facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 24 gennaio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

DI FRANCESCO: "Pretendo la massima concentrazione da qui alla fine del nostro percorso"

INTER-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Dzeko domani sarà titolare"
Sabato 20 gennaio 2018
Alla vigilia della sfida contro l'Inter, la prima al rientro dalla sosta, il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, ha parlato in conferenza stampa, con il direttore sportivo Monchi accanto. Queste le sue parole:

Come si arriva a questa partita dopo la pausa?
"Questa pausa sicuramente non mi è piaciuta, al di fuori dei risultati. Perché prepari una partita dopo una settimana di vacanza. I ragazzi comunque si sono presentati bene, a parte qualche fuori programma. A partire da Perotti e Gonalons, che non avremo in una partita tanto importante. Più che una settimana di vacanza per ricaricarsi psicologicamente, non potevano avere di meglio. Pretendo più concentrazione quindi da adesso fino alla fine della stagione, quindi campionato e Champions".

Dzeko gioca?
"Si, motivatissimo con la voglia di far bene. Sarà determinante come in tante altre partite".

Cosa ha chiesto in più alla squadra?
"Prima di tutto concretezza e la spensieratezza delle giocate avute in precedenza. Non mi posso soffermare solo al primo tempo contro l'Atalanta. Abbiamo fatto tante valutazioni tecnico-tattiche per andare a migliorare cosa non è andato nell'ultimo periodo. Non mi piace dire di nuovo cattivi, ma abbiamo allenato il discorso di attaccare meglio la porta."

De Rossi sta bene? Florenzi sarà terzino?
"De Rossi sarà convocato con la speranza di poterlo far giocare domani. Gonalons e Perotti non saranno convocati. Perotti ho la speranza di recuperarlo per la Samp, Gonalons sarà fuori un po' di più. Florenzi ha la qualità per giocare ovunque, in base al recupero di De Rossi valuteremo. Abbiamo lavorato con Alessandro un po' in tutte le posizioni. Non do vantaggi agli altri."

Settimana complicata, vuole mandare un messaggio ai tifosi tranquillizzandoli sulla situazione attuale?
"Io credo che un futuro un po' già ce lo siamo costruiti. Al di là di quello che ha detto Monchi riguardo il mercato, quelle che sono le idee della Roma come società, io sono sereno, per quello voglio che i giocatori portino prestazioni e atteggiamenti giusti per tranquillizzare i tifosi. Le chiacchiere se le porta via il vento. Non mi piacciono le parole, ma i fatti. Ultimamente abbiamo fatto pochi fatti, o perlomeno nell'ultimo periodo non abbiamo dimostrato di essere quelli che eravamo, vedi il Chelsea, abbiamo smarrito determinate sensazioni. Dobbiamo lavorare in questo senso e mi auguro e voglio essere determinato in questo, di riportare ad avere l'entusiasmo, noi dobbiamo trascinare i tifosi, non il contrario. Loro con l'Atalanta ci hanno trascinato fino all'ultimo minuto, poi uno è libero di fischiare o applaudire perché siamo noi che lo determiniamo. Dobbiamo ritrovare gli applausi della nostra gente, l'incitamento che c'è stato. Servono prestazioni, non chiacchiere. Ci soffermiamo troppo sui singoli ma ricordiamoci che noi rappresentiamo una cosa sola, la Roma. Questa è una cosa che sottolineo sempre ai miei calciatori, è un discorso di squadra, non individuale e noi dobbiamo essere bravi in questo."

Kolarov ieri ha affermato che la Roma andrà in Champions, poi c'è tutto questo clima con la possibilità che giocatori importanti partano. In questa situazione sembra che la Roma abbia mollato i suoi obiettivi, è così?
"È un tuo pensiero. Premesso: io non penso che noi scendiamo in campo per arrivare ottavi, noni o decimi in classifica. Come ho sempre detto, Io non ho mai parlato di scudetto, io ho parlato di dar fastidio agli altri e di migliorare la nostra classifica. È normale che le ultime prestazioni ci fanno vedere ancora di più che dobbiamo migliorare. Siamo ugualmente competitivi per andare in Champions. Questa è la risposta più importante. Adesso parlare di scudetto non è corretto, i punti dicono che ce la possiamo ancora fare ma siamo distanti e abbiamo ancora una partita in meno. E' una settimana molto importante, per definire gli obiettivi e per dare una risposta a noi stessi e alla gente su chi siamo veramente. Se si scende in campo demotivati è assurdo, se dovessi pensare una cosa del genere me ne starei a casa. Scendiamo in campo con grandi motivazioni e non credo che la squadra nell'ultimo periodo abbia mollato perché aveva il desiderio di perdere o pareggiare con le altre squadre, magari non ha avuto la forza, la determinazione di altre occasioni ed è una cosa su cui abbiamo lavorato. Ci assicuro che è psicologico il problema. In una settimana di lavoro si possono cambiare poche cose tatticamente, tecnicamente o fisicamente. Abbiamo più recuperato sulle energie mentali che avevamo perso nell'ultimo periodo."

La Roma non vince da 10 anni, perché chi gioca nella Roma si accontenta?
"E' inconscio, è inevitabile che magari ci si esalta in maniera eccessiva, si vive di eccessi. 20 giorni fa si parlava di una squadra di un livello, ora all'opposto. In 20 giorni non si può perdere la determinazione e quello che si è veramente. E' un ambiente che può portare a questo. E' un po' l'ambiente generale. Quando si parla male ci sono ascolti. Bisogna riportare la squadra mentalmente a determinati risultati. Non siamo ancora forti e competitivi al livello delle altre. Non ci dobbiamo accontentare, non faccio mai paragoni con l'anno scorso, dimostrerei io in primi di accontentarmi. Per parlare le cose bisogna viverle, è importante viverle, le ho vissute in tutti i modi. Se diciamo "tanto Roma è così" non cambieremo mai. C'è bisogno di un gruppo che si muova in maniera differente. Sono convinto che si può fare, più dentro che fuori."

Le voci di mercato possono influire sui giocatori?
"Mi auguro di no, ma allo stesso tempo ho cercato di alzare l'attenzione dei nostri calciatori, la professionalità dei calciatori, il senso dell'appartenenza e l'amor proprio verso questa società. E' uno degli argomenti affrontato coi ragazzi. Il mercato è un periodo odiato dagli allenatori, il giocatore lo vive in maniera differente. La forza è far capire ai ragazzi di dare il meglio di loro stessi. Pretendo che sia così."

Come sta Schick?
"Purtroppo non parlo dei singoli. La squadra ha affrontato bene le cose. Su Schick mi fate sempre le stesse domande. Deve crescere, sento parlare in continuazione di moduli, ma se uno non ha la testa giusta fa fatica in ogni contesto. Le risposte le darà il campo, sono contento di come si è allenato in settimana."

Come gestirai i giorni in cui la Roma resterà al Nord? Perché avete preso questa decisione?
"La scelta di rimanere a Milano è stata fatta in precedenza a questo periodo difficile. Non è punitivo. E' stato scelto per far recuperare meglio i ragazzi, per stare insieme e migliorare le problematiche. Dobbiamo cercare di essere ancora più compatti. Era stato già deciso in precedenza. Florenzi va in difficoltà con attaccanti esterni che lo puntano."

Non sarebbe meglio far giocare un altro lì visto che c'è Perisic?
"Allora non può fare il terzino se dici questo. Ognuno di noi può avere un'idea o un pensiero di calcio. Florenzi ha sempre fatto il terzino negli ultimi anni. Ha affrontato anche Hazard e altri giocatori importanti. Lui può giocare anche contro Perisic oppure essere portato in avanti. Non dipende dall'avversario, ma da quello che voglio dalla squadra."

Convocati - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 19 gen 2019 
Roma, l'Europa è in anticipo
La chance è da sfruttare. Senza se e senza ma. La Roma ospita il Torino (ore 15)...
 Ven. 18 gen 2019 
Roma-Torino, i convocati
Ecco i 21 convocati giallorossi per il match contro il Torino: Olsen, Fuzato,...
Roma-Torino, i convocati di Mazzarri
Il tecnico Walter Mazzarri ha selezionato 21 calciatori per la partita di domani...
MAZZARRI: "La Roma è una grande squadra, ma ce la possiamo giocare. Domani mi aspetto..."
ROMA-TORINO, LA CONFERENZA STAMPA DI WALTER MAZZARRI: "Domani mi aspetto una prestazione importante anche se ci mancherà qualcuno”
 Lun. 14 gen 2019 
Si rivede Karsdorp con Schick
Arriva la Coppa Italia e rispunta Karsdorp. Di Francesco, potendo scegliere, avrebbe...
Roma, il meglio per un quarto
La Coppa Italia, come confermano i 9 trofei in bacheca (ultimo successo nel 2008)...
 Dom. 13 gen 2019 
Roma-Virtus Entella, i convocati
Ecco i 22 convocati giallorossi per il match di Coppa Italia contro l'Entella:...
Roma-Virtus Entella, i convocati di Boscaglia
I convocati per la sfida di Coppa Italia contro la Roma.
 Sab. 12 gen 2019 
La Roma baby punta a sbancare la Torino bianconera
Dopo una sosta lunga venti giorni, il campionato della Roma Primavera riprende col...
 Gio. 10 gen 2019 
Coppa Italia. Come un altro campionato
Dopo essersi specchiato, naturalmente timido timido, nelle acque delle Maldive,...
 Dom. 30 dic 2018 
Profumo di Champions
Riappare, sotto il sole dell'Emilia, la Roma. Equilibrata e paziente, robusta ed...
 Ven. 28 dic 2018 
Pellegrini: "Un giorno vorrei essere capitano. Sarebbe un onore"
Il centrocampista: "Mi piacerebbe per il senso di appartenenza che provo insieme alla mia famiglia". E sul ruolo di trequartista: "Mi piace tanto, mi fa sentire più libero mentalmente"
Parma-Roma, i convocati
Ecco i 22 convocati giallorossi per il match contro il Parma: Olsen, Fuzato,...
Dzeko si scalda per la volata Champions
Con i gol di Perotti e Zaniolo al Sassuolo, sono già 16 i giocatori a segno nella...
 Mar. 25 dic 2018 
Roma-Sassuolo, i convocati di De Zerbi
Roberto De Zerbi ha diramato i convocati per la sfida di domani contro la Roma....
Roma-Sassuolo, i convocati
Ecco i 22 convocati giallorossi per il match contro il Sassuolo: Olsen, Fuzato,...
 Lun. 24 dic 2018 
Ultimatum giallorosso
La reazione c'è stata, ma in classifica non si nota la differenza ed è lì che, invece,...
L'Inter scarica Nainggolan e il colpo diventa Zaniolo
Soltanto sei mesi fa i tifosi dell'Inter festeggiavano lo sbarco di Nainggolan alla...
 Sab. 22 dic 2018 
TRIGORIA, domani mattina la ripresa degli allenamenti in vista del match contro il Sassuolo
La Roma, dopo la sconfitta contro la Juventus, tornerà ad allenarsi domattina. I...
 Ven. 21 dic 2018 
Juventus-Roma, i convocati
Ecco i 21 convocati giallorossi per il match contro la Juventus: Olsen, Fuzato,...
 Gio. 20 dic 2018 
Eusebio respira ma sta in ansia
E al terzo giorno Pallotta parlò. «Nessuno è soddisfatto dei risultati e delle prestazioni....
 Mar. 18 dic 2018 
Allo Stadium De Rossi c'è, Dzeko forse
Un giorno di pausa dopo l'apice della tensione vissuto nella settimana appena conclusa,...
 Sab. 15 dic 2018 
Roma-Genoa, i convocati
Ecco i 22 convocati giallorossi per il match contro il Genoa: Olsen, Fuzato,...
Roma-Genoa, i convocati di Prandelli
GRIFONE A ROMA CON 23 CONVOCATI
Ultima chiamata per DiFra
È tempo di ultima chiamata per Eusebio Di Francesco. Se la Roma fallisce anche la...
 Mar. 11 dic 2018 
Viktoria Plzen-Roma, i convocati
Ecco i 20 convocati giallorossi per il match di Champions League contro il Viktoria...
De Rossi in lista col Genoa per esserci contro la Juve. La squadra va a Plzen a caccia di autostima
La partenza per Plzen di oggi pomeriggio alleggerisce un ritiro che vede i giocatori...
 Sab. 08 dic 2018 
CORIC:"Il mio momento sta arrivando. La Roma per Totti è una famiglia e grazie a lui sento di farne"
Il croato ha raccontato la sua esperienza in giallorosso: “All’inizio è stato difficile, ma il mio periodo di ambientamento è quasi finito. Col Real mi sono fatto male per la troppa adrenalina, non so dire quanto fossi felice”
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>