facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 16 novembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Pelizzoli: "Ogni volta che c'è da fare il salto di qualità, la Roma si blocca"

Venerdì 05 gennaio 2018
Il doppio ex di Roma e Atalanta Ivan Pelizzoli ha rilasciato un'intervista alla vigilia del match tra giallorossi e orobici.

Sabato c'è Roma-Atalanta. Per chi farà il tifo?
«Vorrei una domanda di riserva. È possibile? Per me è una partita particolare. Bergamo è la mia città, l'Atalanta la mia squadra del cuore, la Roma la mia più bella esperienza a livello professionale. Ai colori giallorossi sono rimasto molto legato. È difficile rispondere a questa domanda. Spero che nessuna delle due perda, mettiamola così».

Che partita si aspetta?
«Una gara tra due squadre che praticano un bel calcio. Sarà una partita giocata a viso aperto, entrambe proveranno a vincere, ne uscirà una bella sfida che vedrò in tv. Per la Roma sarà dura».

E come finirà?
«Impossibile prevederlo. Questa partita è aperta a tutti i risultati. L'Atalanta sta bene, è in un grande periodo di forma e tutto gli riesce. La Roma, dal canto suo, deve un po' ritrovarsi e recuperare i punti lasciati nelle ultime giornate, soprattutto i due persi contro il Sassuolo sono stati molto pesanti a livello di classifica, ma c'è tempo per risalire. Non mi spiego questo calo dei giallorossi, ma la Roma ogni volta che si appresta a fare il salto di qualità, come d'incanto si blocca. Deve migliorare sotto questo aspetto e allora potrà vincere lo Scudetto. Se lo può vincere quest'anno? Difficile, penso che si piazzerà in Champions, ma per il titolo la vedo dura. Il progetto è buono e importante, le basi ci sono, avrà il nuovo stadio. Manca ancora il salto di qualità».

Il Roma-Atalanta che ricorda di più?
«Vestivo la maglia nerazzurra: la gara di Coppa Italia giocata a Bergamo nella stagione che poi si concluse con lo Scudetto dei giallorossi. Ero tornato all'Atalanta dal prestito, fu una delle mie prime gare importanti e ottenemmo la qualificazione battendo una grande squadra che poi avrebbe vinto il tricolore».

Come vede la sfida tra Di Francesco e Gasperini?
«Di Francesco è bravo, è un tecnico emergente che fa giocare bene le proprie squadre. Quest'anno ha compiuto un passo importante, allena una squadra di prima fascia, dispone di tanti giocatori importanti, di alcuni top player, sta dimostrando di saper gestire un gruppo così forte caratterialmente. Eusebio è l'uomo giusto per la Roma, poi è una brava persona, trasparente, schietta, fa bene al calcio e al club giallorosso. Gasperini lavora in modo maniacale, sta valorizzando i giovani e sta portando l'Atalanta fin dove nessuno era riuscito. La squadra lo segue. Sarà una bella sfida».

Restando in tema di allenatori, chi è stato più importante per lei: Vavassori o Capello?
«Entrambi. Vavassori mi ha concesso l'opportunità di giocare titolare: senza di lui magari non ne avrei avuto l'occasione. Mi ha dato fiducia. Capello mi ha voluto alla Roma e mi ha fatto entrare nel grandissimo calcio potendo giocare per un top club».

Cosa ricorda con maggior piacere del periodo alla Roma?
«L'anno del record di imbattibilità, vinsi anche la "Saracinesca d'oro". Disputammo una grande stagione, peccato non aver vinto lo Scudetto per colpa di quei due scontri diretti persi contro il Milan. Li avrei voluti rigiocare per farli terminare in maniera diversa. È l'unico rimpianto: avrei barattato tranquillamente i primati personali con un successo di squadra in campionato. Sono stati anni indimenticabili, ho vinto una Supercoppa Italiana oltre alle soddisfazioni a livello personale. Professionalmente la Roma mi ha dato molto».

L'addio al calcio di Totti...
«Mi è dispiaciuto non esserci, ma anche davanti alla tv quel giorno mi sono emozionato. Il calcio ha perso un grandissimo giocatore, un patrimonio. Ma era giusto che smettesse. Come lo vedo da dirigente? Sono curioso anche io di capire come se la caverà, comunque ha il carisma per fare bene anche da dirigente».

Come vedrebbe Tommasi alla guida della Figc?
«Molto bene. È la persona che può cambiare il calcio italiano, ma con lui andranno messe nell'entourage tante altre persone che mirano a cambiare il sistema. È un lavoro complicato, Damiano può farlo».
Fonte: Il Romanista

Capello - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 14 nov 2018 
Negrisolo lo applaude: "Marco il migliore al mondo"
«Macché il miglior preparatore di portieri d'Italia! Savorani è il migliore del...
 Lun. 12 nov 2018 
COVERCIANO - Allegri vince la Panchina d'Oro. Di Francesco: "La VAR? Va utilizzata nel modo giusto"
Quarto riconoscimento in carriera come miglior allenatore della Serie A per l'attuale tecnico della Juventus: primato assoluto, staccati Capello e Conte a quota tre
Bouah, da ala a terzino eroe in Europa
Quando lui nasceva, la Roma di Capello era ancora nel pieno degli strascichi della...
 Ven. 09 nov 2018 
Paradosso Di Francesco: tra il record in Champions e le voci sul no di Zidane
Criticato e sull'orlo del licenziamento in Italia, protagonista da record in Europa....
 Gio. 08 nov 2018 
DI FRANCESCO, mai nessuno come te in Champions
Con il successo contro il Cska Mosca, la Roma sotto la gestione Di Francesco sale...
 Mer. 07 nov 2018 
Da pasticcione a eroe nazionale. La metamorfosi di Akinfeev
(...) Passato il Mondiale, Mosca è tornata onesta e malinconica, frenetica secondo...
 Lun. 05 nov 2018 
Piove sul bagnato
Non è che alla Roma non sia mai accaduto di ritrovarsi con 16 punti dopo 11 giornate...
 Sab. 03 nov 2018 
Alla ricerca del rendimento perduto lontano da casa
A Firenze, per ritrovare la Roma formato-trasferta targata Di Francesco. Quella...
 Mer. 31 ott 2018 
Prandelli: "De Rossi è una sicurezza, anche a 35 anni, sarà un ottimo allenatore. Totti persona..."
"Totti persona straordinaria e calciatore impressionante"
 Sab. 27 ott 2018 
Allan: "Dalla favela alla favola scudetto con il Napoli: ora voglio battere la Roma"
CASTEL VOLTURNO Allan, chi vince domani? «Ahi, qui a Napoli siamo scaramantici,...
 Mar. 23 ott 2018 
DE ROSSI: "Siamo stati bravi, loro sono forti. Devo migliorare la forma fisica"
ROMA-CSKA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA DE ROSSI A ROMA TV Partita perfetta della...
 Dom. 21 ott 2018 
Pallotta voleva mandare tutti in ritiro: stop di Baldini
Edin Dzeko prende una bottiglietta - durante la sosta per l'espulsione di Milinkovic-Savic...
 Mar. 16 ott 2018 
Ex mental coach di Perotti: "La pressione può influire sugli infortuni. DiFra? Bravo, ma non un top"
Diego Perotti è senza dubbio uno delle grandi delusioni di questo inizio di stagione...
Roma, Dzeko-Schick i due cari nemici
Guai se a Edin tocchi Patrik; guai se a Patrik tocchi Edin. Ma alla fine ne gioca...
 Lun. 15 ott 2018 
Capello: "Roma? Potrei tornare come consulente"
Il tecnico che ha vinto lo scudetto con i giallorossi: «Ho ottimi ricordi come giocatore e come allenatore ma ormai ci sono altre persone che possono fare qualcosa di più, magari potrei tornare per una consulenza»
 Sab. 13 ott 2018 
Cassano: "A parte la Juventus e Higuain, in Italia tutte schiappe"
Il talento barese che oggi ha annunciato l'addio al calcio: «Quando ero bambino ho fatto a botte. Le ho prese da Stramaccioni? Gli piacerebbe... Ci siamo solo spintonati e basta»
Calciomercato, Lainez e Tonali. La Roma punta i classe 2000
"Infondo anche Messi non è molto alto...", scherzano così a Trigoria su Diego Lainez,...
 Mer. 03 ott 2018 
DiFra: "Trovata la quadratura"
L'allievo e il maestro. Il dopopartita per Di Francesco inizia con un dialogo su...
 Sab. 29 set 2018 
Amantino Mancini e quel tacco nel cielo del derby: "Indimenticabile"
Eh, bravo Pastore, bellissimi i due gol di tacco ma con la palla a terra sono buoni...
 Mar. 25 set 2018 
Perché cacciarlo? Via subito, aspettare sarà peggio
Con garbo, ma subito. Via subito. Quanto subito? Ieri, per intenderci. Eusebio Di...
 Ven. 21 set 2018 
Totti: "Spalletti ha spinto per il mio ritiro. E quel calcio a Balotelli..."
“Se avessi chiuso la carriera in Asia o America avrei rovinato 25 anni di carriera”
 Mar. 18 set 2018 
Roma, tutti figli di Maria
Il figlio che Maria considerava tale, senza che ci fosse un legame di sangue a giustificarlo,...
 Lun. 17 set 2018 
Maria Sensi: oggi il funerale. Il saluto di Rosella: "Era fiera di essere romana e romanista"
Oggi alle 11, nella chiesa di San Lorenzo fuori le mura, si sono tenuti i funerali...
 Ven. 14 set 2018 
Capello: "Lo scudetto alla Juve non è scontato. La Roma può togliersi qualche soddisfazione"
L’ex tecnico: “La Roma ha cambiato molto, ha perso uomini di esperienza. Ma se Di Francesco rimette a posto la difesa può far bene”
 Mar. 04 set 2018 
Fabio Capello alla Roma: "Gioca con il 9-1 e dai tutto"
I consigli dell'ex allenatore giallorosso: "I moduli sono solo numeri, serve aggressività. Giocare con tre difensori è stato uno spreco, La squadra ha grande potenziale"
 Dom. 02 set 2018 
Quattro punti in tre gare: dal 2000 la Roma ne ha raccolti meno solo 5 volte
Di Francesco come lo Zeman-bis. Ma Capello, Ranieri e Luis Enrique fecero peggio: con loro due secondi posti (con Scudetto solamente sfiorato) e un settimo
 Ven. 31 ago 2018 
Esame di riparazione, per Milan e Roma è già ora di reagire
Detonatori delle fake news e dei livori più assurdi, i social hanno alimentato in...
 Mar. 28 ago 2018 
De Rossi guida le 'bandiere' d'Europa del calcio moderno
Daniele De Rossi è la 'bandiera' più longeva dei più importanti campionati d'Europa.
 Mar. 21 ago 2018 
Justin non vuole essere solo il figlio di Patrick
Quando Kluivert jr deciderà una finale di Champions League, allora Patrick sarà...
 Lun. 20 ago 2018 
Spia juventina per studiare qualità e difetti di Olsen
In tribuna, allo stadio Grande Torino, anche il preparatore dei portieri della Juventus....
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>