facebook twitter Feed RSS
Domenica - 17 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Spalletti ad alcuni tifosi: "Totti non correva più, gli altri si deprimevano"

Martedì 06 febbraio 2018
Chiacchierando a notte fonda con sei tifosi della Roma, davanti a un ristorante di Milano, Luciano Spalletti riavvolge il passato romanista e racconta il presente nerazzurro: dalle panchine di Totti («non correva più») al delicato momento dell'Inter («un ambiente a un passo dalla follia»). È il 21 gennaio, e l'Inter ha appena pareggiato con la Roma a San Siro (1-1): primo tempo di tormento, ripresa di mezzo portento. Con l'espressione abbacchiata, l'allenatore entra, da solo, da «Grani & Braci», locale aperto fino a tardi. A un tavolo sono seduti sei tifosi giallorossi in trasferta, e legati da un'inequivocabile chat di WhatsApp: "Buciano non ti temiamo". Sarebbe il momento di dire al loro ex tecnico, che lo scorso anno tanto hanno fischiato, quel che pensano. Ma nessuno se la sente, pure perché Spalletti, a tavola senza compagnia, pare davvero giù. Niente, nessuno trova il coraggio. La cena finiscee i sei vanno alla cassa, con le sciarpe della Roma penzolanti. Quelle che fanno alzare l'allenatore dell'Inter: «Ragazzi — attacca — ben trovati. Fate buon viaggio di ritorno a Roma». Il tempo di una sigaretta, poco fuori il ristorante e Spalletti li raggiunge. Parlerà per quasi un'ora, in una chiacchierata che diventerà confessione: manca solo Gigi Marzullo. La prima domanda non è quotata: l'ultima tormentata stagione del Pupone. «Totti non correva più, e gli altri giocatori si deprimevano se lo facevo giocare». E poi, il mercato in uscita della Roma. Tutto previsto, confida Spalletti: «Pallotta mi aveva fatto chiaramente capire che avrebbe venduto i pezzi migliori». Non va troppo meglio all'Inter, si deduce dalle espressioni, e dalle parole: «Com'è la situazione qui? In società non vogliono spendere e l'ambiente è a un passo dalla follia, tipo Roma: sempre sul filo dell'equilibrio». Pausa: «A volte, è un ambiente depresso». Davanti, però, ci sono pur sempre tifosi della Roma, che qualcosa avrebbero voluto vincere. E allora, altre domande. E il tecnico si sfoga, dopo stagioni davanti al plotone d'esecuzione delle radioline romane: «Mi avete rotto le scatole, e io ho portato la Roma al 2° posto, prima del Napoli. E mo' col cavolo che lo prendete, il Napoli».

Ragazzi giallorossi quasi ammutoliti, poi però si ricordano «della Coppa vinta dalla Lazio», e dei sogni di vittoria. «Sì mister, ma noi ogni tanto vorremmo vincere, una cosetta, una coppetta. In Coppa Italia e in Europa League un'occasione l'avremmo avuta». Il tecnico non si sottrae, mica siamo in conferenza stampa, davanti a microfoni e tv: «Certo che c'era l'occasione, andate a dirlo ai giocatori». Il problema resta vincere qualcosa, a Roma come a Milano, solo che Spalletti un'idea chiara ce l'ha: «Volete vincere? Non avete capito nulla, e non l'hanno capito neanche qui a Milano: con questa Juve, che c'ha due squadre, e non si vince una fava!». Si parla della partita appena finita: ma come ci ha visto stasera?, chiedono. Di Francesco ha sbagliato i cambi? «Vogliamo parlare di errori? E i nostri?». Si avvicinano anche tre tifosi dell'Inter, e uno comincia ad armeggiare con il cellulare. Spalletti scatta subito: «Che stai facendo? Niente registrazioni, niente filmati, sto parlando con degli amici». Ma ormai siamo alla fine. Giusto un saluto, andando via in macchina: «Mi raccomando ragazzi, stasera non fate danni». Da quel momento, la chat dei sei tifosi ha un nuovo nome: «Gli amici di Luciano».
di M. Nerozzi
Fonte: Corriere della Sera

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 12 feb 2019 
Rui Barros: "Attenzione alla Roma: ha esperienza e ambizione"
Rui Barros, ex calciatore portoghese e allenatore della squadra B del Porto, ha...
Champions League: la Roma ha già guadagnato 54 milioni
La Champions League più ricca di sempre sarà un affare comunque vada. Anche perdendo...
Porto, il cassiere della Champions: vende, guadagna e resta tra le big
Nella stagione in corso l'urna europea sembra divertirsi a ricreare aria di derby...
Stadio, l'ultimo giallo la giunta al Politecnico: "Distruggete tutti gli atti"
La domanda che sorge spontanea è: perché? Perché la giunta 5 stelle che della trasparenza...
Conceiçao punge Totti
Un «laziale» in panchina e un difensore con tre Champions League in bacheca per...
Il Porto dei sogni
Ricomincia lo spettacolo e stavolta è la Roma ad alzare il sipario. Gli ottavi di...
Quattromila tifosi del Porto, forte allerta in città
Cinquantamila spettatori, di cui 4mila portoghesi, una cornice di pubblico importante,...
Baby calciatori clandestini: lo Spezia sotto inchiesta
Portati in Italia ancora minorenni per tornei e provini, parcheggiati in società...
La Var debutta in Champions: grafici in tv e sui maxi schermi
Stasera la Var debutta in Champions. Roberto Rosetti, responsabile del settore arbitri...
Iker Casillas, la decima da nemico 6363 giorni dopo quel gol di Totti
Dice: ma hai visto chi è il portiere del Porto? Al tuo minimo accenno di esitazione,...
Roma, sognando le notti magiche
Il sogno, dopo l'avventura fantastica nell'edizione passata, è come se non finisse...
Roma-Porto, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
CHAMPIONS LEAGUE, ANDATA OTTAVI DI FINALE
 Lun. 11 feb 2019 
KARSDORP, problema muscolare: a rischio il match contro il Porto
Brutte notizie per la Roma. Di Francesco perde probabilmente uno degli uomini più...
MARCANO: "Sarà particolare giocare da ex. Importante non incassare gol, soprattutto in casa"
"Stiamo acquisendo gara dopo gara maggiore consapevolezza nei nostri mezzi"
SCHICK, lesione muscolare: stop di almeno due settimane
È arrivato l'esito degli esami a cui si è sottoposto Patrik Schick. L'attaccante...
CONCEICAO: "Il Porto affronterà come deve la gara di domani perché vogliamo raggiungere..."
"Vogliamo raggiungere il nostro obiettivo. Noi siamo contenti di affrontare la Roma e la Roma è contenta di affrontare noi"
DE ROSSI: "Spero che domani la frattura possa ricomporsi, preferisco quelli come Kolarov che altri"
ROMA-PORTO, LA CONFERENZA STAMPA DI DANIELE DE ROSSI: "I compagni mi hanno fatto sentire importante come mai prima in carriera. Continuo a giocare finché starò bene"
DI FRANCESCO: "Possiamo riportare entusiasmo, dobbiamo essere ambiziosi"
ROMA-PORTO, LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Olsen in dubbio fino a domattina"
Roma-Porto, i convocati di Conceiçao
Out Marega e Corona squalificato
PELLEGRINI: "La Roma può diventare una delle squadre più importanti in Europa"
"Col Porto sarà una battaglia da fare insieme ai nostri tifosi”
Preziosi e la Juve: virus delle cessioni
E l'enigma degli enigmi. E persino La Settimana Enigmistica avrebbe difficoltà a...
Tesoriere PD e l'aiutino al costruttore nei guai col fisco. Tra i pasticci di Parnasi spunta Totti
Nell'80 d.C. l'imperatore Tito inaugurò a Roma l'Anfiteatro Flavio, realizzato dopo...
Julio Sergio, Doni, Mirante: il ballo dei "debuttanti"
Non sarà un esordio assoluto nella competizione: era stato in campo anche a Plzen,...
Clinica Champions: i valori distorti dai tanti infortuni
Quando la Champions muta geneticamente (debutterà anche il Var) è sempre un'altra...
L'highlander De Rossi guida la Roma in Porto
È tornato appena in tempo. Con una voglia matta di godersi fino in fondo tutte le...
Arriva il Porto: è il derby di Conceiçao. Le sfide con la Lazio e la replica a Totti
La sfida l'aveva già accesa subito dopo i sorteggi degli ottavi, il 17 dicembre...
Conceiçao senza Marega, Herrera pericolo n°1
Senza Marega (5 gol nella prima fase) e lo squalificato Jesus Corona, il Porto di...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>