facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 20 giugno 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Roma, al centro si va a 2 all'ora

Mercoledì 03 gennaio 2018
Il dibattito sul faticoso inserimento di Schick nell'undici di partenza, rischia di far scivolare in secondo piano un altro problema che la Roma si sta portando dietro da diverse settimane: il rendimento insufficiente del centrocampo. Non è soltanto una questione di gol che mancano dagli inserimenti dei vari Pellegrini, Strootman, Nainggolan e De Rossi. Sono certamente pochi - con l'ultimo dell'ex Sassuolo sono saliti a 5, il Napoli ne ha segnati quasi il triplo (14), la Lazio (senza considerare Luis Alberto e Anderson) 10, la Juventus, togliendo Cuadrado, è arrivata a quota 9 - ma le difficoltà incontrate dal reparto non sono soltanto in fase realizzativa. Quello che in estate veniva considerato il punto di forza della squadra, vive una fase di assoluta involuzione. De Rossi s'è fermato allo schiaffo inferto a Lapadula (26 novembre), Gonalons non ha mai convinto del tutto, Strootman a dispetto della sua eccezionalità s'è trasformato in un centrocampista normale. Soltanto Pellegrini e Nainggolan - a fasi alterne - hanno lanciato segnali positivi che tuttavia non bastano a colmare il gap con le rivali dirette.

MOTORE INCEPPATO - La Roma di colpo è diventata prevedibile. Lenta, compassata. E questo inevitabilmente focalizza la discussione sulla mediana. Se nell'ultimo match dell'anno De Rossi può giustificare (parzialmente) la brutta prestazione con un fastidio al polpaccio avvertito nella ripresa (ieri si è allenato regolarmente), qualcosa nel giro-palla giallorosso non funziona più come prima. E Daniele, play della squadra, non può essere esente da critiche. Di Francesco, nell'analisi post-gara - parlando in generale del gruppo - non ha escluso che possa esserci, oltre ad un contraccolpo psicologico per la sorprendente eliminazione dalla Coppa Italia, anche un problema fisico. Non va dimenticato in effetti che prima del match con il Cagliari (16 dicembre), qualcosa a livello muscolare è stato toccato e non è un caso che la vittoria con i sardi sia arrivata a fatica al 94', senza contare che poi nelle restanti tre partite la Roma ha racimolato due sconfitte e un pareggio. Tuttavia, all'occhio esterno, sembra esserci qualcosa in più da rinvenire nel rendimento dei singoli. Detto di De Rossi, scaduto di tono e qualità da almeno un mese, Gonalons quando è stato chiamato in causa non ha regalato le certezze che ci si attendeva. Le ultime fotografie lasciate in campo (Spal e Chievo) sono quelle di un calciatore alla ricerca di se stesso. E il messaggio che Eusebio gli ha inviato in corsa (anche per preservarlo dal secondo giallo) contro i ferraresi, con Strootman regista, non è sembrato a caso. L'olandese invece merita un capitolo a parte. Non è più quello del primo anno con Garcia ma nemmeno quello della passata stagione con Spalletti. Alcune statistiche lo confermano: vince meno di un contrasto a partita (0,86) quando lo scorso anno la media era superiore a due; meno palloni intercettati (0,43 contro 2); meno occasioni create (0,57 rispetto a 1,07) e minor precisione nei passaggi nonostante giochi più corto rispetto al passato. Soluzioni? La via più semplice sarebbe quella di ricorrere al mercato. Ma difficilmente Monchi (che in giornata rientrerà a Trigoria) a gennaio farà qualcosa. Più probabile in estate, con lo svincolato Badelj e Torreira nel mirino del ds. La risposta va dunque trovata in casa. Possibilmente in fretta.
di S. Carina
Fonte: Il Messaggero

Coppa Italia - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 19 giu 2018 
Dall'arrivo al rinnovo, l'anno ruggente di Di Francesco
Il precampionato fra alti e bassi, poi un ottimo esordio. Il primo posto nel girone di Champions. Il male d’inverno e le notti magiche di Coppa
 Lun. 18 giu 2018 
Serie A, le date della stagione 2018/2019
La Serie A 2018/2019 prenderà il via il 19 agosto, per concludersi il 26 maggio...
 Lun. 11 giu 2018 
Ministro Alalshikh: "Volevo De Rossi in Arabia Saudita. Acquistare la Roma? Chissà un giorno..."
A 36 anni guida il ministero dello sport dell’Arabia Saudita ed è il leader della Lega dei 57 Paesi musulmani: “Mi interessa acquistare un club in Europa e il club giallorosso è sempre stato nel mio cuore”
 Dom. 10 giu 2018 
Il calcio è solo di chi lo paga: la furia della Rai con la Lega
E così, dalle trattative in corso sui diritti del calcio in tv, si intravede la...
 Ven. 08 giu 2018 
Lobont: "Il 26 maggio? Ci ha pure aiutato a crescere. Alisson è il portiere più forte del mondo"
L’ex portiere giallorosso aggiunge: “Di Francesco è come un sarto che deve fare un abito su misura”
 Lun. 04 giu 2018 
Strakosha, battibecco social con i tifosi della Roma: poi le scuse
Tutto comincia con alcune dichiarazioni di Thomas Strakosha ai media albanesi: «Sarei...
 Dom. 03 giu 2018 
Calciomercato Roma, porte girevoli. La porta va blindata
Nessun lutto cittadino come un anno fa per Totti né lacrime in mondovisione, ma...
 Sab. 02 giu 2018 
Lobont, non è solo "Ciao Roma": smetterà
Aveva giocato nella Fiorentina e da due stagioni era tornato in patria per difendere...
 Ven. 25 mag 2018 
De Rossi: "Di Francesco scelta vincente. Rimasto a Roma per merito di Monchi"
"Il prossimo anno proveremo a dar fastidio alla Juventus. Under? Vedo il nuovo Salah. Senza Totti inizio scioccante"
 Mer. 23 mag 2018 
Roma, estate spallettiana
Niente montagna: ritiro a Trigoria come accadde nel 2007 e nel 2008. Mexes ricorda: “Al Bernardini c’è tutto, lavorammo bene e i risultati arrivarono”
 Lun. 21 mag 2018 
IMMOBILE risponde agli sfottò: "I trofei tocca vincerli, non basta andarci vicino"
Ciro Immobile risponde agli sfottò dei romanisti dopo la bruciante sconfitta contro...
Roma, il futuro è cominciato: avanti con Di Francesco inseguendo un'idea
Ci sarebbero tutti i presupposti per fare festa. Si potrebbe fare per la vittoria...
 Dom. 20 mag 2018 
Totti presidente: la scelta giusta
Siamo arrivati alla fine, passando per una Coppa Italia disastrosa, una Champions...
Roma per il podio
La campanella è suonata ma bisogna restare in classe. C'è un clima da vacanza nella...
 Sab. 19 mag 2018 
BENATIA: "Il momento più bello della stagione è stato il gol contro la Roma"
Mehdi Benatia, difensore della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni...
Sassuolo-Roma, la via del mercato
C'era una volta Eusebio di Francesco e c'era una volta il Sassuolo, avversario di...
 Gio. 17 mag 2018 
Roma, i rimandati all'esame di futuro
C'è un mercato (passato) dentro il mercato (futuro). In teoria, la Roma del futuro...
 Mer. 16 mag 2018 
Sistema Raiola, affari e insulti: Figc apre indagine
Si muove anche la giustizia sportiva. Dopo gli insulti alla Figc ("fa schifo") e...
La finale che monsieur Garcia non è riuscito a dare alla Roma
Stasera a Lione l’ex tecnico giallorosso si gioca l’Europa League contro l’Atletico di Simeone
 Mar. 15 mag 2018 
Skorupski: "Vado via per giocare". E stoppa la moglie-modella...
In campo solo una volta in Coppa Italia, il portiere polacco fa le valigie. Su di lui Genoa e Bologna. Così sulla moglie cui avrebbe chiesto di non fare più l'indossatrice: "Non volevo che altri la vedessero in costume o intimo"
Roma, il gennaio nero che ha creato la distanza con la Juve
Tra lo scontro diretto a Natale e l’inizio di febbraio, Di Francesco ha ottenuto 3 punti in 6 partite, la Juve invece 18 su 18: ecco il gap
 Lun. 14 mag 2018 
Nedved: "Siamo animali. Le polemiche ci hanno caricato"
Il vicepresidente della Juventus racconta le difficoltà di inizio stagione: «Il Napoli ci ha dato una motivazione in più, vincere così tanto è disumano»
Serie A, domenica sera ci saranno in palio 35 milioni di euro
A quattro giorni di distanza, dopo la Coppa Italia, la Juventus ha ottenuto, sempre...
La Roma sicura della Champions, una partita senza fuoco
Passerà alla storia questa serata romana in cui la Juve festeggia il suo settimo...
Roma e Juve, doppio brindisi
Poche emozioni all’Olimpico: bianconeri campioni (34° titolo), i giallorossi restano terzi
 Dom. 13 mag 2018 
Alla Juve basta un pareggio: la Roma resiste in dieci
In un Olimpico esaurito la squadra di Allegri conquista l'ennesimo tricolore al termine di una partita bella solo nel primo tempo. Di Francesco paga l'espulsione di Nainggolan a metà ripresa
Sicurezza, Olimpico: timore di scontri se la Juve vince il titolo
Potrebbero arrivarne cinquemila, ma molti altri sono già a Roma perché ci vivono....
Olimpico, casa Juve. Il vestito della festa per chiudere i conti
Che Allegri abbia iniziato a lasciarsi tentare dall'idea di vincere il quinto scudetto...
No, il pareggio per favore proprio no
Il pareggio no, per favore, risparmiatecelo. Tutti capiscono che stasera con un...
Roma, sei già in Champions
Il brindisi, fuori programma, dopo cena: la Roma, prima di scendere in campo stasera...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>