facebook twitter Feed RSS
Sabato - 20 gennaio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Sempre più Sud. Si è concluso un anno bellissimo. Tra gioie e dolori

Martedì 02 gennaio 2018
Quella secondo cui per una botta di fortuna avuta la sfiga ti debba presentare all'infinito il conto con gli interessi, è una legge non scritta del tifoso romanista che Marco conosce perfettamente. Così, mentre Florenzi festeggia sotto la Curva Sud lo scavetto che se lo avesse fatto Schick il 23 dicembre a Torino il cenone della vigilia sarebbe stato paradiso, Marco ripensa a Fazio col Cagliari ma si ritrova Orsato, che prese le misure alla tecnologia sulle spalle nostre e di Perotti quando era ancora estate, questa volta al Var ricorre due volte, e per due volte dice: «No, buon anno un corno». Roma-Sassuolo diventa così un cotechino senza lenticchie e un brindisi senza bollicine. Marco non dice nulla, mantenendo la calma di chi riguarda il film natalizio già visto mille volte, Carlo invece prova a fare il sarcastico: «Nessuno li ha avvisati che quest'anno la sosta è a gennaio». Ridono in pochi. La giornata iniziata discutendo di Schick e finita maledicendo tutto e tutti, mette per la prima volta in dubbio quelle che fino a 15 giorni fa sembravano granitiche certezze: la Roma ci è o ci fa? La squadra è sempre sul pezzo o si è sciolta un'altra volta ai primi accenni di salita? Una prima risposta ce la darà la Befana bergamasca, anche se sono in molti che temono altro carbone, che non sarà dolce come quello che il 6 gennaio consegna in dono ai bambini tutto sommato bravi.

La buona notizia di un sabato per il resto orrendo era invece arrivata dopo i minuti iniziali del secondo tempo, quando Di Francesco aveva deciso di togliere dal campo Schick, reduce dalla sliding door di Torino e finito nel tritacarne radiofonico romano per un'intera settimana. E mentre Marco era già pronto a prendere atto dell'ennesimo gesto di autolesionismo tutto romanista che avrebbe voluto il giovane ceco sommerso da una pioggia di ingenerosi fischi, ecco, inaspettata, la maturità improvvisa: lo stadio applaude. Non solo la Curva, che pur preferendo la maglia agli idoli si è sempre saputa schierare dalla parte della Roma, ma anche le tribune, per una volta compiacenti. Così, un pomeriggio poi finito malissimo, era sembrato a un certo punto volgere nonostante tutto al bello, con i bengala non più in Curva ma a casa e pronti a salutare un anno nuovo che nel pensiero di molti forse sarebbe potuto essere davvero diverso e vincente. Eppure, nonostante tutto e tutti, il pareggio che assomiglia molto a una sconfitta, ricorda alla Curva Sud una grande verità: c'è chi crede che vincere sia l'unica cosa che conta, e chi invece della possibile vittoria ne fa una ciliegina su una torta che è essa stessa già un privilegio: «Con i miei fratelli lotterò». È così che si sente Marco mentre guarda Carlo allontanarsi a passo svelto e capo chino verso casa, ed è così che si sente Carlo ripercorrendo con la mente l'ennesima stagione non vincente, eppure unica: il rientro in Curva dopo quasi due anni di assenza, il sapore agrodolce dell'addio al Capitano in maggio e quello aspro dell'eliminazione dalle coppe in primavera, la soddisfazione della vittoria nel derby di novembre, l'orgoglio del trionfale girone di Champions e l'amarezza delle sconfitte con Inter, Napoli e Juventus. È stato come sempre bellissimo. Tra gioie e dolori.
di Astutillo
Fonte: Il Romanista

Florenzi - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 19 gen 2018 
Kolarov: "Nainggolan? Due gol all'Inter e passa tutto". Chelsea: 50 milioni per Dzeko e Emerson
Il serbo chiude il caso del belga. Il club inglese è pronto al doppio colpo, offerto anche il prestito di Batshuayi. E sui social piovono le accuse. Perotti out con l'Inter
Inter-Roma, chi perde entra in crisi profonda
Uscire dalla crisi, anche se sarà difficile farlo in due. Spalletti e Di Francesco,...
Inter-Roma è una sfida tra due squadre allo specchio
Due squadre allo specchio, all'apparenza diversissime ma con molti più punti di...
Finti amici e veri nemici: Lucio contro i suoi ex
Con lo stomaco annodato e i pensieri un poco annebbiati, la Roma si prepara a giocare...
Perotti out, Di Francesco si coccola Defrel
Perso Perotti, Di Francesco si consola con Defrel. Tentativo numero due per l'attaccante,...
Dzeko vuole il gol in trasferta
Senza Perotti, è ufficialmente aperta la corsa a una maglia da titolare in attacco....
 Gio. 18 gen 2018 
Roma, la squadra resta in ritiro a Milano e fa le prove per il big match con l'Inter
Di Francesco prova Florenzi in attacco, con Bruno Peres in difesa, alto a destra, e il vice capitano nel tridente offensivo, composto anche da Dzeko ed El Shaarawy.
Di Francesco professore davanti ai giornalisti. Perotti out per Milano, Defrel recupera
Eusebio Di Francesco per un pomeriggio veste i panni del professore. Il tecnico...
La maledizione continua
L'Inter non porta fortuna a Perotti. Non quest'anno, almeno. L'argentino che lo...
Eusebio pedala contro vento
Londra, Pechino, Napoli, Manchester, Boston, Torino e Guangzhou. La Roma, da qualche...
Perotti stop, Inter lontana
La rivincita con Spalletti si allontana, almeno per Perotti. L'argentino, infatti,...
 Mer. 17 gen 2018 
Perotti a rischio con l'Inter. De Rossi verso il recupero
Dubbi di formazione per Di Francesco in vista della sfida di domenica sera a San Siro. Florenzi suona la carica: "Conosciamo i punti deboli di Spalletti. Mettiamoci rabbia"
Florenzi: "Dobbiamo invertire questo trend negativo, conoscere Spalletti è un vantaggio"
Alessandro Florenzi, a margine dell'evento A scuola di tifo del quale è stato protagonista...
Roma, eclissi di Gerson
Firenze, Santa Maria Novella. È questa la stazione dove si è fermato due mesi e...
Dzeko, il girone della svolta. All'Inter mai gol a San Siro
Gran parte delle speranze Champions della Roma sono nelle mani, o forse sarebbe...
Calciomercato Roma, Emerson: più Liverpool che Juve
Un terzino brasiliano partirà. Questo ormai sembra scontato a Trigoria dove sia...
Roma small contro le big. Difra, invertiamo rotta?
Un solo scontro diretto vinto su quattro, dei tre k.o. due sono arrivati all'Olimpico,...
Nainggolan al Guangzhou, riallacciate le cinture
Non è finita finché non è finita. In fondo ci sono i telefoni, per parlare con James...
 Mar. 16 gen 2018 
Strootman tra rischio panchina e voglia di riscatto contro l'Inter
Rudi Garcia lo aveva soprannominato "la lavatrice" durante il suo periodo di massimo...
Di Francesco scuote la Roma
Oggi la ripresa degli allenamenti a Trigoria ha riportato i giocatori alla realtà...
Di Francesco ricomincia da Florenzi "alto"
Mai come stavolta, la resilienza invocata spesso da Di Francesco in questi mesi,...
 Lun. 15 gen 2018 
Calciomercato Roma, riparte l'assalto a Darmian e Juanfran
Prima vendere, poi comprare. Ormai il motivetto è noto. Per questo la settimana...
Il gruppo torna a Trigoria. Duemila tifosi per S.Siro
Vacanze finite e mai rientro fu più atteso da Di Francesco, che stamattina alle...
Ecco Dzeko: a San Siro sa come si fa
Il lungo inverno di Dzeko sta per finire. L'attaccante bosniaco si è ricaricato...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>