leicester a mollare la presa. Niente da fare anche per Chelsea e soprattutto Barcellona: intesa con le Foxes per oltre 50 milioni di euro, ritiro dell'Algeria abbandonato per effettuare le visite mediche e perfezionare il trasferimento (con tanto di comunicato ufficiale della federazione). Nulla da fare e primi segnali di insoddisfazione, placati con una promessa: in caso di offerta congrua da una big a gennaio, il giocatore sarebbe stato lasciato libero di partire. Animi placati, serenità ritrovata e rentimento convincente: a metà ottobre si sblocca, da lì mette a segno 8 gol e contribuisce alla risalita del Leicester, che dalle zone basse della classifica risale fino alla 7°-8° posizione. Con il ritorno ad alti livelli inevitabilmente tornano le sirene di mercato e puntuale negli ultimi giorni di gennaio arriva l'offerta: il Manchester City propone oltre 70 milioni di euro per regalarlo subito a Guardiola, ma anche stavolta il Leicester alza il muro e chiede 100 milioni. Tradotto: niente cessione. Al di là del fattore economico, il discorso prende anche aspetti tecnico-tattici: difficile trovare un sostituto adeguato in così poco tempo e i prossimi mesi saranno cruciali tra campionato e FA Cup per mantenere vive le residue speranze di accedere alla prossima Europa League.

DIETROFRONT GUARDIOLA - Un'altra volta la partenza è solo sfiorata, Mahrez va su tutte le furie e sparisce: niente allenamenti, tre partite saltate tra Premier e coppa destinate ad aumentare. "Non sarà a disposizione per il match di sabato" spiega il tecnico Claude Puel, che prova a ricucire un rapporto ormai lacerato: "Spero che metta la testa a posto e torni a lavorare. E' la strada migliore per lui. E' un giocatore magnifico, ama i suoi compagni e il pallone. Spero possa tornare con la giusta motivazione. La cosa più importante per me è tenere Riyad, il club e i tifosi uniti". Un appello disperato. Anche sabato Mahrez darà forfait, proprio contro quel Manchester City che poteva essere la sua nuova casa e che ora sembra non volerlo più: gli ultimi spifferi dall'Inghilterra vogliono un Guardiola fortemente infastidito dalla condotta dell'algerino, considerato sì adatto dal punto di vista tecnico, ma non affidabile per un progetto come quello degli Sky Blues. E così, la guerra personale di Mahrez contro il Leicester rischia di diventare un boomerang non solo per il club (destinato a perdere Riyad a cifre nettamente più basse rispetto a quelle degli scorsi mesi), ma anche per lo stesso giocatore: lo sciopero muove sì il sindacato e l'opinione pubblica, ma spegne il mercato e allontana le big. Serve una tregua per il bene di tutti: Puel tende la mano, Mahrez e società raccoglieranno l'invito?
di Federico Albrizio
Fonte: calciomercato.com

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 16 feb 2019 
Atalanta-Milan 1-3, doppietta di Piatek
Il Milan vince a Bergamo, Roma a -4. I rossoneri salgono a 42 punti, appena una lunghezza sotto l'Inter terza in classifica, impegnata domenica alle 18 contro la Sampdoria
Spalletti: "Icardi come Totti? Lì c'era la Roma..."
Il tecnico nerazzurro ha teso la mano all'attaccante, ma sulla fascia data ad Handanovic ha spiegato: "Vorremmo far convorgere la sua forza per il bene della squadra. Il bene dell'Inter prima di tutto".
ZANIOLO: "Il mio obiettivo è rimanere per sempre alla Roma. Non mi sento il nuovo Totti..."
Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma, è stato pizzicato da Le Iene al termine...
DZEKO: "Battere il Barcellona è stato più difficile che vincere il titolo col City. Mi sarebbe..."
"Mi sarebbe piaciuto giocare con un Totti più giovane.
Le Iene, intervista doppia a Zaniolo e mamma: "Selfie e Grande Fratello? Basta, mà! Hai 42 anni"
Domenica 17 febbraio 2018, in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con "Le...
JUAN JESUS: "Zaniolo? Quando è arrivato, De Rossi ci ha detto..."
"Dimostrata forza mentale in Champions. Mi sento bene e pronto per aiutare la squadra"
La mamma di Zaniolo: "Le foto che posto non sminuiscono il mio essere madre"
Francesca Costa rompe il silenzio dopo le critiche che ha ricevuto negli ultimi giorni per le sue foto sui social: “A mio figlio non dà fastidio”
Roma-Bologna, Le Probabili Formazioni
24ªGiornata di Serie A
PRIMAVERA 1 TIM - Roma-Napoli 5-1, debutto di Fuzato
Nella 19ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
ROMA-BOLOGNA, domani la conferenza stampa di Di Francesco
Lunedì andrà in scena la sfida contro il Bologna alle ore 20:30 allo stadio Olimpico....
Un pallone in prestito
La scalata dell'americano James Pallotta alla Roma, il passaggio Dell Inter al gruppo...
Da Bologna a Bologna, torna l'incubo delle più "piccole"
«Dovevamo essere secondi, o al massimo terzi ma a pochi punti dal Napoli». James...
Roma, la strategia per tenere Manolas: togliere la clausola o alzarla a 50 milioni
Il difensore corteggiato da grandi club europei, pronti a versare 36 milioni. Monchi proverà fino all’ultimo a eliminare la clausola o portarla intorno ai cinquanta milioni
Torna Olsen, Klulvert chiede spazio
Qualcuno da far riposare c'è, ma è il momento di spingere sull'acceleratore. Lunedì...
Stadio, il padrone ora è solo Pallotta
Accordo fatto e stretta di mano: James Pallotta sarà il nuovo proprietario dei terreni...
Tor di Valle, c'è l'accordo tra Pallotta e Eurnova: ma la firma è condizionata
La firma ancora non c'è, la delegazione di Eurnova - la società di Parnasi guidata...
La Roma è contata, turn over azzerato
Improvvisamente la giostra delle rotazioni, finora più o meno obbligate, si blocca:...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>