facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 26 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Verso Roma-Atalanta: Monchi alza la voce

Mercoledì 03 gennaio 2018
Magari non facile, ma gli piace vincere. Se Ramón Rodríguez Verdejo detto Monchi andasse alla ricerca del successo comodo, probabilmente non avrebbe trascorso tutti quegli anni a Siviglia, prendendo le redini di un club che galleggiava tra Primera e Segunda División e trasformandolo in una squadra di vertice, in Spagna come in Europa. Tantomeno avrebbe scelto - una volta salito alla ribalta continentale - un club ambizioso ma ancora poco abituato alla vittoria come la Roma. Eppure la sua storia parla chiaro. L'attitudine al trionfo se l'è cucita addosso come un abito su misura: Monchi è stato capace di alzare al cielo nove trofei nei suoi diciassette anni alla direzione sportiva della squadra andalusa. Perciò il suo rientro ieri a Trigoria, dopo i due giorni trascorsi a festeggiare il Capodanno in famiglia, sarà segnato da un confronto con la squadra dai toni duri e decisi.

La dirigenza non è affatto contenta di come stanno andando le cose sul campo, dove la Roma è reduce da un dicembre molto al di sotto delle aspettative. Non sono soltanto le due sconfitte con le torinesi prima di Natale ad essere al centro delle analisi. Ma anche e soprattutto la gara casalinga contro il Sassuolo, nella quale i giallorossi hanno dilapidato un'occasione enorme di scalare posizioni in classifica, alla luce anche del pareggio di San Siro fra due dirette concorrenti alle zone alte. Di fronte all'ex squadra di Pellegrini e Di Francesco, il dato più preoccupante riguarda l'involuzione del gioco. Perfino nelle due partite finite male contro Torino e Juventus, la squadra era riuscita a costruire un numero cospicuo di palle gol, pur palesando notevoli difficoltà nella realizzazione delle occasioni costruite.

Con gli emiliani, la Roma avrebbe dovuto fornire una prova di carattere proprio perché reduce da un periodo non positivo. Invece dopo il vantaggio non ha mai dato l'impressione di poter chiudere la partita. La stessa solidità in difesa, che è tuttora uno dei punti di forza stagionali, sta scricchiolando: se non nei numeri, nelle occasioni concesse agli avversari, aumentate esponenzialmente nelle ultime gare. Tutti dati che erano stati mascherati all'inizio di dicembre da un trend di risultati tutto sommato positivi, che sembravano denotare anzi un'attitudine tipica delle grandi squadre: il cinismo nella conquista della vittoria. Invece la Roma si è fermata proprio sul più bello, dopo una splendida qualificazione agli ottavi di Champions in un gruppo durissimo e una serie di risultati utili che l'avevano portata a ridosso di Juve e Napoli. Con il bonus della partita da recuperare che avrebbe potuto (potrebbe ancora) proiettarla verso obiettivi più elevati. L'imperdonabile eliminazione dalla Coppa Italia in una sfida non certo proibitiva e la successiva sconfitta dell'Allianz Stadium, che paradossalmente ha fatto male ai tifosi più nelle modalità (timidezza eccessiva nella prima ora) che nel risultato, hanno per ora ridimensionato la portata di tutto quanto costruito nei mesi precedenti. Come se al momento dell'ulteriore gradino da scalare - quello del vero salto di qualità - la squadra si fosse fermata, seduta.

Ed è questa sorta di appagamento inconscio che non va giù ai dirigenti. Su questo batterà il ferro Monchi quando, fra oggi e domani, terrà a rapporto i calciatori. Il direttore sportivo ha costruito nel corso dei mesi un rapporto diretto con lo spogliatoio, basato su fiducia e rispetto reciproci. Fin dalla sua prima uscita ufficiale da romanista, sul finire della scorsa stagione a Pescara, l'andaluso ha impostato il legame con i giocatori sulla presenza al loro fianco e sulla schiettezza. Con la stessa franchezza chiederà a tutti di tirare fuori il maggiore impegno possibile per uscire da questa fase difficile. E se qualcuno non fosse soddisfatto della propria situazione, non ci potrebbe essere momento più opportuno per esternarlo. Da oggi comincia ufficialmente la sessione invernale di mercato. Per le prossime quattro settimane, la Roma sarà alla finestra per capire se potrà essere sfruttata qualche occasione in tal senso. Monchi è stato chiarissimo anche pubblicamente: il club giallorosso cerca nuovi innesti nella rosa attuale. Gli acquisti del mercato estivo, Kolarov a parte, non hanno ancora convinto, anche e soprattutto per i guai fisici che li hanno attanagliati. Il direttore sportivo si aspetta che nella seconda parte di stagione siano loro i protagonisti, dando nel contempo anche respiro a chi ha giocato più spesso finora. La forza della Roma è proprio nella profondità della rosa, a patto che sia tutta a disposizione. Altrimenti si guarderà altrove, in cerca di nuovi innesti.
di F. Pastore
Fonte: Il Romanista

Champions - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 25 set 2018 
DI FRANCESCO: "Ritiro voluto da me e dalla società. Le risposte le troveremo domani realmente."
ROMA-FROSINONE LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Domani obbligati a conquistare i 3 punti. Perotti non sarà disponibile, speriamo di averlo a disposizione contro l'Empoli, Non c’è stata assolutamente nessuna lite tra Florenzi e Dzeko”
Roma, avvio shock: nuovi acquisti, nessuno sufficiente
Da Olsen a Kluivert passando per Pastore, Nzonzi e Cristante: presenze, minuti e media voto in A. Neanche uno raggiunge il 6
Roma, per Di Francesco fiducia a termine
La società ha deciso di confermare l'alleanatore. Ma saranno decisive le sfide con Frosinone e Lazio. Contattato Paulo Sousa
Perché tenerlo? Cambiare ora anticamera del naufragio
Con lo stesso garbo, ma con altrettanta decisione: avanti con Di Francesco, quasi...
Perché cacciarlo? Via subito, aspettare sarà peggio
Con garbo, ma subito. Via subito. Quanto subito? Ieri, per intenderci. Eusebio Di...
Roma a pezzi. Lite tra Dzeko e Florenzi dietro il ritiro
Nelle parole e nei pensieri di chi alberga a Trigoria non c'è altra via che il massimo...
La spallata del campo al modello player trading: così crolla la linea Pallotta
Quando gli prospettarono l'idea, a Pallotta piacque subito. Lui i soldi li ha fatti...
Derby blindato da 1500 agenti
Capitale blindata per il derby Roma-Lazio. Il primo faccia a faccia della stagione...
Roma, Pallotta contro Monchi: presidente e ds divisi sulla strategia
Avanti con Di Francesco: il messaggio che arriva da Trigoria è scontato, non essendoci...
 Lun. 24 set 2018 
Pallotta e Baldini alla ricerca del nuovo tecnico. Sousa, Montella e Blanc i nomi caldi
Crisi nera in casa Roma: la squadra è blindata in ritiro a Trigoria con tecnico...
La Roma è sparita, Di Francesco in bilico. Anatomia di una crisi
Tutti sotto accusa: le parole dell'allenatore dopo la sconfitta di Bologna sembrano titoli di coda. Società e squadra a un bivio: o si riparte subito o si cambia
Di Francesco a rischio: si gioca tutto in una settimana
La posizione del tecnico abruzzese è appesa ad un filo. Frosinone, derby con la Lazio e Plzen in Champions sono le tappe per salvare la panchina. Squadra in ritiro da ieri sera
La prova del fuoco
Aveva chiesto il fuoco dentro, se l'è ritrovato addosso. Ora Di Francesco ha bruciature...
Roma, Eusebio rischia il posto
La cottura, sotto il sole di questo settembre nero per Di Francesco e i giocatori,...
 Dom. 23 set 2018 
DE ROSSI: "Abbiamo tempo per ribaltare le cose. Di Francesco colpevole? Non si salva nessuno..."
BOLOGNA-ROMA 2-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA DE ROSSI A SKY E' un giorno triste nel...
La chance: Justin Kluivert titolare, riprenditi il sorriso
La tribuna era «per crescere». Al Dall'Ara di Bologna l’occasione per dimostrare il suo valore. Rick Karsdorp invece non è stato convocato
Bologna-Roma: cor Core accesso
La Roma deve invertire la rotta. Contro il Bologna si può fare. Le qualità ci sono: serve tornare ad essere una squadra con lo spirito giusto
Patrik e Justin, il rilancio dei giovani "ribelli"
Dice: «C'è bisogno di tutti adesso» e a sorpresa rispolvera Kluivert e Schick, promuovendo...
Di Francesco rischiatutto
Si gioca tanto, non ancora tutto e lo fa rischiando su se stesso. Di Francesco cambia...
Karsdorp non parte: "È scelta tecnica". Possibile cessione a gennaio
L'universo giallorosso è anche questo: un tifoso che si avvicina a Di Francesco,...
Centomila per tre gare: la risposta dei romanisti
I tifosi, rispetto ad un anno fa, sono più presenti. Merito, senza dubbio, della...
L'America dei sogni traditi: senza lo stadio non si vola
Undici campionati in due, 800 milioni spesi sul mercato, 300 milioni di ricapitalizzazioni....
Roma, turn over alla bolognese
L'esame in Emilia è già da dentro o fuori. Per la Roma e ovviamente per Di Francesco:...
 Sab. 22 set 2018 
Serie A femminile, Milan show: 6-0. Perde la Roma
Le rossonere asfaltano la Pink Bari con un netto 6-0. Giacinti protagonista con 4 gol. K.o. le giallorosse contro il Sassuolo per 3-2. Vince il Tavagnacco, pari tra Verona e Florentia
DI FRANCESCO: "Il Bologna è una squadra quadrata e compatta, dobbiamo cercare la vittoria"
BOLOGNA-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Pastore è disponibile, devo decidere se giocherà. La tribuna di Kluivert un segnale ma domani gioca"
Roma, i baby che fanno? Tra dubbi e volti da scoprire
Bianda male in Primavera. Coric e Luca Pellegrini: poco spazio a fronte di investimenti importanti
La falsa partenza di Dzeko: simbolo di una squadra che ha smarrito la fiducia
Sfiduciato, nervoso, troppo spesso a testa bassa, quasi disinteressato a quello...
Roma, la carica degli invisibili
Qualcosa è cambiato. O qualcosa sta cambiando. Qualcosa, meglio ancora, deve per...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>