facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 18 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

La Roma che perde i pezzi ora si aggrappa a Gerson

Martedì 06 febbraio 2018
Un anno fa aveva appena iniziato il periodo di espiazione dopo il rifiuto al Lille che aveva rovinato i piani della Roma, adesso Di Francesco, con il centrocampo decimato tra infortuni e squalifiche, si aggrappa a lui. Storia strana, quella di Gerson, 21 anni ancora da compiere (a maggio), un amore sconfinato per la musica e una responsabilità - quella di essere costato 20 milioni - che lo ha fatto spesso giocare col famoso frigorifero sulle spalle che tanto faceva male ad Iturbe. Se però l'argentino per ritrovarsi è andato dall'altra parte del mondo, Gerson si è messo sotto a Roma e grazie al lavoro costante di Di Francesco e del suo vice Tomei (uno che quando si tratta di urla non si tira certo indietro) non solo si è messo in mostra, ma si è anche ritagliato uno spazio importante. E chissà che insieme all'altro ‘97, Ünder, non possa dare alla Roma quella freschezza che adesso sembra una chimera.

DUE PER UNO - Domenica, con Gonalons assente, Pellegrini e Nainggolan squalificati e De Rossi che farà di tutto per esserci ma non è sicuro, il brasiliano e Strootman al momento sono gli unici due centrocampisti disponili. Gerson dovrebbe agire da mediano con l'olandese nel 4-2-3-1, mentre se il capitano dovesse recuperare potrebbe agire trequartista alle spalle di Dzeko. Condizionale d'obbligo, però: Defrel sta meglio, si sta allenando con continuità e dietro la punta potrebbe agire anche lui, in un assetto super offensivo.

DOPPIO RUOLO - Gerson, in ogni caso, è pronto a fare il doppio ruolo, ma è pronto anche a giocare esterno, se servisse. Un atteggiamento figlio di una maturità nuova: la figlia e la compagna lo stanno aiutando, il «clan» brasiliano della Roma anche, ma è stato soprattutto Di Francesco ad essere decisivo nel suo processo di crescita. Diciotto presenze stagionali, nelle precedenti esperienze romaniste si era limitato a qualche allenamento, qualche partita con la Primavera e una decina di presenze in prima squadra senza mai lasciare il segno. Quest'anno invece ha segnato a Firenze, ha giocato bene con il Chelsea, ha fatto i suoi errori e pure le sue panchine (quattro di fila tra Chievo ed Inter), ma ha tirato fuori carattere e determinazione.

RIFIUTI - Qualche settimana fa c'era stata la possibilità di andare a giocare in prestito in Serie A, ma Monchi ha detto subito di no. La Roma aveva bisogno di lui, lui aveva bisogno di completare un anno completo a Trigoria. Poi, a giugno, quel che sarà, sarà. Intanto, ha ancora quasi mezzo campionato per meritarsi la conferma. E fare bene domenica, all'Olimpico, dove la Roma non vince da quasi due mesi, servirebbe per la classifica e per il morale. È un'occasione che non può perdere. Per lanciare via, una volta per tutte, il famoso frigorifero.
di C. Zucchelli
Fonte: Gazzetta dello Sport

Serie A - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 17 feb 2019 
Roma, quel gol di Mihajlovic che appartiene alla storia
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna che domani sera sarà di scena all'Olimpico...
SERIE A 2018/2019, 24ª Giornata
Calendario e Risultati
Olsen si riprende la Roma
I primi mesi sarebbero dovuti essere i più difficili, un po' perchè il passaggio...
Destro, il predestinato che è rimasto incompiuto
Breve storia di un predestinato che non ha mantenuto le promesse. Trenta luglio...
 Sab. 16 feb 2019 
DZEKO: "Battere il Barcellona è stato più difficile che vincere il titolo col City. Mi sarebbe..."
"Mi sarebbe piaciuto giocare con un Totti più giovane.
Un pallone in prestito
La scalata dell'americano James Pallotta alla Roma, il passaggio Dell Inter al gruppo...
 Ven. 15 feb 2019 
Cristante: "Con le squadre meno blasonate abbiamo fatto fatica soprattutto per nostre mancanze"
Bryan Cristante è il protagonista dell'AS Roma Match Program di questa settimana,...
 Gio. 14 feb 2019 
Roma, Di Francesco riabbraccia Perotti. Zaniolo nel "Team of the week" Uefa
La Roma è tornata ad allenarsi a Trigoria questa mattina dopo il 2 a 1 rifilato...
MANOLAS: "Siamo tutti leader in squadra. Vogliamo passare contro il Porto. Stimo Sergio Ramos"
Queste le parole di Kostas Manolas, difensore della Roma, in un'intervista pubblicata...
Designazioni arbitrali 24ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni Quinta Giornata di ritorno
Tutto l'oro di Zaniolo, la Roma gli affiderà il brand
A fine partita ha raggiunto i familiari, che lo guardavano estasiati. «Nicolò, ti...
Non solo Nicolò. Tutta la mediana è ricca d'azzurro
Bryan Cristante, nell'Atalanta, faceva il trequartista; Lorenzo Pellegrini ha imparato...
 Mer. 13 feb 2019 
PALLOTTA: "Lo stadio è di proprietà di una holding dell'AS Roma, non è il mio giocattolo"
"Lo stadio è di proprietà di una holding dell’ AS Roma, cosa che molte persone non realizzano perché pensano che sia il mio giocattolo. La Roma ha bisogno di avere questo stadio per competere stabilmente tra i top club. Deve averlo"
Zaniolo, il ragazzo del ‘99
Immaginoso ed emozionante come solo il calcio sa essere. Sembra un film, o forse...
Il ragazzo d'oro
Sul pizzino, adesso, bisogna metterci un'altra cifra. Quaranta milioni, forse, vanno...
Roma-Porto 2-1, Le Pagelle dei Quotidiani
CHAMPIONS LEAGUE, ANDATA OTTAVI DI FINALE
 Mar. 12 feb 2019 
Rui Barros: "Attenzione alla Roma: ha esperienza e ambizione"
Rui Barros, ex calciatore portoghese e allenatore della squadra B del Porto, ha...
Roma, sognando le notti magiche
Il sogno, dopo l'avventura fantastica nell'edizione passata, è come se non finisse...
 Lun. 11 feb 2019 
Zaniolo, c'è l'Europa: ma ora è cosa seria
Glielo avranno detto, ovvio: Zaniolo saprà con certezza che anche Daniele De Rossi...
 Dom. 10 feb 2019 
KLUIVERT: "Pressione per il cognome? Voglio renderlo più grande"
"Adoro giocare a calcio e lo faccio liberamente, questo è uno dei miei punti di forza. De Rossi mi ha aiutato molto"
 Sab. 09 feb 2019 
CENGIZ UNDER: "Un orgoglio stare alla Roma, possiamo tornare in semifinale. Totti mi chiama bomber"
Il turco si racconta: “Vogliamo i quarti di Champions, spero di poterla vincere un giorno. Quando ho visto Totti per la prima volta era molto nervoso”
SERIE A FEMMINILE - Roma-Florentia 3-1
La Roma supera 3-1 la Florentia e sale a 29 punti, blindando il 4° posto. Le toscane...
Kolarov: "A Roma dopo una telefonata con Dzeko. Per strada e in campo non sorrido mai"
Le parole del serbo: “Kluivert cresce ogni giorno, il ruolo migliore di Florenzi è di ala destra. Il tiro più potente tra me e Cristiano Ronaldo? Devo dire lui per forza…”
Kolarov, gol e inchino. Dzeko come Delvecchio nella storia giallorossa
Un inchino, verso il settore ospiti, un modo per provare a chiudere le polemiche,...
Roma, tre reti da Champions
La Roma fa finalmente la grande contro una piccola, ricordandosi di 13 punti buttati...
Chievo-Roma 0-3, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: CHIEVO-ROMA 0-3 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
 Ven. 08 feb 2019 
Roma, con Dzeko è tutto più facile. Ma va ricucito il rapporto con i tifosi
Il meglio e il peggio dei giallorossi nel successo per 3-0 sul campo del Chievo Verona. Il bosniaco e la condizione generale le note positive, certi movimenti della retroguardia e il rapporto con i tifosi sono da aggiustare
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>