facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 21 febbraio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Manolas: "Non sono abituato a non vincere e per questo ho esultato a Verona"

"Battendo il Benevento riprenderemo il nostro percorso"
Giovedì 08 febbraio 2018
Kostas Manolas ha rilasciato un'intervista per l'AS Roma Match Program.

Cosa ha provato in quel momento e cosa hanno significato quei tre punti per la squadra?
"Il motivo della mia esultanza è perché da tanto tempo non vincevamo una gara. C'era tanta pressione nello spogliatoio e tra la gente. E anche dentro di me... io non sono abituato a non vincere. Mi è venuta così, nulla di premeditato; meno male che abbiamo vinto perché nel secondo tempo per trenta minuti in dieci contro undici abbiamo sofferto".

Il periodo nero della squadra crede sia definitivamente passato?
"Non facevamo risultato, ma nelle ultime tre partite, due gare contro la Samp e anche contro l'Inter, non avevamo giocato male. Penso che la vittoria contro il Benevento ci farà riprendere il percorso di prima e la Roma potrà tornare nelle posizioni che merita".

Cosa non ha funzionato da metà dicembre alla sfida contro il Verona? È venuta a mancare un po' di fiducia?
"È normale quando non vinci la fiducia viene meno...".

Nel secondo tempo di Verona-Roma è arrivata l'espulsione di Pellegrini, che ha sicuramente complicato le cose. La Roma però non ha rischiato praticamente nulla, è stata un'ottima prova della difesa.
"La difesa lavora sempre per non subire gol, ma come dico sempre non dipende solo dal lavoro della difesa se non si prende gol, è frutto dell'impegno di tutti. Tutti abbiamo sofferto, abbiamo dato il massimo e alla fine è arrivato il risultato che meritavamo".

A Verona la squadra è scesa in campo con il 4-2-3-1 ma, indipendentemente dal modulo, la costante della Roma attuale è nei pochi gol subiti e nei molti gol sbagliati. In cosa dovete migliorare ancora?
"Dobbiamo sempre migliorare da tutti i punti di vista. Il nostro impegno è continuare a non prendere gol e anche cercare di realizzare più reti. Proprio come accadeva lo scorso anno e due anni fa. Si creano molte occasioni da gol, ma poi non le sfruttiamo, va migliorato! Sono certo che nelle prossime partite andrà meglio".

Quali sono i suoi obiettivi di questa stagione?
"Il mio intento è cercare di fare sempre il massimo; darò sempre il 150% in campo per aiutare la squadra a vincere".

Voi difensori centrali venite sollecitati molto nel palleggio, nell'iniziare la manovra da dietro; cosa vi chiede Di Francesco in particolare?
"Il mister ci chiede di giocare la palla perché siamo in grado di farlo. Siamo tutti giocatori di qualità, altrimenti non potremmo vestire questa maglia. Cerchiamo di creare spazi per far andare la palla più veloce, e poi è più facile in attacco".

Tempo fa ha dichiarato che chi non ha la mentalità vincente non può avere spazio nella Roma; pensa che questo periodo difficile con poche vittorie raccolte vi abbia fatto maturare ancora di più?
"L'aspetto della mentalità è quello in cui dobbiamo sempre crescere. Non devono bastare due sconfitte per perdere la fiducia, il valore della squadra c'è e merita di essere in alto".

Il prossimo avversario, il Benevento, è ultimo in classifica, con appena 7 punti, ma ha fatto acquisti importanti nella finestra di mercato di gennaio. Che gara si aspetta?
"Da quando ha cambiato allenatore con l'arrivo di De Zerbi, il Benevento è una squadra diversa. Cerca di giocare la palla sempre, pressa alto. Giocano a calcio, mi piace. La scorsa partita contro il Napoli ha perso, ma li hanno messi in difficoltà nel primo tempo. Non sarà una gara facile, non vanno sottovalutati perché ultimi in classifica, dobbiamo scendere in campo concentrati al massimo, perché vedrete che sarà una partita difficile".

Roma-Benevento sarà anche l'occasione per tornare alla vittoria davanti al vostro pubblico. Quanto è importante l'aiuto dei tifosi?
"Per noi è troppo importante il supporto dei tifosi. Il pubblico ci dà la spinta, ma quando vengono a mancare i risultati è giusto che si rammarichino; sono abituati a vedere la Roma in alto. Noi cercheremo di fare tre punti, giocare un bel calcio per dare loro una soddisfazione importante che meritano".

Purtroppo mancheranno sia Nainggolan sia Pellegrini.
"Sono due giocatori importanti per la squadra, ma ci sono altri che aspettano e devono sfruttare la loro occasione per aiutare la squadra a vincere".

Dopo Benevento ci saranno la trasferta di Udine, lo Shakthar, il Milan, il Napoli. È questo il momento più importante dell'anno?
"Non si può dire che sia il momento più importante. Ogni partita è determinante, ogni partita va giocata per vincere. Noi cerchiamo di fare il massimo e alla fine facciamo i conti. Io sono molto ottimista".

Di Francesco - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 20 feb 2018 
Roma, ecco chi è Michael Surzhyn: il baby giornalista che ha fatto una domanda a Di Francesco
Dieci anni, tifoso dello Shakhtar e da grande vuole fare il giornalista, ma forse...
KHARKIV: rifinitura in corso allo Stadio Metalist. Presenti Baldissoni, Totti e Monchi
La Roma è scesa sul terreno di gioco dello Stadio Metalist di Kharkiv per svolgere...
DI FRANCESCO: "Dobbiamo cercare di evitare cali di tensione durante la gara. Florenzi è rimasto..."
SHAKHTAR DONETSK-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Cengiz Under? Siamo contenti del suo momento, ma domani devono essere tutti pronti a scendere in campo e non voglio dare indicazioni in merito. Florenzi? E’ rimasto in albergo perché non sta bene"
DE ROSSI: "La mia condizione è buona, sabato è stato meglio di quanto pensassi e sperassi"
SHAKHTAR DONETSK-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI DANIELE DE ROSSI: "Loro hanno passato questi due mesi per preparare questa partita e forse è un vantaggio però è uno svantaggio non aver giocato partite ufficiali"
SHAKHTAR-ROMA: "sostituzione" in conferenza stampa. Parlerà De Rossi al posto di Florenzi
Sarà Daniele De Rossi ad accompagnare il tecnico Di Francesco nella conferenza stampa...
Roma nel gelo di Kharkiv tra neve e temperature polari
La squadra di Di Francesco stamattina si è svegliata sotto una fitta nevicata. Nella hall dell'albergo che ospita la squadra è spuntata una maxi bandiera giallorossa con lo stemma precedente
Roma, i moduli da Champions
«E' una sfida alla pari. Abbiamo, noi e loro, le stesse chance di passare al prossimo...
La Roma si scalda
Il simbolo dello zoo di Kharkiv è un orso bruno. Facile intuirne il motivo: non...
Roma al coperto e isolata, ma il bunker è di lusso
L'eremo della Roma ha i tetti spioventi, un interno elegante e luminoso e la tranquillità...
Da trasferta. La Roma ha conquistato tanti punti fuori quanti all'Olimpico
Ma sì, fa un freddo osceno, c'è lo stadio nemico, ci sono i brasiliani che sotto...
El Dorado. Perotti, la miniera d'oro: due gol da 43 milioni
Se la Champions League fosse una torta, o meglio una torta-gelato visto il meteo...
Roma, con Kolarov un pieno di esperienza
Si è riposato a Udine proprio per essere pronto domani sera. E poi anche col Milan....
Under diventa un dilemma
L'uomo della svolta, decisivo nelle ultime tre partite che senza di lui la Roma...
 Lun. 19 feb 2018 
Champions Roma, alla scoperta dello Shakhtar
Gli ucraini si preparano alla sfida con la squadra di Di Francesco: ecco cosa c'è da sapere
De Rossi: "Sogno vincere con la Roma. Azzurro? Se nuovo ct chiama..."
Capitano Roma: "Ho 34 anni ma per me Nazionale è come famiglia. Dopo no cravatta, magari faccio vice Spalletti o Di Francesco"
PAULO FONSECA "Firmerei per qualsiasi risultato, basta che sia in nostro favore"
”Sarà una gara difficile, ma sappiamo come metterli in difficoltà. Alla Roma toglierei quasi tutti i giocatori”
Shakhtar Donetsk-Roma I Convocati
I 21 convocati di Eusebio Di Francesco per Shakhtar-Roma
Roma, lo schema vincente è il turnover
Per la prima volta, con la vittoria di sabato a Udine, la Roma ha raggiunto il terzo...
Roma, De Rossi chiude la porta per stoppare l'urto Shakhtar
«Equilibrio». Secondo il dizionario Treccani, nel linguaggio figurato ha anche questa...
La Roma sfida lo Shakhtar. Esperti d'Europa: tocca a voi
La forza di 70 presenze complessive in Champions da mettere in campo. La serenità...
Undermania
Pazzi per Ünder. In Turchia il giovane attaccante giallorosso è diventato...
Non solo Ünder, anche Alisson ormai è un eroe
Come si dice "Terzi" in turco? Prendevano così in giro ieri a Trigoria, "Gengo"...
La mano di DiFra
Eusebio Di Francesco non è sorpreso. Non ha perso la serenità nemmeno...
Under, l'importanza di non essere (ancora) Salah
Come spesso accade, ora c'è la rincorsa al classico «ve l'avevo detto». Leggendo...
Alisson, il portiere che para il futuro
Ogni parata, un tuffo al cuore. Ogni dribbling vincente a due passi dalla linea...
FenomenAlisson
Fenomenologia di un fenomeno. L'hanno individuato attraverso la struttura di scouting...
Mai vista la Roma più in alto
Lo scatto della Roma c'è e si vede in classifica. Perché, dopo il successo in Friuli,...
Kolarov, Strootman e Perotti: Di Francesco cala il tris Champions
Si sarà riposato Kolarov, forse. Ma nemmeno troppo: una partita non giocata può...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>