facebook twitter Feed RSS
Martedì - 20 febbraio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

DI FRANCESCO: "Sarebbe stata una sconfitta immeritata. Dzeko? Se ce l'ho, domenica gioca"

SAMPDORIA-ROMA 1-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "La squadra è andata in svantaggio in una situazione irregolare"
Mercoledì 24 gennaio 2018
DI FRANCESCO A MEDIASET

C'è la gioia per aver scacciato una sconfitta...
"Immeritata. La squadra è andata in svantaggio in una situazione irregolare. Non condivido determinate scelte che condizionano la gara. La Roma ha avuto il demerito di non fare i gol, ma abbiamo ritrovato meccanismi che ultimamente si sono visti meno."

Ha insistito molto su Dzeko, il gol è un premio?
"Al di là che si è messo a disposizione nonostante le voci che sapete più di me. A volte si vede poco, non è la prima volta che non riesce a fare gol. Io faccio i complimenti al ragazzino che è entrato, ha dimostrato grande qualità e mezzi tecnici. Con questa partita trovo una Roma ritrovata, il fatto di fare pochi gol è un fatto che ci portiamo dietro da tanto tempo."

Manca il colpo del KO...
"A volte non sei premiato perché è un atteggiamento di costruzione e voler dare spettacolo. Se non fai gol passi per fesso. La Sampdoria vuole giocare a calcio, non meritavamo di essere in svantaggio in un episodio che andava visto in maniera differente."

E' stato un grave errore...
"Sono d'accordo. La palla è passata ma lui è rimasto fermo, così mi ha detto l'arbitro. Si chiama ostruzione, è fallo. Si avvalora e si dà vantaggio alla squadra avversaria. La cosa più grave è che il guardalinee alza la bandierina e mi innervosisce questa cosa. Il Var deve dare un vantaggio e tutelare le squadre, guardiamolo nel modo giusto ed omogeneo. Se mi dici che non è ostruzione stiamo parlando di un altro calcio ed io non capisco niente."

Non le piace il Var?
"Mi piace riguardo le proteste, alle espulsioni, che ce ne sono meno ed è oggettivo. Riguardo agli errori si sbaglia ugualmente, in questo non sono favorevolissimo, ma sono obiettivo anche se mi vanno gli episodi a favore."

E' stata una partita ben giocata...
"Devo fare i complimenti alla mia squadra, il calcio non è fatto solo di prestazioni, ma bisogna chiuderla. Siamo stati bravi, a volte un po' imprecisi, a volte anche a colpa del campo."

Spera che ci sia Dzeko domenica?
"E' una scelta della società, il giocatore finché ce l'ho lo faccio giocare. Ha dimostrato attaccamento e serietà. Oggi è visto in maniera differente, è un giocatore decisivo che fa bene alla squadra. Prima finisce il mercato e prima troveremo il nostro Dzeko."

*** *** ***


DI FRANCESCO A SKY

20 tiri, 16 dentro l'area, da tempo non ci riuscivate. Soddisfatto?
"Anche in qualche altra partita, non solo contro il Chievo, infatti abbiamo pareggiato 0-0. Dal mio punto di vista un episodio iniziale ha fatto andare la squadra in svantaggio, non tanto il rigore perché ci poteva stare anche se si è mosso in maniera congrua Kolarov. Ma dal fallo iniziale che poi ha determinato tante cose."

Che spiegazioni ha dato Orsato?
"Questa è ostruzione netta, la palla passa e il giocatore se ne disinteressa, è fallo. Il guardalinee ha alzato la bandierina lui ha scelto così. Al di là dell'episodio, la dinamica della gara può cambiare, nel primo tempo il nostro portiere non ha fatto una parata e ha preso gol."

Confermi di odiare il mercato? Come ti è sembrato Dzeko?
"Odiare il mercato dipende, se ti danno no, se ti tolgono sì. Di Marzio lo odio perché sta facendo una confusione con sto mercato (ride, ndr). Lui fa il suo lavoro, fa parte del gioco. L'intelligenza sta nella professionalità dei ragazzi. Dzeko ha sbagliato qualche palla nel primo tempo ma poi è stato decisivo. Fa parte delle caratteristiche di un giocatore con mezzi importanti, finché è nella Roma per me gioca."

Speri che resti?
"La mia speranza conta relativamente, decide la società che ha motivi validi e poi me li spiegheranno bene. Se c'è una trattativa un motivo c'è, è ovvio che poi andremmo a fare altro ma per ora mi tengo stretto Dzeko."

Hai chiesto un centravanti alla Dzeko o una prima punta con caratteristiche diverse?
"Bisogna vedere che cosa c'è a disposizione sul mercato."

Serviva coraggio per mettere Schick titolare al posto di Dzeko?
"Di Francesco ha avuto il coraggio di mettere un ragazzo del 99 mentre perdevamo 1-0. Non mi parlate di coraggio, parliamo di fantamercato. Schick ha le caratteristiche, così come Defrel, di poter giocare in diversi ruoli. Oggi ha dimostrato di poterlo fare. Quando uno con la testa si crea forza e consapevolezza riesce a interpretare i ruoli in maniera differente."

Adatterai la squadra in modo diverso in caso di partenza di Dzeko?
"Ovvio che le caratteristiche fanno la differenza, determinati movimenti sono fondamentali e oggi li hanno fatti bene. Voglio che la squadra sappia quello che deve fare in campo e questi movimenti ci daranno risultati in campo."

Aleix Vidal ti piace?
"Che ruolo è? (ride, ndr)"

*** *** ***


DI FRANCESCO A ROMA TV

Ha parlato con Orsato a fine primo tempo...
"Non conta niente, gli ho detto che era ostruzione evidente, e infatti era così. Se io faccio il difensore e la palla passa e continuo a guardare l'uomo, faccio ostruzione. A casa mia questa lo è. Detto questo, il guardalinee ha pure alzato la bandierina. Poi che noi potevamo fare meglio dopo siamo d'accordo, dovevamo leggere meglio coi centrali. La squadra aveva fatto benissimo, come al solito siamo mancati in fase conclusiva. Alisson ha preso il gol senza fare una parata, ed è dimostrazione di quello che aveva fatto la squadra. L'episodio ha fatto un po' innervosito la squadra, ma non deve essere una giustificazione."

E' mancata la fase realizzativa?
"Ci portiamo dietro questa cosa da tempo, oggi abbiamo ritrovato spirito, voglia di far bene e verticalizzazioni. La dimostrazione è Schick, tutti dicono che non possa giocare esterno, oggi ha dimostrato di poterlo fare. Con la testa e la predisposizione giusta, chi ha mezzi importanti può giocare in qualsiasi ruolo."

Under e Defrel hanno dato brillantezza, sono liberi mentalmente?
"Se son liberi non lo so, avevo chiesto di muoversi in un determinato modo. Avevo chiesto loro di essere imprevedibili, e allo stesso tempo di creare la profondità che ci mancava di recente. L'hanno fatto bene, così come Schick e anche i terzini. Potevamo fare alcune cose con un po' di qualità in più perché ce l'abbiamo, poi per quanto riguarda quello che abbiamo creato è veramente un peccato. Non si può stare qua a rimuginare, la squadra ha reagito anche all'episodio contrario e ha portato a casa un punto. Della prestazione sono contento."

Consideri tutta la rosa uguale? Questo ti permette di avere risposte da tutti?
"Sono convinto di questo, ora bisogna capire che la squadra si sta ritrovando. Oggi si è mossa bene e con voglia, a Milano l'ha fatto a tratti. Dal punto di vista generale della prestazione oggi mi è piaciuta. Non dimentichiamoci dell'esordio di Antonucci, un ragazzino che è stato determinante al fine del risultato. Questo è perché a me piace integrare tutti, bisogna allenare la testa di quelli che giocano meno e di quelli che hanno mezzi importanti e non tutte le domeniche riescono a rendere al meglio."

Cosa non le è piaciuto in questo periodo?
"A me interessa solo tutelare la squadra, preferisco essere criticato io e salvaguardare i giocatori. Devo cercare di dare forza alla squadra anche nei momenti di difficoltà, è troppo facile puntare il dito a qualcuno quando le cose vanno male o osannare quando le cose vanno bene. Devo subire e accettare le critiche, ma che abbiano un senso e siano intelligenti. Oggi dimostro di avere serenità e coraggio, perché per mettere dentro Antonucci il coraggio serve. Ho questa forza e serenità, guardo la partita in un certo modo e cerco di fare le cose più giuste."

Facciamo tirare i giocatori in porta fino al tramonto in allenamento?
"Su questo dormo poco, ci lavoro anche tanto. Durante l'allenamento la squadra mi ha dato soddisfazione, vedevo che c'era qualcosa che stava rinascendo. La partita mi ha detto questo, la strada è questa e dobbiamo allenarci per rinforzare i giocatori e farli sentire forti. Nei momenti di difficoltà tirare i remi in barca o puntare il dito non aiuta. Io faccio l'allenatore e devo cercare le soluzioni. Offrirò una cena a tutti appena sarà finito il mercato."

*** *** ***


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

Gol nel finale, ma tante le occasioni sciupate...
"Peccato, sta diventando una nostra consuetudine creare tanto e concretizzare poco. Però ho visto una squadra con trame di gioco interessanti,con verticalità, che ha messo nel primo tempo in grande difficoltà la Sampdoria creando molte occasioni pericolose. Poi abbiamo immeritatamente in svantaggio nel primo tempo, con un episodio che per me non è dubbio. Non parlo del rigore, ma del fallo iniziale su Strootman. La squadra forse doveva pensar meno a protestare e più a tornare a difendere su quella palla. Fino ad un mese fa la difesa era sempre perfetta. Ora c'è sempre un errore, dei singoli o di squadra."

Cos'è successo?
"Mah, quando la difesa lavora bene è merito anche degli altri. Non credo che stasera ci siano stati degli errori, quando si gioca alti e si va a pressare. Io ho visto tante cose buone stasera, e poi è ovvio che quando vuoi giocare dal basso qualche rischio te lo prendi e qualche errore lo puoi commettere. Non ricordo, a parte il rigore, una parata del nostro portiere nel primo tempo, c'è stata solo una respinta di un nostro difensore. Per il resto si sono disimpegnati bene contro una squadra che ha nella verticalità ed in Zapata un giocatore davvero pericoloso. Per questo sono soddisfatto, ma se c'è stata una mancanza per me è stata più nel non concretizzare la mole di gioco, perché tante volte bisogna buttarla dentro. Altrimenti si parla solo di un gol preso, per di più su rigore."

Parlando di Antonucci, è stato determinante nel raggiungere i pari. Sappiamo che è un ragazzo su cui lavori molto...
"Dico solo che ci vuole coraggio. In questo momento della Roma per mettere dentro un ragazzino bisogna avere grande forza, ma prima di tutti me l'ha data lui, dimostrandomi di esser pronto e di avere delle qualità importanti. Era in dubbio se partire dall'inizio, vi ho detto tutto. Ho scelto di farlo entrare e mi ha dato le risposte giuste. E' un giocatore di alta qualità che deve però ora continuare a lavorare con l'umiltà che ha, anche se a volte mette un po' troppo la testa bassa. Sono contento di come è entrato, poteva anche fare gol ma Dzeko gli ha tolto il pallone sulla linea di porta."

Conferenza Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 19 feb 2018 
Champions Roma, alla scoperta dello Shakhtar
Gli ucraini si preparano alla sfida con la squadra di Di Francesco: ecco cosa c'è da sapere
 Dom. 18 feb 2018 
Roma, domani la partenza per l'Ucraina. Silva entra in gruppo: obiettivo Milan
Jonathan Silva è tornato a disposizione di Di Francesco. Per la prima volta da quanto...
Shakhtar-Roma, il programma: martedì Di Francesco in conferenza e poi la rifinitura
La gara di andata degli ottavi di Champions si avvicina. Domani pomeriggio la partenza per l’Ucraina, poi il giorno della vigilia con i consueti appuntamenti. Alle 18 italiane la conferenza di Fonseca
 Sab. 17 feb 2018 
DI FRANCESCO: "Siamo in crescita, i gol col Benevento hanno aiutato. Spalletti? Devo pensare a..."
UDINESE-ROMA 0-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA DI FRANCESCO: "Cengiz? Per vincere serve la giocata di un singolo. Con lo Shakhtar non dobbiamo cambiare atteggiamento. Spalletti? Devo pensare a cose più importanti"
Saranno 300, alla Dacia Arena 224 tifosi nel settore ospiti più i residenti al Nord
Tra divieti, aggiustamenti e proteste, non è sicuramente una trasferta ordinaria...
 Ven. 16 feb 2018 
SPALLETTI: "La Roma poteva stare più in alto, gli anni scorsi lottava per il titolo. Totti si è..."
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, ha parlato in conferenza stampa nella...
DI FRANCESCO: "In questa settimana ci sarà una rotazione più massiccia, come ho fatto in passato"
UDINESE-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Su Silva dobbiamo ancora valutare, da domenica inizierà a fare qualcosa con la squadra. Jesus può fare il centrale o il terzino riadattato. Schick è in crescita”
ODDO: "La Roma ha bisogno di punti ma troverà una squadra pronta a rilanciarsi"
UDINESE-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMO ODDO
SHAKHTAR-ROMA, martedì la conferenza stampa prima della rifinitura
Si avvicina il ritorno in Champions League: mercoledì prossimo, infatti, la Roma...
 Mer. 14 feb 2018 
UDINESE-ROMA, Venerdì la conferenza stampa del Mister Eusebio Di Francesco
In programma venerdì 16 febbraio alle ore 13.00 presso la sala stampa del centro...
 Mar. 13 feb 2018 
Tre partite in otto giorni: Di Francesco prepara il turnover, Under punta l'esordio in Champions
L'emergenza a centrocampo è finita: sabato con l'Udinese Di Francesco riavrà a disposizione...
 Dom. 11 feb 2018 
DI FRANCESCO: "Mi infastidiscono i due gol presi. Cengiz può diventare un leader nel campo"
ROMA-BENEVENTO 5-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "La squadra ha voluto fortemente che battesse il rigore Defrel"
 Sab. 10 feb 2018 
TRIGORIA 10/02 - Seduta di Rifinitura. In gruppo De Rossi e Schick, a parte Gonalons
ALLENAMENTO ROMA - Sala video, a seguire lunga fase tattica.
De Zerbi:"Contro la Roma con umiltà, ma dobbiamo provare a vincere. Non possiamo comandare il gioco"
ROMA-BENEVENTO LA CONFERENZA STAMPA DI ROBERTO DE ZERBI
DI FRANCESCO: "Ottimista per convocazione di De Rossi e Schick. Gli attaccanti si devono sbloccare"
ROMA-BENEVENTO LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Gerson deve migliorare la capacità di leggere prima le giocate e innamorarsi meno della palla. Gonalons difficile che potrà essere recuperato con lo Shakhtar. Bruno Peres? Mi auguro sia l'ultimo episodio"
 Mer. 07 feb 2018 
ROMA-BENEVENTO, Sabato la conferenza stampa di Di Francesco
Il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco parlerà sabato 10 febbraio alle ore...
 Mar. 06 feb 2018 
Trigoria, il calendario degli allenamenti in vista del Benevento
In vista della gara di domenica alle 20.45 contro il Benevento, la Roma ha iniziato...
Spalletti ad alcuni tifosi: "Totti non correva più, gli altri si deprimevano"
Chiacchierando a notte fonda con sei tifosi della Roma, davanti a un ristorante...
 Lun. 05 feb 2018 
Roma, un piccolo passo fuori dalla crisi. E Di Francesco si traveste da Spalletti
Il tecnico respira dopo il successo di Verona, al Bentegodi si sono viste cose buone (Under) ma anche vecchi difetti. Il cambio di modulo, con il ritorno al 4-2-3-1, ha dato maggiore fluidità alla manovra
 Dom. 04 feb 2018 
DI FRANCESCO: "E' un periodo che la squadra crea tanto, ma ha sofferto meno"
VERONA-ROMA 0-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "In 10 non abbiamo subito tiri in porta, abbiamo equilibrio. Ero convinto che Under venisse fuori"
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>