facebook twitter Feed RSS
Sabato - 23 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Defrel, ancora niente gol con la Roma? Come Voeller, Vucinic e...

Il francese non è l'unico nella storia della Roma a dover dire "scusate il ritardo" e che al primo anno ha trovato difficoltà
Giovedì 08 febbraio 2018
DEFREL
"Segnerò il mio primo gol con la Roma molto presto". La promessa fatta poco meno di due settimane fa di Defrel ancora deve essere mantenuta, ma l'impegno di domenica sera col Benevento rappresenta una ghiotta occasione per rompere lo sciopero da gol che dura da inizio stagione. Sei mesi di digiuno sono un'infinità per un attaccante, ma Defrel non è l'unico nella storia della Roma a dover dire "scusate il ritardo" e che al primo anno ha trovato difficoltà.

MIRKO VUCINIC
E' il 28 gennaio 2007, quindi sei mesi dopo il suo arrivo a Roma dal Lecce che costò alla presidenza Sensi quasi 15 milioni. I primi mesi del montenegrino nella capitale tuttavia non furono affatto facili e per vedere il primo gol di Mirko bisognerà attendere appunto fine gennaio nell'1-0 contro il Siena all'Olimpico. Tra campionato e coppe Vucinic ne segnerà poi altri 63 permettendo alla Roma di vincere 2 coppe Italia, 2 supercoppe e sfiorando tre volte lo scudetto. Senza dimenticare i gol a Real Madrid e Chelsea in Champions. Insomma, il miglior esempio possibile per il quale vale la pena aspettare un ritardo.

RUGGERO RIZZITELLI
Arrivò a Roma dal Cesena per una valutazione altissima all'epoca di 7,5 miliardi. Viola vinse l'asta con la Juve per uno dei più promettenti attaccanti italiani, ma Rizzi-gol nel primo anno romanista fece flop. Appena 2 i gol segnati in 20 partite di campionato: contro Lecce e Pisa rispettivamente il 23 ottobre e il 6 novembre del 1988. Rizzitelli non fu un grande bomber nemmeno negli anni a venire, ma divenne un beniamino della Sud per le doti di sacrificio e grinta che permisero alla Roma anni '90 di arrivare in finale di Coppa Uefa (suo il gol al ritorno con l'Inter) e vincere una coppa Italia.

ANTONIO CASSANO
Defrel può ancora consolarsi. Anche Fantantonio, uno degli investimenti più cari della storia della Roma, ci mise un bel po' a sbloccarsi. Il primo gol di Cassano in maglia giallorossa arrivò, infatti, il 13 gennaio 2002 in Roma-Verona 3-2. Quindi sei mesi dopo il suo sbarco a Trigoria. In quella stagione segnò altri 4 gol prima di esplodere l'anno successivo in coppia con Totti.

RUDY VOELLER
Tre gol in 23 partite per il Tedesco Volante nel primo anno di Roma. In molti si chiesero se Voeller fosse un bidone oppure no. Una domanda che oggi sa di blasfemia. Il primo anno in chiaroscuro verrà riscattato nelle 4 stagioni successive in cui Rudy divenne l'idolo assoluto della tifoseria e un pezzo da 90 sul mercato tanto da finire al fortissimo Marsiglia di Tapie. E' uno dei pochi nella storia poi ad aver vinto il Mondiale sia da allenatore che da giocatore.

ERIK LAMELA
E' vero, il suo primo gol arrivò il 23 ottobre, e quindi un mese e mezzo dopo l'inizio del campionato. Va detto però che per aspettare il 2° gol bisogna scorrere il calendario fino al 1° aprile 2012 in un Roma-Novara finito 5-2. Un digiuno infinito, prima della scorpacciata di gol l'anno successivo con Zeman quando entrò nel tabellino dei marcatori ben 15 volte.

ROBERTO VIERI
E' il papà di Bobo, e nel 1970 passa alla Roma insieme a Luis Del Sol e Gianfranco Zigoni in un clamoroso scambio che portò Fabio Capello, Luciano Spinosi e Fausto Landini alla Juventus. E' vero che segnò in un derby di coppa Italia il 6 settembre, ma il primo gol in campionato ci mise parecchio ad arrivare. Era l'11 aprile 1971 in un Roma-Catania poi finito 5-0. Non ne segnò molti altri papà Vieri. Il figlio fece decisamente meglio, purtroppo sull'altra sponda del Tevere.

FALCAO
Qui entriamo nel mito, e non ce ne voglia Defrel ma forse stiamo esagerando. Ok, non è un attaccante ma il suo arrivo a Roma (al posto di Zico) fu celebrato come uno dei momenti più importanti della storia del club. Eppure il Divino, il giocatore più forte dopo Totti in 90 anni di Roma, al primo anno ci mise un po' a convincere tutti e a segnare il primo gol in giallorosso. La prima gioia in campionato arrivò infatti solo il 22 febbraio 1981 contro il Bologna. Ne seguirono molte altre. E segui uno scudetto.

ADRIANO, MIDO AND CO.
Non solo buone notizie per Defrel. Nella Roma, infatti, c'è anche chi ha atteso tanto per poi rimanere a bocca asciutta. Si tratta dell'egiziano Mido, acquistato al posto di Ibrahimovic e con le valigie pronte pochi mesi dopo. Per lui zero gol e tante polemiche. Come lui, chiusero a zero gol la breve avventura in giallorosso, pure Marazzina, Renato Portaluppi, Martin Dhalin e Paolo Poggi.
E soprattuto Adriano. Qui lo sciopero non fu solo dal gol, ma dal calcio giocato. L'Imperatore sbarcato a Roma in un bagno di folla non riuscirà mai a gonfiare la rete nei 7 mesi in cui vestì la maglia giallorossa prima del ritorno in Brasile. Una scommessa persa in partenza per un attaccante straordinario che però perse la testa.
di Francesco Balzani
Fonte: Gazzetta dello Sport

Capello - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 22 feb 2019 
DI FRANCESCO: "Allenatore lo sono più diventato che nato. Non ho mai voluto farlo"
Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, ha raccontato la sua storia da tecnico....
 Mer. 13 feb 2019 
Di Francesco: "Noi grandi, al ritorno attacchiamo"
La sua Champions. Come vivere due realtà parallele, Di Francesco si sta prendendo...
 Mar. 12 feb 2019 
Roma-Porto, dove vederla in diretta TV e in Streaming
Oggi ritorna in campo la Champions League con gli ottavi di finale. Stasera tocca...
 Lun. 11 feb 2019 
Zaniolo, c'è l'Europa: ma ora è cosa seria
Glielo avranno detto, ovvio: Zaniolo saprà con certezza che anche Daniele De Rossi...
 Gio. 07 feb 2019 
Roma, consegnato a De Rossi il premio Bulgarelli
Daniele De Rossi ha ricevuto a Verona, dove la Roma si trova in ritiro per l'impegno...
 Lun. 21 gen 2019 
Andrea Silipo un altro millennial che fa sognare
Andrea Silipo fa parte della nidiata millennials, sfornata di 2001, orgoglio di...
 Lun. 14 gen 2019 
Capello: "Via dalla Roma perché non mi divertivo più. Tornavo dagli allenamenti e non ero contento"
Fabio Capello, ex allenatore della Roma, ha rilasciato un'intervista pubblicata...
 Ven. 04 gen 2019 
Capello: "Con i giovani bisogna osare"
«Ho finito, io. Nè allenatore nè dt. Nemmeno manager. Il mio calcio è solo da opinionista....
 Ven. 21 dic 2018 
CAPELLO: "Dalla Juve alla Roma ho provato a portare la mentalità vincente"
"Cosa ho provato a portare dalla Juventus alla Roma? Decisamente la mentalità vincente...
Juve-Roma, sfida eterna tra promesse infrante e bocche... sciacquate
Juventus-Roma è una sfida che si è giocata spesso, oltre che con il pallone, anche con le parole. Tra frecciatine e polemiche vere e proprie, quella tra bianconeri e giallorossi non è mai una sfida come tutte le altre...
Capello, Lippi e le ombre di DiFra
Il panettone, a patto che gli piaccia, la sera di Natale lo mangerà da allenatore...
 Gio. 20 dic 2018 
Juve-Roma, la strana attesa: in passato veleni e tensione
I problemi giallorossi e lo stato di forma dei bianconeri hanno allentato l’avvicinamento alla partita dello Stadium. Una sfida che ha sempre regalato polemiche e ironia
 Mar. 18 dic 2018 
Rosella Sensi: "Non auguro a nessuno di girare con la scorta. Spalletti, perdono ma non dimentico"
"A Totti farei fare il d.t. Capello non voleva essere simpatico, voleva solo vincere. Samuel la cessione più dolorosa, non avrei voluto firmare”
 Sab. 15 dic 2018 
Monchi rilancia: subito 3 rinforzi
Monchi vola lunedì negli States. Non da turista, però, in stile cinepanettone. Niente...
 Ven. 14 dic 2018 
Un film già visto
L'ennesima replica di un film già visto e rivisto. La Roma si ritrova allo stesso...
DiFra in salita: la Roma sceglie il "perdono", i tifosi invece no
[..] Domenica all'Olimpico è attesa una contestazione come non se ne vedono da anni,...
 Gio. 13 dic 2018 
Roma in crisi tra rassegnazione e solitudine
Alla partita di domenica col Genoa di Cesare Prandelli, si affida il compito di decidere quello che i tanti dirigenti, dal boss James Pallotta in giù non hanno avuto finora il coraggio di decidere
 Gio. 06 dic 2018 
Capello: "Soltanto Suning può pensare di opporsi alla Juve"
"Nazionale? Abbiamo giovani di valore assoluto, ad esempio Zaniolo"
 Mer. 05 dic 2018 
Aquilani: "Spalletti era pazzo ma il calcio di quegli anni l'ho visto poche volte. Totti mio idolo"
Questa sera alle 22:30 Alberto Aquilani, ex centrocampista della Roma, sarà protagonista...
 Ven. 23 nov 2018 
Ora Delvecchio incanta in radio: "Rimpianti? Quella finale del 2000"
Dal calcio giocato a quello…parlato. La seconda vita di Marco Delvecchio è con le cuffie e il microfono. Lavora in una radio sportiva romana e ha solo un rimpianto: la finale persa con la Francia nel 2000. L’Italia poteva essere Campione d’Europa con un suo gol. Ma si è rifatto l’anno dopo.
 Mer. 14 nov 2018 
Negrisolo lo applaude: "Marco il migliore al mondo"
«Macché il miglior preparatore di portieri d'Italia! Savorani è il migliore del...
 Lun. 12 nov 2018 
COVERCIANO - Allegri vince la Panchina d'Oro. Di Francesco: "La VAR? Va utilizzata nel modo giusto"
Quarto riconoscimento in carriera come miglior allenatore della Serie A per l'attuale tecnico della Juventus: primato assoluto, staccati Capello e Conte a quota tre
Bouah, da ala a terzino eroe in Europa
Quando lui nasceva, la Roma di Capello era ancora nel pieno degli strascichi della...
 Ven. 09 nov 2018 
Paradosso Di Francesco: tra il record in Champions e le voci sul no di Zidane
Criticato e sull'orlo del licenziamento in Italia, protagonista da record in Europa....
 Gio. 08 nov 2018 
DI FRANCESCO, mai nessuno come te in Champions
Con il successo contro il Cska Mosca, la Roma sotto la gestione Di Francesco sale...
 Mer. 07 nov 2018 
Da pasticcione a eroe nazionale. La metamorfosi di Akinfeev
(...) Passato il Mondiale, Mosca è tornata onesta e malinconica, frenetica secondo...
 Lun. 05 nov 2018 
Piove sul bagnato
Non è che alla Roma non sia mai accaduto di ritrovarsi con 16 punti dopo 11 giornate...
 Sab. 03 nov 2018 
Alla ricerca del rendimento perduto lontano da casa
A Firenze, per ritrovare la Roma formato-trasferta targata Di Francesco. Quella...
 Mer. 31 ott 2018 
Prandelli: "De Rossi è una sicurezza, anche a 35 anni, sarà un ottimo allenatore. Totti persona..."
"Totti persona straordinaria e calciatore impressionante"
 Sab. 27 ott 2018 
Allan: "Dalla favela alla favola scudetto con il Napoli: ora voglio battere la Roma"
CASTEL VOLTURNO Allan, chi vince domani? «Ahi, qui a Napoli siamo scaramantici,...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>