facebook twitter Feed RSS
Domenica - 21 gennaio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Di Francesco deve risolvere gli equivoci tattici in attacco

Martedì 02 gennaio 2018
Il caso Nainggolan complica ulteriormente l'inizio del 2018 di Di Francesco. Le immagini e le esternazioni del centrocampista, all'alba del nuovo anno, entrano nel dibattito che si è aperto a Trigoria dopo la frenata della Roma a fine 2017: solo 1 successo nelle ultime 5 partite, contro il Cagliari e di misura, più 2 pareggi deludenti contro il Chievo e il Sassuolo e i 2 ko significativi contro il Torino per l'eliminazione dalla Coppa Italia già agli ottavi e contro la Juve nello scontro diretto da vertice in campionato. Ma più che ai fatti privati, accantonati per il momento dopo le scuse del protagonista, Eusebio si dovrà dedicare in questi giorni agli equivoci tattici che hanno penalizzato il rendimento dei giallorossi.

DIAGNOSI CHIARA - La Roma soffre di mal di gol: 8 reti in 9 partite (2 in 4 gare di serie A). L'attacco è il 7° del torneo e quindi non da vertice. L'andamento lento è coinciso con il rientro di Schick.Ma non è certo lui il responsabile. Perché in discussione c'è il suo ruolo e non il suo valore. Perché a destra, nonostante l'interessato abbia dato la completa disponibilità, proprio non funziona. Magari Schick ha bisogno di tempo, ma Di Francesco, pesate le prestazioni e i risultati della squadra in questo periodo, non può aspettarlo, facendogli fare il rodaggio in partita. L'exit strategy, però, esiste e prevede due opzioni. L'allenatore, davanti al bivio, dovrà scegliere quale privilegiare. Nel caso di conferma del 4-3-3, uno tra Dzeko e Schick è di troppo. Da decidere, di partita in partita, il centravanti titolare e quello di scorta. L'alternativa per Eusebio è proprio il cambio del sistema di gioco. Per ammissione del tecnico, non il 4-2-3-1. Meglio il 4-2-4, usato spesso nel finale degli ultimi match. Restano il 4-3-2-1, con gli esterni offensivi più dentro il campo, e il 4-3-1-2, con il trequartista. Solo il 4-2-4, però, non andrebbe a intaccare il copione che, dall'inizio della stagione, si è basato sul lavoro fatto, anche dai terzini e dagli intermedi, sulle fasce.

PEDINA MANCANTE - È scontato, in coincidenza con l'apertura della sessione invernale del mercato che si torni a parlare di quanto è successo in quella estiva. Manca, nella rosa, l'esterno mancino che gioca a destra: Di Francesco chiese Mahrez e Berardi, rimasti rispettivamente al Leicester e al Sassuolo. Senza per forza rimpiangere Salah (già 23 reti: 17 in Premier e 6 in Champions), è lì che l'allenatore avrebbe subito bisogno di un rinforzo. Alto a destra avrebbemesso Florenzi che ha dovuto definitivamente abbassare dopo il grave infortunio di Karsdorp e dopo qualche performance insufficiente di Peres. I nuovi acquisti, da utilizzare da esterni offensivi, non hanno ancora segnato in campionato: a digiuno Schick, Under e Defrel. Dà garanzie solo El Shaarawy che, per la verità, preferisce giocare a sinistra: 6 gol, migliore marcatore stagionale dopo Dzeko. El Shaarawy dovrebbe tornare titolare sabato contro l'Atalanta. Come Gonalons (altro rinforzo fin qui deludente), se De Rossi non recupera (ieri non si è allenato). Da valutare pure Manolas.
di U. Trani
Fonte: Il Messaggero

Coppa Italia - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 19 gen 2018 
Inter-Roma, chi perde entra in crisi profonda
Uscire dalla crisi, anche se sarà difficile farlo in due. Spalletti e Di Francesco,...
 Gio. 18 gen 2018 
La maledizione continua
L'Inter non porta fortuna a Perotti. Non quest'anno, almeno. L'argentino che lo...
Gli anni perduti di Inter e Roma, le incompiute d'oro
In un ufficio della Lega di Serie A sono appese due gigantografie: c'è la foto ricordo...
La doppia partita di Nainggolan tra San Siro e la Cina
Il riferimento per gli ottimisti è l'Italia del Mundial 1982, iniziato tra polemiche...
 Mer. 17 gen 2018 
Roma, eclissi di Gerson
Firenze, Santa Maria Novella. È questa la stazione dove si è fermato due mesi e...
Inter e Roma senza rete
Strano, ma vero: sarà il mal di gol ad accompagnare l'Inter e la Roma allo scontro...
 Mar. 16 gen 2018 
Zenga: "Inter-Roma fondamentale per la testa. Il primo posto nel girone ha consumato i giallorossi"
Walter Zenga, allenatore del Crotone ed ex portiere della Nazionale italiana, ha...
Roma, serve una cessione: Strootman o Emerson
Il mercato di gennaio, con parecchi alti e qualche basso, è storicamente terreno...
 Lun. 15 gen 2018 
Ecco Dzeko: a San Siro sa come si fa
Il lungo inverno di Dzeko sta per finire. L'attaccante bosniaco si è ricaricato...
Peso, discorso e lavoro: la Roma riapre Trigoria
Ritrovarsi nove giorni do­po la sconfitta contro l'Atalanta, le discussioni tra...
 Sab. 13 gen 2018 
Bruno Peres, sempre viva la pista turca
Bruno Peres si sta ricaricando in famiglia in Brasile, in attesa di conoscere il...
Roma, fumo di Londra: il mercato è bloccato
Il pressing londinese di Monchi rischia di essere eluso. Pallotta non cambia linea....
 Ven. 12 gen 2018 
Calciomercato Roma, ag. Skorupski: "Abbiamo chiesto la cessione a Monchi. Ci sono diverse offerte"
Bartolomej Bolek, agente del portiere della Roma Lukasz Skorupski ha rilasciato...
Roma, il pressing di Monchi
Monchi e Pallotta, il confronto è aperto. Il direttore sportivo è arrivato ieri...
Attacco all'attacco. Di Francesco vede la Roma di Lucho
Dall'Argentina di Perotti al mare di Dubai di Dzeko, passando per il freddo di Milano,...
 Gio. 11 gen 2018 
Con Di Francesco per vincere domani
Un allenatore che pratica realmente il buonsenso e una squadra che ha dimostrato di essere forte: non serve altro
I giallorossi non sanno più rimontare
La Roma da rimonta non c'è più, è svanita in meno di un anno. Nelle sette volte...
 Mer. 10 gen 2018 
Roma, il caso Schick: le domande per capire
E' sbarcato a Roma a stagione già cominciata e senza essersi allenato con la Samp. Cosa succede adesso? Ve lo raccontiamo qui
Roma, i "desaparecidos" di Di Francesco
L'incontro londinese tra il presidente Pallotta e il d.s. Monchi è previsto per...
 Mar. 09 gen 2018 
Roma, messaggio a Di Francesco: il cambio di modulo è l'unica soluzione
Da più di un mese a questa parte non v'è domenica in cui non tenga banco la tangibile...
Schick, puoi!
Un altro check up è andato. Tutto a posto. Il problema di Patrik Schick non...
Roma, fascia da schiaffi
Il calcio si ferma per la sosta invernale. La Roma, però, vive questa pausa come...
Dall'Nba al tenero Eusebio tutto il caos giallorosso
Potremmo risolvere il caso Roma democristianamente (del resto un tempo fu davvero...
 Lun. 08 gen 2018 
Roma, aria di rifondazione
Terapia d'urto per la Roma. La crisi è in stadio avanzato ed è finito il tempo delle...
Eusebio va dritto dentro le ombre
C'è chi, senza uno straccio di rispetto, ha tirato in ballo la maledizione di Spelacchio,...
 Dom. 07 gen 2018 
Roma, Monchi chiama Pallotta: "Mercato? Ci vogliono soldi"
Dopo il k.o. con l'Atalanta, i dirigenti si ritroveranno per fare il punto, forse a Londra
Crisi Roma: la dirigenza a caccia di soluzioni. Pallotta attende risposte
Il presidente Jim Pallotta preferisce non commentare la sconfitta contro l'Atalanta,...
Roma, mese nero: 5 punti in 5 gare. E c'è la grana Nainggolan
L'ultima vittoria in campionato è l'1-0 col Cagliari del 16 dicembre. Il ritorno al gol di Dzeko è l'unica nota lieta
"E' un predestinato...". Cagliari, ecco chi è Biancu, il "nuovo Barella" corteggiato da Inter e Roma
"Biancu è un predestinato: ha una grande carriera davanti". Tutti pazzi per Nicolò...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>