facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 24 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Baldissoni: "La Roma non ha bisogno di soldi perché dietro abbiamo una proprietà solida"

"Le voci su Dzeko non hanno influito sui risultati. A breve potremmo annunciare lo sponsor di maglia"
Mercoledì 31 gennaio 2018
Il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, è intervenuto ai microfoni di Radio 24. Queste le dichiarazioni del dirigente giallorosso:

Cosa farà la Roma nelle prossime otto ore?
"Non credo molto, è arrivato un ragazzo che sta completando le visite mediche e sostituirà Emerson. Completeremo questa operazione e il ds fino all'ultima ora sarà in allerta perché potrebbero capitare alcune situazioni ma che non sconvolgeranno niente."

La Roma ha confermato Radja e Dzeko. La cessione di Emerson è redditizia...
"Credo che sia opportuno fare chiarezza, questa è una città dove il turbamento avviene spesso. Non è facile fare una cessione, le squadre non sono libere di agire secondo le proprie strategie ma devono seguire le regole del fair play. Questo implica alcune restrizioni nell'operatività, bisogna raggiungere il pareggio di bilancio, i costi devono essere uguali ai ricavi. La Roma non ha bisogno di soldi perché dietro abbiamo una proprietà solida. La società ultimamente ha reso disponibili 98 milioni."

Se Pallotta domani volesse fare un ulteriore regalo risolverebbe i problemi del fair play?
"No. I contributi della proprietà non vengono considerati come attivo. L'istituzione del fair play nasce proprio perché dopo l'acquisizione di PSG e City la UEFA ha voluto bloccare la possibilità infinita di spesa."

Perché vendere a gennaio?
"Intanto la Roma ha venduto solo ieri, c'era un'opportunità. Avendo acquisito una società con una perdita degli ultimi anni eravamo soggetti ad una sanzione. O abbattevamo i costi e crescere dal punto della competitività oppure mantenere i costi alti e recuperare la differenza con le cessioni. Facendo questo la Roma è riuscita a mantenere la competitività anno dopo anno con l'ingresso in Champions. Se arriva un'offerta imprevista, come è successo con Dzeko, e può essere interessante l'offerta viene considerata."

La vicenda Dzeko perché non si è concretizzata?
"La Roma ha mantenuto le proprie richieste perché poteva diventare interessante, siamo comunque contenti che sia rimasto perché è un campione."

C'è l'impressione di non poter fare progetti a lungo termine con queste cessioni. "Si prova a vincere o si fa trading?
Quando si acquista una società che parte da meno 58 milioni di perdita o si abbattono i costi di gestione facendo crescere contemporaneamente i ricavi o si fa quello che abbiamo fatto noi cercando di investire. Il fatto che sia un progetto sportivo è testimoniato dal fatto che la Roma è la seconda rosa come valore di Serie A. Le cessioni sono funzionali alla competitività della squadra. Abbiamo fatto più volte il record di punti della nostra storia. Tutto questo purtroppo passa anche dalle cessioni che sono necessarie perché imposte dalla Uefa."

Il malumore nasce dal fatto che ultimamente la squadra non sta andando bene e gli investimenti come Schick non stanno andando benissimo...
"I soldi non sono soltanto spese di acquisto, ma anche con i rinnovi dei calciatori come Strootman e Florenzi. Mantenere un assetto importante di giocatori è testimonianza di voler mantenere la competitività. Qualcosa non ha funzionato, bisogna fare meglio, ma questa squadra ha dimostrato di poter competere fino a dicembre, ma a metà dello stesso mese le prestazioni sono diventate non all'altezza delle aspettative e dei tifosi, dei quali giustifico gli sfoghi e la frustrazione."

Che sanzione vi aspettate per aver sforato uno dei vincoli l'anno scorso?
"Noi in questo momento parliamo di una squadra che ha ceduto Emerson e che ha giocato zero minuti in campionato. Noi abbiamo una tematica in corso con l'Uefa e siamo fiduciosi. Nel corso di questo periodo c'è stata la volontà di non voler aggirare il fair play, quindi dimostrando di voler operare con questi prinicipi anche se abbiamo sforato un punto dovrà considerare l'impegno e la buona volontà di questi anni."

Lo stadio quanto potrà incidere sulla competitività? Lo sponsor?
"Attenzione, anche questo è un elemento importante. Sapete che le catene di ricavo sono ben definite nel calcio. Una è quella dei diritti tv. Lo sponsor principale è solo una delle voci. Parliamo di contratti pluriennali: accettare un'offerta in linea con l'ultima che la Roma aveva, che era meno della metà dei nostri competitori anche in Italia, avrebbe significato continuare a bloccare la crescita del valore del brand Roma. La nostra scelta è stata anche rinunciare a offerte basse per portare il brand all'altezza dei nostri competitor."

Meglio non avere uno sponsor che paghi poco e lasciare aperta la porta ad un altro.
"Assolutamente sì. Parliamo di rapporti pluriennali. Siamo fiduciosi di essere vicino."

Lo stadio.
"Lo stadio è il vero volano, il game-changer. Abbiamo fatto spesso riferimento a paragoni con altre realtà. Il più facile e evidente è il caso della Juventus, che ha +175% sui ricavi. Solo attraverso un intervento del genere, che passare per un investimento enorme per consentire di sviluppare ricavi superiori e arrivare alla sostenibilità dei costi di squadra che ci consentano di mantenere. Questo è l'obiettivo. Rido quando sento che Pallotta vuole fare lo stadio per guadagnarci, questo è ridicolo. Un investimento così serve a garantire alla Roma un volano che altrimenti non sarebbe in grado di portarci a un livello di competitività."

Quello che è girato intorno alla Roma ha influito sul gennaio nero della squadra?
"Questo è molto grave, questo vorrebbe dire dare alibi a dei professionisti che sono di spesso internazionale. Se dobbiamo pensare che hanno performance negative per le voci di mercato, sarebbe un insulto alla loro professionalità. La Roma ha fatto prestazioni negative da metà dicembre, quindi è un alibi che non dobbiamo dare ai calciatori."

Vede una luce in fondo al tunnel?
"Non è il mio ruolo occuparmi di tematiche calcistiche, ma questa squadra dimostra una costante: quando comincia a distaccarsi dagli obiettivi che inizialmente ritiene di dover avere, dimostra un calo mentale che porta a prestazioni caratterizzate da timore e paura, è anche quello che abbiamo visto a San Siro. Una squadra che non è tranquilla in qualche modo entra in un periodo di crisi. È successo anche negli anni passati. È un tema su cui ci interroghiamo molto, è l'ultimo passaggio che dobbiamo fare. Su questo dobbiamo lavorare di più. Riguarda un po' tutto l'ambiente Roma all'interno. Noi dobbiamo avere il coraggio di andare a competere per gli obiettivi che ci poniamo."

La posizione della Roma sulla Var?
"Non esistono posizioni ufficiali di una squadra. La mia, come gli arbitri sanno bene, è che la Var non può garantire la giustizia assoluta, sia per il protocollo, sia perché le decisioni sono soggette a decisione umana. Se io non posso avere una giustizia assoluta completa, non mi piace pagare in immediatezza del gioco. È un aspetto negativo che non è ripagato da una giustizia assoluta."

Psg - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 21 set 2018 
Karsdorp: "Ho bisogno di fiducia". Di Francesco recupera Pastore
Il terzino olandese: "Adesso mi serve fiducia, in me stesso e da parte degli altri. Solo così potrò tornare ad essere un buon giocatore". L'argentino, salvo sorprese, tornerà tra i convocati
RANKING UEFA, Roma agganciata dal Liverpool
Dopo la prima giornata europea, come di consueto, si aggiorna il Ranking UEFA per...
 Gio. 20 set 2018 
Pastore: "Sensazioni positive per questa stagione. Il mio momento al Psg era finito"
Javier Pastore, centrocampista della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai...
 Mar. 18 set 2018 
The Champioons, si riparte. Juve, sei da coppa. Roma, fai la Roma. Napoli-Inter è dura
[...] Nel nome di CR7 comincia la nuova Champions, il più grande spettacolo dopo...
Manolas: "Dobbiamo andare al Bernabéu a giocare con la testa positiva. La Roma è in costruzione"
Il difensore della Roma, Kostas Manolas, ha parlato a Marca alla vigilia...
 Mer. 12 set 2018 
PSG: accordo con società criptovalute
E' nata una partnership quinquennale con Socios.com
Pastore errante. Infortuni ed equivoci tattici: l'argentino è un caso che scotta
Da El Flaco a Er Fiacco. A Roma - nel trovare, storpiare e affibbiare soprannomi...
 Mar. 11 set 2018 
Pastore si è già smarrito: il polpaccio lo tradisce ancora ed è 'giallo' sul prezzo
Nove infortuni in 12 mesi. Se non è un record, poco ci manca. E così Javier Pastore,...
Roma: Pastore si blocca
Se la sosta per le nazionali doveva servire a schiarire le idee a Eusebio Di Francesco,...
 Lun. 10 set 2018 
Cies, Cristante il terzo miglio acquisto d'Europa per qualità-prezzo. Flop Pastore
Bryan Cristante è il terzo miglior acquisto europeo della sessione estiva del mercato....
 Mar. 04 set 2018 
Barcellona, Messi: "Champions, con la Roma l'eliminazione peggiore. Mai stati in partita"
La Pulce si sofferma ancora una volta sulla sconfitta nei quarti di finale dello scorso aprile: “Veniamo da tre anni in cui siamo sempre stati eliminati nei quarti di finale. Con i giallorossi la sconfitta più dura visto com’era finita all’andata”
 Lun. 03 set 2018 
L'equivoco tattico di Pastore e il ritorno al 4-3-3
Se è vero che la sosta arriva a fermare il cammino zoppicante della Roma, capace...
 Dom. 02 set 2018 
Se il Pastore ha perso la strada. L'ex stella del PSG cerca un'identità
[..] Pastore può giocare da interno nel 4-3-3 di Di Francesco? In estate la replica...
 Gio. 30 ago 2018 
El Shaarawy si scalda per il Milan : "Conta il carattere, non i moduli"
Quando tra luglio e agosto si è trattato di prendere una decisione sul proprio futuro,...
Ecco i sorteggi, tutti a caccia del Real. Il Liverpool declassato in terza fascia
Grimaldi Forum di Montecarlo, ore 18: ricomincia la Champions League. Si riparte...
 Mer. 29 ago 2018 
Antonioli: "Olsen? Difficile raccogliere eredità di Alisson. A Roma meno equilibrati sui risultati"
L'ex portiere di Milan e Roma sulla sfida di venerdì anche tra portieri, con Olsen dall'altro lato: "Difficile raccogliere l'eredità di Alisson, ma è un buon numero uno"
 Mar. 28 ago 2018 
La Uefa non vuole evolversi: "Niente Var in Champions"
Il presidente Ceferin: «L'ho detto anche al nuovo designatore Rosetti: utilizzeremo la tecnologia ma solo quando saremo pronti»
Strootman baci e saluti. Per gennaio si pensa ancora a Ziyech
L’olandese è volato a Marsiglia. Visite mediche, oggi l’annuncio ufficiale. Nella Roma ritorna l’ipotesi del marocchino dell'Ajax del quale si era tanto parlato in estate
 Lun. 27 ago 2018 
Roma, inferno e ritorno: con l'Atalanta pari show
Termina in parità all'Olimpico tra giallorossi e nerazzurri una partita dai mille volti
Roma, l'anno della verità
La Roma di Monchi e Di Francesco è una delle candidate maggiori di questa Serie...
Strootman, Monchi ha smontato la vecchia Roma. Pallotta: "Perché abbiamo bisogno di sostituirlo?"
I romanisti che sabato pomeriggio si facevano il sangue amaro davanti alla tv ammirando...
 Dom. 26 ago 2018 
Roma, la parabola di Pastore
«Il calcio è uno sport dinamico, non ci si può fossilizzare sui moduli». È sempre...
 Sab. 25 ago 2018 
Calciomercato Roma, offerte dalla Spagna: Luca Pellegrini è già al bivio
Tanti giocatori, due titolari per ruolo, in alcuni casi anche di più. Monchi si...
 Ven. 24 ago 2018 
Calciomercato Marsiglia, assalto a Strootman
Magari è una storia che andrà avanti fino al 31 agosto, proprio alla chiusura del...
 Gio. 23 ago 2018 
Roma, Javier cerca il vero Pastore
La Roma studia come sfruttare il talento del Flaco: Eusebio continua a dargli fiducia. A Torino ha perso 9 duelli su 10 giocando pochissimi palloni ma Di Francesco non molla
 Sab. 18 ago 2018 
La nuova Roma: tutti i dodici colpi messi a segno da Monchi
Da Coric a Nzonzi, passando per Pastore. Monchi aveva annunciato una "piccola rivoluzione": così è stato. Tre mesi di fuoco per dare a Di Francesco una rosa completa
 Ven. 17 ago 2018 
La Serie A replica alle accuse della Liga. E l'Inter querela Tebas
Il presidente della lega spagnola Tebas aveva usato toni pesanti su Juventus e Inter, accusate di drogare il mercato come Psg e City
Calciomercato Serie A: tutti gli affari UFFICIALI con le probabili formazioni
Pronti, partenza, via! Domenica 1 luglio si apre ufficialmente la campagna trasferimenti...
AREGENTINA, Fazio e Perotti non convocati per i match contro Guatemala e Colombia
Il neo ct dell'Argentina Lionel Scaloni ha scelto di non convocare Fazio e Perotti....
Tebas boom: "CR7-Juve grazie al fisco. Inter e PSG barano"
"PSG e Inter usano trucchi sul mercato". A dirlo è una voce altisonante, perfino...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>